Home Page   1/72 e dintorni   Aeronautica   Diorami & C.   Figurini & C.   Navi & C.   Veicoli civili   Veicoli militari   Modellazione 2-3D
Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!
Interface language
 
English Italiano

Translate page with Google
 

Menu principale
Home Page
Spazi personali
Ultimi aggiornamenti
Scegli spazio

Info ed uso sito
Norme utilizzo sito
Guida Editor
Domande frequenti
Mappa del sito
Guida Editor
Contattaci
Trova utenti
Link al nostro sito

Campagne
In essere
Concluse
Regolamento

Contenuti
Novità dal mercato
Visti per voi
Articoli
Guide
Da AFV Interiors
Schede tecniche
Storia
Utente del mese
Guide uso sito
Invia contenuto

Forum
I più recenti
I più letti
I più attivi
I più recenti (arg.)
I più letti (arg.)
I più attivi (arg.)

Tabelle colori
Le Gallerie di M+
Riferimento
Musei
Campagne
Album personali
Mostre
Box art
Altro
App carica Foto

M+ goes Social
Facebook

Glossario
Invia definizione
Richiedi definizione

Download
Invia
Club
Utility
Istruzioni
Più scaricati

Mostre
Indice
Mostre in essere
Mostre passate

Ricerca
Sito: (Avanzata...)
Gallerie: (Avanzata...)
Tabelle colori:

Riviste:

Monografie:

Negozi di modellismo:
Musei:

M+ Shop locator

Chi è online
Visitatori:176
Utenti registrati:5
M+ Club chat:
Utenti on-line:181
 Utenti registrati:7054

Utenti collegati:
GP1964FG
campo
jEnrique61
VanBasten
arisio
Ultime visite:
ta152h da 9'
ayrton da 14'
Paolomaglio da 1h 6'
ppozzo68 da 1h 8'
lJUCA73 da 1h 9'
Gettaponte da 1h 9'
manovi da 7h
Mirco da 7h 13'
Frankie da 7h 34'
Michele Raus da 7h 43'
aikido_70 da 7h 45'
lananda da 8h
rodwolf da 8h 14'
Silvano da 8h 18'
Mr. ModelDis... da 8h 19'
arie56 da 8h 27'
ABC da 8h 32'
buffalo da 8h 42'
Francesco92 da 8h 44'
spillone da 9h 21'

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
Veicoli militari : Schede tecniche : Carro armato medio M15/42
Inviato da Fabio il 3/5/2004 23:20:48 (3288 letture)

Veicoli militari : Schede tecniche
Il carro armato medio M15/42 è l'ultima evoluzione dei carri medi che ebbero come primo rappresentante l’M11/39. Tutti i rappresentanti di questa serie di mezzi furono sempre afflitti da una cronica inadeguatezza rispetto a quelli che erano sia i desiserata del ministero della guerra che le effettive necessità sul campo.



Le principali carenze riguardavano la scarsa potenza di fuoco, la protezione offerta all'equipaggio (la corazza tendeva a 'sfaldarsi' quando il carro veniva colpito), la meccanica assai fragile, il basso rapporto peso potenza, la ridotta autonomia, la scarsa velocità rispetto alla mole del mezzo e la tendenza ad sprofondare in terreni sabbiosi o soffici imputabile ai cingoli troppo stretti.
Gli unici mezzi alleati cui poteva tener testa, però sotto il solo profilo della corazzatura e della potenza di fuoco erano gli M3 "Stuart" di produzione americana, che d'altra parte li surclassavano in manovrabilità e velocità.
Per cercare di porre rimedio a queste carenze durante la durata del conflitto furono adottati programmi di sviluppo che sembravano essere principalmente rivolti ad incrementarne prestazioni ed affidabilità. L'M13/40 incrementò la potenza da 105 a 125 HP ed aggiunse qualche millimetro alla corazzatura oltre che alla ricollocazione dell'armamento principale dalla casamatta alla torretta girevole (con conseguente installazione delle mitragliatrici in casamatta). L'M14/41 montava un motore diesel da 145 HP che ne portava la velocità su strada a 33 km orari ed era equipaggiato con filtri appositamente studiati per operare in ambiente desertico. L'M15/41 differiva dai predecessori per l'accesso al vano di combattimento situato sul lato destro della casamatta anzichè su quello sinistro, per il vano motore allungato per alloggiare un nuovo propulsore a benzina da 192 HP, per la corazzatura leggermente potenziata, per l'armamento principale che passava da un pezzo da 47/32 ad un 47/40 dotato di maggior velocità iniziale e per la torretta con sistema di brandeggio elettro-meccanico.
Paradossalmente anche se la produzione sia stata limitata a circa 200 esemplari il 15/42 è quello sopravvissuto al conflitto in maggiore quantità.

Varianti
L'unica variante di produzione dell’M15/42 fu quella del carro centro radio, mentre sugli esemplari di tarda produzione comparvero i tubi lanciafumogeni , una cassetta esterna che conteneva la riserva di candelotti e cinque supporti esterni per alloggiare fustini di carburante supplementari.

Impiego
La vita operativa degli M15/42 fu estremamente breve e si concentrò nel periodo il 1942 ed il 1943. Assegnati alla Cavalleria ed ai Carristi vista la ridotta quota di produzione non andarono mai a costituire reparti omogenei a livello reggimento, ma equipaggiarono unità a livello squadrone (o compagnia) in reparti a fisionomia corazzata.
Sulla carta l'LM15/42 era dotato di un armamento a tiro rapido con alta velocità iniziale in grado di insidiare bersagli di pari categoria, anche se nella realtà non ne esistevano ed era penalizzato anche da problemi di scingolamento dovuti alla accresciuta potenza del propulsore senza che trasmissione e rotolamento venissero adeguatamente potenziati.
Nella realtà dei fatti si dimostrò assolutamente inadeguato a fronteggiare i mezzi tedeschi che gli si contrapposero durante la difesa di Roma o quelli alleati che si trovarono a fronteggiare combatendo nelle fila della R.S.I o della Wehrmacht.
Alcuni catturati M15/42 furono impiegati da reparti tedeschi, da reparti corazzati del ricostituito Esercito Italiano e della Polizia fino ai primi anni '50, anche se con alcune modifiche apportate alla ruota motrice per arginare il problema dello scingolamento.

Caratteristiche tecniche
 
Fabbricante: Ansaldo Fossati - Fiat Periodo di costruzione:1942-1943
Peso: 15,5 t
Larghezza: 2,23 m
Lunghezza: 5,04 m
Altezza: 2,39 m
Altezza da terra: 0,41 m
Equipaggio: 4 uomini, capocarro, servente, mitragliere e pilota
Armamento principale: un cannone da 47/40
Armamento secondario 2 mitragliatrici Breda Mod. 38 da 8 mm installate in casamatta
1 mitragliatrice Breda Mod. 38 da 8 mm antiaerea installata sul cielo della torretta
Munizionamento: cannone: 111 colpi cal. 47 mm
Breda Mod 38: 2640 colpi cal. 8mm
Sistema di puntamento: collimatore a cannocchiale
Motore: Spa 25 TB M42 con 8 cilindri a V
Cilindrata: 11.980 cc
Potenza: 192 HP
Alimentazione benzina
Autonomia su strada: 220 km circa
Autonomia fuori strada: 10 ore circa
Velocità massima su strada: 49 km/h
Velocità massima fuori strada: 20 km/h
Pendenza superabile: fino al 90% (in prima velocità e condizioni di perfetta aderenza)
Capacità di guado: 1 m
Ostacolo verticale: 0,8 m
Ostacolo orizzontale: 2,1 m


Profili
 
   
 
 
© Cavalleria Italiana

 

Link correlati

· Contenuti relativi all'argomento Veicoli militari : Schede tecniche
· Contenuti sottoposti da Fabio

Contenuto più letto relativo all'argomento Veicoli militari : Schede tecniche:
· Carro armato Fiat 3000

Ultimi contenuti sull'argomento Veicoli militari : Schede tecniche:
· Schede tecniche: T17E1 "Staghound"

Visualizza pagina stampabile  Segnala questo contenuto ad un amico



  • I sostenitori di Modellismo Più


  •