Home Page   1/72 e dintorni   Aeronautica   Diorami & C.   Figurini & C.   Navi & C.   Veicoli civili   Veicoli militari   Modellazione 2-3D
Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!
Interface language
 
English Italiano

Translate page with Google
 

Menu principale
Home Page
Spazi personali
Ultimi aggiornamenti
Scegli spazio

Info ed uso sito
Norme utilizzo sito
Guida Editor
Domande frequenti
Mappa del sito
Guida Editor
Contattaci
Trova utenti
Link al nostro sito

Campagne
In essere
Concluse
Regolamento

Contenuti
Novità dal mercato
Visti per voi
Articoli
Guide
Da AFV Interiors
Schede tecniche
Storia
Utente del mese
Guide uso sito
Invia contenuto

Forum
I più recenti
I più letti
I più attivi
I più recenti (arg.)
I più letti (arg.)
I più attivi (arg.)

Tabelle colori
Le Gallerie di M+
Riferimento
Musei
Campagne
Album personali
Mostre
Box art
Altro
App carica Foto

M+ goes Social
Facebook

Glossario
Invia definizione
Richiedi definizione

Download
Invia
Club
Utility
Istruzioni
Più scaricati

Mostre
Indice
Mostre in essere
Mostre passate

Shopping su Amazon
Sapevi che acquistando su Amazon puoi aiutare M+?

Ricerca
Sito: (Avanzata...)
Gallerie: (Avanzata...)
Tabelle colori:

Riviste:

Monografie:

Negozi di modellismo:
Musei:

M+ Shop locator

Chi è online
Visitatori:109
Utenti registrati:0
M+ Club chat:
Utenti on-line:109
 Utenti registrati:6665

Ultime visite:
ta152h da 6'
bar-ma da 8'
greg da 10'
Tomcat71 da 27'
Paolomaglio da 31'
Righettone da 33'
adlertag da 34'
ziochicchi da 36'
lananda da 39'
BAT21 da 41'
combatmedic11 da 43'
maucrifra da 1h 31'
lagu da 2h 2'
wazovski da 2h 8'
Pierantonio da 2h 11'
alinus777 da 4h 57'
MZ1958 da 6h 53'
Oppiogod da 7h 9'
caragd da 7h 14'
Michele Raus da 7h 25'

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
  Scegli spazio    Ultimi aggiornamenti    Guida  
· Spazio personale: Battaglie nel deserto · Spazio personale: Battaglie nel deserto · Categoria: 3RommelAngriff ·

Spazio personale: Battaglie nel deserto

3) Marzo-Maggio 1941 ROMMEL: ANGRIFF



LA MOSSA DI APERTURA DI ROMMEL :  ATTACCO

Dopo la disfatta della X armata e la perdita della Cirenaica Mussolini accetta l'aiuto tedesco in Africa.
A meta' Febbraio il generale Rommel giunge a Tripoli con avanguardie della 5' divisione leggera, il suo compito e' solo costituire una forza di blocco per impedire ulteriori avanzate da parte inglese ma lui e' di diverso avviso.

In Cirenaica gli Inglesi hanno posizionato fanteria indiana, australiana e parte della 2’ divisione corazzata,  costituita dal 3’ Ussari su carri leggeri Vickers, dal 5’ RTR su Cruiser, dal 6’ RTR su M13/40 di preda bellica italiana.
I Cruiser hanno sui cingoli piu’ di 2400 KM, da cui una inaffidabilita’ meccanica, gli M13 vanno a gasolio mentre tutti i carri britannici sono alimentati a benzina, da cui problemi logistici per il rifornimento, lo stesso comandante la divisione prevede che, in caso di battaglia manovrata, i carri saranno soggetti a rotture meccaniche.
D'altronde gli inglesi, supportati dalle decrittazioni di ULTRA,  non credono che Rommel sia in grado di attaccare in profondita', cosi' come non lo credono i superiori comandi tedeschi ed italiani.



Invece il 1 Aprile Rommel attacca e, sovvertendo un radicato principio militare, divide le sue forze in quattro colonne costituite da gruppi tattici leggeri, gli Inglesi intendono ritirarsi ordinatamente o almeno provano a farlo.
In realta' l'avanzata italo-tedesca e' un affannoso arrancare delle quattro teste di colonna, pur con problemi di rifornimento, in una specie di gara contro il disperato retrocedere dei reparti nemici che via via perdono coordinamento e orientamento trovandosi completamente sbilanciati.
La divisione indiana viene travolta, la brigata corazzata perde tutti gli M13 e buona parte dei Cruiser, non in combattimento, ma per mancanza di carburante e problemi meccanici.
Entro il 6 Aprile tutto e’ finito per la 2' corazzata, la divisione e' distrutta, sciolta e non verra'  piu’ ricostituita, il quartier generale catturato e con esso anche O'Connor, trionfatore a BedaFomm solo qualche mese prima.

In questo quadro disastroso per gli Inglesi,  almeno gli Australiani riescono a ripiegare ordinatamente entro la cinta fortificata di Tobruk.
Rommel non frappone indugi ed ordina un attacco con i Panzer e un battaglione mitraglieri al seguito.
Questa volta il bluff non riesce, gli Australiani sono 'tosti' e resistono, i Panzer sono investiti da un micidiale fuoco di artiglieria che li costringe a ritirarsi con perdite, la fanteria bloccata in terreno aperto e' decimata.
Tra Aprile e Maggio Rommel ordinera' nuovi attacchi con l'appoggio italiano ma la cinta difensiva di Tobruk resiste.
E' la prima battuta di arresto per l'esercito tedesco nel corso della guerra e una amara lezione per Rommel perche' Tobruk si rivela '...una noce troppo dura da schiacciare...'.





META' FEBBRAIO 1941  TRIPOLI   PANZER IB e PANZER I COMANDO     5' LEICHTEDIVISION

I Panzer I della 5' divisione leggera, reduci dalla campagna di Francia, sono appena sbarcati nel porto di Tripoli.
Gli equipaggi indossano ancora le divise nere del teatro europeo, presto saranno cambiate con quelle tropicali in verde salvia. Il Panzer IB, predisposto per il trasporto via nave, deve ancora essere approntato per le condizioni di combattimento. Il Panzer comando e' una trasformazione sullo scafo del Panzer IB. I carri vanno in battaglia ancora in grigio panzer o sommariamente mimetizzati. 






31 MARZO 1941        DA AGHEILA AD AGEDABIA       PANZER IA e PANZER IIF        5' LEICHTEDIVISION

Una parte delle forze corazzate tedesche e' ancora costituita dai carri leggeri armati di mitragliatrici (panzer I) o cannoncini da 20 mm (panzer II) entrambi impotenti contro i Cruiser, tantomeno i Matilda, britannici. Ben presto i Panzer I verranno radiati dai ruoli di combattimento.
Come gia' in Francia, da parte tedesca non c'e' una macroscopica superiorita' per potenza quanto una superiore capacita' tattica e logistica. 






31 MARZO 1941      ANTELAT     CRUISER A10 CS (CLOSE SUPPORT)       5'RTR       2' ARMOURED DIVISION

Gli ultimi rinforzi alla 2’ corazzata arrivano solo a fine Marzo, dopo molti guasti nel tragitto.
Il carro Cruiser A10CS non e' armato di un cannone anticarro ma di un obice per supporto con proiettili esplosivi.
E' portato in linea su un poderoso Scammel dal leggiadro nomignolo di Biancaneve, giusto in tempo per essere coinvolto nell'attacco tedesco.
L'elmo piumato e' il simbolo della 2' divisione corazzata, il carro appartiene al quartier generale.








CIRENAICA   SEMICINGOLATO SDKFZ10 con PAK37  e PAK47 AUF PZKPFW I    PANZERJAGER  5'LEICHTE    

Nelle colonne di attacco sono presenti nuclei di Panzerjager (cacciatori di carri) dotati di cannoni anticarro da 37mm al traino di mobilissimi semicingolati leggeri ed anticarro da 44 mm (ex cecoslovacchi) montati sullo scafo di  Panzer I.  Questi anticarro, nonostante il calibro ridotto, sono ancora validi contro i Cruiser, affiancano i Panzer III nel combattimento e, manovrati con esperienza, costituiscono un valido schermo controcarro.






CIRENAICA     CONTRAEREA 20mm SU SEMICINGOLATO SDKFZ10       5' LEICHTEDIVISION    

I Tedeschi fanno buon uso della mobilita' dei loro semicingolati montando cannoncini a doppio uso contraereo e contropersonale ed adottano una tattica spregiudicata di assalto che rende bene su un nemico disorientato e privo di coordinamento. La divisa rappresenta il primo tipo tropicale adottato con casco coloniale e stivali alti che verranno appena possibile abbandonati per berretto a visiera e scarpe in tela piu' comode.






CIRENAICA       AUTOBLINDO SDKFZ 222 E SIDECAR ZUNDAPP KS750      GRUPPO ESPLORANTE 5'LEICHTE

A inizio guerra i reparti esploranti tedeschi hanno aliquote di moto e sidecar ma, data la vulnerabilita'  della moto come mezzo da esplorazione, sono presto sostituitae da blindo e semicingolati, relegando la moto a compiti di collegamento.  La mobilita' delle blindo 222 e' appena sufficiente nel deserto dove meglio operano le blindo a 8 ruote. Anche gli Italiani inquadrano i bersaglieri in battaglioni motociclistici.
'Le motociclette della compagnia sono circa 140. Frequenti sono le forature per il terreno pietroso. E' impossibile ripararle, mancano mastice e rappezzi... Faccio un appello alla mia fidanzata. Vada dai biciclettai ad Arezzo e racimoli quanto mastice puo'... e' bello fare la guerra all'Inghilterra a proprie spese!  Non abbiamo elmetti ma caschi di sughero. Come al tempo di Romolo Gessi nel 1882 in Somalia... Inutili e fastidiosi col vento in moto...'
Da 'Fronte d'Africa: c'ero anch'io'   Sottotenente Domenico Raspini   5'Reggimento Bersaglieri





CIRENAICA  OBICE 100/17 AL TRAINO DI TL37 e CANNONE 75/27   1'ARTICELERE EUGENIO DI SAVOIA     DIVISIONE BRESCIA

Nelle colonne di attacco sono presenti elementi della divisione Ariete, non ancora giunta al completo, e della Brescia il cui reggimento di artiglieria e' il 1' articelere 'Eugenio di Savoia'.
Il TL37 con al traino un obice 100/17 sorpassa un pezzo da 75/27,  il TL37 e' un' ottima trattrice leggera a 4 ruote motrici ma le artiglierie risalgono alla grande guerra ed sono inferiori a quelle britanniche come gittata, gli artiglieri italiani debbono combattere come  'un pugile col braccio piu' corto'  e farsi sotto.
...'Domattina all'alba, dice il generale Zambon, il 1' Articelere andra' all'attacco. Una colonna a destra della Balbia, una a sinistra, in testa le sezioni da 20, niente fanteria, a mezzogiorno a Tobruk'. 'Un'autentica pazzia, mi dico, domattina andiamo tutti a crepare'. Nessuno fiata, il generale si guarda attorno, lo sa benissimo che e' una pazzia e si aspetta, magari, che qualcuno gielo dica. Colgo un lampo ironico negli occhi di un capitano mentre tutti pensiamo piu' o meno 'se ti aspetti che qualcuno dica Ahi, aspetti un pezzo'. Il generale ha un mesto sorriso di stupore...
Da BU-NGEM di E.GENOVESI 






CIRENAICA       AUTOCARRO DOVUNQUE 35 CON BREDA 35 e MOTO GUZZI ALCE          DIVISIONE ARIETE

Il Dovunque 35 e' un ottimo autocarro con capacita'  fuoristrada e spesso monta la Breda 35 da 20mm in configurazione fissa antiaerea e controcarro. I bersaglieri utilizzano le fidate Guzzi per ruoli da portaordini e collegamento ma anche per esplorazione, in questo ruolo i battaglioni motociclisti verranno fatti a pezzi durante i primi scontri '...li ho visti partire ma nessuno e' piu' tornato...'






10 APRILE       DAVANTI A TOBRUK      PANZER IIIG e BATTAGLIONE MITRAGLIERI MOTORIZZATO      5'LEICHTE

Il Panzer III costituisce il nucleo delle forze corazzate tedesche, un buon carro per l'epoca ma non tale da surclassare i carri britannici. E' pero' un carro ben bilanciato fra armamento (50mm), corazzatura, velocita' e affidabilita' e sopratutto i Tedeschi sono ben addestrati ad un impiego per gruppi tattici multiarma tali da enfatizzare le prestazioni in battaglia.
Il carro e' pronto ad entrare in azione contro il perimetro di Tobruk, carico di mitraglieri armati fino ai denti di granate e mitragliatrici Mauser,  saranno decimati!






MAGGIO 1941       INTORNO A TOBRUK          PANZER IV E         5'LEICHTE

Il panzer IV E e' dotato di un 75mm, e' un pezzo con gittata superiore ai pezzi dei carri inglesi e a quelli dei Panzer III, per cui combatte restando dietro allo schermo dei controcarro e dei Panzer III, sfruttando tale superiorita'.
In questa versione la corazzatura e' sottile e viene rinforzata da lamiere aggiunte davanti e lateralmente.
Dopo la presa della Cirenaica e' possibile per i Tedeschi riparare i propri mezzi colpiti ed immobilizzati e reinviarli in battaglia.




                        

      

AIN EL GAZALA    APRILE 1941              CACCIA BF 109E TROP                I STAFFEL/JG 27

Giungono i caccia tedeschi reduci dalla battaglia d' Inghilterra e si dimostrano superiori agli Hurricane avversari. Sfruttando le doti di velocita' in picchiata le piccole sezioni (rotte) di caccia BF109  attaccano le piu' numerose formazioni avversarie, penetrando il loro cerchio difensivo ed eventualmente cavandosi d'impaccio scampando in picchiata per poi riacquisire quota ed attaccare ancora.









CASTEL BENITO     PRIMAVERA 1941     CACCIA MC200     373 SQ.     ASSO DI BASTONI

Per parte italiana arrivano i caccia monoplani ad integrare i sorpassati biplani CR42. I FIAT G50 e sopratutto i Macchi MC200 possono finalmente competere con gli Hurricane. Pur handicappato dal motore radiale il Macchi raggiunge i 503 Km/h ed ha una buona autonomia,  l'armamento e' pero' sempre 2 Breda-SAFAT da 12,7 sparanti attraverso l'elica, di conseguenza con una cadenza di tiro limitata dalla sincronizzazione ed inoltre  saranno dotati tardi di apparati radio riceventi.
...a Maggio 42 cominciammo a fare le prime esperienze di collegamento radio. Dal trasmettitore a terra (a bordo si aveva il solo ricevitore) mi dicevano 'se mi senti, fai un tonneau' e io lo facevo, 'se mi senti, vira a sinistra' e io viravo, 'se mi senti, lanciati col paracadute' e io feci finta di non sentire...
Da FRONTE D'AFRICA C'ERO ANCH'IO  di Ten.C.Petrosellini 8' Gr. C.T.






LYBIA 1941 CURTISS TOMAHAWK MK II SGT. WILLIAM EARL HOUSTON 112'SQUADRON  RAF

Gli Inglesi ricevono dagli USA lotti di P40 Mk I destinati originariamente alla Francia e ulteriori quantitativi di Mk II, preferiscono riservare alla madrepatria i migliori Spitfire e inviare in Africa Hurricane e i P40 ribattezzati Tomahawk. Il velivolo e' inferiore ai BF109 ma e' un buon incassatore con buona potenza di fuoco, la 112 Sq. RAF si batte adottando la bocca di squalo sul muso.
Nessuno riusciva a stare dietro ad un P40 in picchiata. Vero finche' non entrarono in lizza i Messerschmit 109 E (SIC).  I P40, lenti a cabrare, usarono questa manovra evasiva finche' un pilota di ME109E non mostro' sportivamente ad un pilota sudafricano cosa poteva fare il suo aereo, questi si vide superare in picchiata dal tedesco che sollevo' due dita della sinistra nel segno di vittoria.
Da L'ASSO DELLA BOTTIGLIA di PAPPY BOYINGTO
N

 

 
Data inserimento : Fri 28 Dec 2018 18:15
Categorie : 3RommelAngriff