Home Page   1/72 e dintorni   Aeronautica   Diorami & C.   Figurini & C.   Navi & C.   Veicoli civili   Veicoli militari   Modellazione 2-3D
Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!
Interface language
 
English Italiano

Translate page with Google
 

Menu principale
Home Page
Spazi personali
Ultimi aggiornamenti
Scegli spazio

Info ed uso sito
Norme utilizzo sito
Guida Editor
Domande frequenti
Mappa del sito
Guida Editor
Contattaci
Trova utenti
Link al nostro sito

Campagne
In essere
Concluse
Regolamento

Contenuti
Novità dal mercato
Visti per voi
Articoli
Guide
Da AFV Interiors
Schede tecniche
Storia
Utente del mese
Guide uso sito
Invia contenuto

Forum
I più recenti
I più letti
I più attivi
I più recenti (arg.)
I più letti (arg.)
I più attivi (arg.)

Tabelle colori
Le Gallerie di M+
Riferimento
Musei
Campagne
Album personali
Mostre
Box art
Altro
App carica Foto

M+ goes Social
Facebook

Glossario
Invia definizione
Richiedi definizione

Download
Invia
Club
Utility
Istruzioni
Più scaricati

Mostre
Indice
Mostre in essere
Mostre passate

Shopping su Amazon
Sapevi che acquistando su Amazon puoi aiutare M+?

Ricerca
Sito: (Avanzata...)
Gallerie: (Avanzata...)
Tabelle colori:

Riviste:

Monografie:

Negozi di modellismo:
Musei:

M+ Shop locator

Chi è online
Visitatori:109
Utenti registrati:4
M+ Club chat:
Utenti on-line:113
 Utenti registrati:6665

Utenti collegati:
ziochicchi
combatmedic11
Tomcat71
BAT21
Ultime visite:
Paolomaglio da 21'
maucrifra da 44'
lagu da 1h 15'
wazovski da 1h 21'
Pierantonio da 1h 24'
alinus777 da 4h 10'
MZ1958 da 6h 6'
Oppiogod da 6h 22'
caragd da 6h 27'
Michele Raus da 6h 38'
ste74mi da 6h 39'
lillino da 6h 40'
D1952 da 6h 51'
Vlad da 6h 54'
Bongy57 da 7h 1'
Silvano da 7h 3'
Zailan da 7h 4'
lananda da 7h 4'
Pierpaolo da 7h 7'
matrix63 da 7h 13'

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
  Scegli spazio    Ultimi aggiornamenti    Guida  
· Spazio personale: Battaglie nel deserto · Spazio personale: Battaglie nel deserto · Categoria: 1SidiElBarrani ·

Spazio personale: Battaglie nel deserto

BATTAGLIE NEL DESERTO

  

LIBIA 1938 deserto del Fezzan
MEHARISTA III GRUPPO SAHARIANO REGIO CORPO TRUPPE LIBICHE

... Il signor tenente ha detto ad Hamar che presto ci sara' una guerra, ha detto che sara' una guerra tra bianchi, una guerra tra infedeli... mah!...una guerra senza senso.
... Il signor tenente ha detto ad Hamar che presto dovra' lasciare il suo infaticabile Mehari per salire su un autocarro veloce e potentemente armato... il sacro silenzio del deserto sara' rotto dal rombo osceno del motore, il forte odore delle nostre bestie sostituito dalla puzza di cherosene, il grido del falco coperto dal rombo degli aerei...
... INSHALLAH ! Ma Hamar sa una cosa che il signor tenente non sa...  Quando la gloria della vittoria sara' passata, quando l'espiazione nella sconfitta sara' trascorsa, dopo la morte e il disfacimento allora il deserto tornera' padrone di se stesso...
Lo fa sempre!


 


Giugno-Novembre 1940     SIDI BARRANI


GRAZIANI AVANZA SU SIDI BARRANI

Nelle fasi iniziali del conflitto gli Italiani godono di una superiorita' quantitativa e vantano il primato della loro aviazione ma immediatamente si evidenziano i limiti qualitativi e di comando nascosti  'sotto il tappeto' da anni di propaganda di regime.
 Dal giorno stesso dell'entrata in guerra gli Inglesi assumono l'iniziativa e adottano una tattica a 'colpi di spillo' contro colonne di rifornimento e presidi fissi (Ridotte Capuzzo e Maddalena), causando perdite e prendendo prigionieri, ma sopratutto imponendo una loro 'superiorita' morale'.  Dispongono di cingolette e autoblindo obsolete ma gli Italiani non ne hanno affatto e i carri leggeri L3 si dimostrano incapaci per qualsiasi ruolo di esplorazione, supporto o combattimento.
 A seguito di pressione politica, il maresciallo Graziani si decide ad invadere l'Egitto, gli Inglesi retrocedono e gli Italiani si fermano presso SidiElBarrani, l'avanzata non ha alcun significato strategico ne' tattico, solo propagandistico.
 Ci si consolida in una catena di campi trincerati senza pero'  che questi abbiano capacita' di appoggio reciproco ed esplorazione a lungo raggio. Il comando superiore sottrae per usi logistici alle divisioni italiane i camion, praticamente immobilizzandole nel deserto.
...La divisione Cirene era dotata di cinque gruppi di artiglieria con trattori TL37 e 250 autocarri Lancia 3RO, ottime macchine con le quali furono costituiti gruppi tattici adattando i pezzi da fanteria da 65 e 47 cc sui cassoni, con cio' ci si poteva opporre con pari mobilita' alle scorribande dei blindo-corazzati britannici.
Senonche' l'intendenza di armata reclamo' a se tutti gli autocarri divisionali per assolvere alla manovra logistica, grave errore che porto' alla paralisi delle divisioni insabbiate nel deserto, incapaci di autonoma gestione per i rifornimenti e non piu' in grado di reagire alla manovra nemica. I 5000 automezzi 'sequestrati' finirono in gran parte nei cimiteri di autocarri, preda bellica del nemico...
Da FRONTE D'AFRICA C'ERO ANCH'IO  capitano G. D'Avossa  45' Regg.Artiglieria  Div.Cirene




GIUGNO 1940   THE WIRE (filo spinato di confine)           ARMORED CAR  ROLLS ROYCE   11th HUSSARS
Il mezzo e' obsoleto e debolmente armato ( fucilone anticarro Boys e vecchie mitragliatrici) ma tatticamente ben condotto da personale addestrato e motivato da antica e gloriosa tradizione militare
...10 Giugno 1940, la notte passo' tranquilla, fra i reparti circolavano strani nomi di reggimenti inglesi, gli ussari che evocavano immagini di divise nere con stivali lucidi, bande colorate, mantellina su una sola spalla e cordelline, berretto di pelo col teschio, immagini da vedova allegra... ma il nemico dov'era? A centinaia di chilometri o dietro la prossima duna? Come potevamo saperlo? Si erano dati il nomignolo 'topi del deserto'  e noi avremmo dovuto chiamarci 'cespugli del deserto'  abbarbicati alle nostre postazioni fisse difese da muretti a secco senza alcuna possibilita' di movimento..
Da FRONTE D'AFRICA C'ERO ANCH'IO   sottotenente A.Cademartori  204 Reggiment Artiglieria d.f.








GIUGNO 1940   RIDOTTA CAPUZZO            BREN CARRIER
Il Bren Carrier consente alla fanteria la mobilita' e l'appoggio necessarie contro le ridotte fisse presidiate da truppe nazionali e coloniali, si noti davanti al mezzo un moschetto 91 col fazzoletto bianco di resa sulla punta della baionetta.
Il Bren e' un ottimo fucile-mitragliatore, solido ed affidabile, nettamente superiore al Breda 30 italiano, scomodo e inaffidabile, frequente all'inceppamento, probabilmente il peggior fucile-mitragliatore dell'epoca.






GIUGNO 1940    PISTA PER RIDOTTA MADDALENA        CARRO LEGGERO L3 IMMOBILIZZATO E ABBANDONATO

Vengono colpite con azioni di sorpresa anche le colonne che recano rifornimenti alle ridotte e nulla possono gli L3 di scorta, la mancanza della torretta girevole rende inefficace il mezzo nella reazione al fuoco






SETTEMBRE 1940  VIA BALBIA         COMPAGNIA SAHARIANA MURZUK IN TRASFERIMENTO
Le compagnie auto-avio sahariane motorizzate vengono trasferite dalle oasi del deserto al fronte egiziano per rinforzare la colonna Maletti,  potrebbero svolgere azioni di esplorazione ma saranno utilizzate come semplice fanteria, assieme alle due divisioni libiche.
'Massaud, mi dici cosa hai visto?'  ' Signor tenente, non posso dire bene, nostri carri in mezzo ai carri inglesi, noi sparato ma nostre pallottole non hanno bucato'  ' Tu hai visto male Massaud, bucano anche le nostre pallottole'  'Scialla (speriamo) signor tenente',  Ma io so che Massaud purtroppo ha visto bene!
Da FRONTE D'AFRICA C'ERO ANCH'IO   Ten.L. Pratesi     Reparto Auto-Avio-Sahariano Murzuk





 

SETTEMBRE 1940  EGITTO          CARRO LEGGERO LANCIAFIAMME L3 e MOTOCICLISTA PAI
I carri lanciafiamme sono gia' stati utilizzati con successo in Etiopia e, forte di quella esperienza, Graziani sostiene di disporre del miglior esercito coloniale al mondo, purtroppo non ha capito che questa non e' una guerra coloniale. La moto Guzzi G17 reca il colore blu Savoia della Poliza Africa Italiana, il motociclista ha un giaccone e casco in cuoio simile a quello dei carristi ma color marrone. All'epoca la PAI e' l'unico reparto ad avere in dotazione il mitra Beretta e fino alla fine solo i Paracadutisti e pochi altri reparti lo riceveranno, salvo gli ufficiali che potranno permettersi di acquistarlo privatamente !  
...Prima della partenza il colonnello lancia una singolare offerta, mentre i suoi occhi tradiscono l'imbarazzo, 'i signori ufficiali interessati potranno comprare il mitra Beretta al prezzo di 1000 lire piu' 10 lire per ogni pallottola'... un esercito che vende le armi ai propri soldati non ha molti precedenti comunque gli ufficiali firmarono in massa la richiesta, ma...
i mitra disponibili saranno soltanto 5 per battaglione, gli altri si arrangino, in fondo il mitico moschetto con un po' di allenamento puo' sparare 6 colpi a minuto...
Da TUTTI I VIVI ALL'ASSALTO   A.Caruso






SETTEMBRE 1940  EGITTO            CRUISER TANK A9 CATTURATO
Dopo essere stato scingolato dall'artiglieria questo carro viene ripristinato e ridipinto coi colori nazionali, una delle poche vittorie sugli Inglesi che preferiscono ritirarsi senza dare seriamente battaglia, cedendo un pezzo di deserto inutile.






NOVEMBRE 1940  EGITTO            CARRO COMANDO RADIO L3 CON SOLOTHURN
Nel tentativo di potenziare gli inefficaci L3, alcuni vengono armati col fucilone Solothurn anticarro, arrangiamento che non risolve nulla, dato l'armamento dislocato in casamatta e la scarsita' penetrativa dell'arma.  Questo carro comando e' insolitamente dotato di un complesso radio di cui l'antenna ellittica e le casse laterali per le batterie.






NOVEMBRE 1940   TOBRUK         CACCIA ASSALTO CR32          160' SQUADRIGLIA
Nel 1940 il biplano CR32, utilizzato con successo durante la guerra di Spagna, costituisce 1/3 della caccia italiana. La formula biplana, anche nel piu' moderno CR42, manifestera' la sua inadeguatezza di fronte ai monoplani Hurricane. La trasformazione del CR32 in caccia assalto con due 'bombette' in pancia non ne prolunghera' di molto la vita operativa ma d'altronde i nuovissimi velivoli d'assalto BA88 si rivelano un completo fallimento, quel che e' piu' grave, non rilevato in fase di collaudo ma in fase operativa e verranno relegati al meschino ruolo di aerei civetta a bordo campo.
...Per ordine superiore fra i 32 BA88 in forza vengono scelti 3 velivoli per un'azione di attacco al suolo, due uomini a bordo, pieno di carburante, 1500 proiettili e 250 kg. di spezzoni... mentre un aereo non riesce a decollare, gli altri due non riescono a guadagnare quota, uno rientra ma il comandante di gruppo, che non ha quota e velocita' per impostare la virata di ritorno,  continua in linea retta fino ad atterrare sul campo di Sidi Rezegh, fortunatamente nella traiettoria di volo... 
Da DIMENSIONE CIELO CACCIA ASSALTO







AGOSTO 1940  GLOSTER GLADIATOR 80' SQUADRON RAF
La formula biplano, ormai sorpassata, e' ancora utilizzata dagli Inglesi in Nord Africa cosi' che gli ultimi scontri fra biplani vedono opporsi i Gladiator ai CR32 e CR42. Entrambe le aviazioni spesso rivendicano abbattimenti un po' gonfiati, d'altronde e' estremamente pericoloso soffermarsi ad osservare come finisce un aereo colpito.
Un esempio per tutti, il 4 Agosto quattro Gladiator piombano su un gruppo di Breda 65 scortati da CR42. Gli Inglesi rivendicano vari abbattimenti ma tutti gli Italiani riescono a rientrare, pur con velivoli colpiti e piloti feriti. Quel che e' certo, tre dei Gladiator sono abbattuti, due piloti riescono a salvarsi lanciandosi col paracadute e rientrano alla base con una pattuglia dell' 11' Ussari.  I piloti, Pat Marmaduke e Peter Wykeham Barnes diverranno poi assi per la RAF ma rimarra' anche in seguito piuttosto controverso il riscontro con le perdite ufficiali della controparte.    




 
Data inserimento : Fri 14 Dec 2018 17:25
Categorie : 1SidiElBarrani