Home Page   1/72 e dintorni   Aeronautica   Diorami & C.   Figurini & C.   Navi & C.   Veicoli civili   Veicoli militari   Mostre & C.
Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!
Shopping su Amazon
Sapevi che acquistando su Amazon puoi aiutare M+?

Menu principale
Home Page
Spazi personali
Ultimi aggiornamenti
Scegli spazio

Info ed uso sito
Norme utilizzo sito
Guida Editor
Domande frequenti
Mappa del sito
Guida Editor
Contattaci
Trova utenti
Link al nostro sito

Campagne
In essere
Concluse
Regolamento

Contenuti
Novità dal mercato
Visti per voi
Articoli
Guide
Da AFV Interiors
Schede tecniche
Storia
Utente del mese
Guide uso sito
Invia contenuto

Forum
I più recenti
I più letti
I più attivi
I più recenti (arg.)
I più letti (arg.)
I più attivi (arg.)

Tabelle colori
Le Gallerie di M+
Riferimento
Musei
Campagne
Album personali
Mostre
Box art
Altro
App carica Foto

M+ goes Social
Facebook

Glossario
Invia definizione
Richiedi definizione

Download
Invia
Club
Utility
Istruzioni
Più scaricati

Mostre
Indice
Mostre in essere
Mostre passate

Ricerca
Sito: (Avanzata...)
Gallerie: (Avanzata...)
Tabelle colori:

Riviste:

Monografie:

Negozi di modellismo:
Musei:

Interface language
 
English Italiano

Translate page with Google
 

Chi è online
Visitatori:210
Utenti registrati:2
M+ Club chat:
Utenti on-line:212
 Utenti registrati:6612

Utenti collegati:
matte
bar-ma
Ultime visite:
marcoaurelio da 6'
GP1964FG da 7'
ABC da 7'
gizpo da 7'
lillino da 25'
ta152h da 25'
FLAVIOANT da 55'
Albert56 da 56'
wazovski da 1h 1'
yago da 1h 3'
Phoenixs da 1h 10'
FALCOROSSO da 1h 15'
Luciano Maffeis da 1h 20'
daniele RN da 1h 25'
Silvano da 1h 30'
BAT21 da 1h 35'
Michele Raus da 1h 42'
delibar da 1h 46'
lagu da 2h 12'
CR.42 da 2h 17'

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
Aerei ed elicotteri : Articoli : Codifica delle sigle identificative dei velivoli Giapponesi
Inviato da Plamod il 22/3/2006 10:40:43 (1746 letture)

Aerei ed elicotteri : Articoli
Tutto quello che avreste voluto sapere sulle sigle identificative dei velivoli Giapponesi della seconda guerra mondiale e non avete mai osato chiedere.


La codifica delle sigle identificative degli aerei in forza alla Marina Imperiale Giapponese iniziò ad essere usata a partire dal 1927. Questo primo sistema indicava solo l’anno in cui il velivolo veniva accettato dalle forze armate : per esempio “TYPE 98” indicava, secondo il calendario giapponese l’anno 2598, secondo il calendario internazionale il 1938; il “TYPE 0” indicava rispettivamente il 2600 o IL 1940.
Inutile dire che questo tipo di codifica era assai poco significativo per il personale del servizio di “intelligence” alleato e generava molta confusione. Dire “aereo della marina Type 97” non dava alcuna indicazione sul tipo di velivolo contro cui gli aerei americani si trovavano a combattere.
Nel 1942 la Marina Imperiale Giapponese introdusse un nuovo sistema di numerazione a due cifre. Un esempio può essere :”TYPE 00 Zero caccia imbarcato Model 21” . L’ultimo numero non deve essere letto come ventuno ma come due-uno. Il “2” rappresenta una modifica alla struttura del velivolo e l’”1” è riferito alla originale (e prima) produzione del motore.
Successive varianti possono venire indicate, ad esempio, come “Zero model 32”: Il “3” indica un’ulteriore modifica alla struttura e “2” che è stata installata una nuova versione del motore.
Quando venivano apportate modifiche non sostanziali né alla struttura né al motore, veniva aggiunto un simbolo alla numerazione esistente come “KAI,OTSU,HEI,TEI,BO e MI” equivalenti alle lettere “a,b,c,d,e,f” : questo sistema veniva usato solo per gli aerei della Marina.
Per quanto riguarda i velivoli in forza all’esercito giapponese (l’aeronautica non era una forza autonoma ma un reparto della marina e dell’esercito) venne impiegata una codifica delle sigle a partire dal 1930. Il nome del velivolo aveva come prefisso “KI” che significa “cellula” (Es: Ki43 Hayabusa) e non venivano fatte differenze tra caccia, bombardieri, addestratori, ricognitori ecc. I motori ricevettero la sigla “HA” dalla parola “Hatsudoki” che significa motore.
Un velivolo che subiva delle varianti riceveva una numerazione romana che indicava la nuova versione : ES: Kawasaki Ki100II. Una lettera minuscola (Es : a) indicava una nuova modifica non sostanziale.
La codifica delle sigle per i velivoli della Marina invece era del tutto simile a quella usata dalla U.S. Navy:

  • prima lettera: specialità o tipi di missione del velivolo -
  • primo numero: sequenza di progetto del costruttore
  • seconda lettera: identificativo del costruttore
  • secondo numero: successiva modifica del velivolo
Esempio A6M5
  • A: Caccia imbarcato
  • 6: Progetto
  • M: Identificativo costruttore (in questo caso Mitsubishi)
  • 5: 5° modello della serie
A titolo esplicativo viene riportata la classificazione dei principali velivoli Giapponesi e il nomignolo assegnato dagli americani (ove disponibile).
A: caccia imbarcati A5M Claude, A6M Zeke, A7M Sam, A8V Dick
B: bombardieri in picchiata imbarcati B5N Kate, B5M Mabel, B6N Jill, B7A Grace
C: ricognitori C5M Babs, C6M Myrt
D: bombardieri imbarcati D3A Val, D4Y Judy
E: ricognitori idrovolanti E7K Alf, E8M Dave, E13A Jake, E14A Glen, E15M Norm, E16A Paul
F: osservatori idrovolanti F1M1 Pete
G: bombardieri G3M Nell, G4M Betty, G5M Liz, G6M Betty, G8N Rita
H: idrovolanti vari H5Y Cherry, H6K Mavis, H8K Emily
J: caccia basati a terra J1N Irving, J2M Jack, J4M Luke, J5M, J8M
K: addestratori K3M Pine, K5Y Willow, K9W Cypress, K10W Oak
L: aerei da trasporto L1M Thora, L4M Topsy
M: missioni speciali M6A1, M6A10K
N: caccia idrovolanti N1K Rex, N1K1 George, N1K1-J George 21
P: bombardieri P1Y1 Francis
Q: pattugliatori Q1W Lorna
R: ricognitori basati a terra R1Y1
S: caccia notturni S1A1, P1Y1-S Francis, P1Y2-S Francis

Va notato, per le due versione del George, che la prima (N1K1) era inizialmente un idrovolante poi trasformato in caccia basato a terra e la seconda (N1K1-J) nacque direttamente come caccia basato a terra ma per la codifica venne lasciata quella originaria (entrambe le versioni dervavano direttamente dall’ N1K Rex, che era effettivamente un idrovolante) e venne aggiunta in coda la J indicante che era un caccia basato a terra. La stessa cosa per le due versioni del caccia notturno P1Y1 Francis, che erano varianti al bombardiere, e che rimasero con la codifica originaria (la P di bombardiere) ma aggiunsero in coda la S dei caccia notturni.

 

Link correlati

· Contenuti relativi all'argomento Aerei ed elicotteri : Articoli
· Contenuti sottoposti da Plamod

Contenuto più letto relativo all'argomento Aerei ed elicotteri : Articoli:
· AMX (Ghibli) scala 1/48 Warrior Model

Ultimi contenuti sull'argomento Aerei ed elicotteri : Articoli:
· Come fare i montanti alari

Visualizza pagina stampabile  Segnala questo contenuto ad un amico



  • I sostenitori di Modellismo Più

  • I sostenitori di Modellismo Più sono quegli operatori del settore che, a titolo non oneroso per il sito, mettono a disposizione i kit che come premio vanno ai vincitori delle nostre Campagne, ci consentono di organizzare i nostri eventi o ci concedono uno stand dove i nostri Utenti possono ritrovarsi durante lo svolgimento di alcune manifestazioni a carattere modellistico.