Forum : W.I.P. Veicoli civili

Soggetto : Tyrrell P34 Tamiya 1/12

 Spiry :

3/5/2011 14:17
 

L'ardita idea di far correre una macchina a 6 ruote coinvolse alcune delle più grandi aziende a livello mondiale: il colosso americano degli pneumatici Goodyear sviluppò e costruì un nuovo tipo di gomma, più piccola (10 pollici) rispetto alle 13 pollici comuni in Formula 1, e una nuova mescola capace di resistere alle maggiori sollecitazioni in termini di giri a parità di velocità rispetto ad una gomma di diametro tradizionale; il tutto venne finanziato dalla casa petrolifera Elf e dalla First National Bity (CityBank).
 

Anche la Koni, azienda leader nel settore degli ammortizzatori, venne coinvolta nel progetto e ai progettisti della suddetta casa venne assegnato l'ardito compito di realizzare 4 ammortizzatori anteriori di dimensioni ridotte, ma senza aggravio di peso rispetto ai due soli elementi tradizionali. L'idea del progettista Derek Gardner era delle più semplici: le intenzioni erano quelle di ridurre la sezione frontale garantendo minor resistenza all'avanzamento grazie alla riduzione e alla carenatura delle 4 ruotine anteriori dietro ad un alettone anteriore a martello; le 4 ruote rispondevano inoltre all'esigenza di offrire la stessa superficie d'appoggio di 2 ruote tradizionali.
 
La macchina venne presto realizzata e dopo vari test messa in pista. Ad onta delle aspettative la velocità di punta in rettilineo non migliorava come suggerito dai calcoli. Per contro, grazie anche alla ridottissima carreggiata anteriore, l'inserimento in curva pareva essere migliore rispetto alle altre concorrenti. Molti problemi cominciarono ad affliggere la vettura, soprattutto a livello di pneumatici, anche per colpa della Goodyear che cominciò a disinteressarsi del progetto e praticamente bloccare lo sviluppo delle piccole coperture anteriori; in particolare, gli pneumatici cominciarono a patire grossi problemi di surriscaldamento. Nel 1977, cioè l'anno dopo l'esordio in F1, il nuovo progettista Maurice Philippe, accorso in aiuto alla squadra dopo l'abbandono del deluso Gardner, fu costretto ad allargare le carreggiate e far quindi fuoriuscire le piccole ruote dalla carenatura onde poter permettere un adeguato raffreddamento alle gomme, vanificando di conseguenza lo scopo iniziale del progetto.
 
La Tyrrell abbandonò il progetto l'anno seguente, nel 1978. C'è da segnalare che la Tyrrell a 6 ruote vinse in Svezia nel 1976 marcando una storica doppietta: primo Scheckter, secondo Depailler e giunse terza nello stesso campionato, anche grazie ai 49 punti conquistati da Scheckter, Vi presento quindi il mio ultimo lavoro, la Tyrrell P34 della Tamiya riproposta in rideizione con il set di fotoincisioni nella versione relativa proprio a questo gp.

Montaggio da scatola a parte l'aggiunta di un piccolo set extra con i loghi goodyear purtroppo non inclusi forse per problemi di licenza, l'aggiunta di microviti per il fissaggio del cockpit (riproducendo i ganci previsti nella realtà nella banda latarale) evitando cosi' fastidiosi fessuramenti estetici e qualche cablaggio non previsto dal kit.


 Tomcat71 :

3/5/2011 17:19
 Non sono un esperto di macchine di F1, ma il tuo modello è fatto eccezionalmente bene: costruzione impeccabile, colorazione perfetta (a proposito, che colori hai usato?), decals che sembrano dipinte...Meglio di così!

Bravissimo!

Saluti,
Paolo Fanin

 DucadiYork :

3/5/2011 18:05
 Bravo, bella macchina, montaggio e verniciatura fatte veramente bene. Complimenti :-)

 Spiry :

3/5/2011 18:28
 Grazie, mi fa piacere vi sia piaciuto.

La verniciatura è stata realizzata nel seguente modo :

- Aggrappante x plastica talken (leggerissimo)

- Fondo Tamiya gray fine.

- Carteggiatura con carta #1200

- 3 mani leggere di Ts15 Tamiya Blue decantato in bomboletta e dato ad aerografo.

- Prima mano di trasparente Max Mayer 2k leggerissima e molto diluita per "isolare"

- Decals

- Trasparente Max Mayer 2k dato a pistola per ritocco da carrozzeria "a bagnare".

Dopo che il tutto si è ben asciugato, carteggiatura con carta #2000 e successiva lucidatura con arexons rimuovigraffi dato con un batufolo di cotone

 matte :

4/5/2011 13:34
 Ottima realizzazione, complimenti meritati per te :-) . Come mai non hai dipinto di nero (per simulare il buco) il fondo dei "fori" dei dischi autoventilanti?

 Spiry :

4/5/2011 14:02
 Ottimo suggerimento ! Non ci ho pensato ma rimediero' subito, con un rapidograph punta 0,1 dovrei riuscirci tranquillamente.

 Ariete :

4/5/2011 15:48
 Premessa stupendamente scritta..
Modello fatto meravigliosamente..

Davvero un gran bel post!

:-)

 Ale :

4/5/2011 17:15
 Che bella! Ho bei ricordi di questa macchina: me la sono presa con le mance della laurea! Nemmeno il tempo di prendere i soldi da mia nonna che mi sono fiondato al negozio a prendere il modello! Era da tempo che desideravo fare una di queste giganti...poi le ho prese tutte!!
Io però la mia non l'ho fatta così bene, però mi ha fatto passare una splendida estate di modellismo! Immagino ch anche tu come me abbia preso al riedizione con le fotoincisioni...purtroppo i marchi goodyear mancano per problemi di licenza; in compenso nella scatola vecchia non c'erano le cinture...
ciao
Ale

 Spiry :

5/5/2011 08:05
 Si è la riedizione con le ottime decal cartograph incluse, i loghi goodyear della carrozzeria "fill in" invece li ho trovati in ebay a pochi euro.

Le decals sulle ruote anteriori invece derivano da un foglio di reniessance per l'1/20 mentre quelle posteriori dall'equivalente per l'1/12, il tutto si trova in ebay e sono fortunatamente economici. Per applicarle ho dovuto "grattare" via le stampate sulle gomme.

Per quanto riguarda le cinture, mancavano i fori sul sedile che ho praticato con il dremel per renderle passanti,  Inoltre con il tempo la carta delle decal ha cominciato a sfilacciarsi e presentare i bordi sempre piu' bianchi, per cui l'ho sostituita con della fettuccina in stoffa reperebile in qualsiasi negozio di merceria.

Ora sto lavorando su una versione ampliamente modificata nel cockpit ed in altri diversi punti per fare la versione "77", quella con il cupolone bianco per intenderci, a presto con qualche foto !

@Ale : si c'è davvero da "divertirsi" con questi bei kittoni, peccato che non abbiano piu' sfornato qualcosa di recente e che l'alternativa sia dei prodotti MG/Matilde che pero' hanno un costo molto piu' elevato....

Si sa mai, speriamo in bene ma tant'è......

 Spillone71 :

26/6/2011 16:00
 Che spettacolo la tua Tyrrell!!!
Veramente spettacolare!

 Spiry :

29/8/2012 13:16
 Sempre riguardo a questo soggetto, VI presento la variante dell'anno successivo che corse alcuni gp nel 1977 tra cui Montecarlo. Ho modiciato ampiamente il kit tamiya 1/12 a livello di carrozzeria, alettoni, barre di torsione anteriore, rollbar, senza l'utilizzo di un transkit specifico, solamente le decal tabu'. Manca solo la presa d'aria periscopica relativa all'ultima coppia dei freni anteriori che sto realizzando in pasticard. A lavoro completato faro' le foto su sfondo bianco.

 matte :

29/8/2012 15:31
 Molto, molto e poi ancora molto ben fatta, un vero gioiellino, complimenti :-) .Se si può fare, dovresti eliminare la linea di stampaggio a metà pneumatici.

 Spiry :

29/8/2012 18:15
 Ciao, l'eliminazione completa della linea di giunzione richiederebbe una carteggiatura molto aggressiva e nel mezzo la gomma è molto sottile.. In passato l'ho effettuata ma con il tempo la gomma si è afflosciata nella parte centrale per poi sfaldarsi. Per cui per sicurezza do' solo una carteggiata superficiale che elimina un po' l'effetto ma non lo elimina del tutto. Diverso sarebbe se la gomma fosse piena o in resina...

 matte :

29/8/2012 18:36
 Ho capito :-) . Hai provato vedere se è riempibile tipo di silicone o plastilina o simili per farla rimanere "rigida", evitando così il problema dell'afflosciamento?

 Spiry :

29/8/2012 19:15
 Si potrebbe provare con uno strato di silicone all'interno. Attualmente le riempio con una strisciolina di gommapiuma ma il problema di sottigliezza della parte centrale rimane. Forse con il silicone che andrebbe a far corpo con la gomma la situazione migliorerebbe, devo fare un po' di prove magari con il prossimo kit.

© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=119762&forum=56