Home Page   1/72 e dintorni   Aeronautica   Diorami & C.   Figurini & C.   Navi & C.   Veicoli civili   Veicoli militari   Mostre & C.
Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!
Shopping su Amazon
Sapevi che acquistando su Amazon puoi aiutare M+?

Menu principale
Home Page
Spazi personali
Ultimi aggiornamenti
Scegli spazio

Info ed uso sito
Norme utilizzo sito
Guida Editor
Domande frequenti
Mappa del sito
Guida Editor
Contattaci
Trova utenti
Link al nostro sito

Campagne
In essere
Concluse
Regolamento

Contenuti
Novità dal mercato
Visti per voi
Articoli
Guide
Da AFV Interiors
Schede tecniche
Storia
Utente del mese
Guide uso sito
Invia contenuto

Forum
I più recenti
I più letti
I più attivi
I più recenti (arg.)
I più letti (arg.)
I più attivi (arg.)

Tabelle colori
Le Gallerie di M+
Riferimento
Musei
Campagne
Album personali
Mostre
Box art
Altro
App carica Foto

M+ goes Social
Facebook

Glossario
Invia definizione
Richiedi definizione

Download
Invia
Club
Utility
Istruzioni
Più scaricati

Mostre
Indice
Mostre in essere
Mostre passate

Ricerca
Sito: (Avanzata...)
Gallerie: (Avanzata...)
Tabelle colori:

Riviste:

Monografie:

Negozi di modellismo:
Musei:

Interface language
 
English Italiano

Translate page with Google
 

Chi è online
Visitatori:252
Utenti registrati:0
M+ Club chat:
Utenti on-line:252
 Utenti registrati:6563

Ultime visite:
Tomcat71 da 14'
alinus777 da 28'
AndRoby da 34'
Fabrix69 da 49'
Fabrizio1966 da 1h 3'
grimdall da 1h 6'
Michele Raus da 1h 17'
Cesko da 1h 17'
combatmedic11 da 1h 19'
ta152h da 1h 20'
ABC da 1h 23'
blacksix da 1h 29'
Silvano da 1h 30'
gizpo da 1h 37'
marcellodandrea da 1h 43'
macchianera da 1h 52'
Mr modeldisc... da 1h 55'
BAT21 da 1h 57'
Righettone da 2h 16'
Elgabro da 2h 24'

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
Veicoli militari : Schede tecniche : Carro armato Fiat 3000
Inviato da Riccardo La Barbera il 9/10/2004 20:12:12 (9719 letture)

Veicoli militari : Schede tecniche
Il Fiat 3000 è stato senza dubbio un mezzo importantissimo nella storia dell’esercito italiano ; questo carro armato, nato dalla necessità emerse nella I Guerra Mondiale ma consegnato ai reparti a conflitto terminato, è stato il primo mezzo corazzato ad entrare in servizio in un numero cospicuo nelle file del Regio Esercito. In seguito all’impiego di carri armati da parte inglese e francese sul fronte occidentale, anche il nostro Stato Maggiore si era convinto della necessità di mettere in linea questo nuovo e promettente mezzo. Furono così acquistati in Francia due esemplari di carri Schneider e tre Renault FT 17. Dopo lunghe prove si decise di produrre una versione migliorata del Renault, accantonando altre soluzioni quali il mastodontico Fiat 2000.



Il nuovo carro armato costituì lo sviluppo, iniziato nel 1918 dalla Fiat, sulla base del corazzato francese Renault con le modifiche dettate dall’esperienza acquisite nelle prove pratiche ed in buona parte suggerite dal Cap. Bonnicelli. Il risultato fu il nuovo carro denominato Fiat 3000 Il Fiat 3000 si distingueva dal Renault FT 17 per un’aumentata potenza del motore ( mod. 21 da 55hp, mod. 30 60 hp contro i 40hp del Renault ) che era montato trasversalmente anziché longitudinalmente , con conseguente diminuzione della lunghezza e del peso totale. Rispetto all’originale francese la sagoma della torretta e la parte posteriore dello scafo erano notevolmente diverse pur mantenendo il Fiat 3000 la coda amovibile destinata a facilitare il superamento di trincee ed ostacoli. L’armamento era costituito da due mitragliatrici S.I.A. cal. 6.5 Il carro Fiat, sul finire del conflitto mondiale, fu prescelto per la produzione in serie con l’intento di farne il carro base delle nascenti truppe corazzate italiane. Il primo lotto di 1400 unità doveva essere consegnato, con una cadenza di 200 esemplari al mese, a partire dal 1 maggio 1919. La sopravvenuta cessazione delle ostilità causò l’annullamento dell’ordinazione di cui fu mantenuta una trance di soli 100 carri da consegnarsi nel settembre del 1919. Tale commessa , a causa dell’incerta situazione politico economica dell’Italia di quel dopoguerra subì un notevole ritardo e il primo esemplare fu terminato soltanto nel giugno del 1920. I primi esemplari entrarono in servizio nel 1921 con la denominazione ufficiale di “carro d’assalto Fiat 3000 mod. 21”. Tra il 1927 e il 1928 (a seguito delle esperienze fatte in due diverse esercitazioni) fu evidenziata l’esigenza di disporre di un mezzo corazzato armato con un cannone in aggiunta a quelli armati di mitragliatrice . Sulla base di queste considerazioni, l’arsenale di artiglieria di Torino studiò in collaborazione con la Fiat la possibilità di montare un cannone da 37/40 su di una versione migliorata del Fiat 3000. Fu cosi che nel 1930 si arrivò ad una seconda serie, quantitativamente più contenuta, che presentava diverse migliorie oltre l’armamento tra cui:
  • maggiore potenza del motore ( 60hp )
  • un grembiule di copertura sulla longherina porta carrelli
  • una diversa sagoma del cofano motore
  • una diversa sistemazione dei caricamenti esterni e l’adozione di una cassa porta attrezzi sulla coda mobile
  • la sostituzione delle mitragliatrici S.I.A. con armi Fiat mod. 1929 cal. 6.5
Questa versione fu ufficialmente denominata “carro d’assalto Fiat 3000 mod. 30. Il Fiat 3000 , oltre ad essere il primo carro armato prodotto in Italia , fu anche il primo carro italiano ad essere esportato . Alcuni carri mod. 21 furono venduti alla Lituania ed all’Albania e nel 1930 ne furono forniti 3 esemplari all’Etiopia (mod. 30). La vita operativa di questo carro nei reparti corazzati italiani ebbe inizio nel 1922 presso la “Compagnia autonoma carri armati “con sede a Roma presso Forte Tiburtino. Nel 1926 i Fiat 3000 videro per la prima volta l’impiego operativo, quando una compagnia di carri mod. 21 venne inviata in Libia a supporto delle operazioni per la riconquista dell’oasi di Giarabub. Il 1° ottobre 1927 veniva ufficialmente costituito il “1° Reggimento carri armati” sempre con sede a Roma presso il Forte Tiburtino . L’anno successivo alcuni dei battaglioni del Reggimento furono distaccati a Bologna, Coidroipo ed Udin pur restando il comando di Reggimento a Roma. Questi battaglioni svolsero nelle manovre del 1927, 1928 e 1929 una intensa attività tendente alla familiarizzazione dei reparti dell’esercito con la nuova specialità ed al perfezionamento della dottrina di impiego. Le esigenza sorte in Africa Orientale del 1935 per la conquista dell’Abissinia videro il Fiat 3000 mod. 21partecipare all’occupazione di Addis Abeba . All’inizio del secondo conflitto mondiale i Fiat 3000 avevano la denominazione di L5/21 e L5/30. Nel 1940 i carri armati Fiat 3000 , ancora in servizio , erano impiegati da alcune compagnie della guardia di frontiera in territorio metropolitano e da una compagnia della guardia di frontiera nella zona di Scutari (Albania) . Alcuni Fiat 3000 furono inviati con prevedibili conseguenze all’attacco dei fortini francesi del Moncenisio. Nel 1943, quando gli americani sbarcarono in Sicilia, erano ancora in servizio due compagnie di Fiat 3000 con il cui potenziale bellico era però assolutamente trascurabile.
Caratteristiche tecniche
     
Esemplari costruiti oltre 100 oltre 40
Peso a vuoto kg 5.100 kg 5.500
Peso a pieno carico kg. 5.500 kg. 5.900
Larghezza m. 1,64 m. 1,67
Lunghezza m. 3,61 (senza coda) m. 3,73 (senza coda)
  m. 4,17 (con la coda) m. 4,29 (con la coda)
Altezza m. 2,19 m. 2,20
Passo m. 2,78 m. 2,90
Carreggiata m. 1,34 m. 1,34
Larghezza cingolo m. 0.28 m. 0.28
Altezza da terra m. 0.35 m. 0.35
Armamento 2 mg S.I.A. cal 6,5 2 mg S.I.A. cal.6,5
  o 2 mtg. Fiat mod. 1929 cal. 6,5 o 1 cannone da 37/40
Equipaggio 2 uomini 2 uomini
Spessore della corazzatura    
laterale e frontale mm. 16 mm. 16
superiore mm. 8 mm. 8
fondo scafo mm. 6 mm. 6
Motore Fiat da 6.235 cc. Fiat da 6.235 cc.
Potenza HP 45 a 1.500 giri HP 60 a 1.500 giri
  HP 50 a 1.700 giri HP 63 a 1.700 giri
Cilindri 4 in linea 4 in linea
Raffreddamento ad acqua ad acqua
Capacità radiatore l. 29 l. 38
Rapporto potenza peso HP 11/1T HO 11,25/1T
Avviamento manuale (magnete DIXIE) manuale (M.Marelli)
Velocità max Km/h 24 su strada Km/h 21 su strada
Marce 3+ 1 R.M. 3+ 1 R.M.
Carburante benzina benzina
Serbatoi 1 + 1 ausiliario 1 + 1 ausiliario
Capacità serbatoi 90 + 5 85 + 4,5
Consumo l. 9-9,5 x km. l. 9,5-10 x km
Autonomia su strada km. 95 km. 88
Autonomia fuori strada 8 ore 6 ore
Ostacolo verticale superabile m. 0,60 m. 0,60
Trincea superabile m.. 1,50 m.. 1,50
Pendenza massima superabile 41° 41°
Indice di ribaltamentolaterale 34° 34°
capacità di guado m. 1,10 m. 0,90

Tavole a colori
© MVG 3D Military Models

 

Link correlati

· Contenuti relativi all'argomento Veicoli militari : Schede tecniche
· Contenuti sottoposti da Riccardo La Barbera

Contenuto più letto relativo all'argomento Veicoli militari : Schede tecniche:
· Carro armato Fiat 3000

Ultimi contenuti sull'argomento Veicoli militari : Schede tecniche:
· Schede tecniche: T17E1 "Staghound"

Visualizza pagina stampabile  Segnala questo contenuto ad un amico



  • I sostenitori di Modellismo Più

  • I sostenitori di Modellismo Più sono quegli operatori del settore che, a titolo non oneroso per il sito, mettono a disposizione i kit che come premio vanno ai vincitori delle nostre Campagne, ci consentono di organizzare i nostri eventi o ci concedono uno stand dove i nostri Utenti possono ritrovarsi durante lo svolgimento di alcune manifestazioni a carattere modellistico.