Modellismo Pi -- Forum
 
  Home Page   1/72 e dintorni   Aeronautica   Diorami & C.   Figurini & C.   Navi & C.   Veicoli civili   Veicoli militari   Modellazione 2-3D
Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!
Interface language
 
English Italiano

Translate page with Google
 

Menu principale
Home Page
Spazi personali
Ultimi aggiornamenti
Scegli spazio

Info ed uso sito
Norme utilizzo sito
Guida Editor
Domande frequenti
Mappa del sito
Guida Editor
Contattaci
Trova utenti
Link al nostro sito

Campagne
In essere
Concluse
Regolamento

Contenuti
Novit dal mercato
Visti per voi
Articoli
Guide
Da AFV Interiors
Schede tecniche
Storia
Utente del mese
Guide uso sito
Invia contenuto

Forum
I pi recenti
I pi letti
I pi attivi
I pi recenti (arg.)
I pi letti (arg.)
I pi attivi (arg.)

Tabelle colori
Le Gallerie di M+
Riferimento
Musei
Campagne
Album personali
Mostre
Box art
Altro
App carica Foto

M+ goes Social
Facebook

Glossario
Invia definizione
Richiedi definizione

Download
Invia
Club
Utility
Istruzioni
Pi scaricati

Mostre
Indice
Mostre in essere
Mostre passate

Ricerca
Sito: (Avanzata...)
Gallerie: (Avanzata...)
Tabelle colori:

Riviste:

Monografie:

Negozi di modellismo:
Musei:

M+ Shop locator

Chi online
Visitatori:168
Utenti registrati:1
M+ Club chat:
Utenti on-line:169
 Utenti registrati:7065

Utenti collegati:
VanBasten
Ultime visite:
jEnrique61 da 1h 9'
BMP da 1h 19'
MAFLO da 1h 30'
touareg da 1h 35'
Gettaponte da 1h 47'
manovi da 1h 59'
Fabrizio1966 da 2h 1'
wcentoquattro da 2h 22'
RidgeRunner da 2h 22'
enrico63 da 2h 28'
dunkel da 3h 1'
Albert56 da 3h 4'
Silvano da 3h 24'
arie56 da 3h 24'
mardin da 4h 28'
mike104 da 4h 40'
Freccia154 da 4h 47'
matte da 4h 58'
Hoot da 4h 58'
e_pieranto da 5h 22'

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
/  Indice forum
   /  W.I.P. Aerei ed elicotteri
/  FINITO De Havilland Sea Vixen FAW.2 Royal Navy (1/72 Revell/CyberHo
 
Stampa topic 
Visualizza:  Vai a ( 1 | 2 | 3 | 4 | Pagina successiva )

Oberst_Streib FINITO De Havilland Sea Vixen FAW.2 Royal Navy (1/72 Revell/

General der Flieger




Registrato dal: 19/8/2008
Interventi: 6729
Da: Livorno


Offline  

 Livello: 57
14990 / 14990
7533 / 7559
33 / 359

A grandissima richiesta, a furor di popolo (cioè, mi pare ci fosse uno che me l’ha chiesto…   )
Ecco il Sea Vixen della Revell in 1/72, anzi a essere precisi della Dragon di Hong Kong, poi reinscatolato da Revell.

Quattro parole sul Sea Vixen, o meglio sul De Havilland DH.110 Sea Vixen

Sviluppato alla fine degli anni ’40 come proposta per un caccia ognitempo di nuova generazione, da sottoporre alla RAF e anche alla Royal Navy, era stato pensato incorporando tutte le più moderne tecnologie, quindi motori a reazione, 2 per maggiore sicurezza e spinta, radar di ultima generazione nel radome, ali a freccia, biposto (come tutti i caccia dotati di radar a quei tempi).
La configurazione generale ricalcava quella del precedente De Havilland Vampire, quindi con doppia trave di coda, ma con dimensioni maggiori.

Il prototipo, presentato nel 1951, fu oggetto di un gravissimo incidente allo SBAC di Farnborough nel 1952, quando, dopo aver superato la barriera del suono a bassissima quota, durante la richiamata l’aereo si disintegrò in volo e i pezzi caddero sugli astanti: ci furono 31 morti (tra cui pilota e osservatore a bordo) e decine di feriti.
La De Havilland mise in atto tutta una serie di modifiche e presentò una versione navalizzata del velivolo che fu accettata dalla Royal Navy ed entrò in servizio nel 1959: come si vede, era passati più di dieci anni dalla prima definizione del progetto sui tavoli da disegno della De Havilland.
Nel frattempo la RAF aveva acquisito, per la stessa specifica, il Gloster Javelin (aereo che non avrà grande successo e nemmeno molto elegante…)



Del Sea Vixen verranno prodotti 145 esemplari, tutti utilizzati dalla Royal Navy e spesso imbarcati.
Del velivolo sono esistite solo due versioni, la iniziale FAW.1 e la successiva FAW.2 che differiva esternamente principalmente per i due prolungamenti delle travi di coda oltre il bordo d’attacco alare.
In realtà più che prolungamenti, veri e propri “conformal tanks” applicati sopra i travi originali: una delle prime applicazioni di Conformal tanks nella storia.
Modifiche minori della versione FAW.2 furono il tettuccio dell’operatore radar, rialzato e ingrandito negli ultimi esemplari, un canopy leggermente diverso, la possibilità di usare missili Red Top (e non solo i Firestreak) e altri armamenti prima non compatibili.

Una terza versione, la D.3, come drone teleguidato per addestramento al tiro, era stata ottenuta da esemplari dismessi dall’impiego operativo, ma l’idea è stata abbandonata dopo soli 4 esemplari.
Nel 1972 l’aereo era infine stato ritirato dal servizio, dopo neanche 13 anni dall’introduzione.
La sua vita operativa aveva visto però alcuni interventi armati sempre con la Royal Navy e le sue portaerei, sebbene non in veri conflitti: prima in Kuwait nel 1961, poi in Tanganika nel 1964, ma anche nel Golfo di Aden, in Indonesia, in Rhodesia.

Il Sea Vixen in scala 1/72

Il Sea Vixen non è un aereo negletto dal punto di vista modellistico: ne sono esistiti più stampi e molti kits.
In particolare nel 1976 usci, giusto poco prima del fallimento, il kit della FROG, che per i tempi non era affatto disprezzabile (e poi ristampato con etichetta Novo, Revell e molte altre firme).
Nel 2008 arrivò un kit da MPM/Xtrakit, poi nel 2011 il kit Dragon-CyberHobby che poi è lo stesso Revell che costruisco qui.

Ovvio che nel frattempo erano usciti alcuni kit vacuform e short-run, da Contrail, Gerald Elliot, Magna Models e pure High Planes Models (quest’ultimo considerato il migliore di tutti come forme e il peggiore come montabilità…)
Non considero in questa disamina i prototipi DH.110, molto diversi dal Sea Vixen operativo, comunque riprodotti più volte in kit anche loro (da FROG, Maintrack, Whirlykits)




Ma qui arriva l’inghippo: a giudizio degli esperti, nessuno dei kits mainstream è ritenuto una valida rappresentazione del reale.
Errori di forme e dettagli nei kits FROG e MPM, e ancora più biasimevole nel ben più moderno e tecnologico Dragon !
(di Dragon non mi devo stupire: ho avuto vari loro kit e tutti avevano errori o problemi, come i MiG-17 palesemente troppo magri, i P-38 a cui mancava mezzo centimetro di apertura alare e di corda, i P-61 che si faceva fatica a metterli insieme, benché superdettagliati…)

Veniamo appunto al kit Revell-Dragon-CyberHobby.
Il kit è molto dettagliato (troppo?) e con fini incisioni, il che farebbe ben sperare, ma è fornito di errori più o meno evidenti:
- i sedili eiettabili sono in scala errata, circa 1/100, insomma per nani, ma nani forte, roba da Circo Barnum
- il radome è sbagliato come forma in modo palese (anche dalla foto dl modello sulla scatola)
- il canopy è errato come forma: dovrebbe aver una gobba sulla sommità che non ha
- la forma complessiva della fusoliera pare troppo panciuta
- la sommità delle derive è piatta e invece dovrebbe essere una curva morbida
- i flaps sono parti separate (addirittura doppie, per ali aperte o piegate, piuttosto inutili) ma non entrano nei corrispondenti spazi e montarli aperti implica fare del lavoro di autocostruzione
- c’è un bellissimo aerofreno ventrale e pure un dettagliato gancio di arresto… peccato manchino del tutto i relativi vani, per cui se lasciati aperti potete vedere attraverso l’abitacolo e il tettuccio!
- le alette antiscorrimento sulle ali sono errate come forma, ma poco male
- l’abitacolo è poverello e mancano parti visibili, come il collimatore e le scatole elettriche dietro il pilota
- c’è pure la turbinetta ausiliaria estratta (mai vista in alcuna foto…) ma leggo che è pure errata come dimensioni
e si potrebbe continuare…




Di positivo c’è che il modello rende abbastanza bene l’idea del Sea Vixen e della sua originale architettura e che va insieme decentemente.
Tra l’altro consente di assemblarlo con ali aperte o piegate, condizione quest’ultima molto comune anche a terra in parcheggio.
E pure i carichi bellici non sono disprezzabili.
E le misure fuori tutto sembrano rispettate: insomma, forse con un po’ di modifiche e di correzioni si può provare a tirare fuori qualcosa.
Nota: i maggiori esperti suggeriscono di usare il kit High Planes Models che è più corretto come forme, ma è veramente un kit per gente tostissima, uno short-run difficile.

Partiamo.



(P.S. Del Sea Vixen esiste però un kit in 1/48 ritenuto dagli esperti The Ultimate Kit, l'unico fatto veramente bene, e cioè l'Airfix uscito una decina di anni fa)




--
Alessandro  ( Matricola M+ = 3315 )   

» 24/4/2022 11:12 Visita il mio spazio Profilo


Oberst_Streib Re: De Havilland Sea Vixen FAW.2 Royal Navy (1/72 Revell/Cyb

General der Flieger




Registrato dal: 19/8/2008
Interventi: 6729
Da: Livorno


Offline  

 Livello: 57
14990 / 14990
7533 / 7559
33 / 359
Cominciamo con i sedili: qui al centro i 2 sedili del kit, e di lato un Martin-Baker Mk.4 di Pavla e un sedile rozzo da altro vecchio kit: insomma, giusto un bambino piccolo potrebbe sedercisi sopra a quei minisedili...
Ma cosa avevano bevuto i disegnatori? Sakè adulterato? mah...



Assemblaggi vari in fusoliera:
- il semplice abitacolo verniciato in grigio scurissimo e con decals applicate sugli strumenti
- le prese d'aria complete di primi stadi dei compressori
- i vani carrelli
- l'aerofreno ventrale, chiuso ovviamente dato che manca il vano... 



ecco il ventre della fusoliera con aerofreno chiuso (peccato, avrebbe anche i relativi attuatori) e pure i portelli principali dei carrelli chiusi (si aprivano solo durante la retrazione)
Notare che i portelli carrello si adattano bene ma non perfettamente... anche lì, perchè non metterci maggiore cura, o stamparli direttamente chiusi?
Aggiunte anche le piccole prese d'aria, molto ben dettagliate, per il raffreddamento dei sistemi nei vani motori







--
Alessandro  ( Matricola M+ = 3315 )   

» 24/4/2022 11:22 Visita il mio spazio Profilo


Oberst_Streib Re: De Havilland Sea Vixen FAW.2 Royal Navy (1/72 Revell/Cyb

General der Flieger




Registrato dal: 19/8/2008
Interventi: 6729
Da: Livorno


Offline  

 Livello: 57
14990 / 14990
7533 / 7559
33 / 359

Si assemblano le semiali ripiegabili (con i perni per montarle estese, come ho deciso di fare) e il poppino con gli ugelli di scarico dei due Rolls-Royce Avon.



A questo punto mi sono autocostruito due sedili che dovrebbero simulare gli M.B. Mk.4DSA del Sea Vixen (che tra l'altro, sull'aereo vero, sono leggermente diversi tra pilota e RIO).
Un patchwork di pezzi vari, di filo di ferro e plastirod, ma diciamo che rendono l'idea e con due pilotini sopra si notano meno.
Un dettaglio: avrei potuto fare anche solo il pilota: l'altro membro di equipaggio è imboscato in un vano praticamete cieco... ma forse lascio aperto il tettuccio per farlo vedere.
I due pilotini sono due classici Airfix decisamente discreti come fattura a misure.



Ecco una prova a secco di piloti sedili e fusoliera chiusa.
Nel frattempo avevo messo anche il vetro laterale della postazione del RIO, trasparente ben fatto e che va preciso al suo posto.
Come si nota, la fusoliera è divisa orizzontalmente e le due metà non combaciano bene...



E veniamo al naso: riempito di piombo e colla vinilica, solo li' una decina di grammi di piombo.



Una volta asciutto ho cominciato a dargli una forma più decnte, assottigliando e appuntendo la sommità.
Devo darci ancora dentro, ma per fortuna la plastica è spessa e dentro è farcito.




--
Alessandro  ( Matricola M+ = 3315 )   

» 24/4/2022 11:34 Visita il mio spazio Profilo


Oberst_Streib Re: De Havilland Sea Vixen FAW.2 Royal Navy (1/72 Revell/Cyb

General der Flieger




Registrato dal: 19/8/2008
Interventi: 6729
Da: Livorno


Offline  

 Livello: 57
14990 / 14990
7533 / 7559
33 / 359

Una prova di assemblaggio a secco: torna tutto abastanza bene e si notano le forme e le rilevanti dimensioni del velivolo.



Incollato l'abitacolo in sede, aggiunto piombo a volontà davanti e sotto lo stesso: le istruzioni dicono 25 grammi, adesso ci siamo, è pesante come quello vero.



A questo punto dipinti sedili e omarelli: notare la quantità di colori necessari per dipingere i vari dettagli che poi saranno per lo più invisibili 
Avevo ovviamente prima dato una mano di Primer Tamiya Grigio Spray per omogeneizzare la base su cui dipingere.



Non sono granchè, ma in 1/72 e dentro l'aereo ci possiamo accontentare.





Si cominciano ad assemblare anche i carichi subalari: serbatoi e lanciarazzi Matra.



Un dettaglio di cui non avevo parlato: le decals.
Qui sotto in alto il foglio del kit Revell, decisamente ottimo e ricchissimo (anche troppo). Stampato ovviamente in Italia.
In basso invece il foglio dello storico kit FROG, decisamente bello comunque e perfettamente stampato, nel 1976!, da Modeldecal, che faceva ottimi lavori per i tempi!






--
Alessandro  ( Matricola M+ = 3315 )   

» 24/4/2022 11:47 Visita il mio spazio Profilo


lillino Re: De Havilland Sea Vixen FAW.2 Royal Navy (1/72 Revell/Cyb

Generale di squadra aerea




Registrato dal: 30/12/2007
Interventi: 5278
Da: Lissone (MB)


Offline  

 Livello: 52
11309 / 11309
5901 / 5904
168 / 291
Brutto ma affascinante aereo che prima o poi faccio anch'io (ho il kit CyberHobby in magazzino) ti seguo e mi salvo il post con la descrizione dei vari casini del kit.


--
    
     Paolo LILLINOMARIA 8-)
» 24/4/2022 12:06 Visita il mio spazio Profilo


Oberst_Streib Re: De Havilland Sea Vixen FAW.2 Royal Navy (1/72 Revell/Cyb

General der Flieger




Registrato dal: 19/8/2008
Interventi: 6729
Da: Livorno


Offline  

 Livello: 57
14990 / 14990
7533 / 7559
33 / 359

Riproviamo adesso con i due piloti al loro posto: ok, sembra che tutto torni e il colpo d'occhio è buono.
Al posto di pilotaggio ho creato due piccoli scassi davanti (per il collimatore) e dietro (per le guide del sedile eiettabile).



A questo punto, soddisfatto dello stato generale, ho chiuso la cellula incollando le semifusoliere dopo aver inserito il poppino con gli ugelli.
Aggiunte e incollate anche le semiali.
Colla Revell Contacta nelle aree più grossolane, Tamiya liquida negli interstizi.



Avevo intanto mascherato con Maskol il vetrino laterale del RIO e con nastro Tesa l'intero abitacolo, per evitare danni e polvere.
Adesso servira dello stucco e un abile lavoro di rifinitura delle giunzioni, per poi passare ai travi di coda e alla rognosa parte dei flaps...



--
Alessandro  ( Matricola M+ = 3315 )   

» 24/4/2022 12:08 Visita il mio spazio Profilo


schwalbe Re: De Havilland Sea Vixen FAW.2 Royal Navy (1/72 Revell/Cyb

Tenente Colonnello




Registrato dal: 19/11/2009
Interventi: 379
Da: Pisa


Offline  

 Livello: 18
0 / 749
998 / 998
7 / 45
Ciao,

un bel mezzo! Lo vidi durante un'esibizione Red Bull ed davvero massiccio.
Il kit MPM ha forme migliori?
» 24/4/2022 12:31 Profilo


Oberst_Streib Re: De Havilland Sea Vixen FAW.2 Royal Navy (1/72 Revell/Cyb

General der Flieger




Registrato dal: 19/8/2008
Interventi: 6729
Da: Livorno


Offline  

 Livello: 57
14990 / 14990
7533 / 7559
33 / 359

Quote:
lillino ha scritto:
Brutto ma affascinante aereo che prima o poi faccio anch'io (ho il kit CyberHobby in magazzino) ti seguo e mi salvo il post con la descrizione dei vari casini del kit.


E ti dirò che io lo trovo affascinante proprio perchè strano, più che brutto!
Dai Lillino, parti anche tu e tieni a portata di mano il dizionario delle parolacce...



Quote:
schwalbe ha scritto:
Il kit MPM ha forme migliori?


Mi dicono di no, anzi alcune parti del kit Dragon sembrano copiate proprio dal kit MPM, sedili nani inclusi...
Però io il kit MPM non l'ho mai visto quindi riporto e basta.




--
Alessandro  ( Matricola M+ = 3315 )   

» 24/4/2022 13:18 Visita il mio spazio Profilo


pixi Re: De Havilland Sea Vixen FAW.2 Royal Navy (1/72 Revell/Cyb






Registrato dal: 30/8/2010
Interventi: 4129
Da:


Offline  

 Livello: 48
0 / 8890
4665 / 4665
67 / 245
 l'MPM è il più giusto , il revell oltre a troppi pezzi è sbagliato di misure 

--


» 24/4/2022 19:51 Profilo


Oberst_Streib Re: De Havilland Sea Vixen FAW.2 Royal Navy (1/72 Revell/Cyb

General der Flieger




Registrato dal: 19/8/2008
Interventi: 6729
Da: Livorno


Offline  

 Livello: 57
14990 / 14990
7533 / 7559
33 / 359
No pixi, il Revell (o CyberHobby che dir si voglia) è giusto come misure generali, misure prese direttamente sul kit da me montato: siamo nell'errore di 1-2 mm nell'apertura alare e nella lunghezza totale, più che accettabile per un modello di dimensioni rilevanti.
Pieno di imprecisioni, ma corretto come misure generali.
Sul MPM-Xtrakit non mi esprimo, ma viste recensioni e viste immagini del kit e di modelli montati mi pare pari pari come il Revell-CyberHobby-Dragon.
Anzi, per certi errori proprio identico, come il radome, il canopy, le alette, i sedili.

Ma bando alle ciance, per colpa del brutto tempo che mi ha impedito un ricco barbecue in giardino sono andato avanti col modello.

Ecco un altro dei problemi del kit: messe provvisoriamente in posizione le travi di coda, si vede il gap che rimane in corrispondenza dei flaps.
Gap che ovviamente nel velivolo reale non c'è, ed è ovviamente privo di senso, credo che durerebbero poco le travi fatte in quel modo...



Perchè secondo le istruzioni bisognerebbe metterci i flaps, come si vede sotto: flaps CHIUSI.
Ma allora che senso ha fare un pezzo separato per l'ipersostentatore??

Nota: il pezzo comunque non ci sta, chiuso... va modificato riducendolo.
Magia dei kit pensati male.



Ma ecco che mi vengono in aiuto i pezzi ridondanti del kit: i flaps sono doppi (cosa appunto inutile...) e quindi ricavo il pezzo di trave mancante dai flaps doppi.
Ho deciso di salvare quelli monopezzo, anzichè quelli in due parti, solo perchè sarà più facile montarli dopo, invece di  impazzire ad allineare le due sezioni.
In effetti sto salvando quelli "sbagliati", da un punto di vista logico (i flaps sono davvero in due sezioni per ogni ala, ovviamente)



Ecco le sezioni ricavate e inserite nei gap delle travi, leggermente infossati come sono in realtà.
Adesso servirà un po' di stucco per far tornare tutto.
Poi dovrò modificare i flaps assottigliandoli e creando degli attuatori, dato che li metterò estesi.
Ah si, giusto, perchè i flaps del Sea Vixen non sono a spacco, ma sono di tipo Fowler e quindi si estendono oltre il bordo d'uscita.



Ecco la cellula completamente assemblata, nasone compreso, che ho ulteriormente affinato con carta abrasiva acqua e olio di gomito e comincia ad avere una forma digeribile, anche se non perfetta.



Come dicevo all'inizio, misure generali piuttosto corrette, i 55' 7" di lunghezza e i 51' di apertura sono rispettati abbastanza bene.
E la forma generale da' bene l'idea del Sea Vixen.




--
Alessandro  ( Matricola M+ = 3315 )   

» 24/4/2022 20:39 Visita il mio spazio Profilo

Visualizza:  Vai a ( 1 | 2 | 3 | 4 | Pagina successiva )

Utenti online: 1 Utenti stanno visualizzando questa discussione
Ci sono 1 utenti online. [ Amministratore ] [ Staff ]
1 Utenti anonimi
0 Utenti registrati:
Stampa topic