Modellismo Più -- Forum
 
  Home Page   1/72 e dintorni   Aeronautica   Diorami & C.   Figurini & C.   Navi & C.   Veicoli civili   Veicoli militari   Modellazione 2-3D
Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!
Interface language
 
English Italiano

Translate page with Google
 

Menu principale
Home Page
Spazi personali
Ultimi aggiornamenti
Scegli spazio

Info ed uso sito
Norme utilizzo sito
Guida Editor
Domande frequenti
Mappa del sito
Guida Editor
Contattaci
Trova utenti
Link al nostro sito

Campagne
In essere
Concluse
Regolamento

Contenuti
Novità dal mercato
Visti per voi
Articoli
Guide
Da AFV Interiors
Schede tecniche
Storia
Utente del mese
Guide uso sito
Invia contenuto

Forum
I più recenti
I più letti
I più attivi
I più recenti (arg.)
I più letti (arg.)
I più attivi (arg.)

Tabelle colori
Le Gallerie di M+
Riferimento
Musei
Campagne
Album personali
Mostre
Box art
Altro
App carica Foto

M+ goes Social
Facebook

Glossario
Invia definizione
Richiedi definizione

Download
Invia
Club
Utility
Istruzioni
Più scaricati

Mostre
Indice
Mostre in essere
Mostre passate

Ricerca
Sito: (Avanzata...)
Gallerie: (Avanzata...)
Tabelle colori:

Riviste:

Monografie:

Negozi di modellismo:
Musei:

M+ Shop locator

Chi è online
Visitatori:386
Utenti registrati:4
M+ Club chat:
Utenti on-line:390
 Utenti registrati:6989

Utenti collegati:
Michele Raus
arnobio
kekko79
VanBasten
Ultime visite:
enrico63 da 5'
gizpo da 6'
alberto62 da 8'
Luciano Maffeis da 8'
Rizzilla da 11'
wazovski da 14'
Righettone da 16'
gidesa da 19'
nightfly da 24'
Silvano da 26'
Andrea da 30'
e_pieranto da 39'
Lamb da 44'
glitzie da 45'
ziochicchi da 51'
olelel da 53'
manovi da 55'
Albert56 da 1h 12'
ModellismoBr... da 1h 24'
vidrobhobby da 1h 28'

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
/  Indice forum
   /  W.I.P. Aerei ed elicotteri
/  L'ultimo Draken il SAAB J35J
Stampa topic 
Visualizza:  Vai a ( 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 8 | Pagina successiva )

Paolomaglio L'ultimo Draken il SAAB J35J

Generale di squadra aerea




Registrato dal: 9/3/2014
Interventi: 7646
Da: Riccione


Offline  

 Livello: 59
16727 / 16727
8009 / 8025
218 / 388
Il Draken (aquilone più che drago in svedese) ha avuto una carriera molto simile a quella dell'F-104, sviluppato negli stessi anni fu messo a punto solo nel 1960 soprattutto a causa delle difficoltà di sviluppare il sistema di guida delle armi con la Hughes. Nato come intercettore puro ne furono sviluppate varianti da ricognizione fotografica e attacco, proprio come avvenne con l'F.104 ma ciascuna versione poteva svolgere una sola missione perchè nei monomotori dell'epoca lo spazio per l'avionica era poco e l'avionica era molto ingombrante a quei tempi.
Come il 104 poteva volare a oltre Mach 2, aveva un'autonomia scarsa e doveva sempre portare i serbatoi ausiliari, necessitava di lunghe piste per decollo e atterraggio e necessitava di paracadute frenante.
Unica differenza stava nella manovrabilità che nel Draken era eccelsa e nel 104 inesistente!


A metà degli anni ottanta tutti i Draken rimasti in servizio erano stati concentrati in un unico stormo, l'F10 di Angelholm per ovvi motivi di standardizzazione, tutti gli altri reparti volavano oramai con più moderno Viggen.
Rimanevano in servizio 67 intercettori monoposto, suddivisi fra tre gruppi di volo e una manciata di biposto Skola, ricavati dai vecchi A del 1960.

Fu allora che si decise di procedere con un ultimo processo di modernizzazione dei monoposto per accrescerne la capacità di combattimento, un po' come avvenne con i nostri F-104S-ASA.
Oltre ad irrobustire e riparare la cellula il processo prevedeva la possibilità di portare due ulteriori serbatoi supplementari sotto le corte ali esterne, come già facevano gli S35E da ricognizione, la sostituzione die missili IR Falcon con i Sidewinder, l'aggiunta di due piloni per SIdewinder sempre sotto alle prese d'aria che accrescevano l'armaento ad un massimo teorico di 6 missili.
Le modifiche iniziarono nel 1987 e terminarono solo nel 1991, purtroppo esternamente l'unica differenza con la variante precedente, la F, sta nei piloni addizionali sotto alle prese d'aria, la mimetica all'inizio rimase la medesima, spesso molto usurata e non ridipinta.
La designazione per questa nuova variante fu la lettera J per Johan, scelta perchè la J era anche il codice fonetico dello stormo F10 essendo la decima lettera dell'alfabeto svedese.
L'ultimo J35J ha volato nel 1999 ma ne esiste ancora uno che vola con il gruppo di velivoli storici e entusiasma gli appassionati come me!



Nei primi anni novanta si diffuse la moda del grigio per gli aerei da caccia che arrivò anche sui nostri F-104S-ASA, in Svezia i Viggen da caccia avevano lasciato la colorazione a foglie morte per una a due toni di grigio scelta dopo numerosi esperimenti. Finalmente arrivò anche all'F10 l'ordine di procedere a riverniciare tutta la flotta di monoposto in grigio eliminando quelle terribili sfumature della mimetica che si erano create in decenni di servizio.



All'F10 subirono la riverniciatura di un primo Draken con i grigi del Viggen, l'esemplare è quello che fornisce Hasegawa nella sua scatola in 1/48 uscita nel 2008, quando l'aereo arrivò ad Angelholm ci fu una sorta di rivoluzione: i piloti, anzi, i cavalieri dell'ordine del Draken, si rifiutarono di portare gli stessi colori in uso ai Viggen.



Fu così che in base si procedette alla riverniciatura di tutti gli altri esemplari che andarono sì in due toni di grigio, ma con sfumature diverse e più scure di quelle del Viggen!



Il grigio era ottimo in caso di guerra per celare i caccia nel cielo nuvoloso, ma per le esercitazioni era una dannazione: d'inverno le ore di luce sono poche e in primavera e autunno nebbie e piogge la fanno da padrone, volare in formazione con scarsa visibilità diventava quasi impossibile su aerei grigi, per questo motivo si mantennero gli enormi numeri di carrozzella riportati sulle ali, passando dal bianco (che andava sui mimetici in blu/verde) al rosso fluorescente sui grigi.



Come tutti i colori fluo questo rosso, molto carico all'inizio, si sbiadiva in fretta, soprattutto sotto l'effetto del sole e del ghiaccio, Angelholm inoltre è sulla costa atlantica e anche il vento ricco di salsedine ha avuto il suo impatto.



Riprodurre questi numeri ad alata visibilità è sempre stato un problema per noi modellisti: le decals fluo sono molto spesse e poi vengono date sempre come appena dipinte, ora grazie a Franz 11, che mi ha tagliato i numeri col plotter, spero di poter dipingere dei numeri ben usurati e con uno spessore trascurabile. Ovviamente dovrò fare delle prove perchè non ho mai realizzato nulla del genere, ma mi piacciono le sfide con me stesso!
8-)

E' questo dunque il mio programma per il weekend e le settimane a venire, e buon weekend anche a voi!
» 23/10/2021 06:07 Profilo


Cesko Re: L'ultimo Draken il SAAB J35J

Generale di divisione aerea




Registrato dal: 3/11/2009
Interventi: 4488
Da: Chioggia (VE)


Offline  

 Livello: 49
9462 / 9462
4926 / 4933
181 / 256
Ma pensa ... ieri sera avevo riaperto lascatola del mio che giace in attesa dall'ormai lontana campagna Svezia. In quel caso mi ero bloccato perchè volevo trasfoemare il J in B tramite il set Maestro ma il tetto in vacumform totalmente privo di dettaglio interno mi aveva mandato in paranoia. Avevo scelto un B dopo che avevo trovato foto di uno di questi con mimetica a foglie. Se mai lo riprenderò farò un J, intanto guardo gli sviluppi del tuo.

--
FranCesco 
                          
» 23/10/2021 06:31 Profilo


Paolomaglio Re: L

Generale di squadra aerea




Registrato dal: 9/3/2014
Interventi: 7646
Da: Riccione


Offline  

 Livello: 59
16727 / 16727
8009 / 8025
218 / 388
Ciao Cesko, in effetti il canopy in vac è un vero problema. Oggi però si rimedia facile perchè quel canopy è presente in tutte le scatole dedicate alla variante da ricognizione e non sempre va usato. Un solo esemplare dell'F18 fu dipinto a foglie morte e, se non ricordo male, fu solo un esercizio di stile o una punizione per gli avieri, non volò mai! Comunque è un soggetto molto interessante. ;-)

» 23/10/2021 06:41 Profilo


Paolomaglio Re: L

Generale di squadra aerea




Registrato dal: 9/3/2014
Interventi: 7646
Da: Riccione


Offline  

 Livello: 59
16727 / 16727
8009 / 8025
218 / 388


ecco un esempio di come erano ridotti i J mimetici dell'F10, a parte alcune zone ripitturate intorno ai numeri di stormo e di carrozzella, la vernice originale era oramai sbiadita all'inverosimile, guardate quel blu tipo US NAVY WII e Korea come è ridotto!
Come faccio a saper che è un J e non un F? Solo dal pilone ausiliario sotto la presa d'aria, pilone che comunque era smontabile... A differenza del 104 non c'è scritta la variante vicino al numero di costruzione e di matricola.
» 23/10/2021 08:14 Profilo


matte Re: L

Dirigente Superiore




Registrato dal: 14/9/2009
Interventi: 6091
Da: pisa


Offline  

 Livello: 55
10095 / 13417
6742 / 6753
69 / 330
Storia alquanto interessante, grazie :-) . Seguo l'evoluzione del relativo modello... ;-)

--
Ciao
Paolo




mai uonderful galleri
» 23/10/2021 10:37 Profilo


macchianera Re: L






Registrato dal: 1/3/2012
Interventi: 1122
Da: Roma


Offline  

 Livello: 29
2254 / 2254
1499 / 1531
35 / 94
Pierpaolo, io ho in programma di fare un altro J35J (tra l'altro ho corretto il bordo d'attacco in natural metal come tu giustamente mi hai fatto notare) , e ovviamente volevo farlo un po' diverso dal precedente, dove per la colorazione ho seguito le istruzioni Hasegawa; volendone fare un altro grigio (diciamo colorazione late), quali sarebbero i Federal Standard di riferimento?

--
Teo

           
» 23/10/2021 15:37 Visita il mio spazio Profilo


Paolomaglio Re: L

Generale di squadra aerea




Registrato dal: 9/3/2014
Interventi: 7646
Da: Riccione


Offline  

 Livello: 59
16727 / 16727
8009 / 8025
218 / 388
Ciao Teo, mi fà piacere che hai corretto il tuo bel modello, ai colori ci arriveremo presto, immagino il prossimo weekend. Purtroppo non sono capace di ricordare gli FS a memoria, quando m serviranno li andrò a cercare e allora li scriverò in questo topic, porta pazienza. Intanto ti anticipo che ti servirà un numero di stormo rosso perchè se non ricordo male Hasegawa fornisce il 10 giallo come fu portato (per poco tempo) da quell'unico J in grigio.
» 24/10/2021 05:28 Profilo


Paolomaglio Re: L

Generale di squadra aerea




Registrato dal: 9/3/2014
Interventi: 7646
Da: Riccione


Offline  

 Livello: 59
16727 / 16727
8009 / 8025
218 / 388
Veniamo alle plastiche, il primo punto è che tutte le superfici mobili vanno tagliate: il Draken aveva gli elevoni idraulici e, non appena spegneva il motore questi crollavano verso il basso, quindi o lo rappresentate in un museo con due stecche di legno a tenerli sù, o ci mettete un pilota per farlo in volo o in rullaggio ma comunque con motore acceso, oppure siete costretti a tagliare via gli elevoni:



Tagiare quelli più esterni è un po' difficile ma con i seghetti fotoincisi, lavorando piano piano ci si riesce. In caso di errore, o se l'operazione dovrebbe diventare troppo faticosa, esistono elevoni già tagliati realizzati in resina da Maestro e Aires. il problema è che quelli di Maestro sono un po' grezzi, necessitano di una bella mano di Primer e tanta lisciatura perchè sono ruvidi e pieni di bolle, quelli di AIres invece sembrano perfetti, lisci , ma sono sottodimensionati! Quindi, se potete, meglio salvare i pezzi in plastica di Hasegawa, combaciano moto meglio.





Secondo punto il cockpit Aires, non è essenziale, si può prendere anche solo il sedile di Quickboost, tuttavia è un bel incremento del realismo e del dettaglio che costa relativamente poco quindi se vi capita, fate il sacrificio.
Il cockpit costringe ad opere di chirurgia intesa e non ci sono istruzioni di sorta! Bisogna eliminare tutta la zona davanti alla vasca con la copertura del pannello strumenti, e questa è la parte facile, poi bisogna eliminare la zona che ho dipinto in rosso dietro alla vasca, misurando attentamente l'altezza per andare a filo con la parte terminale del pezzo in resina. 8-)
» 24/10/2021 05:38 Profilo


Paolomaglio Re: L

Generale di squadra aerea




Registrato dal: 9/3/2014
Interventi: 7646
Da: Riccione


Offline  

 Livello: 59
16727 / 16727
8009 / 8025
218 / 388


la vasca potete colorarla come vi pare, purchè sia verde scuro! Tutti i Draken svedesi e danesi hanno sempre avuto solo questo colore, ritoccato qua e là nel corso degli anni ma mai ridipinto completamente. Fanno eccezione solo gli Austriaci che vollero il grigio nei loro OE e gli ultimi S finlandesi aggiornai alla versione J.
All'inizio parrà scuro ma il sedile a sua volta potete colorarlo come vi pare purchè in alluminio pressofuso nudo, quindi darà luce al tutto! :-D



la manetta è un pezzo di alluminio nudo e sverniciato, i dettagli sono neri con pochi pulsati rossi, il rosso va anche sulle zone di pericolo e per le maniglie del sedile, manca del tutto il giallo se non per i pochi cavi visibili.


La vasca va incollata al fondo del modello con la ciano nei due appositi incastri, poi si aggiungono le pedaliere e queste determinano la posizione del pannello strumenti che va incastrato e incollato proprio sulle pedaliere, il tutto va fatto con numerose prove a secco per far sì che la parte posteriore della vasca vada a filo con lo scasso che abbiamo aperto in fusoliera....



» 24/10/2021 05:49 Profilo


Paolomaglio Re: L

Generale di squadra aerea




Registrato dal: 9/3/2014
Interventi: 7646
Da: Riccione


Offline  

 Livello: 59
16727 / 16727
8009 / 8025
218 / 388


se siamo stati precisi la fusoliera superiore calzerà alla perfezione senza sfiorare minimamente il cockpit in resina, nella sezione di plastica nuda subito davanti alla copertura del pannello strumenti dobbiamo aprire due piccoli fori per inserire due sottili tubi neri che stanno ai lati del collimatore e servono a reggere l'anello del montante del parabrezza. Lo vedrete meglio quando li avrò incollati.



il cono di coda va incollato con molta attenzione, il bordo di uscita è molto sottile e l'allineamento non è semplicissimo, nella sua parte superiore va aperto un largo foro al centro assottigliando al massimo la plastica ai lati



qualche foro nella plastica servirà ad evitare di dover mettere piombo nel muso.... ;-)
» 24/10/2021 05:57 Profilo

Visualizza:  Vai a ( 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 8 | Pagina successiva )

Utenti online: 1 Utenti stanno visualizzando questa discussione
Ci sono 7 utenti online. [ Amministratore ] [ Staff ]
7 Utenti anonimi
0 Utenti registrati:
Stampa topic