Modellismo Più -- Forum
 
  Home Page   1/72 e dintorni   Aeronautica   Diorami & C.   Figurini & C.   Navi & C.   Veicoli civili   Veicoli militari   Mostre & C.
Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!
Shopping su Amazon
Sapevi che acquistando su Amazon puoi aiutare M+?

Menu principale
Home Page
Spazi personali
Ultimi aggiornamenti
Scegli spazio

Info ed uso sito
Norme utilizzo sito
Guida Editor
Domande frequenti
Mappa del sito
Guida Editor
Contattaci
Trova utenti
Link al nostro sito

Campagne
In essere
Concluse
Regolamento

Contenuti
Novità dal mercato
Visti per voi
Articoli
Guide
Da AFV Interiors
Schede tecniche
Storia
Utente del mese
Guide uso sito
Invia contenuto

Forum
I più recenti
I più letti
I più attivi
I più recenti (arg.)
I più letti (arg.)
I più attivi (arg.)

Tabelle colori
Le Gallerie di M+
Riferimento
Musei
Campagne
Album personali
Mostre
Box art
Altro
App carica Foto

M+ goes Social
Facebook

Glossario
Invia definizione
Richiedi definizione

Download
Invia
Club
Utility
Istruzioni
Più scaricati

Mostre
Indice
Mostre in essere
Mostre passate

Ricerca
Sito: (Avanzata...)
Gallerie: (Avanzata...)
Tabelle colori:

Riviste:

Monografie:

Negozi di modellismo:
Musei:

Interface language
 
English Italiano

Translate page with Google
 

Chi è online
Visitatori:231
Utenti registrati:1
M+ Club chat:
Utenti on-line:232
 Utenti registrati:6555

Utenti collegati:
orzowei68
Ultime visite:
syerra da 8'
KIKKO da 23'
B.P. da 51'
matte da 55'
ABC da 1h 10'
Luciano Maffeis da 1h 10'
lagu da 1h 28'
marcellodandrea da 1h 29'
raf da 1h 33'
ziochicchi da 1h 43'
Freccia154 da 1h 51'
lowland da 1h 52'
Hoot da 2h 8'
enrico63 da 2h 18'
Ettore da 2h 23'
Lu_Be da 2h 28'
croato da 2h 40'
frank1959 da 2h 50'
Albert56 da 3h 12'
PVI_Speed da 3h 17'

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
/  Indice forum
   /  I Gruppi di Interesse Speciale
      /  Regia Aeronautica
   /  Il mistero dei RE2001 CN...Diurni
Stampa topic 
Visualizza:  Vai a ( Pagina precedente | 1 | 2 | 3 | Pagina successiva )

syerra Re: Il mistero dei RE2001 CN...Diurni






Registrato dal: 22/10/2007
Interventi: 6254
Da:


Offline  

 Livello: 55
13433 / 13433
6720 / 6724
232 / 330
Lamb, non direi proprio OT...

Mauro... perdonami ma ciò che affermi circa la specialità CN in Italia sulla base delle mie conoscenze e letture-studio in materia, e non percezioni, risulta non molto precisa è un po di parte (viva il campanilismo patriottico ma ...)

1) durante la WW I un pò tutte le forze aeree coinvolte provarono, ripeto provarono, a "sviluppare" una difesa contro le incursioni notturne, e non solo la nostra Aviazione che era agli stessi medesimi livelli delle altre belligeranti ovvero davvero ai tempi preistorici!

2) i vertici della Regia durante il secondo conflitto, è acclarato che putroppo ERRARONO su tutte le strategie e applicazioni pratiche dell'arma aerea, anche se abbiamo avuto dei grandi teorici sul suo impiego come arma risolutrice in un moderno conflitto (Douchet tra tutti) che rimasero solo mere teorie scritte su carta! Siamo stati noi per primi a teorizzare il bombardamento strategico e nelle nostre "alte strategie" o scelte belliche non lo prevedevamo ne da "portare" ne d a "subire"... che strani strateghi i nostri vertici!!!

3) Circa l'esperienza e le competenze maturate con i record o trasvolate ti ricordo che si volava a vista e spesso si rifaceva il punto con l'ausilio del sestante... durante le trasvolate Atlantiche i riscontri "T" prefissati con la nave di supporto o con stazioni fisse erano il massimo (parliamo di telegrafo), quindi niente di altamente tecnologico... il volo notturno si effettuava con l'ausilio delle stelle ed a quote medie... il volo senza visibilità si sperava di non provarlo mai e nel caso avvenisse, come purtroppo sperimentato da Balbo e i suoi Atlantici, si procedeva a bassa quota a"tentoni" sperando di non "derivare" troppo!!! Purtroppo questo stato di "tecnologia" rimase tale per tutta la durata del secondo conflitto... una per tutte i nostri velivoli avevano solo l'interfono, da un certo periodo in poi e non tutti, e solo il capo formazione imbarcava l'RT per comunicare con la base.

4) Affermi che era impossibile fermare gli stormi dei bombardieri come dimostrato dalla incursioni in Germania... con lo strapotere USA era una lotta improba ma in ogni caso la Luftwaffe sia di giorno che di notte aveva sempre un elevato tasso di abbattimenti di bombardieri nemici (come riportato dai tanti rapporti di comandanti di stormo), poichè loro potevano contare su un sistema "difesa territoriale aereo" diurno e notturno molto efficiente ...
Per contro durante tutto il conflitto da noi si utilizzavano gli "aerofoni" che servivano a nulla visto che gli incursori venivano sentiti quando in pratica ti stavano già sopra, e questi lavoravano in sinergia, la parola è bella i risultati no, con la DICAT armata tra l'altro anche con pezzi non all'altezza... la tecnologia più avanzata che utilizzavamo sui velivoli consisteva nei fari illuminanti e qualche radiogoniometro imbarcato uguale a dire che i nostri assetti da CN volavano praticamente alla CIECA sperando in notti illuminate dalla luna! (esistono i rapporti di piloti decollati in missione per intercettare i bombardieri nel nord Italia nelle ultime fasi del conflitto che non riuscirono proprio a vederli sia per il buio pesto che per le quote elevate che i nostri non riuscivano a raggiungere... così si volava in caccia notturna).

5) Le prime vere "attrezzature" imbarcate sui nostri velivoli da CN le abbiamo avute solo a metà del 1942 a seguito di una visita di Goering in Italia e replicate in patria, ed in ogni caso parliamo davvero di robetta che nulla aveva a che fare con quelle imbarcate dai velivoli CN della Luftwaffe (radar etc). Ed in ogni caso questa robetta primordiale arrivò proprio dal fiero alleato tedesco!
La specialità CN non era solo possedere i velivoli ed attrezzature imbarcate adeguate, ma era un complesso sistema difensivo in cui il velivolo era il "braccio operativo"... infatti nel sistema rientravano anche i sistemi di rilevazione inseguimento (radar a terra ed imbarcati) e quindi una guida radar da terrache guidava letteralmente gli assetti sugli incursori (Luftwaffe docet), l'antiaerea a terra ed infine dei velivoli moderni in grado di effettuare missioni senza problemi di quote, potenza ed armamento adeguato! I moderni caccia notturni Do217-J1 e J2, con attrezzature adeguate e moderne a bordo, ceduti dai tedeschi non furono mai operativi e comunque erano in numero ridicolo... il 41° stormo li ha utilizzati solo per addestramento a Lonate Pozzolo! Le impressioni riportate dai nostri piloti sul caccia tedesco erano entusiastiche... finalmente una macchina realmente moderna!!!
Qualcosa di assimilabile al sistema tedesco lo si ebbe solo durante la RSI, utilizzando sistemi di localizzazione e guida tedeschi basati a terra e contraerea nostrana con i 90/53 il tutto coordinato... in ogni caso anche li la CN era inesistente e le intercettazioni avvenivano sempre di giorno!

6) Circa la colorazione dei velivoli... le normative prevedevano il colore "nero fumo" così come prevedevano il natural metal per le gambe di forza dei carrelli, ma come tutte le normative non venivano molto attese specialmente nella CN che contava davvero una forza molto esigua... FIAT CR32 nel '40, FIAT CR 42 nel '41/42 e non per ultimo RE 2001 nelle mimetiche diurne ne sono la testimonianza.

Come sempre solo qualche bella intuizione rimasta tale, tanto impegno, coraggio e professionalità da parte degli equipaggi... ma solo quella purtroppo, perchè non ci furono mai i mezzi adeguati e di scontri notturni reali ce ne furono pochi per fortuna dei nostri!

Concludo questo mio prolisso intervento aggiungendo che pur condividendole, queste non sono mie affermazioni o/e conclusioni ma fatti reali riportati sui testi da gente che in fatto di CN Regia ne sa molto molto più di me!
;-)

--
        un siculo saluto !!!
                                Gianni.


   



    
 
"non ti fidar d
i me se il cor ti manca...!!"            

       * Le ciofeche di 
syerra * 
» 5/2/2019 14:36 Profilo


izzuB Re: Il mistero dei RE2001 CN...Diurni

Generale di Brigata




Registrato dal: 10/5/2004
Interventi: 1872
Da: Brescia


Offline  

 Livello: 36
0 / 3945
2583 / 2583
6 / 138
Per tornare al quesito iniziale: ho consultato il volume di Sergio Govi dedicato al Reggiane 2001 e ho trovato conferma dell'uso dei C.N. (esemplari dotati di cannoni sub-alari da 20mm e/o scarichi schermati ) da parte del 160 Gr. C. T. Aut. ( squadriglie 375a 393a e 394a ) dalla primavera del 43 all'armistizio.

ciao

--
Giovanni

» 5/2/2019 19:21 Profilo


syerra Re: Il mistero dei RE2001 CN...Diurni






Registrato dal: 22/10/2007
Interventi: 6254
Da:


Offline  

 Livello: 55
13433 / 13433
6720 / 6724
232 / 330
Quote:

izzuB ha scritto:

Per tornare al quesito iniziale: ho consultato il volume di Sergio Govi dedicato al Reggiane 2001 e ho trovato conferma dell'uso dei C.N. (esemplari dotati di cannoni sub-alari da 20mm e/o scarichi schermati ) da parte del 160 Gr. C. T. Aut. ( squadriglie 375a 393a e 394a ) dalla primavera del 43 all'armistizio.

ciao


Ma lo avevo già scritto... in ogni caso si tratta del 167° gr. Aut. e niente cannoni subalari ;-)

--
        un siculo saluto !!!
                                Gianni.


   



    
 
"non ti fidar d
i me se il cor ti manca...!!"            

       * Le ciofeche di 
syerra * 
» 5/2/2019 19:48 Profilo


izzuB Re: Il mistero dei RE2001 CN...Diurni

Generale di Brigata




Registrato dal: 10/5/2004
Interventi: 1872
Da: Brescia


Offline  

 Livello: 36
0 / 3945
2583 / 2583
6 / 138
Io parlo del 160 Gruppo, non del 167

e questi sono cannoni sub-alari



immagine postata a scopo di discussione

--
Giovanni

» 5/2/2019 20:05 Profilo


syerra Re: Il mistero dei RE2001 CN...Diurni






Registrato dal: 22/10/2007
Interventi: 6254
Da:


Offline  

 Livello: 55
13433 / 13433
6720 / 6724
232 / 330
Pardon... si 160° gruppo! Bella, questa non la ricordavo a memoria, e la livrea è decisamente in nero-fumo!

--
        un siculo saluto !!!
                                Gianni.


   



    
 
"non ti fidar d
i me se il cor ti manca...!!"            

       * Le ciofeche di 
syerra * 
» 5/2/2019 20:17 Profilo


El-Condor Re: Il mistero dei RE2001 CN...Diurni

Maggiore




Registrato dal: 11/3/2015
Interventi: 217
Da: Chiavari (GE)


Offline  

 Livello: 13
0 / 392
400 / 400
23 / 30
 


Ciao ,giusto per dare il mio modesto contributo ad un argomento trattato e sviluppato ampiamente con dovizia da competenti partecipanti, allego la traduzione di quanto scritto su Aircraft Profile 244 e una foto esplicativa.

 









Foto inserite al solo scopo di discussione modellistica


“ La serie II costituita da 50 Re 2001 era già in costruzione e si decise di completare gli aerei come Re 2001 CN (Caccia Notturna). La conversione CN era costituita da spegnifiamma agli scarichi del motore ed una gondola sotto ogni ala contenente un cannone Mauser da 20 mm. con 60 colpi. L’ala con le mitragliatrici da 7,7mm.  per altre varianti, non fu utilizzata ( probabilmente l’Autore si riferisce alla non installazione di tali armi).  Nel giugno del 1942, ulteriori 30 Re 2001 CN furono commissionati, questi costituirono la Serie III. Altri 50, Serie IV, furono ordinati a settembre 1942, sebbene solamente 34 di questi furono completati prima che l’Armistizio causasse la cancellazione della produzione del Re 2001 l’anno seguente. A marzo ed aprile 1943 altri 120 Re 2001 CN furono ordinati alla Reggiane ma nessuno di essi fu completato. Infine, è degno di nota, che i 10 aerei ordinati alla Caproni-Predappio furono completati come caccia notturni.”

Un cordiale saluto



--
» 5/2/2019 22:52 Profilo


uavpredator Re: Il mistero dei RE2001 CN...Diurni

Generale di squadra aerea




Registrato dal: 15/10/2007
Interventi: 6058
Da: Roma


Offline  

 Livello: 55
0 / 13414
6725 / 6725
36 / 330
1) durante la WW I un pò tutte le forze aeree coinvolte provarono, ripeto provarono, a "sviluppare" una difesa contro le incursioni notturne, e non solo la nostra Aviazione che era agli stessi medesimi livelli delle altre belligeranti ovvero
- verissimo ma noi riuscimmo pure a mandare qualche aereo a gettare volantini sulla capitale nemica ed a eseguire bombardamenti notturni in formazione cosa, visti i mezzi (CA3) non da poco.....

2) i vertici della Regia durante il secondo conflitto, è acclarato che putroppo ERRARONO su tutte le strategie e applicazioni .......
verissimo anche perchè quelli che si opposero alla guerra o all'acquisto di obsoleti strumenti solo per far contento qualce capo centuria locale consci del dislivello tecnico industriale del momento, furono prontamente rimossi dalla politica di allora che voleva comunque i 100 morti per sedersi al tavolo del vincitore ;nessun oggi ricorda però che all'aviazione, dopo i fasti del 25-36 furono negati i fondi per acquisire nuovi aeromobili anche solo per sostituire quelli persi tra guerreb di Etiopia e Spagna in quanto era in corso la costruzione di una flotta marina capace di affermare che "Anche il Mediterraneo è via Romana" che assorbì risorse pari al PIL dell'Italia di quegli anni.
Dunque concordo con Gianni su tutto meno che su le colpe di tale disastro compresa la cattiva programmazione dell'arma aerea. Quando la politica indica gli obiettivi e gli strumenti per arrivarci e crea consenso fra i tecnici a forza di rimozioni dei dissidenti il disastro è certo e questo vale pure per Esercito e Marina, Ovvio che sia di parte la mia disamina avendo frequentato certi ambienti militari" non ho mai sentito nemmeno ad alti vertici piloti che volessero aerei inferiori al probabile avversario....
Un ultimo aspetti i piloti della Regia proprio perchè istruiti al volo notturno (almeno in pluri equipaggio) negli anni 30-40 erano ambitissimi dalle compagnie civili del tempo tanto da doversi inventare una particolare formula di "pilota militare ad uso civile" tanto per non perdere professionalità a scapito dell'Arma.
Mauro

--
ho visto cose che voi umani....

non si gioca più perchè si sta invecchiando, ma si invecchia perchè non si gioca più -
Chi vola vale, chi non vale non vola, e chi vale e non vola è un vile".

 
» 6/2/2019 11:24 Visita il mio spazio Profilo Visita il sito Web


syerra Re: Il mistero dei RE2001 CN...Diurni






Registrato dal: 22/10/2007
Interventi: 6254
Da:


Offline  

 Livello: 55
13433 / 13433
6720 / 6724
232 / 330
rispondo a Mauro e poi prometto che concludo qui gli interventi non troppo inerenti al tema centrale...

- i bombardamenti notturni nella WWI li effettuavano anche gli Austroungarici e non solo, quindi mica abbiamo inventato chissà cosa! Il "volantinaggio" su Vienna è sicuramente un'impresa epica, ma come dicevo è la dimostrazione lampante che le difese contraeree sia diurne che notturne erano all'era preistorica!

- questa è una cosa che non ho mai ben capito, ovvero che la colpa delle strategie e scelte produttive errate ricada sempre e solo su una e una sola persona (vezzo tipicamente italico questo)... i vertici militari o Stato Maggiore ci sono sempre stati con il compito di individuare le esigenze dell'Arma e consigliare ed indirizzare le proposte e successive scelte... non credo che una sola persona, sempre e solo lui, abbia proposto, realizzato e dato il via a strategie scellerate o abbia avallato la produzione di mille progetti e prototipi rimasti tali! A mio modesto avviso, e non solo visto che esistono studi ben realizzati in materia che delineano molto chiaramente cosa e chi decise la nostra produzione industriale bellica, ritengo troppo semplicistico l'approccio al problema! !Quindi permettimi ma non credo che fu una sola persona che si convinse, a seguito dei buoni risultati in Spagna, che la formula biplana e i motori radiali fossero il futuro dell'Aviazione militare! La politica indica l'obiettivo i vertici Militari sono preposti a realizzare le strategie e scegliere quelle atte a raggiungere l'obiettivo prefissato!

- La Marina Militare, al pari delle altre potenze mondiali prima fra tutte la Gran Bretagna, com'è risaputo era considerata in quegli anni il vero ed unico "indice" indicatore della forza di una potenza mondiale! Anche l'Italia non faceva eccezione a questa "regola" e quindi era normale che gli investimenti maggiori fossero indirizzati verso quella forza armata. Tra l'altro le aviazione delle altre potenze, fino ad una certo periodo, stavano alle stesse condizioni tecnologiche della nostra!
Sulla richiesta dei piloti militari per le compagnie civili, mi pare ovvio che sia stato così... ma ciò non significa che la tecnologia utilizzata fosse all'avanguardia... fino ad un certo perido era in linea con quella delle altre potenze che comunque si avvaleva di metodi ed attrezzature arcaiche!

Anch'io come te sono sempre stato "vicino" agli ambienti militari e quindi capisco il senso di attaccamento... ma per un' analisi corretta e realistica si deve sempre provare a non essere di parte!

:-(

--
        un siculo saluto !!!
                                Gianni.


   



    
 
"non ti fidar d
i me se il cor ti manca...!!"            

       * Le ciofeche di 
syerra * 
» 6/2/2019 14:38 Profilo


uavpredator Re: Il mistero dei RE2001 CN...Diurni

Generale di squadra aerea




Registrato dal: 15/10/2007
Interventi: 6058
Da: Roma


Offline  

 Livello: 55
0 / 13414
6725 / 6725
36 / 330
Ti rispondo Gianni e ti ringrazio per la cortesia delle tue risposte ed anch'io taccerò sull'argomento dopo questo post abbiamo le stesse fonti di studio con tanti punti di condivisione le conclusioni sono leggermente diverse e per chiarire le firme su chi negò alcune scelte non fu una persona ma un regime per motivi che tutti conosciamo ed a pensare che avevamo licenze di costruzione di motori USA per motorizzare nostri velivoli che furono revocate per le leggi razziali come furono epurati quadri tecnici e militari di alto profilo per gli stessi motivi con fughe di progetti e menti ma questo lo sai meglio di me - tempo fa rimasi turbato durante una ricerca nello scoprire quanti ufficiali tecnici furono epurati alcuni anche incarcerati e poi trucidati per le loro scelte e dico che è molto più italico e lo scrivo in minuscolo apposta. adeguarsi ai voleri dei capi che portare avanti sino alle estreme conseguenze le proprie idee ma questo è il limite dei regimi....anche i più illuminati attorniarsi solo di chi tii dice si
o obbedisco. Ma capisco che ognuno è figlio del proprio tempo
e per principio non si può giudicare il singolo ma la struttura e su questo concordo.
Un siculo abbraccio senza strizzata di cabasisi :-) :-)
Mauro

--
ho visto cose che voi umani....

non si gioca più perchè si sta invecchiando, ma si invecchia perchè non si gioca più -
Chi vola vale, chi non vale non vola, e chi vale e non vola è un vile".

 
» 6/2/2019 15:05 Visita il mio spazio Profilo Visita il sito Web


frank1959 Re: Il mistero dei RE2001 CN...Diurni

Capitano




Registrato dal: 28/12/2018
Interventi: 233
Da:


Offline  

 Livello: 14
450 / 450
225 / 229
9 / 33
 Ultimo intervento anche da parte mia che non ho le vostre competenze ma ho seguito con vero interesse questo "dibattito" di cui vi ringrazio profondamente.  Esprimo solo il mio modesto parere su una cosa. Purtroppo sono ancora al lavoro e sono a capo di una struttura, scegliere gli uomini che ne fanno parte, decidere di chi mi posso fidare e di chi no e, soprattutto, prendermi la responsabilità delle loro azioni e delle loro scelte è un mio preciso DOVERE.  Chi era al vertice della piramide avrebbe dovuto fare proprio questo, ma anche oggi che non siamo in un regime chi dice sempre si ha spesso la strada molto più spianata di chi dice anche dei no motivati. Scusate la tirata ed ancora  grazie 
Francesco 
» 6/2/2019 15:56 Profilo

Visualizza:  Vai a ( Pagina precedente | 1 | 2 | 3 | Pagina successiva )

Utenti online: 1 Utenti stanno visualizzando questa discussione
Ci sono 1 utenti online. [ Amministratore ] [ Staff ]
1 Utenti anonimi
0 Utenti registrati:
Stampa topic