Modellismo Più -- Forum
 
  Home Page   1/72 e dintorni   Aeronautica   Diorami & C.   Figurini & C.   Navi & C.   Veicoli civili   Veicoli militari   Mostre & C.
Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!
Shopping su Amazon
Sapevi che acquistando su Amazon puoi aiutare M+?

Menu principale
Home Page
Spazi personali
Ultimi aggiornamenti
Scegli spazio

Info ed uso sito
Norme utilizzo sito
Guida Editor
Domande frequenti
Mappa del sito
Guida Editor
Contattaci
Trova utenti
Link al nostro sito

Campagne
In essere
Concluse
Regolamento

Contenuti
Novità dal mercato
Visti per voi
Articoli
Guide
Da AFV Interiors
Schede tecniche
Storia
Utente del mese
Guide uso sito
Invia contenuto

Forum
I più recenti
I più letti
I più attivi
I più recenti (arg.)
I più letti (arg.)
I più attivi (arg.)

Tabelle colori
Le Gallerie di M+
Riferimento
Musei
Campagne
Album personali
Mostre
Box art
Altro
App carica Foto

M+ goes Social
Facebook
Twitter

Glossario
Invia definizione
Richiedi definizione

Download
Invia
Club
Utility
Istruzioni
Più scaricati

Mostre
Indice
Mostre in essere
Mostre passate

Ricerca
Sito: (Avanzata...)
Gallerie: (Avanzata...)
Tabelle colori:

Riviste:

Monografie:

Negozi di modellismo:
Musei:

Interface language
 
English Italiano

Translate page with Google
 

Chi è online
Visitatori:231
Utenti registrati:4
M+ Club chat:0
Utenti on-line:235
 Utenti registrati:6450

Utenti collegati:
Fabio
maucrifra
vest32
Mario Bentivoglio
Ultime visite:
bmwmario da 6'
stefanoc da 10'
Silvano da 10'
GiorgioBis da 11'
gigitank da 17'
AAV7 da 20'
Michele Raus da 24'
Luciano Maffeis da 26'
ivancola da 28'
Sghirat da 33'
SteveS da 40'
kicco64 da 40'
massoerratico da 55'
Barbarigo da 1h 2'
Rizzilla da 1h 7'
ClubM+Trentino da 1h 7'
wazovski da 1h 8'
anto93 da 1h 13'
maurozn da 1h 18'
Hoot da 1h 22'

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
/  Indice forum
   /  Altre categorie
      /  Navi & C.
   /  black pearl (revell)
Stampa topic 
Visualizza: 

modelist black pearl (revell)

Aspirante




Registrato dal: 19/9/2018
Interventi: 8
Da:


Offline  

 Livello: 1
0 / 19
21 / 21
7 / 9
ciao a tutti, mi sono appena iscritto e sono quindi un "esordiente totale" ...
sono alle prese con la Black Pearl della Revell (plastica) e non riesco a dipingerla come è venuta nella foto che metto qui sotto ...
come posso fare ? potete darmi un suggerimento ? grazie a tutti


Foto pubblicata ad esclusivo scopo di discussione modellistica

» 19/9/2018 21:17 Profilo


Hoot Re: black pearl (revell)

Webmaster




Registrato dal: 11/10/2007
Interventi: 15327
Da: Milano


Offline  

 Livello: 74
35186 / 35186
16637 / 16652
215 / 676
Ciao e innanzitutto benvenuto su M+!!

Ora passiamo ai cazziatoni

Ti segnalo per prima cosa il forum www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewforum.php dove potrai presentarti e raccontarci qualcosa di te 

ti consiglio poi di dare un'occhiata alla struttura del forum e ai vari argomenti di discussione. Questo ad esempio è il forum di una delle campagne in corso (ci penso io a spostarlo nel posto giusto)

passando alla nave ti dico la mia.
Sopra è marrone molto scuro, non nero.
Sotto sembrerebbe un nero trattato con lavaggi e drybrush



--
"La vecchiaia incipit"


HootMaria
Campione del Mondo 2011 di Biliardino di Milano e San Mauro a Mare!!!!
Campione del Mondo 2012 di Biliardino GML 2012!!!!
NON Campione del Mondo 2012 di Biliardino di Milano e San Mauro a Mare!!!!
Campione del Mondo 2013 di Biliardino GML 2013!!!!
Campione del Mondo 2014 di Biliardino GML 2014!!!

Galleria
 
» 19/9/2018 21:24 Profilo


marcellodandrea Re: black pearl (revell)






Registrato dal: 11/10/2010
Interventi: 3182
Da: Arezzo


Offline  

 Livello: 43
6472 / 6472
3355 / 3365
190 / 195
ciao e benvenuto su M+ :-)

Riguardo il modello "Black Pearl", un primo consiglio: era meglio dare direttamente il link della Revell con le foto del modello, così da permettere una visione immediata delle sue caratteristiche a chi volesse intervenire qui.

Il link è questo, con una piccola galleria fotografica e viste più esaurienti sulla finitura del modello proposta dalla Revell. Cliccando sulla foto più grande, si ingrandisce a tutta pagina e si può scorrere le altre foto.

Si tratta di un modello ispirato ad una serie di film sui pirati dei Caraibi. La finitura (principalmente la colorazione), perciò, è di fantasia e non riferita ad una nave reale.

A vedere le foto, d'altra parte, il modello non sembra fatto male. Il problema principale nelle navi in plastica riguarda la resa dell'alberatura (la plastica tende a piegarsi) e delle manovre (che appunto, tirando, piegano gli alberi). In questo caso si direbbe che alberatura e manovre tengano bene lo sforzo, e quindi il giudizio su questo sarebbe positivo.

Anche le sartie (le scalette), benché di plastica, sono ben tese e l'aspetto mostra uno sforzo di realismo molto migliore di quello di tanti altri modelli passati.

Ci sono poi alcuni erroretti che, probabilmente, derivano direttamente dalla serie di film (io non la conosco, ma presumo sia così). Il più evidente, stando alle foto, è la presenza di due vele di fiocco (le vele triangolari sul bompresso, il primo albero inclinato in avanti a prua) e una di straglio (tra il trinchetto e la maestra) su uno scafo che è, invece senza alcun dubbio, quello di un galeone di almeno un secolo prima e che quindi non avrebbe mai mostrato questo tipo di vele. Manca, di contro, la vela di civada (rettangolare) sotto il bompresso, che invece c'era sempre (su un galeone).

Venendo alle manovre, noto che i bozzelli (di forma tondeggiante) sono corretti per un galeone, ma la colorazione è sbagliata. Forse la Revell lo ha fatto (o forse è così sul film, non lo so) per contrastare rispetto al nero di tutta la nave, ma in questo caso una parte delle manovre era nera perché impeciata per resistere all'umidità, in particolare tutti i bozzelli e tutte le manovre fisse (dormienti in gergo) che vanno ai bozzelli. Sono chiare invece le manovre che scorrono (correnti).

Per finire, la colorazione. Volendo riprodurre la nave del film, quindi in nero totale, la cosa migliore è utilizzare "neri" di varie tonalità, ovvero neri tendenti al marrone o tendenti al blu (mischiandoli con il rosso o con il blu) , per avere più varietà cromatica. In generale, lo scafo in opera morta (cioè sopra la linea di galleggiamento) sembra - nel modello - verniciato di nero oppure di marrone scurissimo, ma comunque con un lavoro (che presumo lungo e delicato, cioè con mano leggera) di passate a pennello secco in marrone più chiaro, per evidenziare la trama del legno. Tutto questo lavoro a pennello secco va fatto prima, ovviamente, di sistemare ogni altro dettaglio.

Lo scafo in opera viva (sotto la linea di galleggiamento) non mi sembra diverso, a dire la verità, almeno guardando tutte le foto. Io però suggerirei di trattarlo in modo da staccarlo un po' da quello di sopra, se non altro perché dovrebbe stare sott'acqua. Sarebbe opportuno, quindi, dargli, ad esempio, delle velature in vari toni di verde/bruno, più o meno "marcio", per simulare le incrostazioni di alghe.


Ho l'impressione che anche le vele siano state trattate allo stesso modo (nero, oppure marrone scurissimo, e ampie leggerissime passate di pennello secco con un tono più chiaro), altrimenti non  si vedrebbero così in evidenza le linee verticali dei ferzi (i teli che venivano cuciti assieme per comporre le vele). Si intende che qui il pennello deve essere morbidissimo e piuttosto largo.

Riguardo i dettagli in metallo brunito sullo specchio di poppa, non so se nel modello sono già forniti in questo colore. Comunque sia, il tetto dei giardinetti laterali, fatto a squame di pesce, si direbbe dipinto sempre con un fondo nero e varie passate di pennello secco con un tono bronzato.

La statua di prua davanti allo sperone probabilmente è dipinta in grigio chiaro, lavato con grigio scuro e poi ripassata a pennello secco con il bianco puro.

Questo è tutto per il momento. Se hai altre domande siamo qui.

buon lavoro e buon modellismo :-)

--
ciao
Marcello

Navi
Figurini
» 20/9/2018 12:29 Profilo


modelist Re: black pearl (revell)

Aspirante




Registrato dal: 19/9/2018
Interventi: 8
Da:


Offline  

 Livello: 1
0 / 19
21 / 21
7 / 9
ciao Marcello,
 grazie per la risposta !
ti confesso che, siccome sto cominciando (sono solo al mio quinto modello, e non ho particolare competenza in materia), alcuni suggerimenti o considerazioni, mi giungono completamente nuovi.
(ad esempio il riferimento alla velatura dei galeoni).

Un po' della mia storia di modellista :

Dopo anni di modellini di aerei fatti in plastica (praticamente l'85% dei modellini dell'Airfix), alcuni modelli di mezzi corazzati, e un paio di moto, ho deciso di intraprendere la via del legno ...

Ho cominciato con l'Amerigo Vespucci (fornitami da un mio amico) :




Poi ho continuato con la sezione maestra della Victory :




Quindi con un vascello del Mississippi :




E per ultimo con un Drakkar :




Per questo modello pensavo di utilizzare il legno per gli alberi e il filo nero o marrone scuro  per il sartiame, utilizzando il modello in plastica praticamente solo per quello che riguarda lo scafo e poco altro.

Per le colorazioni fatte finora, ho utilizzato degli acrilici (Maimeri) o delle tempere perchè sul legno hanno sempre avuto una resa per me più che ottimale (finora non ho avuto mai esigenze particolarmente "realistiche" ma ho puntato più sulla resa "globale")

Però mi rendo conto che non so fare quelle ombreggiature o sfumature che servono per rendere più realistico un modello ("passate a pennello secco" ... "dipinta in grigio chiaro, lavato con grigio scuro e poi ripassata a pennello secco con il bianco puro")

Immagino che per le passate a pennello secco non si debbano utilizzare quei colori già diluti che utilizzo io ma sia meglio utilizzarne altri, magari passati con una spugna ...

Mi rendo conto che il lavoro da fare è tanto ... però dalla mia posso mettere tanta volontà di imparare e tanta passione.

Accetto TUTTI  i suggerimenti e i consigli che mi potrai dare !

Grazie ancora

Luca
» 20/9/2018 16:20 Profilo


modelist Re: black pearl (revell)

Aspirante




Registrato dal: 19/9/2018
Interventi: 8
Da:


Offline  

 Livello: 1
0 / 19
21 / 21
7 / 9
Ciao Hoot e grazie per la risposta.

Ho apprezzato i cazziatoni e non mancherò di mettere la mia storia sulle presentazioni.

Come ho scritto a MArcello, mi manca un bel po' di esperienza sulle colorazioni "realistiche" :
p.e. quando parli di "lavaggi" e "drybrush" posso immaginare a cosa ti riferisci (più o meno) ma non a come viene fatto ...

In questo senso accetto consigli (anzi sono grato a chiunque volesse darmene)

Grazie ancora
Luca
» 20/9/2018 16:33 Profilo


Michele Raus Re: black pearl (revell)

Webmaster




Registrato dal: 19/7/2007
Interventi: 8682
Da: Trento


Offline  

 Livello: 62
19575 / 19575
9510 / 9527
43 / 436
Breve nota di servizio.
Quando pubblichiamo foto che non sono di nostra proprietà, dobbiamo citare il nome dell'autore e, se non lo conosciamo, scriviamo almeno la frase "foto pubblicata ad esclusivo scopo di discussione modellistica".
Questo per non incorrere in spiacevoli problemi di copyright.
Grazie

PS nel primo post la ho già aggiunta io d'ufficio



--
» 20/9/2018 17:45 Visita il mio spazio Profilo Visita il sito Web


marcellodandrea Re: black pearl (revell)






Registrato dal: 11/10/2010
Interventi: 3182
Da: Arezzo


Offline  

 Livello: 43
6472 / 6472
3355 / 3365
190 / 195
caro Luca, allora non sei esattamente un novellino. Ho guardato le foto dei tuoi modelli. Sul Vespucci, il battello del Mississipi e il drakkar  non posso dire niente, perché non li conosco (nel senso che non me ne sono mai occupato per farne un modello). Ma noto quella che mi sembra una lavorazione del legno molto buona nel battello a ruote, il che è un'ottima base di partenza per modelli più importanti.

Curiosità: il drakkar in che materiale è? legno?


Nella sezione della Victory noto dei dettagli che magari sono stati suggeriti dalle istruzioni, ma non sono corretti. Il più evidente è che i percorsi degli amantigli sono sbagliati. E' vero che le varie marine avevano dettagli differenti tra loro e da epoca a epoca, ma qui non vanno proprio bene. Basta che verifichi su un piano di costruzione corretto o banalmente sulle foto della nave vera. Sempre dalla nave vera noterai che il tronco maggiore (la parte bassa) era dipinto in giallo ocra, come le bande orizzontali sullo scafo. Non c'è niente di male nel non dipingere un modello in legno (molti lo fanno ed ha una sua logica per valorizzare il materiale), ma se dipingi lo scafo come era storicamente, poi è il caso che dipingi pure l'albero, ti pare?

Non mi dilungo, questo commento serve solo a farti notare che, se delle varie filosofie tutte legittime nel fare modelli di velieri antichi, adotti quella della correttezza storica (per quanto possibile, si capisce, nessuno è infallibile), allora un'occhiata alle fonti (modelli d'epoca, foto di navi conservate, quadri d'epoca, disegni d'epoca o almeno monografie con studi relativi) è opportuna. In questo caso (il Victory), bastava un'occhiata alle foto della nave-museo in Inghilterra.


PER IL RESTO RISPONDO IN CALCE ALLE TUE DOMANDE, QUI SOTTO:

Per questo modello pensavo di utilizzare il legno per gli alberi e il filo nero o marrone scuro  per il sartiame, utilizzando il modello in plastica praticamente solo per quello che riguarda lo scafo e poco altro.

E' UN'IDEA INTERESSANTE. E' COME HO FATTO IO PER IL BETHIA (POI BOUNTY) , LO TROVI NELLA CAMPAGNA 2016 RELATIVA AI MEZZI DI TRASPORTO.


Per le colorazioni fatte finora, ho utilizzato degli acrilici (Maimeri) o delle tempere perchè sul legno hanno sempre avuto una resa per me più che ottimale (finora non ho avuto mai esigenze particolarmente "realistiche" ma ho puntato più sulla resa "globale")

LE TEMPERE HANNO IL PICCOLO DIFETTO CHE IN ACQUA (UMIDITA') SI SCIOLGONO, MEGLIO EVITARE.

Però mi rendo conto che non so fare quelle ombreggiature o sfumature che servono per rendere più realistico un modello ("passate a pennello secco" ... "dipinta in grigio chiaro, lavato con grigio scuro e poi ripassata a pennello secco con il bianco puro"). Immagino che per le passate a pennello secco non si debbano utilizzare quei colori già diluti che utilizzo io ma sia meglio utilizzarne altri, magari passati con una spugna ...

IL PENNELLO SECCO E' ALTRIMENTI NOTO COME DRY-BRUSH. MA A ME NON PIACCIONO TUTTI QUEI TERMINI INGLESI CHE SI USANO NEGLI ARTICOLI PUBBLICATI SULLE RIVISTE DI MODELLISMO, SEMBRANO TRATTATI DI ALCHIMIA ESOTERICA  E NON AGGIUNGONO NIENTE ALL'INTERESSE, O ALLA RIUSCITA, DEL MODELLO. NEGLI ARTICOLI CHE SCRIVO IO LI EVITO :-)  IL PENNELLO SECCO LO PUOI FARE SOLO SE IL COLORE NON E' DILUITO. NORMALMENTE I COLORI MIGLIORI SONO GLI SMALTI (appunto non diluiti), EVENTUALMENTE MISCHIATI CON NORMALI COLORI AD OLIO, OPPURE OLI DA SOLI. IN QUALCHE CASO HO UTILIZZATO PURE COLORI ACRILICI, MA SOLO PER PICCOLE SUPERFICI (seccano subito e non si puo' lavorare a lungo) E SOPRATTUTTO CON COLORI ABBASTANZA PASTOSI (per esempio i Policolor in tubetto).

NO LA SPUGNA NON SAPREI, IL PENNELLO SECCO E' MEGLIO APPLICARLO, APPUNTO, CON UN PENNELLO MORBIDO E PIATTO, DI GRANDEZZA ADEGUATA. UNA VOLTA RACCOLTO IL COLORE, IL PENNELLO SI "SCARICA" PASSANDOLO UN PO' DI VOLTE SULLA CARTA, IN MODO CHE RIMANGA SOLO UNA QUANTITA' MINIMA DI COLORE. L'EFFETTO SUL MODELLO DEVE ESSERE MOLTO LEGGERO PER POTERLO CONTROLLARE. POI SE E' IL CASO SI RIPETE IL PROCESSO PIU' VOLTE PER AUMENTARE I CONTRASTI. (la spugna, meglio se di quelle piccole e fitte, si può usare in un'altra tecnica, la spugnatura, con colore molto diluito da applicare: il risultato è una serie di macchie irregolari, più o meno piccole e fitte; va benissimo per le zone rugginose o con vernice grattata via, ad esempio sui mezzi corazzati).

ciao e di nuovo buon lavoro :-)


--
ciao
Marcello

Navi
Figurini
» 21/9/2018 22:51 Profilo

Visualizza: 

Utenti online: 1 Utenti stanno visualizzando questa discussione
Ci sono 1 utenti online. [ Amministratore ] [ Staff ]
1 Utenti anonimi
0 Utenti registrati:
Stampa topic