Modellismo Più -- Forum
 
  Home Page   1/72 e dintorni   Aeronautica   Diorami & C.   Figurini & C.   Navi & C.   Veicoli civili   Veicoli militari   Modellazione 2-3D
Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!
Interface language
 
English Italiano

Translate page with Google
 

Menu principale
Home Page
Spazi personali
Ultimi aggiornamenti
Scegli spazio

Info ed uso sito
Norme utilizzo sito
Guida Editor
Domande frequenti
Mappa del sito
Guida Editor
Contattaci
Trova utenti
Link al nostro sito

Campagne
In essere
Concluse
Regolamento

Contenuti
Novità dal mercato
Visti per voi
Articoli
Guide
Da AFV Interiors
Schede tecniche
Storia
Utente del mese
Guide uso sito
Invia contenuto

Forum
I più recenti
I più letti
I più attivi
I più recenti (arg.)
I più letti (arg.)
I più attivi (arg.)

Tabelle colori
Le Gallerie di M+
Riferimento
Musei
Campagne
Album personali
Mostre
Box art
Altro
App carica Foto

M+ goes Social
Facebook

Glossario
Invia definizione
Richiedi definizione

Download
Invia
Club
Utility
Istruzioni
Più scaricati

Mostre
Indice
Mostre in essere
Mostre passate

Shopping su Amazon
Sapevi che acquistando su Amazon puoi aiutare M+?

Ricerca
Sito: (Avanzata...)
Gallerie: (Avanzata...)
Tabelle colori:

Riviste:

Monografie:

Negozi di modellismo:
Musei:

M+ Shop locator

Chi è online
Visitatori:264
Utenti registrati:5
M+ Club chat:
Utenti on-line:269
 Utenti registrati:6769

Utenti collegati:
Tomcat71
spillone
lJUCA73
Elgabro
AAV7
Ultime visite:
Ace da 5'
lagu da 18'
jEnrique61 da 19'
Nicola Del Bono da 19'
lowland da 27'
Vampire51 da 31'
Cesko da 34'
campo da 37'
ABC da 42'
Oberst_Streib da 43'
silver56 da 43'
Hoot da 48'
Michele Raus da 51'
izzuB da 52'
Silvano da 54'
Luciano Maffeis da 54'
ciaosonmi da 55'
wazovski da 1h 3'
nightfly da 1h 4'
ghello da 1h 5'

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
/  Indice forum
   /  Veicoli militari
/  Ancora sui fustini
Stampa topic 
Visualizza: 

sherman Ancora sui fustini

Generale di divisione




Registrato dal: 12/11/2004
Interventi: 2880
Da: Firenze


Offline  

 Livello: 42
0 / 6043
3569 / 3569
74 / 186
Roberto,
ho trovato la copia di un articolo, apparso anni fa non ricordo se sul Notiziario IPMS USA oppure su MVCC Newsletter (controllerò con calma). Non so se può interessare, ma ne traduco alcune parti.
Le truppe britanniche avevano catturato nell’estate 1940 (ritengo in Francia) molti fustini tedeschi da 20 litri e, oltre a decidersi a riprodurli in serie, ne fornirono alcuni all'US Quartermaster General. Le valutazioni di questo ufficio statunitense furono molto positive: facilità di trasporto e di immagazzinamento, robustezza, leggerezza, maneggevolezza, nessun accessorio necessario. La Motor Transport Division del Quartermaster richiese lo svluppo di una versione tutta americana. Il fustino tedesco era facilmente stampabile da parte di piccole officine, ma gli americani volevano una produzione ancora piú veloce e una capacità del contenitore di 5 US gallon (gallone americano, diverso da quello inglese; 5 galloni sono pari a 18.93 litri). Il cambiamento maggiore riguardò lo stampaggio di tre diverse parti invece delle due del modello tedesco, quasi identiche tra loro e saldate sul bordo. Nel modello americano le tre parti erano assemblate una sull’altra, con l’ultima, formante il fondo, ribattuta, con un sistema ripreso da un precedente tipo di contenitore. Venne invece conservata la maniglia divisa in tre parti, in modo da permettere il trasporto da parte di due uomini o lo scambio tra loro del fustino.
Nell’autunno del 1940 le forze armate statunitensi firmarono contratti con quattro aziende per iniziare la produzione in serie. I dati della produzione del 1941 e del 1942 non sono disponibili, ma il totale del triennio 1943-1945 è di 22.443.000 fustini, 2.528.944 dei quali presso uno stabilimento realizzato in Gran Bretagna.
Poco dopo lo sbarco in Normandia si ebbe un calo delle scorte di contenitori disponibili e per questo motivo furono richiesti e ricevuti milioni di fustini britannici, quasi identici al modello tedesco.
Il modello tedesco e inglese pesava 11 ½ libbre (5,23 kg) vuoto e 44 libbre (19,96 kg) pieno, mentre quello americano rispettivamente 10 (4,54 kg) e 40 (18,15 kg). Il tipo di produzione scelto dagli Stati Uniti si rivelò ottimo, tanto che solo l’1 % dei fustini risultò avere perdite (nel qual caso la riparazione era semplice).
Nell’estate del 1942 apparve un fustino dedicato esclusivamente al trasporto di acqua, simile a quello per il carburante ma dotato di un diverso sistema di chiusura (piú grande e facilmente smontabile, per permettere una pulizia piú accurata dell’interno, specialmente quando venivano trasportate bevande come brodo, caffè, tea e  vino, almeno sul fronte italiano) e di una protezione interna antiruggine. Questo tipo di fustino fu prodotto in 6.544.000 esemplari entro il 1945.
Un fustino simile a quello tedesco fu prodotto su richiesta dell’U.S. Marines Corps a partire dal 1943.
L’articolo contiene alcuni disegni, che mostrano il fustino tedesco e inglese (con i rilievi di rinforzo a forma di X ma con un quadrato centrale) per carburante, quello per i Marines (rilievi a X con estremità aperte), quello americano per acqua (rilievi a X con estremità chiuse) e quello per carburante (simile, ma con chiusura piú piccola). Seguono i tre sistemi di chiusura e il tubo per versare il carburante.
Se ti servono, ti fornirò questi disegni.
Saluti,
Daniele

[ Modificato da sherman il 14/8/2006 10:38 ]
» 14/8/2006 10:03 Profilo


sabot65 Re: Ancora sui fustini

Generale di divisione




Registrato dal: 10/5/2004
Interventi: 4492
Da: Mestre (VE)


Offline  

 Livello: 49
0 / 9462
5151 / 5151
185 / 256
Caspita, non avrei mai pensato che una semplice tanica di lamiera avesse richiesto tanto studio e preparazione....e ancor meno che suscitasse tanto interesse negli storici e nei modellisti :-o

--
 
Gaetano Pisano Matr. M+ 102
» 14/8/2006 10:16 Profilo


sherman Re: Ancora sui fustini

Generale di divisione




Registrato dal: 12/11/2004
Interventi: 2880
Da: Firenze


Offline  

 Livello: 42
0 / 6043
3569 / 3569
74 / 186
Ho modificato il mio post.
L'ho indirizzato a Roberto perchè aggiorni, se lo riterrà utile, il suo bell'articolo dedicato ai fustini (io continuo a chiamarli taniche o canistri), ma naturalmente sarà il benvenuto chiunque potrà aggiungere altre informazioni.
Sto cercando notizie in merito alle taniche italiane, ma per il momento non ho novitá .
Ancora saluti,
Daniele
» 14/8/2006 10:43 Profilo


robc Re: Ancora sui fustini

Colonnello




Registrato dal: 24/10/2004
Interventi: 1020
Da:


Offline  

 Livello: 28
0 / 2065
1761 / 1761
20 / 87
Grazie Daniele! Appena scopro come si fa a modificare un articolo già postato provvedo ad integrare... infatti avevo tralasciato di parlare delle taniche GB e USA proprio perchÈ non avevo molto materiale in proposito.

--
» 14/8/2006 11:45 Profilo


sherman Re: Ancora sui fustini

Generale di divisione




Registrato dal: 12/11/2004
Interventi: 2880
Da: Firenze


Offline  

 Livello: 42
0 / 6043
3569 / 3569
74 / 186
Ciao Roberto,
continuo a cercare.
Alla prossima,
Daniele
» 14/8/2006 11:58 Profilo


Raffa Re: Ancora sui fustini

Coordinatore




Registrato dal: 25/5/2004
Interventi: 826
Da: Bergamo


Offline  

 Livello: 25
0 / 1573
1557 / 1557
60 / 73
Carissimo Daniele, mi accodo al post di Gaetano per esprimere stupore e ammirazione alla messe di notizie che hai fornito su di un semplice "canestro". Mi sento sempre piú inadeguato del far parte di questo meraviglioso forum. Nel ringraziarTi infinitamente saluto carissimamente Gaetano, Te e Roberto augurando a voi ed agli amici del forum un bellissimo ferragosto.
Cordiali saluti. Raffaele. :-) :-) :-) :-) :-) :-)

--
 


I miei album >>QUI<<
» 14/8/2006 13:33 Profilo


sherman Re: Ancora sui fustini

Generale di divisione




Registrato dal: 12/11/2004
Interventi: 2880
Da: Firenze


Offline  

 Livello: 42
0 / 6043
3569 / 3569
74 / 186
Grazie Raffaele, ma non esagerare. In molti, chi piú chi meno, contribuiscono a M+.
Magari c'è da dire che siamo in pochi "pronti al pezzo" in questo periodo, per ovvi motivi, ma gli altri troveranno un bel po' di nuovi post al loro rientro dalle vacanze.
Per curiosità ho controllato sul dizionario (Devoto Oli), risultano i vocaboli tanica (piú corretto) e canister (dall'inglese, a sua volta derivato dal latino, non perchè gli antichi romani agganciassero già le taniche ai loro carri, ma perchè canistrum o canister sta per canestro, contenitore). Per pareggiare il conto con gli inglesi, tanca e, piú moderno, tanica derivano da tank (nel senso di serbatoio, recipiente e non di carro armato).
Il vocabolo fustino è riferito solo al recipiente destinato a contenere detersivi, ma su altri dizionari potrebbe essere diverso.
Non ho trovato canistro, ma d'altra parte altri termini usati sui manuali italiani possono apparire strani, come (vado a memoria) cupolotto, montatoio, torretta fissa.
Ciao a tutti,
Daniele
» 14/8/2006 13:59 Profilo


robc Re: Ancora sui fustini

Colonnello




Registrato dal: 24/10/2004
Interventi: 1020
Da:


Offline  

 Livello: 28
0 / 2065
1761 / 1761
20 / 87
Oh, un altro che si affida al "Devoto-Oli"... ;-)

Tutte le volte che scrivo "fustino" mi viene in mente il ma l'ho visto piú volte ed è l'unico termine totalmente italiano per indicare i "piccoli fusti" di benzina. Tenete conto che finchÈ non si è cominciato a produrre detersivi in piccoli contenitori cilindrici (piccoli fusti, appunto) molto anni dopo, il problema non si poneva... ah, le innovazioni tecnologiche! :-P

Il termine "canistri" invece è derivato all'epoca dall'originale tedesco "kanister", come spesso accade senza la minima idea della sua etimologia latina, in un'epoca in cui si tendeva a tradurre in italiano qualsiasi vocabolo straniero, compresi i nomi propri di persona (senza contare che il termine restava pressochÈ identico a quello nella lingua dell'alleato).

--
» 14/8/2006 14:54 Profilo


sherman Re: Ancora sui fustini

Generale di divisione




Registrato dal: 12/11/2004
Interventi: 2880
Da: Firenze


Offline  

 Livello: 42
0 / 6043
3569 / 3569
74 / 186
Ciao Roberto,
aspettavo il tuo post.
In ufficio ho il Devoto Oli, a casa lo Zingarelli e il Garzanti. Alcune differenze ci sono, d'altra parte l'italiano è fatto così.
Aggiungo che il canister inglese è stato presto abbreviato in can e che furono gli americani a chiamare le taniche (o fustini) jerry-can, traduciibile (letterariamente e non letteralmente) la tanca del tedescastro.
Che buffo, canister e Kanister derivati dal latino, tanca (utilizzato in particolare per gli aerei) e tanica dall'inglese.
Ciao, siamo d'accordo per il resto (vedi e-mail),
Daniele
» 14/8/2006 15:12 Profilo

Visualizza: 

Utenti online: 1 Utenti stanno visualizzando questa discussione
Ci sono 3 utenti online. [ Amministratore ] [ Staff ]
3 Utenti anonimi
0 Utenti registrati:
Stampa topic