Modellismo Più -- Forum
 
  Home Page   1/72 e dintorni   Aeronautica   Diorami & C.   Figurini & C.   Navi & C.   Veicoli civili   Veicoli militari   Mostre & C.
Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!
Shopping su Amazon
Sapevi che acquistando su Amazon puoi aiutare M+?

Menu principale
Home Page
Spazi personali
Ultimi aggiornamenti
Scegli spazio

Info ed uso sito
Norme utilizzo sito
Guida Editor
Domande frequenti
Mappa del sito
Guida Editor
Contattaci
Trova utenti
Link al nostro sito

Campagne
In essere
Concluse
Regolamento

Contenuti
Novità dal mercato
Visti per voi
Articoli
Guide
Da AFV Interiors
Schede tecniche
Storia
Utente del mese
Guide uso sito
Invia contenuto

Forum
I più recenti
I più letti
I più attivi
I più recenti (arg.)
I più letti (arg.)
I più attivi (arg.)

Tabelle colori
Le Gallerie di M+
Riferimento
Musei
Campagne
Album personali
Mostre
Box art
Altro
App carica Foto

M+ goes Social
Facebook
Twitter

Glossario
Invia definizione
Richiedi definizione

Download
Invia
Club
Utility
Istruzioni
Più scaricati

Mostre
Indice
Mostre in essere
Mostre passate

Ricerca
Sito: (Avanzata...)
Gallerie: (Avanzata...)
Tabelle colori:

Riviste:

Monografie:

Negozi di modellismo:
Musei:

Interface language
 
English Italiano

Translate page with Google
 

Chi è online
Visitatori:218
Utenti registrati:0
M+ Club chat:1
Utenti on-line:218
 Utenti registrati:6448

Ultime visite:
gigitank da 39'
stefanoc da 43'
Oppiogod da 1h 4'
2S6M da 1h 4'
stephaneT da 1h 7'
marcoaurelio da 1h 11'
Icepol da 1h 11'
matte da 1h 35'
marcellodandrea da 1h 39'
Lupo da 1h 49'
Francesco92 da 1h 51'
Corvo da 1h 53'
Hoot da 1h 53'
grimdall da 1h 54'
enrico63 da 1h 58'
alberto66 da 1h 58'
Barbara da 1h 59'
ste74mi da 2h 3'
lillino da 2h 4'
Fabio da 2h 5'

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
/  Indice forum
   /  Veicoli militari
/  Somua S.35 R.E.
Stampa topic 
Visualizza:  Vai a ( Pagina precedente | 1 | 2 | 3 )

mario Re: Somua S.35 R.E.

Tenente Colonnello




Registrato dal: 22/5/2006
Interventi: 403
Da: Roma


Offline  

 Livello: 18
751 / 751
991 / 994
31 / 45
Riapro questo vecchio topic per chiedere se esistono informazioni più recenti in merito ai carri Somua del RE.
Esistono altre foto che rappresentino il possibile simbolo dell' "elefantino" o è nota solo quella di Napoli - di dubbia attribuzione.
A qualcun altro oltre a me sembra che il carro in secondo piano abbia forse una mimetizzazione a grosse chiazze con andamento verticale?
ciao a tutti
Mario
» 23/10/2018 16:51 Profilo


mario Re: Somua S.35 R.E.

Tenente Colonnello




Registrato dal: 22/5/2006
Interventi: 403
Da: Roma


Offline  

 Livello: 18
751 / 751
991 / 994
31 / 45
Ho provato a di interessare gli amici di Missing Lynx alla questione, ma finora senza successo:
https://www.tapatalk.com/groups/missinglynx/somua-s35-in-italy-t317106.html
» 26/10/2018 15:18 Profilo


mario Re: Somua S.35 R.E.

Tenente Colonnello




Registrato dal: 22/5/2006
Interventi: 403
Da: Roma


Offline  

 Livello: 18
751 / 751
991 / 994
31 / 45
Ciao a tutti,
pubblico qui le informazioni che ho raccolto finora, consultando diversi libri, ma trovando informazioni utili solo in:
La meccanizzazione dell’esercito fino al 1943
Gli autoveicoli da combattimento del Regio Esercito Italiano fino al 1943 Volume II
...come il diamante! - Storia dei carristi italiani 1943-45

Cappellano/Pignato indicano 32 carri ricevuti, di cui indicano 32 targhe, più una possibile:
“Impiego tattico
Teoricamente, quello dei carri M. I carri SOMUA (indicati come ACM 1936) furono immatricolati con i numeri 4401, 4402, 4403, 4404, 4405, 4406, 4407, 4408, 4409, 4410, 4421, 4437, 4438, 4439, 4549, 4550, 4551, 4552, 4553, 4554, 4555, 4556, 4557, 4558, 4559, 4560, 4561, 4562, 4563, 4564, 4565, 4566 e 5145(?) a partire dal 15 marzo 1941. Essi equipaggiarono il CC battaglione del 131 o Reggimento dal giugno 1941, che dopo l'addestramento di base fu trasferito nel Veneto nel successivo luglio. Dislocato in Sardegna con circolare del 15 dicembre 1941, il CC passe poi, dal 20 settembre 1942, al 32° Rgt Carri del XIII Corpo d'Armata, per essere poi inserito nel Raggruppamento motocorazzato del Colonnello Scalabrino. Fu disciolto il 2 ottobre 1944.”

Ceva/Curami riproducono un documento che ne indica come consegnati 33 nel 1941 (si tratta comunque di un inventario generale dei corazzati disponibili durante la guerra).

Cappellano/Pignato indicano:
“E’ in corso la spedizione di un esemplare di ognuno dei tipi dei carri di cui (stiamo parlando quindi dei carri R.35, B1 bis e Somua S.35) sopra presso la Direzione del Servizio Automobilistico – viale del Pinturicchio – Roma”
Che il CC era partito il 15 settembre 1941 per la Sardegna.
Ed inoltre:
“Poco ci è pervenuto sui carri B 1 bis, se non che essi trovarono impiego per esperimenti su ostacoli anticarro alla scuola Centrale del Genio di Civitavecchia sino dall’8 novembre 1941 (2 esemplari non molto efficienti, di cui uno senza torretta). Ulteriori esperimenti con tutti i carri in uso uso (B. 1 bis e SOMUA compresi) terminarono il 24 maggio 1943.”

Due delle foto riprodotte in questo libro hanno le seguenti didascalie:
“Carro armato SOMUA (Arsenale Esercito di Napoli via M.S.I.G.)” e
“Modifiche apportate in Italia al caricamento esterno del carro S. 35”

Da Storia militare 43 sappiamo che il CC era dislocato dal 25 dicembre 1941 in la Sardegna.

In rete ho trovato la riproduzione di un documento dell’8 Ottobre 1943 del generale utili che indica come esistenti “btg. Carri Somua (ex francesi): non ha organico. Si tratta di 26 carri, in pessime condizioni.”

Corbatti/Nava
Fornisce ulteriori informazioni sull’impiego del CC battaglione in Sardegna e riproduce un documento anglo-americano che riporta “Issued to units: 36 carriage, revolving, for car “Somua” 47/32 mm”.
E inoltre questo passaggio di difficile interpretazione:
“Qualche novità si registrava tuttavia alcuni mesi più tardi e precisamente il 1 aprile, quando - in ottemperanza al f.°2753/B/Ord. in data 13.3.1944 - il 32° Rgt. Carristi veniva ricostituito da parte del 132° Rgt . Carrisiti (si noti il cambio di denominazione, invece di fanteria carrista) con il conseguente mutamento dei numeri di battaglione e loro sedi. Per il rinato 32°, i reparti dipendenti risultarono così dislocati: il I "M" a Sanluri, il II "M" a Selargius, il III "Somua" a Delianova (Dolianova) , il IV Motomitraglieri a Perdiana (Serdiana) ed il V Gruppo semoventi da 75/18 a Sanluri.

Dal Diario Storico del rinato 132°, ne apprendiamo in tanto la forza: 81 ufficiali, 155 sottufficiali, 805 truppa. La disponibilità in fatto di carri era:
- I btg. carri "L': 43 carri armati L.35, 2 autovetture, 4 autocarri e 5 motocicli;
- II btg. carri "L': 49 L.35, 3 autocarri e 22 bighe;
- il Motomitraglieri: 1 fucile mitragliatore, 55 mitragliatrici, 72 motocarrelli e 69 motocicli.
Entrambi i Reggimenti furono successivamente inquadrati nella ricostituita (11 maggio 1944) Divisione "Granatieri di Sardegna”. A seguito di ciò, al giugno 1944, il R. Esercito ancora poteva allineare:
- il 32° Rgt. carristi su:
- I battaglione carri "M" (ex XVI);
- II btg. carri "M" (ex XVIII);
- III btg. carri L. (ex CC Somua/33° di Parma)”

Quindi:
• almeno 1 carro era in spedizione per Roma;
• almeno un carro era a Civitavecchia fino al 24 maggio 1943 (che almeno un Somua si fosse effettivamente trovato a Civitavecchia è confermato anche da una didascalia del libro di Ceva/Curami che indica Civitavecchia come la località in cui è stata scattata la fotografia);
• forse una traccia di Somua a Napoli si può leggere nella didascalia del libro di Cappellano/Pignato.

ma non ho altre traccie di carri Somua a Napoli.
• almeno un carro era stato lievemente modificato con il caricamento esterno di vanga e piccone, modifica comunque non visibile in alcuna delle foto conosciute, quindi forse rimasta sperimentale.

Ritengo probabile che tale modifica avvenisse a Roma.
Inoltre che almeno due carri Somua fossero a Roma è testimoniato anche dalla didascalia di questa foto trovata online:

Qui (stranamente) mi sembra mimetizzato con livrea a due toni, similmente al carro in secondo piano fotografato a Napoli!
• non si sa con certezza quanti carri fossero stati inviati in Sardegna, ma sembrerebbe non tutti.
• sembrerebbe che ad aprile 1944 questi carri, comunque in condizioni non buone, non fossero più disponibili per il R.E..
• non c’è traccia di cessione di questi veicoli alle forze armate della Francia Libera nell'articolo su Storia militare di Pignato (notizia forse confusa con la confisca dei mezzi italiani in Corsica riportata nel libro di Corbatti/Nava).
• dei carri operativi in Sardegna sono note solo queste due fotografie:


Nella prima foto forse si può riconoscere un contrassegno tattico (bicromatico?) sulla piastra laterale centrale della torretta); il faro anteriore destro sembrerebbe un'aggiunta italiana (oppure il faro anteriore destro presente su alcuni veicoli francesi, spostato dagli italiani), come l'antenna radio anteriore destra; sembra esserci una seconda antenna radio al centro del carro, sul lato destro e davanti alla cupola del capocarro c'è uno strano "triangolo", che non si trova nelle altre foto e sui carri francesi.
Nella seconda si identifica la sigla CC (200°) sulla piastra posteriore sinistra della torretta, e forse una macchia scura sulla piastra anteriore sinistra (dove su altri carri si vede il simbolo del rinoceronte e, forse, dell'elefante); sicuramente manca il caricamento posteriore degli attrezzi da zappatore.
Entrambe riportano la data 1942 in didascalia, con località "Sardegna" per una e "Dolianova" (non Delianova) per l 'altra.

Sul sito http://www.lombardiabeniculturali.it/fotografie/schede/IMM-3g010-0019811/ è disponibile la foto:

localizzata con certezza a Napoli, e datata 13 maggio 1946.

Sul libro Militaria Wydawnictwo Militaria 395 sul Somua S35 è pubblicato questo profilo:


Sul libro "Fortini di Sardegna 1940-1943" di Daniele Grioni e Giuseppe Carro è pubblicata questa fotografia:


Ho contattato l'autore/tavolista di Militaria Wydawnictwo Militaria 395 e dice che l'unica documentazione fotografica che ha utilizzato per preparare il profilo a colori è stata proprio la fotografia dei due carri a Napoli.

A questo punto, cercando di arrivare a qualche conclusione:
1) mi sembra probabile che i due carri fotografati a Napoli fossero italiani;
2) l'insegna bianca dei due carri fotografati a Napoli (forse un'elefante, forse due elefanti, forse altro) è supportata dalla fotografia del un plotone di carri Somua italiani con l'insegna del rinoceronte. Quindi è possibile/probabile che, almeno per un certo periodo, alcuni Somua avessero come distintivo "un grosso mammifero/dei grossi mammiferi".

Spero in qualche vostro input.

Mario
» 29/10/2018 11:03 Profilo


Barbarigo Re: Somua S.35 R.E.

Generale di corpo d'armata




Registrato dal: 5/5/2004
Interventi: 5343
Da: Legnano (MI)


Offline  

 Livello: 52
0 / 11315
5909 / 5909
233 / 291
 Ti seguo con molto interesse, Mario.
Stai trovando una "miniera d'oro" di informazioni.

Paolino

--

» 31/10/2018 16:12 Profilo Visita il sito Web


mario Re: Somua S.35 R.E.

Tenente Colonnello




Registrato dal: 22/5/2006
Interventi: 403
Da: Roma


Offline  

 Livello: 18
751 / 751
991 / 994
31 / 45
Modifico il mio posto di sopra. Dalla foto i Somua a Roma -Pietralata sono (almeno) due.
» 31/10/2018 17:51 Profilo


mario Re: Somua S.35 R.E.

Tenente Colonnello




Registrato dal: 22/5/2006
Interventi: 403
Da: Roma


Offline  

 Livello: 18
751 / 751
991 / 994
31 / 45
Un mio caro amico mi ha inviato una nuova fotografia di un Somua italiano:

e soprattutto una corrispondenza con il compianto dottor Pignato sui due Somua di Napoli, risalente al 2009:
Gentilissimo Sig. xxx,
grazie per la segnalazione. Si trattava di mezzi avviati alla rottamazione.
Nel '46 il ferro era prezioso. E così se ne sono andati i cimeli più rari.
Cordial saluti ed ancora auguri.
NP

A presto
Mario
» 6/11/2018 14:19 Profilo


Nicola Del Bono Re: Somua S.35 R.E.

Generale di divisione




Registrato dal: 24/5/2005
Interventi: 3176
Da: Roma


Offline  

 Livello: 43
6471 / 6471
3642 / 3645
184 / 195
Grazie ancora Mario...

Direi quindi che possiamo tutti convenire su Napoli e sul 1946....si desume quindi che un aliquota (solo 2?) dei Somua sia stata immatricolata, con tanto di insegne (e grandi "mammiferi") a Napoli ma poi non sia stata mai stata inviata in Sardegna...

Mi sembra poco plausibile immaginare che dei nostri Somua possano essere rientrati a Napoli dalla Sardegna (e a nostro carico) dopo l'armistizio per rimanere in attesa di rottamazione sino al 1946....che io sappia il materiale di stazza in sardegna e corsica fu ovviamente requisito dagli alleati (inclusi i francesi) e nessun carro - inclusi gl iitlaici M - fu mai riconsegnato al Regio Esercito (almeno sino al 1946)..

Purtroppo il sito della regione lombradia non è attivo al momento...occorerebbe sapere se colui che ha fatto la tavola possiede una foto in alta definizione, perchè quella in nostro possesso è alquanto sgranata...da dove abbia poi ipotizzato il giallo è anche da capire...ad ogni modo non mi sembra che il rettangolo di identificazione da lui ipotizzato (giallo e nero) sia corretto..a mia conoscenza la nostra araldica prevedeva i seguenti (come da tavola pubblicata su zimmerit):










--


"il concetto di dimostrabilitá   è piú ristretto di quello di veritá  " Hofstadter. "Non abbiate paura" Giovanni Paolo II Per mie gallerie clicca: QUI
 
» 7/11/2018 13:53 Visita il mio spazio Profilo


Nicola Del Bono Re: Somua S.35 R.E.

Generale di divisione




Registrato dal: 24/5/2005
Interventi: 3176
Da: Roma


Offline  

 Livello: 43
6471 / 6471
3642 / 3645
184 / 195
 
Tra l'altro lo specchietto di cui sopra permette di identificare il somua di Villanova (nella bella foto in addestramento) come un carro comando di battaglione su due compagnie (tale quindi erail battaglione in questione). Dalla foto si evince pure che era un CR (carro Centro-radio) che effettivamente erano inquadrati di norma nel reparto Comando.

Como già segnalato le radio (e il complesso antenne) erano quelle Italiane, retrofittate..

ciao, Nicola 

--


"il concetto di dimostrabilitá   è piú ristretto di quello di veritá  " Hofstadter. "Non abbiate paura" Giovanni Paolo II Per mie gallerie clicca: QUI
 
» 7/11/2018 14:58 Visita il mio spazio Profilo


mario Re: Somua S.35 R.E.

Tenente Colonnello




Registrato dal: 22/5/2006
Interventi: 403
Da: Roma


Offline  

 Livello: 18
751 / 751
991 / 994
31 / 45
Ciao Nicola,
io ho riconsiderato la questione della requisizione dei mezzi italiani da parte di forze alleate / francesi in Sardegna: non ho trovato traccia scritta di ciò, mentre invece confermerei che sia avvenuto per i mezzi italiani in Corsica.
Reputo anche più probabile che i due Somua a Napoli fossero "rientrati" dalla Sardegna piuttosto che mai inviati (anche se è una considerazione che lascia il tempo che trova): forse in Sardegna non esistevano fonderie idonee al riciclo di piastre di metallo così spesse?
Una foto ad alta risoluzione sarebbe veramente utile.
La tavola polacca è chiaramente sbagliata per il simbolo tattico (e azzardata per l'araldica di reparto).
A presto
Mario
» 8/11/2018 11:12 Profilo

Visualizza:  Vai a ( Pagina precedente | 1 | 2 | 3 )

Utenti online: 1 Utenti stanno visualizzando questa discussione
Ci sono 4 utenti online. [ Amministratore ] [ Staff ]
4 Utenti anonimi
0 Utenti registrati:
Stampa topic