Modellismo Più -- Forum
 
  Home Page   1/72 e dintorni   Aeronautica   Diorami & C.   Figurini & C.   Navi & C.   Veicoli civili   Veicoli militari   Modellazione 2-3D
Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!
Interface language
 
English Italiano

Translate page with Google
 

Menu principale
Home Page
Spazi personali
Ultimi aggiornamenti
Scegli spazio

Info ed uso sito
Norme utilizzo sito
Guida Editor
Domande frequenti
Mappa del sito
Guida Editor
Contattaci
Trova utenti
Link al nostro sito

Campagne
In essere
Concluse
Regolamento

Contenuti
Novità dal mercato
Visti per voi
Articoli
Guide
Da AFV Interiors
Schede tecniche
Storia
Utente del mese
Guide uso sito
Invia contenuto

Forum
I più recenti
I più letti
I più attivi
I più recenti (arg.)
I più letti (arg.)
I più attivi (arg.)

Tabelle colori
Le Gallerie di M+
Riferimento
Musei
Campagne
Album personali
Mostre
Box art
Altro
App carica Foto

M+ goes Social
Facebook

Glossario
Invia definizione
Richiedi definizione

Download
Invia
Club
Utility
Istruzioni
Più scaricati

Mostre
Indice
Mostre in essere
Mostre passate

Ricerca
Sito: (Avanzata...)
Gallerie: (Avanzata...)
Tabelle colori:

Riviste:

Monografie:

Negozi di modellismo:
Musei:

M+ Shop locator

Chi è online
Visitatori:273
Utenti registrati:0
M+ Club chat:
Utenti on-line:273
 Utenti registrati:6880

Ultime visite:
Ettore da 1h 17'
Michele Raus da 4h 28'
jEnrique61 da 4h 28'
giulio_mattei da 4h 29'
anto93 da 4h 44'
Silvano da 4h 57'
euro da 4h 59'
Hoot da 5h 1'
Mirco da 5h 3'
combatmedic11 da 5h 10'
sandro da 5h 16'
GP1964FG da 5h 28'
alfredo da 5h 33'
paolo.u da 5h 35'
galimba da 5h 38'
ta152h da 5h 40'
martelli62 da 5h 41'
stephaneT da 5h 48'
Undicesimo da 5h 52'
Fabrizio1966 da 5h 57'

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
/  Indice forum
   /  Egeo 2021
/  cacciatorp Muavenet-i Milliye 1915, autocostr 1/350
Stampa topic 
Visualizza:  Vai a ( Pagina precedente | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 7 | Pagina successiva )

frank1959 Re: cacciatorpediniere Muavenet-i Milliye 1915, autocostr 1/

Colonnello




Registrato dal: 28/12/2018
Interventi: 805
Da: Genova


Offline  

 Livello: 25
1571 / 1571
815 / 825
39 / 73
Bellissimo soggetto e storia molto interessante.
Seguo con attenzione e ammirazione per i tuoi lavori.
Francesco
» 27/1/2021 18:22 Profilo


MZ1958 Re: cacciatorpediniere Muavenet-i Milliye 1915, autocostr 1/

Capitano




Registrato dal: 18/1/2020
Interventi: 140
Da: Monteleone d'orvieto


Offline  

 Livello: 10
244 / 244
165 / 168
20 / 22
marcello ciao.

allora il timome di prua per manovre in bacini ritretti o
per bordare in modo anomalo era estraibile tramite un sistema manuale di manovelle, come da sotto disegno

la sua ruota di manovra in coperta poteva in caso di collasso timonera ponte comando,
essere dopo necessario scambio catene collegamento usata anche per manovrare timone di poppa.

naturalmente si poteva a scelta manovrare solo uno dei due timoni.
sotto in verde percorso catena collegamento timome posteriore a ponte comando


siluri.
siluri di ricarica erano immaggazzinati in doppio fondo prua sotto glli alloggi del equipaggio.

tramite sistrema di carrucole e catene si issavano fino al soffitto del alloggio sottoufficiali a prua sopra quello del equipaggio dove a tale soffitto vi era una mono-rotaia  che portava il siluro verso l apertura della murata di ponte prua a ponte nave.

li vi era un passo uomo o meglio detto un portello ovale stagno che comunicava con esterno - vedi freccia verde orizzontale.



li rotaia finiva al interno parete del soffitto.
in quel momento il siluro sporgeva per 2/5 da tale apertura e veniva appoggiato
su un carrello in coperta che a sua volta scorreva su un doppio binario (sotto nel disegno in rosso).
siluro veniva fissato al carrello tramite due cinture d acciaio e spinto a mano verso
il tubo lancia siluri da ricaricare.



tale carrello era composto da una parte inferiore ruotata fissa su cui sopra vi
era una sella girevole su cui era fissato il siluro trasportato






» 27/1/2021 20:48 Profilo


marcellodandrea Re: cacciatorpediniere Muavenet-i Milliye 1915, autocostr 1/






Registrato dal: 11/10/2010
Interventi: 3966
Da: Arezzo


Offline  

 Livello: 47
8362 / 8362
4339 / 4345
138 / 234

ciao MZ, grazie per le ulteriori precisazioni. :-)

Dunque se capisco bene la parte al di sotto del ponte di castello non era aperta, bensì chiusa con una paratia completa. In questa paratia si aprivano due portelli, ai due lati del volano che costituiva il comando del timone di prora. Il portello di sinistra (guardando verso proravia) era in corrispondenza con le rotaie e serviva a far uscire il siluro che veniva quindi caricato sul carrello all'esterno del portello. Il portello o passo uomo a destra serviva evidentemente solo all'equipaggio.

Sul mio disegno non c'è traccia del carrello e non lo vedo nelle fotografie d'epoca. Tu hai un disegno o una foto di questo carrello? Per quanto la scala sia piccola, mi sembra di capire che il carrello era sempre all'esterno e quindi dovrei metterlo sulle rotaie.

L'unica traccia di una parete chiusa l'ho trovata, nelle mie foto, in questo modello turco del Muavenet. In precedenza non l'avevo notata, la foto originale è molto più scura ed era tutto nero... Però mi pare di vedere che manchi il volano centrale (dovremo discutere in futuro dei colori...).

(ritaglio di foto: modello turco del Muavenet-i Milliye)



Una volta chiarito definitivamente l'aspetto di questa parte della nave, dovrò chiederti una mano anche per capire come erano i fumaioli, quanti tubi delle caldaie c'erano per esempio e che tipo di copertura avevano perché di nuovo non ci sono questi dettagli nei miei disegni.

E per finire, dovrò capire anche se c'era un antisdrucciolo sui ponti che fosse visibile a questa scala (tipo quelli a tacche di ca. 30 cm ognuna sui cctt italiani). Ma nelle foto ravvicinate non vedo nulla, il ponte sembra del tutto liscio. Mi sembra strano, i ponti dovevano essere perennemente bagnati su queste navi e quindi forse un antisdrucciolo poteva essere utile, ma in effetti non lo vedo.

Ma ne parleremo più avanti.

Per ora grazie davvero dei tuoi interventi !!!  :-)

--
ciao
Marcello




INDICE realizzazioni (w.i.p.) Marina Italiana sul forum M+

I miei modelli:
Navi
Gallerie M+
ultimo cantiere: nave da esplorazione Stella Polare 1899

» 27/1/2021 21:39 Profilo


MZ1958 Re: cacciatorpediniere Muavenet-i Milliye 1915, autocostr 1/

Capitano




Registrato dal: 18/1/2020
Interventi: 140
Da: Monteleone d'orvieto


Offline  

 Livello: 10
244 / 244
165 / 168
20 / 22
Normal 0 21 false false false DE X-NONE X-NONE /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Normale Tabelle"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin-top:0cm; mso-para-margin-right:0cm; mso-para-margin-bottom:8.0pt; mso-para-margin-left:0cm; line-height:107%; mso-pagination:widow-orphan; font-size:11.0pt; font-family:"Calibri",sans-serif; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-fareast-language:EN-US;}

Marcello ciao.
Allora sperando il pc non mi tradisca per ennesima volta riscrivo per ennesima volta quanto segue.

1-    Domanda,
se spazio tra coperta principale e sotto ponte del copertino di prua era aperto:

NO,
tra le due parti vi era una parete chiusa - vedi disegno sotto linea rossa

Tra i due ambienti vi era come passaggi, al lato del timone di prua -posto al centro al esterno.

I passaggi erano due porte stagne, per passaggio personale e inoltre dalla porta destra vedendo da prua, per passaggio dei siluri di ricarica da stiva a ponte esterno.

vedi percorso siluri di ricarica - freccia verde



non dimentichiamo che tali torpediniere erano unita molto bagnate.
cioe erano progettate per essere piu basse possibili a livello del acqua.

inoltre progettate per navigare in mari tempestosi come quelli del nord europa.
tutto ma tutto quello che collegava esterni a interni era collegato solo da passaggi a chiusura ermeticamente stagna.

un esempio della eccezzionale tenuta im mari difficili rappresenta che i sommergibili di allora
sono stati creati e progettati sulle esperienze fatte in mare di tale tipo di navi.

anche il progettista dei nostri primi sommergibili, cesare laurenzi, progetto i sommergibili italiani su tali studi, vedi esempio tutti i sommergili della regia fino alla clsse F del 1916 inclusa.
vedendo le forme si riconoscono stesse linee tecniche.

molti degli equipaggi di sommergibili tedeschi ww1,
provenivano da personale delle torpediniere.




vedi sotto suo libro - leggendolo si chiarira molto sulla tecnica.





sotto uno schemino di come era suddivisa la parete.



» 29/1/2021 16:01 Profilo


euro Re: cacciatorpediniere Muavenet-i Milliye 1915, autocostr 1/

Legatus Legionis




Registrato dal: 24/1/2007
Interventi: 12613
Da: Taranto


Offline  

 Livello: 69
27834 / 27834
13389 / 13423
545 / 566
la cura  e l'attenzione per la ricerca storica che fai per la realizzazione dei tuoi gioielli è incredibile , io assisto sempre ammirato!!!


--
 
:-P Vincenzo

Se vuoi vivere momenti di puro terrore visita la vera galleria degli orrori:-P la mia galleria

 

Matricola    M+ 2349
» 29/1/2021 16:42 Profilo


MZ1958 Re: cacciatorpediniere Muavenet-i Milliye 1915, autocostr 1/

Capitano




Registrato dal: 18/1/2020
Interventi: 140
Da: Monteleone d'orvieto


Offline  

 Livello: 10
244 / 244
165 / 168
20 / 22
sempre ciao marcello.
domanda tua
Il portello di sinistra (guardando verso proravia) era in corrispondenza con le rotaie e serviva a far uscire il siluro che veniva quindi caricato sul carrello all'esterno del portello. Il portello o passo uomo a destra serviva evidentemente solo all'equipaggio.


risp.
tutte e due portelli stagni erano per equipaggio,
inoltre quello di desta era "anche" per far passare i siluri ricarica al esterno.
un solo portello per tutti gli uomini era troppo poco e pericoloso.
inoltre da disegno sotto vedi che al interno nave - linea rossa 
era al centro la colonna sostegno del cannoncino di prua.





poi vedendo bene sotto, ho cercato schematicamente di dare un idea della parte di prua.



» 29/1/2021 20:30 Profilo


MZ1958 Re: cacciatorpediniere Muavenet-i Milliye 1915, autocostr 1/

Capitano




Registrato dal: 18/1/2020
Interventi: 140
Da: Monteleone d'orvieto


Offline  

 Livello: 10
244 / 244
165 / 168
20 / 22
tua domanda.
Sul mio disegno non c'è traccia del carrello e non lo vedo nelle fotografie d'epoca. Tu hai un disegno o una foto di questo carrello?

piu o meno era cosi.



il carrello aveva una base con 4 coppie di ruote.
su tale base vi era una sella su cui andava il siluro a sua volta assicurato con 2 cinghie di acciaio.
tale sella poteva essere poi rirata su suo asse quando si arrivava al punto di caricamento del tubo lancia siluro in questione.



in coclusione si tenga conto per portare siluro in coperta su carrello:
- aprire pavimenti ( bottole) del locale equipaggio e steso al piano sopra del locale sottoufficiali.
- issare con carrucole da stiva a soffitto locale superiore dei sottoufficiali.
- agganciare siluro a rotaia posta a tale soffitto
- far scorrere siluro fino a porta stagna di collegamento.
- far poggiare il siluro su carrello.
- far arrivare il carrello in coperta fino al tubo lancio previsto.
- poi manovra molto colplessa caricare.

questo tutto naturalmente
-- a forza di braccia,
- in alto mare magari molto agitato e
- magari di notte
- senza luci visto che la notte era solitamente il miglior momento di azione delle torpediniere
- e sicuramente anche sotto il fuoco di navi avversarie molto piu grosse, visto che la ricarica si faceva    
  dopo aver usato quanto gia vi era prima..

direi un lavoro eccezzionale se un tempo medio di tutto era sui 6 minuti.
» 29/1/2021 20:49 Profilo


MZ1958 Re: cacciatorpediniere Muavenet-i Milliye 1915, autocostr 1/

Capitano




Registrato dal: 18/1/2020
Interventi: 140
Da: Monteleone d'orvieto


Offline  

 Livello: 10
244 / 244
165 / 168
20 / 22
tua domanda:
dovrò capire anche se c'era un antisdrucciolo sui ponti

risp.
si come su tutte le navi vi era un antisdrucciolo.
a differenza delle navi italiane era fatto di tondini di acciaio saldato in coperta a forma circolare.
piu un robusto spargimento di sabbia al quarzo durante piturazione della coperta.

vedi foto esempio sotto.
si tratta di una foto del 1929 ma fatta su un unita prebellica della ww1.

.

» 29/1/2021 21:07 Profilo


MZ1958 Re: cacciatorpediniere Muavenet-i Milliye 1915, autocostr 1/

Capitano




Registrato dal: 18/1/2020
Interventi: 140
Da: Monteleone d'orvieto


Offline  

 Livello: 10
244 / 244
165 / 168
20 / 22
varie info :
http://www.navypedia.org/ships/turkey/tu_dd_muaveneti_milliye.htm

https://www.naval-encyclopedia.com/ww1/germany/torpedo-boats

in caso relax vedere :

https://www.youtube.com/watch?v=Hvbnf43c9z4

saluti marco
» 29/1/2021 21:43 Profilo


marcellodandrea Re: cacciatorpediniere Muavenet-i Milliye 1915, autocostr 1/






Registrato dal: 11/10/2010
Interventi: 3966
Da: Arezzo


Offline  

 Livello: 47
8362 / 8362
4339 / 4345
138 / 234
ciao MZ, sì tutto chiaro per la paratia e le porte stagne. Grazie infinite della preziosissima consulenza.


Ma per l'antisdrucciolo ho qualche perplessità. Intendiamoci,  mi sembra stranissimo che non ci fosse antisdrucciolo, ma si confronti le foto seguenti.

Intanto per onore di cronaca, su un modello del Muavenet che ho trovato su facebook c'è sul ponte una sorta di antisdrucciolo simile a quello della foto del post precedente:

(ritaglio di foto di modello)  (cliccare per ingrandire)





La foto inserita da MZ1958 con l'antisdrucciolo è molto chiara naturalmente e può servire perciò a comparare, dal punto di vista della visibilità in fotografia, le foto che metto qui di seguito.  

Sulle uniche foto che conosco dove si vedono bene da vicino i ponti del Muavenet-i Milliye, una dello Yadigar e un altro paio di altre torpediniere tedesche, a mio parere non si vede alcun antisdrucciolo "disegnato".

Potrebbe essere costituito, perciò,  solo da sabbia mischiata alla vernice?


(TUTTE LE FOTO INSERITE A SCOPO DISCUSSIONE MODELLISTICA - TUTTE LE FOTO SONO RITAGLIATE E NON COMPLETE)

foto 1   (cliccare per ingrandire)




questa è una foto famosissima con gli ufficiali tedeschi e una parte dell'equipaggio che ha eseguito l'azione del Goliath. Il ponte è inquadrato da vicinissimo ed è asciutto.

foto 2 (cliccare per ingrandire)



(la scritta dice semplicemente: marinai turchi) 
foto 3 (cliccare per ingrandire)



altra foto famosissima di tutto l'equipaggio sopra la nave subito dopo l'azione.
foto 4 (cliccare per ingrandire)



SMS S166 ancora in Germania, poi Yadigar turco
foto 5 (cliccare per ingrandire)



e infine due altre torpediniere tedesche

foto 6  (torpediniera tedesca) (cliccare per ingrandire)



(torpediniera tedesca classe S138)
foto 7  (cliccare per ingrandire)




Sono condizioni di illuminazione e angoli di ripresa diversi, ma non vedo mai un disegno evidente come quello della foto messa da MZ1958 nel suo ultimo messaggio.

Posso chiederti un controllo ulteriore sulla presenza di antisdrucciolo "disegnato" sulle torpediniere classe S138 ? :-)

Soprattutto nelle mie foto nn. 2 e 6, a mio parere non c'è traccia di tondini di acciaio. Potrebbe esserci solo la sabbia mischiata alla vernice ?

--
ciao
Marcello




INDICE realizzazioni (w.i.p.) Marina Italiana sul forum M+

I miei modelli:
Navi
Gallerie M+
ultimo cantiere: nave da esplorazione Stella Polare 1899

» 29/1/2021 22:10 Profilo

Visualizza:  Vai a ( Pagina precedente | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 7 | Pagina successiva )

Utenti online: 1 Utenti stanno visualizzando questa discussione
Ci sono 1 utenti online. [ Amministratore ] [ Staff ]
1 Utenti anonimi
0 Utenti registrati:
Stampa topic