Modellismo Più -- Forum
 
  Home Page   1/72 e dintorni   Aeronautica   Diorami & C.   Figurini & C.   Navi & C.   Veicoli civili   Veicoli militari   Modellazione 2-3D
Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!
Interface language
 
English Italiano

Translate page with Google
 

Menu principale
Home Page
Spazi personali
Ultimi aggiornamenti
Scegli spazio

Info ed uso sito
Norme utilizzo sito
Guida Editor
Domande frequenti
Mappa del sito
Guida Editor
Contattaci
Trova utenti
Link al nostro sito

Campagne
In essere
Concluse
Regolamento

Contenuti
Novità dal mercato
Visti per voi
Articoli
Guide
Da AFV Interiors
Schede tecniche
Storia
Utente del mese
Guide uso sito
Invia contenuto

Forum
I più recenti
I più letti
I più attivi
I più recenti (arg.)
I più letti (arg.)
I più attivi (arg.)

Tabelle colori
Le Gallerie di M+
Riferimento
Musei
Campagne
Album personali
Mostre
Box art
Altro
App carica Foto

M+ goes Social
Facebook

Glossario
Invia definizione
Richiedi definizione

Download
Invia
Club
Utility
Istruzioni
Più scaricati

Mostre
Indice
Mostre in essere
Mostre passate

Shopping su Amazon
Sapevi che acquistando su Amazon puoi aiutare M+?

Ricerca
Sito: (Avanzata...)
Gallerie: (Avanzata...)
Tabelle colori:

Riviste:

Monografie:

Negozi di modellismo:
Musei:

M+ Shop locator

Chi è online
Visitatori:256
Utenti registrati:7
M+ Club chat:
Utenti on-line:263
 Utenti registrati:6782

Utenti collegati:
Bongy57
Andrea
michele
croato
Johnny99
BAT21
ModellismoBrocchini
Ultime visite:
AndRoby da 12'
Oberst_Streib da 16'
Riccardo&nbs... da 24'
uhu88 da 26'
GiorgioBis da 30'
frank1959 da 38'
bar-ma da 40'
orzowei68 da 41'
anto93 da 48'
Righettone da 53'
Luciano Maffeis da 57'
Paolo11 da 1h 3'
maurozn da 1h 4'
mike104 da 1h 11'
diegociga da 1h 13'
Felix_the_Cat da 1h 17'
sharpshooter da 1h 18'
WATT da 1h 18'
Michele Raus da 1h 19'
Nicola Del Bono da 1h 23'

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
/  Indice forum
   /  Altre categorie
      /  Modelli di carta
   /  Semovente 75/18 - scala 1:10
Stampa topic 
Visualizza:  Vai a ( 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Pagina successiva )

MZ1958 Semovente 75/18 - scala 1:10

Capitano




Registrato dal: 18/1/2020
Interventi: 88
Da: Monteleone d'orvieto


Offline  

 Livello: 8
168 / 168
104 / 112
7 / 19
salve a tutti.


3 settimane fa causa fermo lavori a un modello navale (nel forum come: MZ 774) causa mancanza
di materiali ordinati mese scorso e mai arrivati fino a ieri, ho iniziato a ridisegnare e costruire un modello autocostruito
del SEMOVENTE da 75/18 prima versione del 1941/42.




per dettagli semovente da 75/18 vedere :
https://it.wikipedia.org/wiki/75/18_(semovente)

i semoventi furono sviluppati anni prima da vari stati dietro richiesta dei responsabili militari per rimediare al problema che i primi mesi del conflitto fecero notare, cioe la vulnerabilita del artiglieria controcarri al momento di dover spostarsi di posizione per evitare dopo i primi 4-5 copli di essere indivuata ai colpi di controbatteria.

un mezzo cingolato italiano, progettato in fretta e costruito in super fretta per rimediare
a gravi problemi che i mezzi corrazzati italiani di allora riscontravano sul fronte africano
contro carri anglo/inglesi.

il semovente fu progettato utilizzando lo scafo del carro armato M13-40 che al momento era
quanto di "meglio" possibile poteva produrre l`indusria di allora.

si utilizzo scafo e sistema meccanico, montandoVi sopra una struttura a casamatta
per l`utilizzo del pezzo d´artiglieria da 75/18 che era al momento l`unico pezzo artiglieria
disponibile di calibro ritenuto sufficente a contrastare i mezzi corrazzati avversari.

per pezzo artiglieria da 75/18 vedi sotto:
https://it.wikipedia.org/wiki/75/18_Mod._1934/1935

lavoro del modello sara :

scala 1:10
materiale : cartoncino/cartone
colori:          verniciato a pennello

parti dello scafo e "quasi" tutto quanto riguarda ruote e cingoli sara preso da un cartomodello
in 1:25 cui i disegni sono ingranditi del 250% del carro M13-40 .






tutto il restante per realizzare il semovente 75/18  verra ridisegnato in base a foto storiche e disegni trovati in internet.

qui sotto il mezzo che desidero realizzare.





il mezzo ( per non complicarmi la vita) verra costruito solo con vista esterna,
cioe senza interni o parte non a vista.

la scala  1:10 la ho decisa per avere un modello su cui eventualmente mi sia piu facile
studiare correzzioni dovessi rifarlo meglio e piu dettagliato, inoltre mi divertiva fare qualcosa di diverso.

cartoncino utilizzo come solito fogli di vecchi calendari annui da parete e scatole imbalaggi
( non plastificate) che riciclo per i lavori.

inizio costruendo la struttura portante dello scafo utilizzando un cartone compatto da 3mm.
le varie parti onltre a avere un minimo di giti
oco a incatro tra loro, verranno anche unite tra loro da pezzi di cartoncino ( ex calendario),
piegati a "L" e incollati su TUTTE le parti che si uniscono tra loro.




come si vede ho fotocopiato ingrandendoli al 250%  e stampandoli su normale carta da fotocopie
a loro volta incollati sul cartone da 3mm le parti del carto modello del M13-40




dal righello (sopra) si vede che le dimensioni richiederanno molto cartone e tanta colla.

usando come base struttura un mezzo simile ma non uguale al semovente,
ogni particolare deve essere fatto e montato cosi che in caso di necessarie e purtroppo dovute modifiche possa essere ritoccato o sostituito a ogni fase dei lavori ( finche possibile)
naturalmente disegno (non al pc non essendo capace) parecchie parti da zero per essere sicuro
(almeno il piu possibile) al disegno del semovente di esere sulla giusta direzione

scafo portante - parte disegnata in rosso:




struttura base al 75 % complatata dopo alcune modifiche di struttura e di inrobustimento.




» 31/8/2020 21:39 Profilo


Lamb Re: Semovente 75/18 - scala 1:10

Generale di brigata




Registrato dal: 19/10/2018
Interventi: 1322
Da: Ancona


Offline  

 Livello: 31
2668 / 2668
1298 / 1312
42 / 104
1/10 di carta.... un grande lavoro ti aspetta, soprattutto per i dettagli 

Non per correggerti, che ne so meno di tanti, ma per integrare la tua introduzione...

 Il semovente di artiglieria nacque per l'accompagnamento e il supporto a fanteria e carri nell'esercito tedesco e gli Italiani lo realizzarono con lo stesso scopo, era infatti dotato di ottiche e carri comando con telemetro proprio per fornire supporto con tiro indiretto (e se non vado errato il personale proveniva dall'artiglieria).
All'atto pratico, sul campo, essendo per potenza del colpo l'unico in grado di contrastare i carri avversari, fu utilizzato come carro da combattimento nel ruolo controcarro rinunciando alle sue possibilita' come artiglieria da campagna.
I tedeschi poi svilupparono tutta una serie di semoventi appositamente progettati per il ruolo controcarro.


--
    Lamberto               1/35   1/48   
    puoi accedere in: BattaglieNelDeserto      
1)SidiBarrani 2)Compass 3)RommelAngriff 4)Crusader 5)Venezia 6)MiraggioDelNilo 7)Deadlock 8)UltimaChance 9)CommandoRaid 10)SulMare 11)Lightfoot 12)Supercharge

» 31/8/2020 22:30 Visita il mio spazio Profilo


MZ1958 Re: Semovente 75/18 - scala 1:10

Capitano




Registrato dal: 18/1/2020
Interventi: 88
Da: Monteleone d'orvieto


Offline  

 Livello: 8
168 / 168
104 / 112
7 / 19
lamb grazie per tua collaborazione sempre benvenuta.

dunque passo successivo, chiusura struttura dello scafo del semovente.
applicazione nella parte anteriore di striscie di cartone che reggano ,
poi il pannello con cui chiudo cielo di tale zona anteriore.
- vedi foto sotto la dove mollette.












sotto -
non avendo ancora idea di casa e come fare,
disegnato e fatto sagoma laterale di scafo carro,
per avere poi ancora separato; pezzo su cui applicare ruote e quanto necessario .





si tratta della zona delimitata in rosso.








comincio a tentativi a creare strttura superiore del mezzo semovente,
sembra semplice come forma ma si rilevera invece e purtroppo molto piena di sorprese non gradevoli.





prova e riprova,
prima sagoma che potrebbe andare cui applico bordi sovralzati dei portell equipaggio e periscopio sollevato del conducente-carro indicato sopra con "A".









parte portelli da foto di mezzo reale.






garantisco che trovare misure non mi riesce che dopo vari tentativi.
la piastra frontale poi sara un dramma,
causa : sua forma

trovare idea di come fissare poi canna cannone
e altri problemi che scopriro ....poi.












anche se penso di saper disegnare,non con PC;  si sbaglia molto...
sotto ogni linea rossa rivela, una misura da trovare, a tentativi.







cominciamo con incollaggio della casamatta.
anche se sembra strano incomincio con gli esterni e successivamente o la struttura portante di essa  non essendo in grado ancora di sapere come sono le misure geometriche dei particolari.

tenere conto che non ho piani costruttivi o disegni progettuali ma solo foto e info da internet.

disegno, taglio e incollo;
purtroppo dovendo fare varie correzzioni man mano che proseguo con i lavori della base della casamatta, sempre in cartone da 3 mm.



fissato la base anche con strisce di giunzione tra le parti
















provo e riprovo con la struttura interna di sostegno.

qui debbo avviasare a coloro che vorranno fare anche loro tale mezzo che i lati qui sotto indicati sono stati fonte di numerevoli rifacimenti, causa la loro geometria nel insieme cosi strana e complicate.

ma nel 1941 gli ingenieri invece di semplificare perche conplicavano tutto ???????






dal vero:



sembra tutto dritto, ma invece si rileva un incrociarsi di molte rette e angoli, garantisco.





ATTENZIONE:

un problema che mi e sorto riguarda la piegatura del cartoncino.
usando causa dimensioni del mezzo ( 52 cm c.a) un cartone da 240 gr/mq cioe abbstanza robusto,
sia che lo incidevo al interno o in alternativa al esterno tendeva a rompersi sul bordo di piegatura.



vedi in foto sopra e sotto parte tra piastra frontale e tetto mezzo.



di conseguenza alcune perti sopratutto degli esterni, ho dovuto separarle e rincollarle tra loro tramite un cartoncino piegato a L dal interno.
fortuna che ho notato appena agli inizi della costruzione delle superfici esterne il problema.


----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


piccola interruzione:

nelle foto di uno dei semoventi 75/18 M40 che e collocato al sacraio italiano di el alamein,

noto che vi sono danni alla targa commemorativa,
ovvero manca completamente,

come se la piastra di metallo abbia ..........."preso il volo".

 



qualcuno del forum sa o puo avvisare "chi di dovere" ?

ritengo che i ragazzi che riposano laggiu si sono guadagnati il rispetto di tutti, nessuno escluso.

» 1/9/2020 14:34 Profilo


Lamb Re: Semovente 75/18 - scala 1:10

Generale di brigata




Registrato dal: 19/10/2018
Interventi: 1322
Da: Ancona


Offline  

 Livello: 31
2668 / 2668
1298 / 1312
42 / 104
Ciao Mz, difesa d'ufficio dei colleghi del tempo:

Gli ingegneri dovevano trovare un compromesso fra abitabilita' e necessita' di ridurre la sezione laterale utilizzando piastre inclinate che resistevano meglio all'impatto. Il mezzo da questo punto di vista era ottimo perche' basso e di ridotta sezione, la piastra frontale era ad angolo retto ma piu' corazzata. Il semovente riusciva a confrontarsi con gli Sherman molto piu' alti e di maggior sezione ( area dove mirare).




--
    Lamberto               1/35   1/48   
    puoi accedere in: BattaglieNelDeserto      
1)SidiBarrani 2)Compass 3)RommelAngriff 4)Crusader 5)Venezia 6)MiraggioDelNilo 7)Deadlock 8)UltimaChance 9)CommandoRaid 10)SulMare 11)Lightfoot 12)Supercharge

» 1/9/2020 17:06 Visita il mio spazio Profilo


MZ1958 Re: Semovente 75/18 - scala 1:10

Capitano




Registrato dal: 18/1/2020
Interventi: 88
Da: Monteleone d'orvieto


Offline  

 Livello: 8
168 / 168
104 / 112
7 / 19
lamb ciao e grazie per tuo intervento.

forse mi sono spiegato male.
intendevo non la piastra frontale, che poi era una doppia piastra da 2,5 cm ognuna,




ma intendevo tutte quelle strutture cinesi ai bordi della casamatta, oltre tutto come il resto del carro imbullonate invece che saldate.



ritengo che un prodotto militare debba essere il piu semplice possibile
( anc he in merito alle possibilita industriali del paese d origine) per accellerare
al massimo i tempi di realizzazione e ecconimizzando il piu sui materiali,
tenedo conto che i mezzi prodotti hanno in media una vita operativa
molto breve causa il loro impiego.

schermann e T34 anche se prodotti da paesi con maggior possibilita industriale,
erano di piu semplicita costruttiva a vantaggio di maggiore produttivita e resa.
 
capisco i tedeschi che puntarono alla alta tecnologia almeno al inizio sperando
di vincere "tutto" velocemente, ma alla lunga furono soppraffati
(fortunatamente per il mondo civile) anche dai numeri che gli avversari
mettevano a loro confronto - tante formiche alla fine stendono chiunque.

ma in italia co i numeri industriali che si avevano,
"oltre che meglio stare a casa propria" , il semplice forse era meglio.

in ogni caso lascio a esperti l`argomento.

in ogni caso Lamb tuoi interventi so sempre molto graditi,
si ha sempre da imparare, io in particolare.

salutoni marco e grazie ancora
» 1/9/2020 19:40 Profilo


Lamb Re: Semovente 75/18 - scala 1:10

Generale di brigata




Registrato dal: 19/10/2018
Interventi: 1322
Da: Ancona


Offline  

 Livello: 31
2668 / 2668
1298 / 1312
42 / 104
Si certo, si fa per discutere un po' attorno al modello che intanto va avanti...

Neanch'io intendevo la piastra frontale che appunto, essendo semplicemente perpendicolare, e' a corazza raddoppiata con relativo peso ma invece intendevo quelle smussature sul retro e sul tetto che riducono la sezione laterale, molto piu' debole. Si sa che i carri dovevano essere presi sui fianchi, essendo piu' difficile sorprenderli dal retro, e qualche centimetro in meno riduceva l'area di possibile impatto.

Circa la rivettatura, era la tecnologia disponibile in Italia, struttura di staffe interne su cui si imbullonavano corazze piane (semplice perche' alla portata dei nostri stabilimenti meno evoluti) . Metodo primitivo, se colpito i bulloni venivano sparati dentro, poveretti!
Gli Usa potevano scegliere fra corazze da fusione o saldate per gli Sherman, ma erano gli USA.

Salvo errori ed omissioni
 


--
    Lamberto               1/35   1/48   
    puoi accedere in: BattaglieNelDeserto      
1)SidiBarrani 2)Compass 3)RommelAngriff 4)Crusader 5)Venezia 6)MiraggioDelNilo 7)Deadlock 8)UltimaChance 9)CommandoRaid 10)SulMare 11)Lightfoot 12)Supercharge

» 1/9/2020 20:06 Visita il mio spazio Profilo


euro Re: Semovente 75/18 - scala 1:10

Legatus Legionis




Registrato dal: 24/1/2007
Interventi: 11535
Da: Taranto


Offline  

 Livello: 68
26465 / 26465
12775 / 12799
13 / 546
impressionante lavoro, complimenti


--
 
:-P Vincenzo

Se vuoi vivere momenti di puro terrore visita la vera galleria degli orrori:-P la mia galleria

 

Matricola    M+ 2349
» 1/9/2020 21:58 Profilo


MZ1958 Re: Semovente 75/18 - scala 1:10

Capitano




Registrato dal: 18/1/2020
Interventi: 88
Da: Monteleone d'orvieto


Offline  

 Livello: 8
168 / 168
104 / 112
7 / 19
euro grazie
per complimenti, lo prendo di incoraggiamento a fare meglio possibile.


lamb ciao.

interessante chiaccherare con te.
concordo quanto sopra dici.

ma...!

sovente mi pongo una domanda ?

sia allora (che oggi),
l industria italiana riesce in fase progettuale e costruttiva a creare soluzioni e prodotti eccellenti,
sopratutto coi mezzi a disposizione.

Ma.....!
al momento di produrre in serie per l esigenza, il prodotto viene ridimensionato
e portato a livello tale che il mercato lo respinge dopo "anche" poco tempo.

noi parliamo esempio che negli anni 30-40 gli USA usavano la saldatura e noi la imbullonatura
per i carri armati.
ma ansaldo ( che produceva i carri armati italiani) non era anche nel campo delle fonderie ?
non saldava intere corrazzate ?
non era un esempio internazionale nella lavorazione completa dei metalli ?

perche in italia si progettavano aeri da competizione internazionali,
per poi avere biblani nella ww2 ?

non discuto che "allora" le decisoni militari in merito alla tecnologia erano prese tra persone
che forse dovevano da tempo essere a riposo o legate a interessi non nel bene del paese
( oggi chissa che...),

ma stupisce che l industria avesse.../abbia interesse a programmare nel dare al cliente prodotti
di scarsa efficenza tecnica.
sarebbe come oggi produrre un auto che oltre a essere non redditiva
per il produttore sia anche difettosa per l utente.

sicuramente il semovente 75/18 viene considerato il vanto anche per i risultati ottenuti anche
in merito al esiguo numero dei mezzi prodotti e utilizzati e cio sicuramente da ancora
piu valore a coloro che li usarono e tutti coloro che ci avevano lavorato attorno.

ma allo stesso tempo lascia l amaro in bocca che nonostante valore e slancio,
l industria nazionale non riesca/riusci a dare quanto realmente necessita il paese.

cosi che come a "volte" anche allora, si debba ricorrere a importazioni di prodotti
che obbligano il paese a legami non sempre desiderati nel interesse nostro .

certo cio allora, ci porto dolorosamente a un era successiva,
in cui oggi viviamo in maggiore liberta, ma noto che certe decisioni di prodotti industriali
ancora oggi sono o lasciano a....pensare a usi-costumi del passato.

chiudo per non entrare al di fuori del campo modellistico in discussione.

quello che al momento mi interessa e affascina come modellista, magari anche poco esperto
e che il risolvere la costruzione degli angoli della casamatta , mi faccia davvero sudare.

e non voglio pensare a quando dovro affrontare l argomento delle sospensioni e treno rotolamento.

comunque ogni cosa a suo tempo.
di conseguenza come modellista non ringrazio gli ingenieri di allora per scelte prese.
che mi fanno davvero esaperare nella realizzazione del modello.



» 2/9/2020 00:46 Profilo


MZ1958 Re: Semovente 75/18 - scala 1:10

Capitano




Registrato dal: 18/1/2020
Interventi: 88
Da: Monteleone d'orvieto


Offline  

 Livello: 8
168 / 168
104 / 112
7 / 19


si prosegue con chiudere il cofano motore  indicato sotto con nr 2..
il nr. 1 riguarda settore radiatori.



come sempre tanto per non annoiarsi,
invece di avere una bella superficie piana e di conseguenza facile da realizzare,
la forma del cofano sembra una mezza pagoda, come un insieme di forme geometriche
tanto per dare piu lavoro possibile.

forse gia allora in design italiano doveva imporsi nel suo stile...

sotto2  foto del originale






al modello:

















copro anche cofani zona radiatori. "A"




sara un po come uno scatolone con forme strane ,  ma comincia a prendere forma.




» 2/9/2020 09:54 Profilo


MZ1958 Re: Semovente 75/18 - scala 1:10

Capitano




Registrato dal: 18/1/2020
Interventi: 88
Da: Monteleone d'orvieto


Offline  

 Livello: 8
168 / 168
104 / 112
7 / 19
ricominciamo al ennesima con sta piastra frontale .
cercando di inventarmi qualcosa sia per:

- come poi fissare la canna cannone,
- sia di come far combaciare "poi" i lati alla restrante struttura della casamatta.

vedi sotto la zone cerchiate in questione.






faccio 2 pezzi con cartone da 3 mm.

magari nel 1941 se li facevano pure i progettisti co sto cartone vincevamo............

non la guerra ma almeno gli scontri









questi 2 pezzi verranno "poi" incollati sul cartoncino frontale del carro.

DOMANDA a tutti modellisti ?

io sono ignorante ma la logica mi dice che due piastre non avranno mai la stessa resistenza
di una singola piastra a parita di spessore totale finale.

poiche la ansaldo costruiva navi corrazzate sicuramenteutilizzando qua e la lamiere
di spessore ben maggiore ,
non credo alla storia che in italia allora non era possibile o non vi erano lamiere da 50mm di spessore.

qualcuno ha una spiegazion o teoria ????????

» 2/9/2020 10:34 Profilo

Visualizza:  Vai a ( 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Pagina successiva )

Utenti online: 1 Utenti stanno visualizzando questa discussione
Ci sono 1 utenti online. [ Amministratore ] [ Staff ]
1 Utenti anonimi
0 Utenti registrati:
Stampa topic