Modellismo Più -- Forum
 
  Home Page   1/72 e dintorni   Aeronautica   Diorami & C.   Figurini & C.   Navi & C.   Veicoli civili   Veicoli militari   Modellazione 2-3D
Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!
Interface language
 
English Italiano

Translate page with Google
 

Menu principale
Home Page
Spazi personali
Ultimi aggiornamenti
Scegli spazio

Info ed uso sito
Norme utilizzo sito
Guida Editor
Domande frequenti
Mappa del sito
Guida Editor
Contattaci
Trova utenti
Link al nostro sito

Campagne
In essere
Concluse
Regolamento

Contenuti
Novità dal mercato
Visti per voi
Articoli
Guide
Da AFV Interiors
Schede tecniche
Storia
Utente del mese
Guide uso sito
Invia contenuto

Forum
I più recenti
I più letti
I più attivi
I più recenti (arg.)
I più letti (arg.)
I più attivi (arg.)

Tabelle colori
Le Gallerie di M+
Riferimento
Musei
Campagne
Album personali
Mostre
Box art
Altro
App carica Foto

M+ goes Social
Facebook

Glossario
Invia definizione
Richiedi definizione

Download
Invia
Club
Utility
Istruzioni
Più scaricati

Mostre
Indice
Mostre in essere
Mostre passate

Shopping su Amazon
Sapevi che acquistando su Amazon puoi aiutare M+?

Ricerca
Sito: (Avanzata...)
Gallerie: (Avanzata...)
Tabelle colori:

Riviste:

Monografie:

Negozi di modellismo:
Musei:

M+ Shop locator

Chi è online
Visitatori:298
Utenti registrati:1
M+ Club chat:
Utenti on-line:299
 Utenti registrati:6782

Utenti collegati:
Pierantonio
Ultime visite:
Paolomaglio da 11'
Bongy57 da 23'
Daniele65 da 23'
rodwolf da 47'
wazovski da 1h 50'
Ettore da 2h 59'
stefanoc da 3h 57'
anto93 da 5h 7'
Johnny99 da 5h 37'
e_pieranto da 5h 56'
grimdall da 6h 20'
Mirco da 6h 27'
Michele Raus da 6h 40'
stephaneT da 6h 49'
WATT da 6h 53'
willydav da 7h 13'
haste da 7h 21'
mike104 da 7h 26'
euro da 7h 43'
lowland da 7h 44'

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
/  Indice forum
   /  Animals 2020
/  Pz.Kpfw. VI Tiger ausf E "Mausi" - MONTAGGIO TERMINATO (QUASI)
Stampa topic 
Visualizza:  Vai a ( Pagina precedente | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Pagina successiva )

euro Re: Pz.Kpfw. VI Tiger ausf E "Mausi"

Legatus Legionis




Registrato dal: 24/1/2007
Interventi: 11534
Da: Taranto


Offline  

 Livello: 68
26465 / 26465
12776 / 12799
12 / 546
bella questa foto


--
 
:-P Vincenzo

Se vuoi vivere momenti di puro terrore visita la vera galleria degli orrori:-P la mia galleria

 

Matricola    M+ 2349
» 25/1/2020 20:50 Profilo


GP1964FG Re: Pz.Kpfw. VI Tiger ausf E "Mausi"

Generale di divisione aerea




Registrato dal: 17/1/2009
Interventi: 2006
Da: Foggia


Offline  

 Livello: 37
4247 / 4247
2537 / 2542
2 / 144
Si, è davvero una foto preziosa.
Sto lavorando al modello, come sempre...a corrente alternata 😡, però ho assemblato e adattato la canna del cannone in metallo della RB Model. È un bel salto di qualità rispetto all'originale; quest'ultima, a parte l'essere divisa in due semicilindri da assemblare e stuccare con pazienza e massima cura, senza ovalizzarli, ha delle scanalature in un paio di punti che secondo me stonano e vanno stuccate.
Inoltre mi è arrivato ieri il set della Royal Model e sto procedendo alle modifiche necessarie per riprodurre correttamente un Tiger costruito nel giugno - luglio 1943.
Appena riesco a trovare due minuti di tempo per me, faccio le foto e le pubblico nel W.I.P.

Ciao
Gianfranco

--
» 25/1/2020 22:34 Profilo


GP1964FG Re: Pz.Kpfw. VI Tiger ausf E "Mausi"

Generale di divisione aerea




Registrato dal: 17/1/2009
Interventi: 2006
Da: Foggia


Offline  

 Livello: 37
4247 / 4247
2537 / 2542
2 / 144
Sto procedendo con le modifiche necessarie per "storicizzare" correttamente il kit.
Tamiya si è dichiaratamente inspirata al Tiger I del museo di Bovington, di cui ci sono le insegne nella confezione, ma con la sua scatola 35216 per i Tiger "Fruhe" cerca in realtà di coprire un'ampia schiera di soggetti, con le modifiche ed gli adattamenti intercorsi approssimativamente da metà 1942 a metà 1943. Per mia fortuna, nella scatola ci sono quasi tutti i pezzi necessari per i vari esemplari (un po' in stile Dragon...), per cui bisogna solo studiare per bene il soggetto e scegliere le parti giuste.
Nelle istruzioni Tamiya stessa indica le principali differenze tra i sei carri proposti. In realtà, ci sono altri dettagli da considerare, per cui è comunque necessario consultare i siti di riferimento e la documentazione.

Un esempio di questo discorso è dato dalla torretta. Quella del kit prevede sul lato destro, verso il cesto, un portello d'emergenza, soluzione adottata nell'autunno del 1943. Mausi invece, come si vede dalla foto dove viene sostituito il cingolo, aveva ancora la piastra imbullonata con la pistol port, come sul lato sinistro.
Fortunatamente il portello d'emergenza è compreso nella stampata delle ruote; poichè ci sono due stampate uguali ho due portelli, per cui uno l'ho sacrificato per tappare l'apertura.





Ovviamente va carteggiato e stuccato per bene, e quindi al di sopra va incollato il pezzo suddetto (anche questo per fortuna doppio).

Dovendo rappresentare il carro con l'impianto di filtraggio dell'aria smontato, ho dovuto modificare il condotto sul cofano motore, in modo da rendere ben visibili i tubi. Dopo aver cercato di modificare direttamente il pezzo, ho preferito adattare e lavorare due pezzetti di tubo di plasticard, con un risultato secondo me migliore.





Inoltre, è necessario chiudere tutti i vari fori che la Casa nipponica ha realizzato per agevolare il montaggio dei particolari. Si può vedere ad esempio sul cofano motore che ci sono i fori per montare le maniglie di sollevamento (un po' fuori scala, preferisco sostituirle) e per le staffe di bloccaggio dei tubi dell'impianto di filtraggio dell'aria (anche queste le sostituirò con dei pezzi fotoincisi del set Royal Model).

Per montare le reticelle di protezione in fotoincisione (suggerite dalla stessa Tamiya ma vendute separatamente; io le ho prese dal set anzidetto) è necessario rimuovere due "piastre" di fissaggio delle leve che servivano a bloccare in apertura le griglie di sfogo del calore del motore, che stranamente i giapponesi hanno stampato sulle griglie stesse ( se ci devo mettere la reticella, perchè mi stampi dei particolari che poi devo asportare?). Comunque anche qui il set Royal Model viene in aiuto, perchè ci sono le leve in resina, complete di piastre, da incollare sopra le reticelle.

Infine, va modificata una piastra tra le due griglie suddette, eliminando un attacco con "tappo" tipico dei primissimi mezzi (pare servisse per collegare uno snorkel per il guado...). Devo ancora ricostruire una piccola piastra trapezoidale che andava a coprire un'apertura, sempre sulla stessa piastra.





Prossimamente altre foto della torretta.

Ciao
Gianfranco

--
» 2/2/2020 18:58 Profilo


euro Re: Pz.Kpfw. VI Tiger ausf E "Mausi"

Legatus Legionis




Registrato dal: 24/1/2007
Interventi: 11534
Da: Taranto


Offline  

 Livello: 68
26465 / 26465
12776 / 12799
12 / 546
si vede da parecchi dettagli che questo kit è il figlio migliorato di quello che ho fatto io ed in più le fotoincisioni sono sempre un bel vedere...


--
 
:-P Vincenzo

Se vuoi vivere momenti di puro terrore visita la vera galleria degli orrori:-P la mia galleria

 

Matricola    M+ 2349
» 2/2/2020 21:29 Profilo


GP1964FG Re: Pz.Kpfw. VI Tiger ausf E "Mausi"

Generale di divisione aerea




Registrato dal: 17/1/2009
Interventi: 2006
Da: Foggia


Offline  

 Livello: 37
4247 / 4247
2537 / 2542
2 / 144
Sicuramente il kit è stato interamente riprogettato, con un livello di finitura e di dettaglio molto più elevato rispetto al suo antenato. Non è possibile incrociare i pezzi a meno di non fare diverse modifiche; ad esempio le ruote di questo kit non si infilano sugli assi del vecchio modello, che sono anche troppo corti per accogliere un realistico sistema di ruote interlacciate.
Per darti un idea, l'interno dei portelli sul nuovo Tiger è riprodotto alla perfezione, con tutto il sistema di chiusura e blocco, comprese le piccolissime maniglie lunghe pochi millimetri, per cui non è necessario sostituirle con particolari in resina. L'antenato ha i portelli tristemente piatti...
Ma la cosa più grave sono le misure; probabilmente all'epoca si è puntato più al giocattolo da motorizzare che alla riproduzione fedele, per cui le dimensioni e le proporzioni sono state alterate.
Prossimamente voglio fare un confronto "all'americana" tra i due kit...
Comunque resto affezionato al mio vecchio scarrafone! Chissà, con tutti i pezzi che mi avanzano da questo kit, se un domani riusciro a farlo resuscitare!

Ciao
Gianfranco

--
» 3/2/2020 08:45 Profilo


gizpo Re: Pz.Kpfw. VI Tiger ausf E "Mausi"

Air Marshal




Registrato dal: 20/3/2006
Interventi: 7300
Da: West Yorkshire - UK


Offline  

 Livello: 58
15852 / 15852
7968 / 7978
245 / 373
Silenziosamente seguo con interesse i tuoi passi Gianfranco, oltre a dilettarci con gli avanzamenti riesci anche a condividere la tua conoscenza in materia, bravo 2 volte...

--
Ciao Luca  
Matricola #1724




life's too short to use all the decals :-D :-D :-D
» 3/2/2020 08:57 Visita il mio spazio Profilo


GP1964FG Re: Pz.Kpfw. VI Tiger ausf E "Mausi"

Generale di divisione aerea




Registrato dal: 17/1/2009
Interventi: 2006
Da: Foggia


Offline  

 Livello: 37
4247 / 4247
2537 / 2542
2 / 144
Conoscenza è una parola grossa...
"L'unica cosa che so è che non so" (Socrate).
Grazie per l'interessamento al mio lavoro.

Ciao
Gianfranco

P.S. Luca, ma non riesci a partecipare neanche con un aeroplanino 1/72?

--
» 3/2/2020 09:54 Profilo


GP1964FG Re: Pz.Kpfw. VI Tiger ausf E "Mausi"

Generale di divisione aerea




Registrato dal: 17/1/2009
Interventi: 2006
Da: Foggia


Offline  

 Livello: 37
4247 / 4247
2537 / 2542
2 / 144
Come accennavo in un precedente post, ho pensato di fare un confronto tra il vecchio Tigre della mia gioventù (e realizzato poco tempo fa molto bene da Vincenzo) e il nuovo che sto montando in questi giorni.





Il vecchio kit Tamiya è datato 1970, quindi festeggia quest'anno i suoi 50 anni! Il figlio (o nipote...) è invece stato realizzato nel 1989.
Devo dire che su internet si parlava di gravi errori anche dimensionali del primo kit, ma, prese due misure, a me sembra che gli ingombri e le proporzioni generali siano stati rispettati. Le due torrette, ad esempio, si possono scambiare sui due scafi senza problemi di incastro.
Quello che salta all'occhio è invece la differenza nella finezza dei particolari: nel vecchio kit, a parte il "famigerato" estintore stampato sul cofano motore (che se uno non sa cosa ci dovrebbe essere in quel punto, non lo immaginerebbe mai che si tratti di un estintore!), ogni particolare come leve di chiusura dei cofani, maniglie, attacchi per il sollevamento della torretta, ecc. è sovradimensionato e "rozzo", se confrontato con l'analogo particolare del kit "nuovo".
A titolo d'esempio, ho messo a confronto i due portelli del pilota





Nel vecchio kit c'è solo un abbozzo del sistema di chiusura interno al portello, e la "cerniera" è grande almeno il doppio dell'altra. Tra l'altro, forse per la destinazione "giocattolosa" del vecchio kit, il braccetto ricurvo per fissare il portello alla parte interna dello scafo è in vinile! Ciò significa che è impossibile assottigliarlo per renderlo più decente, ma anche solo verniciarlo non è facile. Per fortuna questo particolare oggi è stampato in plastica "normale". Evidentemente, all'epoca, si pensava di rendere mobile il portello, anche se all'interno non c'è nulla!



Una parte "sbagliata" è sicuramente quella posteriore: ad esempio, non c'è neanche il minimo cenno ad un'incisione per far capire che la parte centrale del cofano (sotto il sistema di convogliamento dell'aria dai filtri Feifel) era in realtà mobile; eppure le cerniere ci sono anche se grossolanamente abbozzate. I bordi dei portelli dove sono le griglie non sono arrotondati (nella realtà si potevano aprire), ma solo incisi, come se fossero dei pannelli... inoltre, quella specie di coperchio rotondo al centro del cofano motore, oltre ad essere circa il 50% più grande del corrispettivo sul nuovo kit, è in posizione troppo avanzata verso la torretta, e di conseguenza anche la piastra dove si collega il convogliatore dell'aria di raffreddamento (che qui è senza il taglio rettangolare che c'era in realtà per il fissaggio del convogliatore; all'epoca non montai il complesso sistema di filtri Feifel, e tale piasta è irrealistica così com'è perchè chiude la presa d'aria del motore) è anch'essa troppo in avanti.
Tutt'intorno ai portelli dove sono le griglie ci sono i fori per l'alloggiamento dei bulloni di fissaggio, ma nel vecchio kit non ci sono i bulloni all'interno (forse per i limiti della tecnologia di stampaggio dell'epoca), per cui c'è questa evidentissima "merlettatura" dei portelli corazzati, decisamente irrealistica.

Altro grave "difetto" è dato dalla cupola del capocarro: è più bassa di almeno un mm rispetto all'altra, ed è assolutamente priva dei tagli per la visione dell'esterno (ovviamente, manca anche qualsiasi accenno agli iposcopi interni, che sono invece almeno accennati nel nuovo kit). Come molti particolari su tutto il resto dello scafo, anch'essa è stata stampata direttamente sul pezzo a cui era fissata, per cui non è facilmente modificabile.








Nota: sulla torretta del nuovo kit avevo montato la protezione del ventilatore di tipo imbullonato, perchè da una foto mi sembrava che fosse quella corretta per il mio carro, prodotto tra giugno e inizio luglio 1943. In realtà ho poi capito, leggendo sul sito tiger1.info, che tale coperchio serviva solo per l'eventuale guado di corsi d'acqua, essendo dotato all'interno di guarnizione, e che, pertanto, non veniva usato sui mezzi in normale assetto di combattimento, perchè l'aeratore interno non poteva funzionare con quel coperchio che chiudeva lo scarico dei fumi! Pertanto l'ho rimosso e ho montato la solita piasta sollevata. Nota di colore: il vecchio kit ha all'interno una rappresentazione minimale dell'aspiratore della torretta, che comunque è invisibile dall'esterno, per cui sul nuovo modello questo particolare non c'è.

Altro particolare assolutamente fuori scala è il freno di bocca del cannone, che è grande almeno il 50% in più del dovuto, oltre a mancare, ovviamente, del dettaglio (specie se confrontato con l'analogo particolare in ottone della canna RB Models). La canna del kit moderno è migliore come dimensioni, ma è anch'essa suddivisa in due valve da incollare accuratamente, e i particolari anche su questa non sono granchè, per cui è quasi obbligatorio sostituirla.

Il difetto più grave è sicuramente quello del treno di rotolamento: l'originale è ben più complesso, alcune ruote sono doppie e all'interno vi passano i denti delle maglie del cingolo, per cui è impossibile usare i cingoli aftermarket oggi disponibili. Quelli originali non sono assolutamente proponibili, sia per il duro vinile dell'epoca, impossibile da incollare e difficile da dipingere, sia perchè del tutto privi di dettaglio dal lato interno e con i "denti" sulle maglie troppo piccoli.
Questo grave difetto è stato corretto nel kit moderno dove, oltre che a molti particolari in più sullo scafo dietro al treno di rotolamento, ci sono i braccetti reggiruote staccati e liberamente posizionabili (ma se si vuole un carro perfettamente livellato, ci sono dei piccoli pin sui braccetti che consentono di montarli perfettamente allineati) e alcune ruote sono correttamente riprodotte con due dischi accoppiati, come nella realtà. Io ho comprato il set di ruote Modelkasten, ma anche il set originale del kit non è male.

Infine la parte posteriore: a parte i dettagli (vedi ad esempio la piasta per l'inserimento della manovella di avviamento del motore, che nel vecchio kit è stampata sulla corazzatura mentre in realtà era distaccata, ed inoltre è piuttosto spoglia), mancano i due telai a cui erano imbullonati i parafanghi. Nel nuovo kit, che è inspirato sempre al Tiger conservato a Bovington, questi telaietti sono invece molto ben riprodotti. Purtroppo sul mio Mausi questi telaietti li ho dovuti asportare, perchè dal maggio 1943 le cerniere dei parafanghi posteriori vennero saldate direttamente sullo scafo. La cosa bella è che Tamiya ha inserito nel nuovo kit sia i parafanghi da attaccare ai telaietti che quelli da montare direttamente sullo scafo, che sono leggermente diversi (ovviamente...) nel punto d'attacco.
Non sono invece compresi i parafanghi con i flap laterali arrotondati e più estesi, quindi, pur essendoci i telaietti , non credo sia possibile utilizzare direttamente questo kit per un Tiger come il 131 di Bovington.








Comunque, penso che, con i pezzi che mi avanzeranno dal modello che sto montando, e qualche resina sempre avanzata del set Royal Model, anche il vecchio kit possa essere portato ad un livello accettabile, con un bel lavoro di taglia e cuci. Sarà un esperimento per un futuro Tiger....

Ciao, e grazie per la paziente attenzione.
Gianfranco Pesola

--
» 9/2/2020 11:04 Profilo


Antonio 13 Re: Pz.Kpfw. VI Tiger ausf E "Mausi"

Colonnello generale




Registrato dal: 27/5/2004
Interventi: 3231
Da: Udine provincia


Offline  

 Livello: 44
0 / 6896
3991 / 3991
44 / 204
  50 anni tra i due kit si vedono bene. 

PS: ragazzi siete enciclopedie  viventi! 


--
Ciao. Antonio
-----------
 
   GALLERIA                                                  

  ONLY 23                              
.................... Le mie ultime fatiche  ..................
     ONLY 22   
........e........ sul tavolo da lavoro ...............troppi...

_
» 9/2/2020 15:47 Visita il mio spazio Profilo


GP1964FG Re: Pz.Kpfw. VI Tiger ausf E "Mausi"

Generale di divisione aerea




Registrato dal: 17/1/2009
Interventi: 2006
Da: Foggia


Offline  

 Livello: 37
4247 / 4247
2537 / 2542
2 / 144
No Antonio mi sono spiegato male...
lo stampo del primo kit è datato 1970 (la data e la marca sono stampate sul fondo). Lo montati da ragazzo, più o meno nel 1978...ha subito un'infinità di traslochi, l'ho sverniciato e usato come cavia per i primi tentativi con l'aerografo...volevo rifarlo e l'ho parzialmente smontato...però, come quello vero, è praticamente indistruttibile! :-D
L'altro kit come stampo è del 1989, quindi Tamiya l'ha rifatto dopo quasi 20 anni. E' quindi anch'esso un vintage, se vogliamo...però dopo 30 anni è ancora un kit valido.
Uno dei "segni" dall'età sono i cingoli in vinile, sia pure di buona qualità (oggi tutti cercano di inserire cingoli maglia a maglia, magari stampati in plastica con i segni d'estrattore sopra... :-P ) e i forellini per il montaggio degli attrezzi e dei particolari esterni (non si sa mai, magari qualche bambino si vuole cimentare nel montaggio e non sa dove posizionare i pezzi...).
Concludo dicendo che il primo kit quello del 1970, si trova ancora in vendita per circa 15 €, su alcuni siti... a parte certe "offerte" pazzesche su ebay.

Ciao
Gianfranco

P.S. Come al solito, dopo aver scritto, scopro di aver (in parte) sbagliato.
Allora, dal sito di riferimento scalemates, risulta che lo stampo del nuovo Tiger è effettivamente del 1989 (kit 35146, Tiger I late), ma il kit 35216 che sto montando (Tiger I Fruhe) è una riedizione del 1997, con delle nuove parti. Ho scoperto inoltre che la stessa Tamiya nel 2008 ha aggiornato il kit con canna e cingoli a maglia singola in metallo (kit n. 89646).

--
» 9/2/2020 17:31 Profilo

Visualizza:  Vai a ( Pagina precedente | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Pagina successiva )

Utenti online: 1 Utenti stanno visualizzando questa discussione
Ci sono 3 utenti online. [ Amministratore ] [ Staff ]
3 Utenti anonimi
0 Utenti registrati:
Stampa topic