Modellismo Più -- Forum
 
  Home Page   1/72 e dintorni   Aeronautica   Diorami & C.   Figurini & C.   Navi & C.   Veicoli civili   Veicoli militari   Mostre & C.
Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!
Shopping su Amazon
Sapevi che acquistando su Amazon puoi aiutare M+?

Menu principale
Home Page
Spazi personali
Ultimi aggiornamenti
Scegli spazio

Info ed uso sito
Norme utilizzo sito
Guida Editor
Domande frequenti
Mappa del sito
Guida Editor
Contattaci
Trova utenti
Link al nostro sito

Campagne
In essere
Concluse
Regolamento

Contenuti
Novità dal mercato
Visti per voi
Articoli
Guide
Da AFV Interiors
Schede tecniche
Storia
Utente del mese
Guide uso sito
Invia contenuto

Forum
I più recenti
I più letti
I più attivi
I più recenti (arg.)
I più letti (arg.)
I più attivi (arg.)

Tabelle colori
Le Gallerie di M+
Riferimento
Musei
Campagne
Album personali
Mostre
Box art
Altro
App carica Foto

M+ goes Social
Facebook

Glossario
Invia definizione
Richiedi definizione

Download
Invia
Club
Utility
Istruzioni
Più scaricati

Mostre
Indice
Mostre in essere
Mostre passate

Ricerca
Sito: (Avanzata...)
Gallerie: (Avanzata...)
Tabelle colori:

Riviste:

Monografie:

Negozi di modellismo:
Musei:

Interface language
 
English Italiano

Translate page with Google
 

Chi è online
Visitatori:180
Utenti registrati:2
M+ Club chat:
Utenti on-line:182
 Utenti registrati:6575

Utenti collegati:
lagu
don958
Ultime visite:
Niceleg da 5'
GP1964FG da 12'
Elgabro da 14'
Fabrizio1966 da 16'
Luciano Maffeis da 17'
Ettore da 27'
Challenger2 da 38'
combatmedic11 da 51'
frank1959 da 52'
Rizzilla da 1h 3'
matte da 1h 3'
marcos da 1h 9'
Andrea da 1h 15'
Oberst_Streib da 1h 30'
Hoot da 1h 49'
Blackbird da 1h 52'
Riccardo&nbs... da 1h 56'
grimdall da 2h 12'
cacciacarri da 2h 14'
Paolomaglio da 2h 28'

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
/  Indice forum
   /  Winter White Frost
/  Nave da esplorazione Stella Polare 1899, autocostruz 1:350
Stampa topic 
Visualizza:  Vai a ( Pagina precedente | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 10 | 14 | 20 | 25 | Pagina successiva )

marcellodandrea Re: nave da esplorazione Stella Polare 1899, autocostruz 1:3






Registrato dal: 11/10/2010
Interventi: 3437
Da: Arezzo


Offline  

 Livello: 45
7358 / 7358
3797 / 3811
46 / 213
Ci provo... :-)


Ecco gli aggiornamenti di cui parlavo.

Le 4 scialuppe imbarcate sui ponti erano sistemate con la chiglia in alto, come mostrato (freccia gialla) dalla stampa sul diario (le stampe del libro sono tutte tratte da foto ovviamente) e non con la chiglia in basso come mostrano invece molti modelli a grande scala (per ingrandire cliccare sulle foto). Ho aggiunto tre slitte tratte da fotoincisioni di recupero e un certo numero di volumi non meglio dettagliati perché, comunque, saranno coperti dai teli cerati. (come mostrano molte foto che ora non sto qui a mettere)







I teli cerati sono fatti col solito sistema della pellicola da cucina incollata con vinavil.




I teli sono poi verniciati in grigio medio con qualche lavaggio marrone e una passata a pennello secco di grigio chiaro (tutto acrilico).









Una prova sul diorama...




Le foto sul diario mostrano poi una grossa bussola (a forma di ghianda) (freccia rossa) e un carico di tavole di legname sul lato posteriore del cassero (freccia gialla), accanto alla scaletta che scende alla timoneria. La disposizione delle casse e dei cajaki a poppa è ipotetica, non si vede niente nelle foto anche perché pure quelli sono coperti da teli (comunque, nel solito modello del campionato italiano i cajaki erano disposti così e mi sembrava ragionevole)




Ed ecco le foto. La prima l'avevo già utilizzata in precedenza, la grossa bussola è indicata da una freccia verde.




La seconda è un dettaglio di una foto inviatami dal museo navale di La Spezia. Mostra la timoneria di poppa e  le tavole ammucchiate sul lato destro del cassero (freccia verde). La foto mostra anche i due verricelli a poppa (freccia gialla), che però sono quasi sempre fotografati coperti da un sacchetto di tela (e così li ho fatti io nel modello, vedi oltre) e la singola caviglia (freccia azzurra) che si trova sulla parte laterale della balaustra della timoneria (nei modelli in questo settore ne vengono montate due o anche di più, di nuovo stranamente perché si vede comunque bene in diverse foto che ce n'è una sola). Ufficiali a parte, il tizio con la barba bianca e la bombetta in abiti civili a mio parere potrebbe essere l'architetto navale Colin Archer (che costruì la Fram e ricostruì la Stella Polare a partire dal Jason) (beh, per lo meno gli somiglia parecchio...). La foto è un ritratto ufficiale fatto chiaramente prima della partenza.




Qui li vediamo nel modello: i verricelli coperti dai sacchetti di telo (freccia gialla), le caviglie (freccia verde). La freccia rossa indica una banderuola posta sul lato sinistro della piattaforma rialzata (si vede in una singola foto ma c'è).




Per finire una "pila" di cajaki montati proprio davanti al fumaiolo (frecce gialle), dettaglio di una foto ad alta definizione che si trova in rete, ripresa prima della partenza probabilmente in Svezia.




Qui i cajaki sono indicati dalla freccia gialla (la freccia verde indica la solita bussola). Per sistemare i cajaki ho leggermente modificato la disposizione (più o meno ipotetica, in effetti seguendo quella mostrata dal solito modello del campionato italiano, dove i cajaki però non ci sono) delle casse che avevo messo in precedenza.




Per ora è tutto... alla prossima e ciao a tutti  :-)

link alla galleria

--
ciao
Marcello

Navi
Figurini
» 16/7/2019 00:10 Profilo


Cesko Re: nave da esplorazione Stella Polare 1899, autocostruz 1:3

Generale di divisione aerea




Registrato dal: 3/11/2009
Interventi: 3629
Da: Chioggia (VE)


Offline  

 Livello: 46
7841 / 7841
4081 / 4082
25 / 224
Questo modello ti vale come una tesi di laurea in storia della marineria e delle esplorazioni navali. Straordinario come riesci a farci stare tutto in così poco spazio.
Ti auguro che i problemi di cui ci hai accennato possano evolversi in positivo a breve. 



--
FranCesco 
                          
» 16/7/2019 00:45 Profilo


Oberst_Streib Re: nave da esplorazione Stella Polare 1899, autocostruz 1:3

Generalleutnant




Registrato dal: 19/8/2008
Interventi: 4344
Da: Livorno


Offline  

 Livello: 49
9447 / 9447
4870 / 4877
37 / 256

Quote:
Cesko ha scritto: 
Straordinario come riesci a farci stare tutto in così poco spazio.



Si, il problema con Marcello non e' quello che fa e quello che scopre di dover fare, bensi' in che dimensione lo fa e con che dettaglio. 
A volte mi chiedo se non sia capace di rimpicciolirsi e ingrandirsi a piacimento.... 

--
Alessandro  ( Matricola M+ = 3315 )   
» 16/7/2019 16:14 Visita il mio spazio Profilo


Barbarigo Re: nave da esplorazione Stella Polare 1899, autocostruz 1:3

Generale di corpo d'armata




Registrato dal: 5/5/2004
Interventi: 5432
Da: Legnano (MI)


Offline  

 Livello: 53
0 / 11970
6254 / 6254
31 / 304
 Quote:
Cesko ha scritto: Questo modello ti vale come una tesi di laurea in storia della marineria e delle esplorazioni navali. Straordinario come riesci a farci stare tutto in così poco spazio.


Non posso che quotare tutto quello detto da Cesko per farti i miei più vivi complimenti.

Paolino

--

» 16/7/2019 16:38 Profilo Visita il sito Web


marcellodandrea Re: nave da esplorazione Stella Polare 1899, autocostruz 1:3






Registrato dal: 11/10/2010
Interventi: 3437
Da: Arezzo


Offline  

 Livello: 45
7358 / 7358
3797 / 3811
46 / 213
Secondo me esagerate ma comunque grazie... :-)


Una novità. Sono stato contattato dal sign. Francesco Fazio, pronipote di Simone Canepa, uno dei membri dell'equipaggio della Stella Polare che partecipò anche alla spedizione con le slitte dell'allora cap. Cagni verso il Polo. Il sign. Fazio mi ha scritto che si è iscritto a questo forum proprio per potermi contattare e scambiare informazioni con me a proposito del mio modellino, cosa di cui lo ringrazio tantissimo anche qui.

Spero anzi che se mi legge voglia intervenire direttamente in questa discussione.

Tornando al materiale che ho ricevuto, si tratta primariamente di una foto inedita della Stella Polare proveniente dalla Biblioteca nazionale di Oslo. Il sign. Fazio mi informa che secondo la curatrice della Biblioteca la foto, scattata dal famoso fotografo norvegese Narve Skarpmoen, mostra la nave probabilmente nel maggio 1899 nel cantiere di Larvik in uno stato di parziale approntamento per la spedizione, dopo la trasformazione dalla baleniera Jason. La foto è ad alta definizione ed è difficile inserirla qui tutta intera. L'ho divisa perciò in due parti un po' ridotte ma comunque sufficienti per una disamina.

(cliccare sulle foto per ingrandire)







Le frecce sono mie e sottolineano le mie considerazioni delle quali ho reso partecipe anche il sign. Fazio, che ha scritto a Oslo per il momento senza avere risposta, ma immagino che ne avrà una a breve termine.

Nel frattempo vi illustro le mie impressioni sulla foto.

A mio parere la foto NON mostra la nave nel maggio 1899, bensì nel settembre 1900 e non a Larvik (dove non tornò dopo gli ammodernamenti), ma in un porto norvegese che potrebbe essere Hammerfest a capo Nord o qualche altro sulla via del ritorno.

foto 01 - l'aspetto generale della nave è molto usurato (quasi da demolizione, altro che ricostruzione...) e non nuovo come dovrebbe essere dopo un riammodernamento (la Jason era nera, la vernice chiara dovrebbe essere nuova perciò) , la vernice è usurata e grattata via, il fianco sinistro (freccia azzurra)  è fortemente usurato proprio in corrispondenza delle lastre di ghiaccio che avevano serrato la nave a Teplitz. A poppa è presente il grosso verricello già trattato in questa discussione (freccia rossa) mezzo scassato (è il caso di dire così) e una slitta proprio sopra sul cassero. Fumaiolo e maniche a vento sono scure come erano al ritorno della spedizione (perché fossero scure è un mistero visto che alla partenza erano chiare, ma sono così in tute le foto che ho, forse erano semplicemente sporche). E' presente il mulino a vento, che nella nave "nuova" e alla partenza non era ancora montato come abbiamo visto. Si noti a prua l'interessante particolare dei due cannoncini (sulla Jason servivano per le fiocine) a lato delle gru di capone (frecce gialle): sapevo che ce n'era almeno uno (è citato nel diario) , invece sono due. 

Si noti a proposito dei colori l'impressione dei fregi e delle scritte a poppa: i fregi sono sicuramente del medesimo colore della nave (non dorati), lo scudetto è palesemente con la croce chiara (è quello sabaudo al 99,99 % direi) mentre il nome e la cornice sono molto scuri (forse oro scuro o bronzo? boh... beh, qui non si può dire di più).


foto 02 - l'alberatura mostra innanzi tutto il solo pennone maggiore di trinchetto, proprio la sola attrezzatura rimasta dopo la spedizione.  In conclusione, ripeto, la foto a mio parere è del settembre 1900.

A proposito dell'alberatura, torno un momento sull'annosa questione del colore dei colombieri (& annessi, coffe, maschette etc.) dell'albero di trinchetto e in generale di tutta l'alberatura. Le frecce azzurre indicano queste parti. Come si nota, i colombieri di trinchetto sembrano leggermente più chiari dei tronchi degli alberi e dei colombieri di maestra e mezzana.

Ora si noti il colore del bompresso/asta di fiocco, che è bianco in cima, grigio medio dietro: dunque, bompresso e asta di fiocco sono color legno illuminato dal sole.

Si noti poi il colore del pennone di trinchetto, chiaro sopra e simile a quello del bompresso, quasi nero sotto come il resto dell'alberatura: dunque, le variazioni dipendono dall'incidenza della luce solare.

Si noti infine come cambia, scurendo gradualmente, il colore delle maschette e coffe da trinchetto a maestra a mezzana: è altamente improbabile che solo la coffa (& annessi) di trinchetto fosse bianca e le altre invece no: dunque, sono tutte color legno, cambia solo l'illuminazione solare.

Intendiamoci, ammetto che su questo ho, ancora, qualche minimo dubbio, ma tutto sommato credo che sia lecito ammettere che colombieri e annessi fossero tutti color legno.

****************************


COLORE DELLO SCAFO

Inserisco qui a parte una notizia molto carina che sempre il sign. Fazio mi ha gentilmente comunicato. Si tratta di una descrizione del colore della nave in un articolo de L’illustrazione italiana N° 37 del 16 settembre 1900 (periodico che purtroppo, fino a poco tempo fa, era disponibile digitalizzato in rete (assieme a molti altri d'epoca) ma che ora non lo è più e che non ho potuto consultare in questa ricerca.

Ecco il testo (evidenziato in giallo) così come me lo ha girato in sign. Fazio:

...nell’articolo “il ritorno del Duca degli Abruzzi” a pag. 195 si legge: …Il suo scafo è di quel legno solido, ma pur elastico che chiaman greenhart…Rimessa a nuovo, dipinta di grigio con lo stemma bianco e rosso dei Savoja a poppa… La sistemazione interna della nave era molto comoda. Alle pareti, tinte pure di vernice grigia, pendevano i ritratti di Re Umberto e della Regina Margherita.” e a pag. 198: …Il 31 agosto la Stella Polare lasciò il Capo Flora e proseguì per Hammerfest, dove, in quella rada, incontrò  la nave caccia-foche  Hertha: i due italiani che erano a bordo di essa, conte Tarsis e cav. Silvestri, abbordarono il brigantino e recarono al duca la luttuosa notizia dell’assassinio del Re d’Italia.(..) Il brigantino issò subito la bandiera a mezz’asta ed è con questo segno di lutto che farà il suo ingresso nei porti della Norvegia, a Trondjem e forse anche a Christiania…” Che sia proprio questo il motivo della presenza dell’asta, sistemata sopra lo specchio poppiero in modo posticcio, per collocare la bandiera tricolore abbrunata?
Concludo perciò questo intervento con due note: 1) il colore dello scafo era proprio grigio chiaro (e non bianco) e meno male perciò che salomonicamente l'ho fatto pure io grigio chiaro usando il bianco solo per le lumeggiature; 2) nella prima foto qui inserita si noti infine l'asta della bandiera all'estrema poppa, che compare solo qui in questa foto e mai in nessun'altra della Stella Polare ed è una stranezza: dal momento che il picco di mezzana non c'era più, fu sicuramente il modo più semplice per mostrare la bandiera italiana al ritorno e forse, proprio come dice il sign. Fazio, per mostrarla anche abbrunata alla notizia della morte di Umberto I.

Nel frattempo ho cominciato a montare qualche pennone, appena ho un attimo metto le foto.

ciao a tutti :-)

--
ciao
Marcello

Navi
Figurini
» 20/7/2019 23:36 Profilo


yago Re: nave da esplorazione Stella Polare 1899, autocostruz 1:3

Generale di brigata




Registrato dal: 9/11/2014
Interventi: 1508
Da:


Offline  

 Livello: 33
3133 / 3133
1658 / 1673
13 / 117
Ciao Marcello :-)
uesto WIP si fa sempre più interessante oltre per la tua maestria anche per la mole di nozioni che continuano a venire fuori....però solo per stuzzicarti e alimentare il tuoi piccoli dubbi sui colombieri & co se fossero color legno il resto dell alberatura ( più scuro sarebbe verniciato) non credo sia possibile l uso di una diversità di legno in un pezzo come l albero maggiore... credo che se una sezione è dipinta l altra può essere color legno e viceversa...ripeto solo per un indurti ad una riflessione alimentando il tuo dubbio sotto sotto perchè anche tu non mi sembri del tutto convinto :-)

Ciao
Gianfranco :-)
» 21/7/2019 15:36 Profilo


marcellodandrea Re: nave da esplorazione Stella Polare 1899, autocostruz 1:3






Registrato dal: 11/10/2010
Interventi: 3437
Da: Arezzo


Offline  

 Livello: 45
7358 / 7358
3797 / 3811
46 / 213
Non mi basta come prova :-)     Il fatto è che questi dubbi ce li ho solo per il trinchetto, mentre gli altri due alberi sono indubbiamente tutti scuri. Il che non è possibile o perlomeno sarebbe oltremodo strano che solo un albero sia verniciato e gli altri no. E poi, quando il bianco è davvero bianco, cioè nelle punte degli alberi, si vede benissimo come tale e senza alcun dubbio. Tutto questo nella nave durante la spedizione, perché nelle poche foto che ho della nave in servizio nella Regia marina è tutto scuro senza dubbio.


Aggiungo già che ci sono una curiosità non indifferente che mi ha segnalato il sign. Fazio a proposito dello stemma sabaudo a poppa. Se si osserva il suo contorno nella foto riportata qui sopra (la prima) si nota che è a sezioni chiare e scure. IL sign. Fazio mi informa che queste sezioni chiare e scure dovrebbero essere rispettivamente oro e blu e riproducono esattamente lo stemma proprio del duca degli Abruzzi come si può vedere a questo link. Il che ci porta a considerare quasi certo che i colori dello scudetto siano quelli sabaudi e non i (misteriosi) colori proposti nei modelli commerciali.


--
ciao
Marcello

Navi
Figurini
» 21/7/2019 16:57 Profilo


yago Re: nave da esplorazione Stella Polare 1899, autocostruz 1:3

Generale di brigata




Registrato dal: 9/11/2014
Interventi: 1508
Da:


Offline  

 Livello: 33
3133 / 3133
1658 / 1673
13 / 117
E sia Marcello! :-)
Il mio era solo uno spunto di riflessione... hai fatto le tue giuste considerazioni che ti hanno portato a una conclusione , si rispettano e non si discutono! :-)
Vai così

Ciao e buon divertimento
Gianfranco :-)
» 21/7/2019 23:16 Profilo


marcellodandrea Re: nave da esplorazione Stella Polare 1899, autocostruz 1:3






Registrato dal: 11/10/2010
Interventi: 3437
Da: Arezzo


Offline  

 Livello: 45
7358 / 7358
3797 / 3811
46 / 213
Ho messo le decals, fattemi da un amico tempo fa. Intanto, il nome della nave e i fregi di poppa:

(cliccare sulle foto per ingrandire)



L'effetto è buono e rispecchia l'apparenza delle foto, compresa l'ultima che ho messo poco sopra. I fregi sono dello stesso colore della nave (qui grigio chiaro bordati di grigio scuro per dargli un minimo di volume). lo scudetto è quello sabaudo, la targhetta con il nome della nave è molto scura (qui bronzo dorato).  Tenete presente che il tutto è largo 12 mm, quindi dobbiamo accontentarci della resa :-)
 

Poi i fregi di prua, sullo sperone:



Ugualmente i fregi sono chiari, mentre a prua compare il solito scudetto sabaudo (purtroppo non esiste alcuna foto ravvicinata della prua e questa perciò - la presenza dello scudetto sabaudo - è solo un'ipotesi e può darsi che alla fine lo tolga: sullo sperone conservato a MIlano, che però è stato abbondantemente restaurato e ridipinto, non c'è alcun scudetto; su una decorazione simile conservata a Spezia di cui mi ha parlato il sign. Fazio, riferita sempre alla Stella Polare, lo scudetto c'è ma non è detto che sia stato montato - diciamo che sarebbe logico che ci fosse, ma forse è meglio se lo tolgo :-)   ).

Hop aggiunto poi la scaletta di accesso allo scalandrone laterale (a destra), che sarà abbassato perché nella scenetta la nave è ferma con una scialuppa a mare.




Ho aggiunto il boma (tutto bianco) e i picchi di mezzana (punta bianca) e di maestra 8legno) con le relative vele (pellicola da cucina incollata con vinavil).



Ho dipinto poi le vele in beige molto chiaro, lavandole con marrone e lumeggiandole con bianco. Le vele ammucchiate sopra le coffe sono vele di straglio. Lo so che è strano vederle montate prima degli stragli, ma qui, date le dimensioni minuscole, devo lavorare a rovescio di come farei su un modello di grandi dimensioni (dove si procede nel medesimo ordine delle navi vere): se mettessi prima le sartie, poi gli stragli e infine le vele, finirei per strappare via tutto nel tentativo di sistemare le vele più interne.




Ho preparato anche i due cannoncini di prua, seguendo l'evidenza della foto inserita poco sopra: Questi sono proprio piccini, giusto 3 mm circa. La culatta è fatta con una goccia di vinavil.



link alla galleria

--
ciao
Marcello

Navi
Figurini
» 21/7/2019 23:22 Profilo


dj Re: nave da esplorazione Stella Polare 1899, autocostruz 1:3

Capitano di vascello




Registrato dal: 8/1/2006
Interventi: 961
Da: Roma


Offline  

 Livello: 27
0 / 1891
1567 / 1567
44 / 83
Ciao Marcello
come di solito i tuoi lavori sono sempre ben documentati e rappresentano, almeno per me, un riferimento su come realizzare ed inquadrare un modello in un determinato periodo storico ... tutto molto interessante e ben fatto. Seguo sempre anche se non commento ... non avendo nulla da dire 
Ciao Giuseppe 

--
 
» 22/7/2019 09:58 Profilo

Visualizza:  Vai a ( Pagina precedente | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 10 | 14 | 20 | 25 | Pagina successiva )

Utenti online: 1 Utenti stanno visualizzando questa discussione
Ci sono 1 utenti online. [ Amministratore ] [ Staff ]
1 Utenti anonimi
0 Utenti registrati:
Stampa topic