Forum : 1/72 e dintorni

Soggetto : Ace Model Centauro B1

 Andrea66 :

30/3/2018 08:57
 Dovrebbe essere ormai prossima l'uscita della Centauro B1, scala 1/72, in plastica e foglietto di fotoincisioni da parte dell'Ucraina Ace Model.
Dispiace sempre constatare, come per altri mezzi, sia una ditta straniera a proporre un soggetto italiano.

 

 Fabrizio1966 :

30/3/2018 10:44
  se lo standard è quello dei loro centurion, allora sarà un ottima aggiunta...sul resto, non posso che quotarti in pieno. :-(

 Wanderer :

30/3/2018 12:02
 Ma davvero riponevate soverchie speranze nei/nel produttore italiano?
Io vedo che anche con soggetti che venderebbero benissimo worldwide come un buon M13/40 in 1/72 non hanno saputo far altro che riproporre paro paro il glorioso ESCI? Per non parlare di altre "chicche" ( si fa per dire) reinscatolate dopo 40 anni senza alcun miglioramento ...

 enrico campo :

15/4/2018 17:47
  Su FB sul sito di ACE varie foto.......

 Andrea66 :

15/4/2018 20:56
 Io me ne sono già accattate un paio sulla baia.

 Fabio :

16/4/2018 09:49
 Siccome già non ho abbastanza tempo per seguire a dovere M+, figuriamoci di mettermi in caccia per la rete, nessuno ha qualche foto delle stampate da postare?
Ciao
Fabio

 Wanderer :

16/4/2018 10:49
  link:
http://acemodel.com.ua/en/model/657

 Fabio :

16/4/2018 11:50
 Grazie mille Enzo !
Mi sembra una discreta base di partenza, certo che di lavoro - da quello che si vede dalle stampate - non ce nè poco da fare specie perché diversi pezzi sembrano richiedere un buol lavoro di carteggiatura e stuccatura...
Oltre a questo mi riferisco ad altri particolari che sono già difficili da riprodurre in scale più grandi tipo:
  • i cesti della torre
  • le corazzature aggiuntive di cui non riesco a percepire la trama ma che sembrano assai spesse
  • le piastre di scafo e torre
Il produttore riporta un Early Type ma mi sembra più un ibrido più facile da trasformare in un esemplare del primo lotto di "corte" piuttosto che in uno del secondo sostituendo i Galix montati sul cesto con dei Wegman montati ai lati della torre all'interno delle corazzature (che secondo me possono anche essere omesse). 
Ciao
Fabio 

 Andrea :

16/4/2018 13:17
 
Mi sembra una discreta base di partenza, certo che di lavoro - da quello che si vede dalle stampate - non ce nè poco da fare specie perché diversi pezzi sembrano richiedere un buol lavoro di carteggiatura e stuccatura...


Eh, ma il modellista in scala 1:72 sà già che, se vuol fare un bel modello, deve metterci del suo... sennò ci si compra un bel MENG in 1:35 ed è finita lì! Comunque già il fatto che gli attrezzi siano separati dallo scafo fa gridare al miracolo! Inutile dire che almeno una me la piglio...

 Luciano Maffeis :

16/4/2018 14:16
 Magari Meng, oppure anche Takom perché no, facessero una Centauro!!

 Silvano :

16/4/2018 15:13
 Quote:

Luciano Maffeis ha scritto:

Magari Meng, oppure anche Takom perché no, facessero una Centauro!!


Nessun problema... ogni kit ACE basandosi sulle stampate, è un bel kit...
Poi quando inizi a montarlo ti rendi conto che è il solito (kit del) MENG(a)

 Wanderer :

16/4/2018 19:01
  Ne compreremo almeno una a testa, mi pare evidente.
Sui kit ACE concordo purtroppo, ho realizzato il loro T-60 ed è stata un'impresa, coronata da successo ma pur sempre un'impresa. So che di recente la loro qualità è migliorata, ma comunque restano kit complessi. 

 Fabrizio1966 :

16/4/2018 21:45
  il loro T59 è stato un impresa folle.  Però recentemente ho iniziato a lavorare al loro centurion e la qualità è nettamene migliorata. certo, non  sono dei revell e, meno che meno degli S-modell, ma sono molto, molto migliorati. Poi, si sa che  per noi  "dannati" della braille scale, vale  il detto "no guts, no glory" ...devi provarci e sudare un po'... 
Fabrizio

 Fabrizio1966 :

16/4/2018 21:48
  ...e comunque, dopo aver visto il T62 Trumpeter, preferisco sudare lavorando su un  ACE che invocare figure sacre insieme ad animali da cortile guardando le semplificazioni da wargame di ditte ben più blasonate ...

 Wanderer :

18/4/2018 15:00
 A suo tempo avevo acquistato il T-55 ACE, uno dei primi disponibili, assieme al vetusto PST, per entrambi si potrebbe citare il titolo del fortunato film di Tarantino "Inglorious bastards".
Poi sono passato a quelli di Trumpeter migliori ma sommari e ora al Revell, che ora spero di realizzare con una livrea rhodesiana.
Un altro progetto è di fare un T-54A dei tempi di Budapest 1956.
Ora però devo decidere come smaltire i vecchi ACE, PST e Trumpeter.

 Fabrizio1966 :

18/4/2018 20:53
  Il Revell si monta benissimo ed è veramente un piccolo gioiello...A difesa dell'ACE, va detto che , paragonato al PSt era notevolmente più corretto, le torrette dei pst sono assurde... e non solo quelle ..per smaltirli, i pst, devi, secondo me,  come minimo sindacale, ricorrere a torrette ( modeltrans o altro) cingoli e ruote OKB, e se li trovi, fotoincisioni Part. Ah, e ad una buona banca, perchè con questia aftermarket hai già triplicato il costo del kit...
Fabrizio

 stefanoc :

24/4/2018 21:14
 Non so se avete visto, ma nel catalogo ACE è in sviluppo il Lince, nonché la versione russa

 Fabrizio1966 :

25/4/2018 20:00
  Quote:
stefanoc ha scritto: Non so se avete visto, ma nel catalogo ACE è in sviluppo il Lince, nonché la versione russa


Visto visto..e ha già annunciato ulteriori versioni del Centauro...:-D

 Fabio :

25/4/2018 20:07
 Peccato che Italeri sia fuori dal mondo, altrimenti qualcosa potrebbe tirare fuori e magari anche di qualità discreta ...
Ciao
Fabio

P.S.: visto che parliamo di Centauro, a nessuno servono un paio di copertoni in scala 1:1?

 Silvano :

25/4/2018 20:11
 
Quote:
Fabio ha scritto: Peccato che Italeri sia fuori dal mondo,


ma Italeri non ha l'esclusiva per il marchio delle F.A.?
Cosa mette ACE per le decals???

 Fabio :

25/4/2018 20:19
 Italeri ha un contratto con l'Aeronautica Militare e riguarda solo le insegne.
Non ho idea su che base giuridica possa poggiare un simile accordo in quanto ogni italico contribuente è azionista delle FF.AA. tutte e come tale ha pieno diritto di utilizzare ad libitum tutto il materiale non soggetto a secretazione...
Credo che il primo che denunciasse tale accordo otterrebbe ragione...
Ciao
Fabio

 gidesa :

26/4/2018 11:45
 Ma le FF.AA. Usa non hanno anche loro contratti di esclusiva su simboli ed altro? Sia su oggettistica varia sia sui modelli.
Magari la normativa è diversa da quella italiana, e così i cittadini a stelle e strisce se la devono prendere in saccoccia, in nome del libero mercato, ovviamente :-)

 Fabio :

26/4/2018 20:48
 
Quote:
gidesa ha scritto: Ma le FF.AA. Usa non hanno anche loro contratti di esclusiva su simboli ed altro? Sia su oggettistica varia sia sui modelli.
Magari la normativa è diversa da quella italiana, e così i cittadini a stelle e strisce se la devono prendere in saccoccia, in nome del libero mercato, ovviamente :-)


Non ne ho idea ma mi pare che ci sia una valanga di insegne UAS sia nelle scatole che come aftermarket.
Comunque è come se mettessero le royalty sulle bandiere...
Ciao
Fabio

 kicco64 :

27/4/2018 08:05
 
Quote:
gidesa ha scritto: Ma le FF.AA. Usa non hanno anche loro contratti di esclusiva su simboli ed altro? Sia su oggettistica varia sia sui modelli.
Magari la normativa è diversa da quella italiana, e così i cittadini a stelle e strisce se la devono prendere in saccoccia, in nome del libero mercato, ovviamente :-)




credo che la differenza sia che per le insegne USA i produttori chiedano l'autorizzazione e se richiesto  paghino delle roialty, ma nessuno ha l'esclusiva,
nel caso di italeri sembra che abbiano l'esclusiva, cioè che solo loro possono fare decals AM...


 uavpredator :

27/4/2018 08:40
 I marchi FFAA sono tutti stati recentemente registrati e protetti da apposita normativa relativa ad alcune illecie e fraudolente riproduzioni special modo per la linea "abbigliamento" . Ciò ovviamente potrebbe applicarsi anche alle decals ma non ai modelli in quanto quest'ultimi sono "protetti" da altre normative in genere del fabbricante.; tutto questo vale per la messa in vendita su scala industriale di prodotti riportanti loghi o altro dei sopra citati Enti.
Ma questo vale pure per i "Brand" come Fiat, Ferrari etc. ma non è ostacolo alla porduzione di modelli va solo presentata una apposita domanda ad un apposito ufficio di MinDifesa e non ci sono da pagare tasse o altro solo essere autorizzati.
Per la linea abbigliamento invece ciò non è possibile perchè esite una esclusiva concessa ad una o più industrie atta a scoraggiare un fiorente mercato del falso .
Revell ciome Tauramodel come Cunarmodel come Italeri producono e distribuiscono "loghi" delle FFAA come decals senza problemi.
Mauro

 kicco64 :

27/4/2018 11:24
 
Quote:
uavpredator ha scritto: I marchi FFAA sono tutti stati recentemente registrati e protetti da apposita normativa relativa ad alcune illecie e fraudolente riproduzioni special modo per la linea "abbigliamento" . Ciò ovviamente potrebbe applicarsi anche alle decals ma non ai modelli in quanto quest'ultimi sono "protetti" da altre normative in genere del fabbricante.; tutto questo vale per la messa in vendita su scala industriale di prodotti riportanti loghi o altro dei sopra citati Enti. Ma questo vale pure per i "Brand" come Fiat, Ferrari etc. ma non è ostacolo alla porduzione di modelli va solo presentata una apposita domanda ad un apposito ufficio di MinDifesa e non ci sono da pagare tasse o altro solo essere autorizzati. Per la linea abbigliamento invece ciò non è possibile perchè esite una esclusiva concessa ad una o più industrie atta a scoraggiare un fiorente mercato del falso . Revell ciome Tauramodel come Cunarmodel come Italeri producono e distribuiscono "loghi" delle FFAA come decals senza problemi. Mauro



quindi la voce che gira sul fatto che Italeri abbia l'esclusiva sulla possibilità di riprodurre decals destinate a kit dell' Aeronautica Militare non è corretta, in pratica chi avesse intenzione di produrle può semplicemente chiedere l'autorizzazione all'apposito ufficio ?
e dici che ciò è legato alla messa in vendita su scala industriale, e nel caso ti basse tirature, quale possono essere quelle di piccoli produttori ?


 uavpredator :

27/4/2018 12:04
 alcuni esempi di altri produttori di decals Italiane esistono per esempio:
http://www.tauromodel.it/
http://www.italiankits.it/skymodels.html
Hasegawa


quindi ovviamente non esiste un accordo esclusivo con Italeri almeno per le decals .
Sul Logo AM presente sulle scatole Italeri degli italici modelli invece esiste una esclusiva.
Mauro

© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=138100&forum=8