Forum : 1/72 e dintorni

Soggetto : due passi nell'impossibile...

 xiani :

8/3/2012 08:02
 1 e 72 signori...alcuni di voi sanno...ma alcuni no....

credo veramente che molti 35isti convinti e che guardano la 1\72 come a una scala da...bambini...abbiano a che ammutolirsi e cospargersi il capo di cenere....

qui quo qua

 sabot65 :

8/3/2012 08:22
 Sono assolutamente d'accordo.....e in più io mi ammutolisco anche quando vedo cose simili fatte in 1/35 :-(

 fabrix67 :

8/3/2012 08:23
 
Quote:
fiani ha scritto: 1 e 72 signori...alcuni di voi sanno...ma alcuni no....


Io ero tra coloro che non sapevano... e preferivo restarci.
Adesso sono costretto ad appendere al chiodo colori pennelli e quant'altro...

:-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o

 Fabrizio1966 :

8/3/2012 09:00
 Per chi volesse poi adentrarsi nel lato oscuro della small scale ......

INSPIRATION

Fabrizio :-P

 xiani :

8/3/2012 09:15
 c'è qualche nomignolo....
Paolo Lavagnino
Fabrizio Repetto
Federico Zanetti....
tutta gente poco seria...hahahahha :-D :-D :-D :-D :-D
gente che fanno carri in 1\6 e li spacciano per 1\72....hahahahaa :-D :-D :-D :-D ;-)

 pgdm :

8/3/2012 09:25
 Tiriamo fuori gli scheletri dagli armadi?
















:-D :-D :-D

 2S6M :

8/3/2012 10:09
 Non ho mai considerato la 1/72 una  "scala da......bambini", ed anzi ho sempre ammirato chi riesce a fare dettagli in questa scala che sembrano già semi-impossibili su un mezzo in 1/35.
Il T 72 in questione è bellissimo e raggiunge un grado di dettaglo veramente notevole, non facile da trovare neppure su molti modelli in scala maggiore, così come molti altri lavori del sito indicato da Fabrizio.
Tanto di cappello ai tanti bravissimi modellisti della piccola scala.......ma anche ai quelli in 1/35.....per me rimane solo una mera questione di scelta e di gusto, non di sser bambini o adulti...
;-)

 xiani :

8/3/2012 10:32
 secondo me..non è una questione di appendere pennelli al chiodo, o tirare fuori "scheletri" , non è che siamo davanti al cacciatore e il pescatore che si raccontavano delle proprie "conquiste".
ma purtroppo e secondo me anche troppo spesso...viene considerata la scala 1\72 come la scala dei giocattoli, troppo spesso chi costruisce(non tutti per carità.....non facciamo di tutta un'erba un fascio) in 1\35 si lascia andare a dichiarazioni di facciata....bello bello....ma poi pensa.... il solito balocco...
ora...la cosa si divide...c'è chi dice....bello bello ed è sincero, pochi.....c'è chi dice bello bello e non è sincero....e c'è chi dice bello bello, non è sincero ma lo dice solo ed esclusivamente perchè non è in grado di fare altrettanto....

scommetto che in tutte le risposte che verranno date....pochissimi se non ...nessuno...verra' fuori con uno stimabilissimo...bello bello....non ne sarei capace... :-) :-) :-)


vi pregherei di non prendere la cosa come polemica, perchè non lo vuole essere.....ma prendetela come una semplice considerazione personale....ok?

;-)

 pgdm :

8/3/2012 10:56
 Premesso che i pescatori (io sono pescatore) sono tra le persone più attendibili che esistono :-D :-D
gli "scheletri" nel senso (per quanto mi riguarda) che qualche precedente in 1/72 (senza considerare il livello, ovviamente) ce lo abbiamo più o meno tutti, semplicemente perchè è una scala che ha un suo fascino che può essere più o meno gradito, più o meno condiviso, ma è diverso (il che non vuol dire meglio o peggio) da quello della scala maggiore.
Poi non è che se uno ama la scala 1/72 deve avere l'approvazione degli altri. La faccia perchè gli piace e amen.

 Fabrizio1966 :

8/3/2012 10:58
 Il punto, giuseppe, è un po' più articolato, e , in un certo senso, noi qui su M+ viviamo in un isola felice , checchè ne dica l'esimoweboronzo che abbaia ma non morde ( protesi dimenticata nel bicchiere accanto al comodino? ), o se preferite, predica male e razzola bene, tenedo in elevatissima considerazione la braille...
come hai scritto tu, è una mera questione di gusti, Un esempio ridicolo. Io faccio la 1/72 e la 1/48...un 1/35 non lo finirei in meno di 5/6 anni, e non riesco a fare, o meglio, ho uan certa difficoltà a fare modelli in...1/76!!!! Sò che può sembrare ridicolo, vista l'irrisoria differenza con la 1/72, ma mi è più facile approcciare un 1/48 che un 1/76...mera questione di feeling personale...

Purtroppo, però, la fuori , ogni tanto, anzi molto spesso, ti imbatti nel cretino di turno. E il turno sembra impostato sulle 24 ore. Qui abbiamo gente bravissima come Giuseppe e/o Gaetano (per citarne due)  che commenta e misura un kit con lo stesso metro indipendentemente  dalla scala,o gente come alby e Nico che passano dall'una all'altra....... altrove però capita di elggere sovente, soventissimo quei commenti  del tipo "..si lo so , è un 1/72 e infatti temo di aver buttato via i soldi" ( perchè,  ti servivano per iscriverti alle serali, ignorante ?!!?!!)  "io la vostra scala non la capisco " ( prova a vedere con un insegnante di supporto, magari fai progressi !!!!)  " tanto è un 1/72, che altro vuoi farci?" ( è quello che dice sempre tua moglie, guardandotelo, prima durante e dopo...) " è un 1/72, non perdiamoci tempo..." ( infatti, non perdiamoci tempo, sei un cretino, dato acclarato...) ..... Nel novero degli eletti della nobile scala  e della battuta facile rientrano, ahimè ,anche alcuni blasonatissimi master ( dei miei stivali, anzi dei miei calzini, bucati...)

Temo che Gianni abbia, un po' troppe volte, incrociato questi simpaticoni.....

Fabrizio :-(

 Hoot :

8/3/2012 11:12
 Soluzione semplicissima: basta non frequentare i master  ma solo me e alby!!!
(oddio....alby però è un master.... :roll: )
:-D :-D :-D

Scherzo...ma mica tanto ;-)

 Utente2662 :

8/3/2012 11:25
 il modello da te segnalato è stupendo, ma non mi piace la contrapposizione tra generi o scale, non fa bene al modellismo. Ognuno ha le sue passioni, contrapporle mi sembra stupido. Siamo tutti modellisti, ed il rispetto reciproco sarebbe dovuto, non un optional. Poi certo ci può stare lo sfottò, ci mancherebbe. Quindi nessun capo cosparso di cenere, perchè il modellista intelligente sa che ogni scala ha le sue difficoltà. Propongo un salto culturale, poi, se vuoi puoi anche sfottermi, ma propongo questa riflessione alla tua sollecitazione contradaiola.

Bob :-)

 Fabrizio1966 :

8/3/2012 11:36
 Quote:
Hoot ha scritto: Soluzione semplicissima: basta non frequentare i master  ma solo me e alby!!!
(oddio....alby però è un master.... :roll: )
:-D :-D :-D

Scherzo...ma mica tanto ;-)



Già fatto, è una vita che frequento brutta gente!!!!!!!!!!! :-P  ( e ci stò d adio...)

Fabrizio

 xiani :

8/3/2012 12:10
 Quote:

Fabrizio1966 ha scritto:



Temo che Gianni abbia, un po' troppe volte, incrociato questi simpaticoni.....

Fabrizio :-(


credo che Fabrizio abbia risposto per me....

quindi è un dato di fatto che chi vuole contrapporre le cose non sia io.....infatti se si legge tutti i miei interventi si capisce questo......
poi...non prendetela sul personale......io ho imparato e stò imparando guardando fare l'1\35.....ma non penso mai...che 1\35 sia merda.....per capirci....piuttosto per dato di fattoci sono persone che nascondono dietro al disprezzo le proprie incapacità.....

:-)

 2S6M :

8/3/2012 12:12
 Tutto verissimo Fabrizio.....ma non ho mai detto che ci siano imbecilli che fanno i discorsi che hai rammentato (e che indirettamente ha lamentato anche Gianni). Dico solo che lo scegliere una scala piuttosto che un'altra, personalmente penso sia in fondo una scelta di gusto e, se vogliamo, anche dicapacità....nel senso che come ha detto Roberto ogni scala ha la sua difficoltà (nella 1/72 sono le dimensioni più piccole, che rendono il dettaglio più difficoltoso da realizzare, nella maggiore il fatto che essendo più grande il modello, il dettaglio può dover essere più spinto al fine di non sembrare un giocattolone  - cosa molto più facile con un modello grande che con uno piccolo a mio avviso)...
Anche io ho qualche modello in  casa in 1/72, seppure non ne ho montati di recente, visto che determinati soggetti, all'epoca dell'acquisto o tutt'ora, non esistono in scala maggiore (e così mi adatto)
. ma non so se riusciro a farli come riesco a fare (bene o male) quelli in 1/35, così com non so come riuscirebbe dalle mie amni un modello in 1/16.
Non mi sembra comunque sia necessario dividersi, specie sul forum, dove come hai detto non è molto presente questa distinzione tra "giocattolari" e modellisti di cui parla Fiani, ma ribadire che è sempre ottima la scelta della scala che ciascuno fa secondo la propria soddisfazione, e che del giudizio degli altri, specie se insulso/fatto tanto per fare e, sopratutto, non supportato da validi argomenti,ci si può anche non curare. ;-)

 xiani :

8/3/2012 12:18
 Giuseppe, guarda che io non voglio contrapporre nessuno....se leggi la risposta che ho dato sopra...capisci...

la mia è una mera constatazione che purtroppo molti pensano...quindi per far capire a queste persone a "quanto stanno" le loro chiacchere...vdessero un attimino quel carro di Alex Clarke e si diano una ridimensionata rispetando tutto il resto... 1\48 1\72 1\76 1\100 1\144...ok?
:-)

 Caesar :

8/3/2012 13:02
 Posso mettere un carico da 11 a difesa delle potenzialità dell' 1:72?

date un'occhiata QUI.

Io personalmente ritengo che il modellismo sia indipendente dalla scala. Nel senso che Ammiro in egual misura il modellista bravo a precindere dalla scala in cui lavora. Il fatto di prediligere un 72, o un 144, o un 35 penso dipenda da molti fattori. Io ne ho considerati diversi, che vanno dallo spazio occupato dal modello, ai costi, dal mio personale gusto alle mie personali (in)capacità.

P.S. condivido il fatto che M+ sia un isola felice per i settantaduisti, sopratutto per il fatto che ce ne sono molti con le palle dai quali prendere ispirazione.

Saluti, Alessandro :-D

 nuvolanera :

8/3/2012 14:10
 Ciao ragazzi,
abbiamo discusso più volte la sottovalutazione della scala 1/72,
il tutto sta come ha detto Roberto Carfagna, nella singola valutazione 
del modellista. Quello intelligente valuta la bravura al di là
della scala l'altro rimane quello che è. Dalla mia esperienza
ho visto modelli in 1/72 aver avuto riconoscimenti più dell'1/35 e non
ultimo un Best of Show dato a Thiene.  

 Alessandro-tigre86 :

8/3/2012 14:26
 Poche balle la 1/72 è una signora scala! :-)

 fabrix67 :

8/3/2012 15:24
 Mi rimangio la battuta fatta precedentemente, in merito all'appendere pennelli al chiodo... certo che non lo farò... anche se l'istinto, nel vedere cotanta bellezza, c'è stato.
Personalemnte ritengo di avere più ammirazione per colori che realizzano alla grande (dove per alla grande intendo l'esemplare che ha dato vita a questo dibattito) modelli in 72 che in 35, per il semplice fatto che i primi non li reputo minimamente alla mia portata mentre per i secondi una seppur flebile speranza di arrivarci ancora la nutro. Ho appurato nel tempo quali sono i miei limiti, rendendomi conto che un bullone in 35 riesco ancora a vederlo, a toccarlo e a prenderlo con le pinzette, in 72 nemmeno lo vedo... Lo stesso dicasi per maniglie, ganci e microdettagli vari, e quando li vedo (perchè ingranditi dalle foto) di tale fattura non posso fare altro che inchinarmi...
Mai mi è passato per la testa di considerare una scala inferiore ad un'altra; semmai ne apprezzo vantaggi e svantaggi... così come ho fatto per il plastico ferroviario per il quale ho optato per una più ardua, da un punto di vista modellistico, scala N al solo scopo di avere un tracciato di più ampio respiro, a maggior ragione trattandosi di ferrovie americane.
Sarò stato fortunato io, o semplicemente ho frequentato poco ambienti modellistici, ma di persone così ostili ad una o all'altra scala non ricordo di averne mai incontrate.

fabrizio

 2S6M :

8/3/2012 17:42
 

Oh Gianni,.....  si, l'ho capito...ma ho letto la tua risposta che nel post sta sopra la ultima mia, solo dopo che avevo già scritto....comunque, ripeto,,,, io ammiro che come Voi si cimenta con la 1/72 e ammetto che in quella scala avrei (dico forse solo perchè per avere la certezza dovrei provare ed è un sacco che non monto un "piccolo") difficoltà a rendere molti dettagli che si vedono invece in eccellenti realizzazioni in questa scala.......
ma come ho già detto ogni scala ha ha suoi punti di valore e le sue difficoltà, più o meno grandi....e scegliere l'una o l'altra, per me, non è questione di prevalenza dell'una sull'altra, ma di mero gusto e di, appunto, capacità di ottenere ciò che si vuole.
detto ciò è poi anche vero che ci sono tutta una serie di imbecilli in giro che spesso parlano (e giudicano) solo per il gusto di farlo e dire qualcosa,....ma spesso senza ragionare prima di dare fiato alle trombe

 pgdm :

8/3/2012 17:54
 Scusate ma a me pare che stia venendo su una discussione in cui tutti (giustamente) dicono che non c'è nulla da discutere.
Mi pare acclarato che c'è chi ama la 72, chi la 35, chi (nessuna legge lo vieta) tutte e due.
Poi ci sono le persone che assumono un atteggiamento denigratorio verso gli altri (perchè la scala è troppo piccola o troppo grossa, perchè il giallo è troppo giallo o troppo poco giallo o comunque non quel giallo ecc. ecc.) alle quali non possiamo fare nulla se non evitarle e/o non considerarle.
Dopo di che mi pare ci sia poco da dire.
Ognuno si diverte come meglio crede; si scherza anche con le finte polemiche tra carrarmatari e aeroplanari (poi se uno vuol prenderle sul serio faccia pure, problemi suoi) e tutto finisce li.
Fiani: è finito l'olio. A casa ce lo ricordiamo tutti come una delle cose più buone assaggiate su questa terra. Di nuovo grazie (vogliamo aprire una polemica tra olio toscano, olio ligure e olio pugliese? :-D :-D :-D)

 Hoot :

8/3/2012 17:56
 ..si...
:-x :-x :-x
...ti sei scordato l'olio cilentano!!

 Utente2662 :

8/3/2012 18:07
 se la metti così , all'interno del forum ogni discussione è inutile, salvo le tue ovviamente, mi pare chiaro. Proponiti come moderatore Paolo, aprire un post sull'olio di Fiani poi credo sarebbe un ottimo incipit. Credo invece che la discussione possa offrire spunti interessanti, sempre che la cosa ti sia gradita ovviamente, in caso contrario...ce ne faremo una ragione.

Bob :-)

 pgdm :

8/3/2012 18:43
 Ti ringrazio per la risposta perchè un bell'esempio di come si pone una persona come quelle di cui parlavo prima è sempre utile per chiarire meglio i concetti.

 Lav :

8/3/2012 20:09
 Fermo restando che tutte le opinioni vanno rispettate e che anche gli sfoghi personali sono legittimi,
ritengo che il limite alle nostre capacità siamo noi stessi...
Per quanto riguarda le critiche è ovvio che sono sempre ben accette salvo quelle gratuite e denigratorie.
Ma per queste ultime viene utile una frase della Divina Commedia:
Non ti curar di lor ma guarda e passa....
E come detto in passato, se qualcuno si può sentire offeso da quanto detto.... chiedo venia!!!
Paolo LAV
;-) ;-) ;-)

 Eretico :

8/3/2012 20:50
 Personalmente non arriverò mai ad un dettaglio del genere, ma la 1/72 è la scala che preferisco.

Ciao :-)

 Silvano :

8/3/2012 22:11
 Mah...secondo me sono paturnie...chissà come mai negli aerei non ci sono tutte queste distinzioni tra 72-48 e 32....almeno così mi sembra.

A me piace la scala 1/72, mi permette di costruire uno o due  modelli all'anno...Quella in 1/35 mi stufa...non riesco a finirla... però mi piace ammirare i modelli...

Inoltre...volete dirmi che un unotrentacinquista, non ha mai incollato un dettaglio grande come un rivetto o una maniglietta in 1/72?
O viceversa, un unosettantadueista, non ne ha mai autocostriuto uno grosso come una Schurzen di un Pz 4 ???


:-)

 Utente2662 :

8/3/2012 22:19
 mi sta facendo voglia di cimentarmi con un mezzo in scala 1/72, la scala della mia gioventù modellistica e non solo quella. Molti di noi, penso anzi, quasi tutti, hanno iniziato con questa mitica scala, monopolio dell'Airfix in quei tempi gloriosi. Molti di noi hanno iniziato con gli aerei, magari col tempo si sono scoperti amanti dei mezzi. Ho constatato che solitamente, i più bravi sono rimasti coerenti con le scelte fatte magari trenta anni prima, e continuano con la 1/72 sfornando piccoli capolavori. Qui nel forum ne abbiamo qualche fulgido esempio, mi riferisco a Simone, Fabrizio, Fiani, Lav, Angelo etc etc, scusate se non li cito tutti a memoria. Credo che sia l'invecchiamento lo scoglio più difficile da superare in questa scala. Rendere credibile un modello così piccolo. Una bella sfida.

Bob;-)

 xiani :

9/3/2012 07:43
 perdonatemi...

1 e 72 signori...alcuni di voi sanno...ma alcuni no....

credo veramente che molti 35isti convinti e che guardano la 1\72 come a una scala da...bambini...abbiano a che ammutolirsi e cospargersi il capo di cenere....

questo è quello che ho scritto iniziando il post...

spiego...perchèmi sembra di capire(forse sbagliandomi....ma mi pare impossibile che mi sbagli sempre io.....) che si legge questa frase come una provocazione di polemica....
no..non è polemica, non lo vuole essere(o qualcuno riesce a sapere meglio di me la mia intenzione?)...ma è solo un monito a certe(CERTE non vuol dire Bob Sabot PGDM Hoot Flik Flok e Mammarella, poi se ci si sente tirati in causa ...non è colpa mia ne di quello che viene scritto...) persone che esistono e nessuno può negare....che guardano con un certo disprezzo una scala...(UNA) ritenendola cosa per bambini...quindi non è altro che far notare a questi che si possono creare bei lavori anche in questa scala......
poi che il 35 è meglio del 48 o di tutti e di nessuno...non l'ho detto io...quindi rimane il problema a chi lo sente.
sullo schernirsi tra modernisti vecchiari areoplanari e robottinai....sono pienamente d'accordo, ma la parola schernire è ben differente da disprezzare o peggio ancora non considerare....
sono il primo a scherzare e spero di esserlo per tanto tempo, vuol dire che fondamentalmente sono un tipo allegro, non credo sia difetto...
sinceramente detto tra Amici vi confesso che non mi piace che qualunque cosa vi dica sia per voi una polemica.....comunque non ci posso fare niente, visto che io sò bene quale è il mio intento nello scrivere le cose... :-)


Avvocato, sono felice che il vostro ricordo sia quello descritto, che sia poi più o meno buono di altri....mah...tra noi che scriviamo c'è chi potrebbe realmente dare un giudizio sulle proprietà dei vari olii rammentati...che sia lui a dire...se vuole.

unica cosa che posso fare, è quella di informarvi che alla mostra IN PACE E IN GUERRA che si svolgerà 16\18 novembre a Terranuova Bracciolini, oltre che al contest sulla previsone dei Maja, quello a sola esposizione dei modelli "vintage" ed il Best of Culo(estrazione tra i partecipanti presenti di un orologio Siai Ambrosini esemplare unico con logo della manifestazione)ci sarà un tavolo dove pane olio e vino saranno offerti con estremo piacere in assaggio a tutti i presenti. :-)
Naturalmente siete TUTTI invitati, magari per conoscere Fiani...per quello che realmente è, e non per quello che qualcuno di voi, errando...crede sia.



;-)

 Fabrizio1966 :

9/3/2012 09:31
 sono daccordo su tutto quanto scritto sopra, specialmente da Paolo "Lav"...la scala non conta, conta l'approccio che uno ha al modello , contano le capacità. O meglio, dovrebbe essere così....
Purtroppo pero invece "size does matter"  ed è indubbio che, col passare del tempo, la 1/35 si è affermata  con ottime motivazioni come scala principe nel settore degli AFV/mezzi terresti. Questo ha portato, più in passato piuttosto che oggi, al formarsi di una sorta di mentalità elitaria per cui un mezzo in 1/72 era un "diversivo" rispetto alla realizazione di un mezzo "serio" in 1/35, per cui "1/72? bello carino, sei bravo...quando fai un modello vero in 1/35?" ( risposta: il gorno in cui tu la smetti di dire belinate, cioè mai più)... ci stà, è nelle corde dell'essere umano..io ho la macchina più grossa della tua, più accessoriata della tua, più veloce della tua etc etc... 
E poi, "money makes the world go around" ...i soldi fanno girare il mondo,. e di soldi ne mette in moto molti di più la 1/35  che la 1/72, e questo, conta. Perth non sà neppure dell'esistenza della braille scale, e fino a diciamo, un dieci  anni fà  semplicemente il chiedere se esisteva aftermarket  per la 1/72  ad un commerciante comportava  sguardi spersi o scoppi di ilarità...ricordo una telefonata con un noto negozio milanese che vendeva epr corrispondenza in cui mi sentii dire che una certa marca di kit in resina non veniva più tenuta perchè "quella roba lì non interessa a nessuno" ...ora però quella roba lì si vende e casualmente  noterete come la 1/72 sia esplosa, negli ultimi 10 anni, parallelamente all'esplosione anche del settore degli aftermarket, cosa che l'ha resa economicamente più appetibile....
Da ultimo, "none but yourself, who are your greatest foe", siamo noi stessi, spesso ad essere i nostri peggiori nemici...la compagine ( per fortuna in calo) di masters dell'ordine del calzino bucato che riversa sulla 1/72 sdegno ribrezzo e  raccapriccio ha il suo esatto omologo nella compagine di braille scalers pressapochisti, pasticcioni e "di bocca buona" che ancora prosperano. A costo di ripetermi, ma la polemica scoppiata  su ML circa il Churchill Dragon e  non solo  è stata esemplificativa. Se la AFV nei suoi churchill in 1/35 avesse fatto la metà della metà delle str...ehmm, semplificazioni  fatte dalla Dragon nel suo 1/72 ( peraltro poi un più che discreto kit  al montaggio) se la sarebbero giustamente mangiata viva. Noi invece, ci siamo divisi quasi equanimamente tra chi come il sottoscritto criticava per spingere a migliorare ( l'unica critica sensata) e chi ringraziava caldamente non solo epr il kit( e qui sarei anche daccordo...) ma addirittura per le semplificazioni/omissioni , all'insegna dell'antica filosofia del "Ma va là che và ben" o, se preferite, del fare le cose secondo genitale di canide .... come non dar a stò punto ragione al master dell'ordine del calzino bucato?....
guardate , e lo dico senza polemica, ma per pura constatazione, come  sono suddivise le stanze dei forum, di tutti i forum:  Aerei ( tutte le scale) , navi ( tutte le scale) , figurini ( tutte le scale)  Mezzi civili ( tutte le scale)  mezzi corazzati tutte le scale..tutte le scale? ehh no... perchè poi abbiamo.. . Braille Scale !!! ..Ma siamo così diversi?  Le versioni del tiger piuttosto che del Merkava cambiano a seconda della scala mentre quelle dell'F104 o dell'FW190 no????..provocazione..e se abolissimo la "1/72 e dintorni" e noi carrarmatari si postasse tutti in mezzi corazzati? questo sito ha sempre avuto un enorme occhio di riguardo per noi, abbiamo fatto anche campagne solo per la 1/72, sarebe un bel modo di innovare....
Ne mi sento di condividere l'affermazione di Angelo che la 1/72 si è affermata con i successi ( stra-ultra-meritati) di diorami come quello di Geppo Defelice ... Un altra affermazione infatti che mi fà sovente girare gli zebedei è quella che suona così: "Ah, la 1/72...è bella scala, puoi fare dei megadiorami con molti mezzie  molta azione, molto paesaggio "( si, come nò, con il trenino,  le casettine, heidi, il nonno e  le caprette che invece di ciao ti fanno il dito medio...) ...si insomma, scala diversivo o scala per opere di massa ( anche se poi le "opere di massa" ti lasciano a bocca aperta anche nel dettaglio come il diorama di Geppo...). No. Io credo che la 1/72 si affermerà come scala con pari dignità agli occhi anche del più rimbambito master trentacinquista quando sarà premiato non solo e meritatamente un grosso complesso diorama ma un singolo carro al massimo in una semplice scenetta....
Ok, adesso la pianto.....
Fabrizio :-P

 Utente2662 :

9/3/2012 09:46
 non dimentichiamoci anche le scale intermedie, come la mia amata 1/48, guardata a volte con sospetto financo dai produttori, difatti, al contrario della 1/72 ed 1/35 manca quasi tutto a livello di accessori etc etc. Sono d'accordo con te sui capolavori del mio amico Geppo, e su quanto sia difficile costruire un diorama credibile in questa piccola scala. Concordo anche sul fatto , e qui lo ribadisco, che serve un piccolo salto culturale, a quanto pare ci sono lobby anche nel nostro picco piccolo piccolo mondo.

Bob al caffè 8-) :-)

 fabrix67 :

9/3/2012 11:18
 
Quote:
Un altra affermazione infatti che mi fà sovente girare gli zebedei è quella che suona così: "Ah, la 1/72...è bella scala, puoi fare dei megadiorami con molti mezzie  molta azione, molto paesaggio "( si, come nò, con il trenino,  le casettine, heidi, il nonno e  le caprette che invece di ciao ti fanno il dito medio...)
Fabrizio :-P

Adesso si scatena la polemica con i fermodellisti...  :-P :-P :-P :-P
Scherzi a parte, io ribadisco la passione per i diorami, grandi o piccoli che siano, soprattutto per quelli che raccontano una storia; su questo forum ho più volte apprezzato lavori di coloro che sono stati capaci di cogliere atmosfere reali, di suggerire racconti di guerra, facendolo oltre tutto con bravura e ricchezza di dettaglio.
Per questo motivo ritengo la 72 per certi versi più flessibile, poichè permette di realizzare scenari di più ampio respiro, dove il racconto si può arricchire con molteplici e variegati scorci di vita,che in 35 richiederebbero il quadruplo dello spazio.
Ma anche sul singolo pezzo ammetto di essere rimasto maggiormente folgorato dalla vista dei modelli in 72 piuttosto che in 35, nelle poche mostre che ho avuto il piacere di visitare.
Dopodichè di fronte ad un modello eccellente, che sia in 144, o in 1:6 c'è poco da fare se non inchinarsi...

fabrizio

 Fabrizio1966 :

9/3/2012 11:35
 Quote:
fabrix67 ha scritto:
Un altra affermazione infatti che mi fà sovente girare gli zebedei è quella che suona così: "Ah, la 1/72...è bella scala, puoi fare dei megadiorami con molti mezzie  molta azione, molto paesaggio "( si, come nò, con il trenino,  le casettine, heidi, il nonno e  le caprette che invece di ciao ti fanno il dito medio...)
Fabrizio :-P
Adesso si scatena la polemica con i fermodellisti...  :-P :-P :-P :-P


Per carità no! Ho citato il trenino solo per sottolinare come, ancora, per alcuni la 1/72 sia una scala da misurare, ancor prima che qualitativamente, quantitativamente...

Fabrizio :-D

 stebi51 :

9/3/2012 11:42
 Quoto Fabrizio.
Personalmente "salto" spesso da una scala all'altra, dall'1/16 al 35 o al 72.
Nella scala grande mi diverto a fare le cose funzionanti, nella scala più piccola mi invento delle sfide con me stesso (rasentando il ricovero, lo ammetto...).
Però alla fine mi diverto e per me è questo che conta, indipendentemente dalla scala.
:-)

 fabrix67 :

9/3/2012 11:43
 
Quote:
Fabrizio1966 ha scritto: fabrix67 ha scritto:
Un altra affermazione infatti che mi fà sovente girare gli zebedei è quella che suona così: "Ah, la 1/72...è bella scala, puoi fare dei megadiorami con molti mezzie  molta azione, molto paesaggio "( si, come nò, con il trenino,  le casettine, heidi, il nonno e  le caprette che invece di ciao ti fanno il dito medio...)
Fabrizio :-P
Adesso si scatena la polemica con i fermodellisti...  :-P :-P :-P :-P


Per carità no! Ho citato il trenino solo per sottolinare come, ancora, per alcuni la 1/72 sia una scala da misurare, ancor prima che qualitativamente, quantitativamente...

Fabrizio :-D


Certo, avevo inteso... però, se me lo concedi, vorrei prendere spunto dalla tua frase ed inserire, sul versante ovest della collinetta del mio plastico in N, un bel gregge di pecorelle con Heidi e Peter al seguito...
:-D :-D :-D

fabrizio

 pgdm :

9/3/2012 11:47
 
Quote:
.ma mi pare impossibile che mi sbagli sempre io


:-D :-D  eppure... :-D :-D

Continuo a non capire. Io parto dal presupposto che ognuno si esprime modellisticamente come meglio gli aggrada e fare una discussione sulla scala in se considerata è come sentire un critico d'arte che dice che non ama un quadro se la tela è meno di tot metri quadri o un critico cinematografico che ama i film solo se sonopiù lunghi di x minuti.
Le scelte delle case, sia sull'assortimento che sull'accuratezza spesso rispondono a mere logiche di mercato (nel senso in cui loro lo vedono) e cappelle più o meno vistose sono apprezzabili un po' dovunque, a prescindere dalla scala. Ci sarebbe da discutere, tuttavia, se una migliore offerta non aumenterebbe magari cultori. Ma è un vecchio discorso.
Io cercherei, ma non solo nel modellismo, di dare un po' meno peso al giudizio degli altri, soprattutto quando si nota che è prevenuto.
Personalmente quelli che danno giudizi in base alla scala li metto nello stesso mazzo di quelli che "la sporcatura è troppo poco sporca" , "il sabbia è poco sabbia" e via castronando. Insieme a quelli che sostengono che una certo colore è così perchè "l'ha detto lui"  dove per lui si intende l'immancabile guru del settore.
Scrolliamoci questa zavorra di dosso.

 Silvano :

9/3/2012 12:29
 Sta a vedere che adesso ci tocca fare come "Salo e le 120 giornate di Gomorra" di Pasolini
mettere una serie di culi (modellini) in riga per cercare di capire chi sia maschio o femmina...opsss...in 1/72 o 1/35....


:-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D

 fabrix67 :

9/3/2012 13:08
 
Quote:
Silvano ha scritto: Sta a vedere che adesso ci tocca fare come "Salo e le 120 giornate di Gomorra" di Pasolini
mettere una serie di culi (modellini) in riga per cercare di capire chi sia maschio o femmina...opsss...in 1/72 o 1/35....


:-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D


Ecco, questo mi pare un simpaticissimo quiz!!!
Sono assolutamente certo che di risposte sbagliate ne darei parecchie

 Fabrizio1966 :

9/3/2012 13:11
 Quote:
pgdm ha scritto:
.ma mi pare impossibile che mi sbagli sempre io

:-D :-D  eppure... :-D :-D

Continuo a non capire. Io parto dal presupposto che ognuno si esprime modellisticamente come meglio gli aggrada e fare una discussione sulla scala in se considerata è come sentire un critico d'arte che dice che non ama un quadro se la tela è meno di tot metri quadri o un critico cinematografico che ama i film solo se sonopiù lunghi di x minuti.
Le scelte delle case, sia sull'assortimento che sull'accuratezza spesso rispondono a mere logiche di mercato (nel senso in cui loro lo vedono) e cappelle più o meno vistose sono apprezzabili un po' dovunque, a prescindere dalla scala. Ci sarebbe da discutere, tuttavia, se una migliore offerta non aumenterebbe magari cultori. Ma è un vecchio discorso.
Io cercherei, ma non solo nel modellismo, di dare un po' meno peso al giudizio degli altri, soprattutto quando si nota che è prevenuto.
Personalmente quelli che danno giudizi in base alla scala li metto nello stesso mazzo di quelli che "la sporcatura è troppo poco sporca" , "il sabbia è poco sabbia" e via castronando. Insieme a quelli che sostengono che una certo colore è così perchè "l'ha detto lui"  dove per lui si intende l'immancabile guru del settore.
Scrolliamoci questa zavorra di dosso.



Daccordo su tutto Paolo, ma il punto è che esistono ancora critici che criticano sulla base della lunghezza del film o della superficie quadrata della tela . A me, per usare un espressione oxfordiana, fanno una pippa,  e così a Gianni, Lav, Girgiobis, Simone, Federico  etc etc...ma nella pratica ciò si traduce, talvolta in fome di sottovalutazione/discriminazione/non considerazione di sforzi che nulla hanno da invidiare a quelli fatti in altre scale, e personalmente, non ho notato un così accentuato dualismo ( o doppipesismo)  in altri ambiti come quello aeronautico, dove spessissimo 1/72 e 1/48 vedono il mercato muoversi all'unisono.  Vero, il mercato lo fà la domanda, ma proprio il fatto che negli ultimi anni accentuando qualità e disponibilità di kit ed aftermarket sia esplosa anche al 1/72 mi fà sospettare che, quantomeno, si sia in passato innescato ( con el sue validissime motivazioni) un circuito virtuoso attorno alla 1/35 indubbiamente più attraente di quanto offerto in 1/72. E visti i prezzi dell'uno e dell'altra.....
Daccordo al 1000 epr mille sul peso da dare ai giudizi di chi, spesso, attiva la lingua in maniera del tutto scoordianta dalle ultime due sinapsi rimastegli....
Circa le zavorre, ribadisco, vogliamo scrollarcene una di dosso? Bene, eliminiamo in questo forum  la distinzione  Mezzi militari /braille scale e confluiamo tutti nei mezzi militari....
;-)

Fabrizio"sherpa"66 :-P

 pgdm :

9/3/2012 13:19
 
Quote:
eliminiamo in questo forum  la distinzione  Mezzi militari /braille scale e confluiamo tutti nei mezzi militari....


Perfettamente d'accordo.

 Ivano :

9/3/2012 17:13
 Dai, diciamoci la verità, la scelta della scala è indubbiamente dovuta ad aspetti psicologici spiegati da Jung legati alla sessualità di ognuno di noi...
infatti io faccio la 1:72 (ho provato scale più grandi, ma immancabilmente ripiombo in questa)...LO CONFESSO: PROBABILMENTE INLFUENZATO DALLE MIE DIMENSIONI....
:-D :-D :-D

P.S. Oddio, io Fiani l'ho conosciuto di persona... è per questo che straparlo?????
C'è un medico che mi può aiutare?????
:-P :-P :-P Ivano

 Utente2662 :

9/3/2012 18:06
 chi ama la 1/72 ce lo ha piccolo ?? :-P :-P :-P Immagino allora chi ami la 1/7 ...eppure secondo me più ce lo hai piccolo e più ami le scale grandi, Jung e la teoria della compensazione :-D :-D :-D :-D

Bravo Ivano :-D

Bob :-)

 Ivano :

9/3/2012 18:22
 Grazie Bob.... mi hai fatto tirare un sospiro di sollievo.... :-D :-D :-D ;-)

Ma, ribadisco, ho scritto quel post in preda ad una sorta di stato allucinogeno che non mi abbandona da quando ho avuto il piacere di conoscere il grande Gianni (Fiani, si intende!!!!)
:-P 8-) ;-)

 2S6M :

9/3/2012 19:07
 Sul fatto he si possa tranquillamente eliminare la distinzione tra scale nella sezione AFV del forum non posso (per quel che mi rigurada) che essere d'accordo...
però devo dire che un  pò son d'accordo con paolo....è una polemica un pò artficiosa (ammetto he son tra quelli che ho preso al frase inziale di Gianni come contenente un pelo di polemica)....
di polemiche (definiamole così per convenzione) se ne potrebbero fare parecchie, specie se si scivola del discoro....la tal scala è discriminata/poco considerata/non considerata/ snobbata/ canzonata etc etc........ ad esempio modernisti Vs. WWII, tedechi e amercicani Vs altri eserciti....reattori contro frullini.....etc etc....(solo per fere alcuni esempi si intende)......io rimango del parere che, più che il giudizio altrui (e la considerazione che spesos esprimono sentenziando i cosiddetti Guru e/o iosottutto di turno) sia da tenere a distanza se ciò che facciamo ci soddisfa e ci fa arrivare la dove (modellisticamente) ci piace e vogliomo arrivare...se mi diverto a fare mezzi in 1/72 (o nel mio caso mezzi russi moderni di cui la stragrande maggioraza non ha manco mai sentito parlare), chi se ne frega se vado alla mostra e vengo "snobbato", poco considerato, e ciò nonostante l'impegno che posso avere mesos nel costruire il mio modello, in 1/72, 1/48, 1/35 o 1/16 che sia...sono io che devo esere soddisfatto.....con me stesso per ciò che ho realizzato, non devo soddisfare gli altri a tutti costi....(se no diventa non più hobby e passa tempo, ma ben altra cosa)

giusto per dire la mia

 Hoot :

9/3/2012 19:33
 quoto il non capire.....assodato che qua nessuno pensa che la scala 1/72 sia inferiore in nessun modo, che quelli che ne parlano male stanno da un'altra parte...perchè ne parliamo qua e soprattutto perchè dobbiamo cambiare qualcosa qua???

:-D :-D :-D

Ps per me la divisione è comoda per trovare prima le cose...

 xiani :

9/3/2012 20:10
 come al solito...si inizia con a e si finisce con 3.....
ma cosa volete cambiare?....mah....
io sinceramente penso che le scale siano da dividere, eccome, ma questo non per dispiacere l'uno o l'altro,ma per valorizzare i pregi dell'una e dell'altra.....ribadendo anche che nessuno si senta di appartenere alla "scala vera"....


Ivano sei il meglio!!!!!! marianna gane!!! heheheh
mado! ora ti telefono!!! :-)

 Fabrizio1966 :

9/3/2012 20:33
 Quote:
Hoot ha scritto: quoto il non capire.....assodato che qua nessuno pensa che la scala 1/72 sia inferiore in nessun modo, che quelli che ne parlano male stanno da un'altra parte...perchè ne parliamo qua e soprattutto perchè dobbiamo cambiare qualcosa qua???

:-D :-D :-D

Ps per me la divisione è comoda per trovare prima le cose...


perchè, proprio qui che la 1/72 gode di amplissima ed equanime considerazione,  la divisione ha ancora meno senso che altrove ...
...perchè, proprio quì dove la 1/72 gode della suddetta amplissima considerazione, l'abolizione di questa divisione assurda  può essere tentata ...

Fabrizio"Ihaveadream"66 :-P

 lucio :

9/3/2012 21:30
  Avete presente quel film dove Woody Allen si veste da stuntman mentre la voce fuori campo commenta sulla pericolosità dell'impresa che si appresta ad intraprendere?.

Vestito come Evel Knievel oltrepassa dei binari (...) e si avvicina ad un gruppo di ragazzi di colore dall'aspetto poco raccomandabile...
E grida NEGRI!!!!!!! beh...
appena ho visto questo post, ed ho dato una scorsa alla sua evoluzione non posso esimermi...
e so già che mi pentirò... ma

L'1/72 E' LA SCALA DELLE SORPRESINE KINDER!!!!!!!!!!!!

...scusate ma non ho resistito :-D :-D :-D :-D.

Qualche mese fa, rispondendo su M+ ad un post di mio cugino  (Angelodeg) relativo ad un suo modello in 1/72, scherzosamente gli ho detto la stessa cosa. Sono stato cazziato subito aspramente,...
Non avevo idea che esistesse una sorta di lotta tra modellisti che fanno scale diverse...


Per me esistono solo i modelli belli e quelli meno belli...indipendentemente dalla scala.
E sono convinto che in scala grande sia tutto più facile...
Ciao Lucio

 stebi51 :

9/3/2012 22:26
 Quote:
lucio ha scritto: 
E sono convinto che in scala grande sia tutto più facile...
Ciao Lucio


Non credo sia così.
La scala più grande ti permette, quasi ti costringe, a particolareggiare di più il modello, per contro la scala più piccola ti costringe a fare dei particolari minuti (ovviamente essendone capace) oppure di semplificare.
Insomma, pregi e difetti, tutto è relativo.
Ripeto, l'importante è fare dei bei modelli divertendosi, punto.
:-)

 Lav :

10/3/2012 20:14
 Ho riletto tutto ciò che è stato scritto...
e sono convinto che non è la scala a fare grande un modellista, ma il modellista a fare grande una scala
( La pubblicità dei pennelli Cinghiale insegna....) 
Buona serata a tutti!!!!
Paolo LAV
;-) ;-) ;-)

 Clausewitz :

10/3/2012 23:38
 vedo di esprimere con qualche foto cosa penso della 1/72.
Le foto raffigurano alcuni miei lavori dall'estate scorsa a oggi



char Leclerc (Revell 1/72)



Ariete Trumpeter 1/72



Merkava 1/72 Italeri



Panzerhaubitze 2000 Revell 1/72

Secondo voi, cosa ne penso della 1/72? :-D

 Clausewitz :

10/3/2012 23:42
 dimenticavo...due Patton, Italeri e Revell

 nuvolanera :

11/3/2012 17:46
 Ciao ragazzi,
in merito alla considerazione dell'1/72 nelle mostre con
formula Open, se il modello è ben fatto l'1/72 è tenuto in considerazioe,
certo non sempre.
Per quanto riguarda il Best of Show della mostra di Thiene a cui facevo riferimento e doveroso precisare che tale diorama è stato realizzato congiuntamente da Generoso Arpaia e Geppo De felice. 

 Simone1311 :

11/3/2012 20:05
  Ho letto quasi tutto il post, 

io scelgo la 1/72 per  questi motivi:

- Ho cominciato con questa scala sin dall'inizio;
- permette di poter realizzare diorami in un piccolo spazio;
- i mezzi sono più facilmente collezionabili in quanto di dimensioni ridotte;
- c'è una enorme varietà di mezzi, grazie sopratutto a produttori artigianali e poco conosciuti.

Non è la scala a rendere bello o interessante un modello, ma chi lo fa..  in 1/72 si possono realizzare dei piccoli capolavori, come in 35 o in 48..  Credo però, che a livello di mostre, una distinzione sia doverosa.. non so perchè, ma spesso la 1/72 è considerata una scala "secondaria" e viene presa poco in considerazione, specie in confronto alla 1/48 ed ancor di più alla 1/35.. E' un concetto difficile per certuni capire che anche se un modello ha le dimensioni delle macchinine con cui gioca il proprio figlio o nipote possa essere un bel modello..  


A livello di sito, invece, per me la distinzione è superflua, di questi "testoni" qui non mi sembra che vi sia presenza.. :-)

 pittarofranz :

12/3/2012 11:57
 Mi sono letto tutto il topic e devo dire che io faccio sia la 1/72 che la 1/35 ma, come diceva un amico aeromodellista, se i mezzi 1/35 non li sai fare più che bene sembrano solo grossi pezzi di plastica!
Io preferisco la 1/72 per gli stessi motivi di Simone, e anche perchè costano almeno un terzo rispetto a quelli 1/35!
Poi cerco di fare del mio meglio per rendere i miei "piccolini" più realistici possibile (congruamente con le mie scarse capacità!) ma l'importante è divertirsi, e basta!!!!!!!!!!!!!
E pora andiamo a modellare e scurdammoce o' passato...
P.S.: non voglio cambiare la distinzione del sito fra le due scale, perchè sono pigro e come Hoot voglio trovare più facilmente le cose!!!!!!!!!!! :-D :-D

 Paolo :

12/3/2012 16:18
 Come al solito arrivo tardi... ma meglio tardi che mai!!!

Provo ad esprimere il mio modesto pensiero.

Personalmente quello che mi affascina nel modellismo è la possibilità di realizzare un mezzo o un diorama che riproduca al meglio la realtà delle cose.
Questo si può ottenere con un modello fatto in qualsiasi scala.

La scelta deve essere guidata solamente dalle preferenze personali.
Spesso mi capita di rimanere in adorazione davanti ad un modello in scala 1/72, per esempio e per non fare torti a nessuno dei nostri italici masters, di Alex Clark, ma nel contempo mi capita altrettanto spesso di rimanere basito e in adorazione di fronte ad un modello in scala 1/48 o 1/35.

La differenza la fa la "mano" del modellista non la scala.

C'è un però che voglio mettere, e riguarda non tanto il comportamento di molti "masteristi dei miei calzini" di cui, francamente, non mi interessa niente, ma riguarda la partecipazione alle mostre concorso.
Lungi da me creare polemiche ma ho constatato, in passato (purtroppo ultimamente le mostre a cui posso partecipare tendono al numero 0...), che succede sovente che chi giudica la categoria Mezzi Militari non sempre ha l'esperienza e, lo dico con convinzione, l'umiltà di capire cosa sta dietro ad un modello braille scale.
Questo succede perchè non avendo mai lavorato nella nostra scala, probabilmente non conoscono la produzione delle varie case, l'offerta di conversioni e fotoincisioni e quindi non riescono ad apprezzare in pieno una realizzazione.
Questo, secondo me, è un piccolo, per carità, problema che penalizza la nostra scala durante i concorsi (anche all'estero...).
Ecco perchè quando sono stati premiati modelli in braille scale con dei Best of Show ho gioito due volte!!!

Concludo dicendo che concordo con Fabrizio, forse chiudere il forum relativo alla braille scale e farlo confluire in quello mezzi militari potrebbe essere un bel segnale e nello stesso tempo un salto in avanti, anche perchè, i nostri, sono o non sono dei mezzi militari???

:-?

Meditate gente... meditate...

 DAN63 :

13/3/2012 23:05
 Ho cominciato a modellare con gli inserti della allora Italaerei inseriti nell"'Enciclopedia dei mezzi corazzati" della F.lli Fabbri Editori in 35 e ho continuato con questa scala per una mera comodita'"visiva".Trovo abbastanza stucchevole che al giorno d'oggi ci siano ancora queste diatribe da bambini dell'asilo(fortunatamente NON su questo forum)stile:il mio giocattolo e' piu' bello del tuo....
Su M+ ci sono modelli in 72 allo stato dell'arte,credo quindi che grossa,piccola o media la scala c'entri poco,credo piuttosto che la componente principale sia la passione che uno mette in quello che fa,lavoro o Hobby che sia...
Sono concorde nel non separare le due scale per dare piu' risalto ai lavori in 72

Sono stato caxxiato dai vari Hootmaria,MerkaLagu,Francisco(per citarne alcuni)per i miei modelli,fatti e da fare,vintagissimi(alcuni veramente extra-vintage...)MICA ME VORRETE RI-CAXXIA'PERCHE'SONO TUTTI IN 35?????? :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D

O Cincio,ma la fetta di pane toscano con l'olio alfine in che scala e'??? 8-) 8-)
con "affetto"(per accompagnare il di cui sopra...)  Dan

 xiani :

14/3/2012 07:18
 da buon Toscano Dan ti rispondo...la fetta di pane con l'olio è come la Fiha...è buona in scala 1:1....... :-)

se permetti una precisazione...secondo me la divisione tra scale andrebbe mantenuta non per valorizzare la 1\72...ma per valorizzarle tutte.....anzi come dice Simone formula open per i concorsi, io aprirei una stanza in 1\48.....senti come la penso male io.. :-)

 Steh2o :

14/3/2012 09:49
 Ciao,
anche io, perdonate, vorrei aggiungere un commento a questa discussione.
Premessa necessaria: non partecipo attivamente a un concorso dal 2005 almeno (e in Italia da molto prima, anche se credo che alcuni miei pezzi siano stati scarrozzati qua e là fino al 2007), ma come Lav o Paolo, il mio primo carro in 1/72 risale a molti anni fa, credo al 1988. La mancanza di competizione mi ha aiutato a mettere molto in prospettiva l'argomento del confronto/scontro con i sostenitori delle scale maggiori, e, in sunto, credo che:
-l'obbiettivo comune a 35ari e 72isti sia divertirsi, o appagarsi, riproducendo al meglio un pezzettino di storia o di realtà;
-35ari e 72isti possano condividere una grande quantità di tecniche ed informazioni, bello quindi che gli uni possano esaminare gli elaborati degli altri ed interagire positivamente;
- i 72isti e i 35ari incontrino, tuttavia, difficoltà diverse nelle loro realizzazioni, in particolare per la differente quantità e qualità dell'offerta di mercato che penalizza indiscutibilmente il 72ista (ohibò,diciamo che il 35aro può scegliere di autocostruire la mitragliera X per il suo carro o comprarla in aftermarket, mentre il 72ista il più delle volte autocostruisce e basta).

In totale, cerchiamo di costruire le stesse cose, ma con difficoltà diverse. Fino a quando non si raggiungerà una equalizzazione delle difficoltà, difficilmente il 35ista si riconoscerà nel 72ista e viceversa.
Io sono contento di essere "braille scale", sono lieto dell'esistenza di un forum come questo e spero sinceramente di non vederlo convergere in altre strutture; creiamo piuttosto un forum- vetrina di mezzi militari dove vengano man mano presentati i i nuovi prodotti finiti in ogni scala (un po come Constructive Comments in ML).
Solo un'opinione, ciao!
Ste

 francisco :

14/3/2012 12:39
 Visto che il buon Dan63 mi ha citato........a proposito.....non è vero che lo caxxiamo.......lo incoraggiamo
:-P :-P :-P :-P........sono d'accordo con Dan e anche con te Gianni nel mantenere le scale .....per quanto riguarda i carri....... separate

Anche l'idea della 48......non è male

Di scatole in 72 ne ho parecchie.....ma per questioni puramente ottico-visive mie.....la maggior parte.....purtroppo.......resterà a fare "collezione"

Franco

 xiani :

14/3/2012 13:22
 Ogni scala è un universo a se, è proprio dividendole(io penso così anche per tutto il resto..) che secondo me se ne apprezzano maggiormente i valori......
poi il cretino di turno ci sarà sempre......per questo dicevo...che guardando il lavoro di Clark...sarebbe meglio si rendesse conto(il cretino) come le spara grosse.

va bè...

:-) :-) :-) :-)

© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=124599&forum=8