Forum : Artiglieria

Soggetto : Medaglie - Cannone PAK 36 R FINITO

 Lamb :

16/12/2019 22:04
 Ciao a tutti voi,

con riferimento alla sfortunata, per votazioni,  campagna medaglie:

la febbre modellistica non ammette pause natalizie e ho deciso di dare subito un seguito al mio ultimo SHERMAN realizzando la sua controparte durante l'operazone SUPERCHARGE, un cannone controcarro.

Nello schermo di cannoni controcarro a difesa della pista del Telegrafo o Rahman, erano presenti anticarro italiani da 47mm e tedeschi da 50mm, ormai efficaci solo a distanza ravvicinata e sui fianchi.
Gli 88mm tedeschi erano estremamente letali ma, per la loro mole, facilmente individuabili.
Erano anche presenti cannoni di preda bellica russa da 7,62mm che i Tedeschi avevano riconfigurato dotandoli di ottiche migliori e questi potevano impegnare i carri avversari gia' a 1800 mt con esiti fatali.

Intanto una foto (acclusa solo per discussione modellistica) d'ambientazione, seguira' il kit.


 ABC :

17/12/2019 09:53
 Soggetto interessantissimo e poco usuale.

Alessandro :-) :-) :-)

 Lamb :

17/12/2019 14:43
 Dopo aver fatto un OUT OF ORDER, proseguo citando un'altra campagna sfortunata... MEDAGLIE

Il 22 Luglio 1042, durante la prima battaglia di ElAlamein, il cannoniere Gunther Halm, a 19 anni gia' insignito della croce di ferro di 2' classe, si guadagno' la 1' classe e la croce di cavaliere, perche', nonostante il suo PAK36R subisse un colpo diretto ferendo due suoi camerati, egli riusci' ad eliminare una decina di carri Valentine contribuendo a fermare l'attacco britannico in pochi minuti.

La 23' brigata quel giorno attacco' alla 'Balaclava' contro lo schermo anticarro con 104 carri da fanteria Valentine, di cui solo 11 riuscirono poi a ritirarsi a fronte della perdita di 3 (!) carri tedeschi.

Occorre osservare che i carri inglesi (salvo i pochi CloseSupport) non erano dotati di munizionamento esplosivo ma solo perforante e quindi poco potevano contro le batterie controcarro, fidando solo nell'appoggio di artiglieria e nel supporto di fanteria che spesso veniva a mancare per scarso coordinamento.

Nell'ultima battaglia di ElAlamein Montgomery non ripete' questi errori, anche grazie alla disponibilita' di Grant,  Sherman e semoventi.

Gunther Halm (foto acclusa per discussione modellistica)



il kit


 

 Lamb :

18/12/2019 12:31
 Per contestualizzare ulteriormente,
allego una foto (solo discussione modellistica) da cui risulta evidente come, una volta aperto il fuoco, l'anticarro fosse facilmente individuabile per la vampata, il fumo e la polvere sollevata. Si trattava poi di chi era piu' veloce e preciso, gli Sherman erano dotati di proiettili esplosivi e il combattimento era uno scambio alla pari e all'ultimo sangue.



circa il PAK36R 76,2mm ci sono tre possibilira'
1) versione originale russa distinguibile per lo scudo alto
2) versione riconfigurata abbassando e raddoppiando lo scudo, modificando ottiche e manovellismi d'alzo senza freno di bocca
3) versione ricamerata per il munizionamento tedesco da 75mm (piu' potente) con freno di bocca

Io ho cominciato ad incollare pezzettini per la versione n.2

Ci si rivede (volendo) quando saro' a buon punto, ciao !

 diegociga :

18/12/2019 14:30
  Accidenti Lamb, ma sei la Wikipedia della IIWW!!!! 

 izzuB :

18/12/2019 17:10
 Semplice curiosità: la presenza dell'apparato ottico per il tiro indiretto non dovrebbe identificarlo come " Feld Kanone" anzichè PaK?


ciao

 Lamb :

18/12/2019 17:21
 Non mi considero la wikipedia della II WAR ma solo per il Deserto 40/42 , ovviamente scherzo.

Poi ... grazie dell'osservazione perche', ad essere precisi, occorre notare due cose:
1) vero e' che la versione n.2 era ancora classificata FK (artiglieria campale) anche se a tutti gli effetti era un pezzo controcarro con ottiche tedesche per il tiro diretto
2) Nell'ultima foto, come hai notato, e' montata un'ottica per il tiro indiretto ma a me sembra che si tratti della versione n.1 con ancora lo scudo alto, quindi con ottiche originali russe, per i russi era un pezzo campale, anche se lo utilizzavano controcarro.

Per cui hai ragione, a rigore solo la terza versione era classificata PAK ma nell'uso erano tutte controcarro

almeno cosi' penso, ciao 

 Lamb :

27/12/2019 15:43
 Trovato un po' di tempo per taglia cuci su un figurino di accompagnamento, ricavando da un feldgendarme in tenuta continentale, previo modifica colletto e gambe, un artigliere DAK.





Intanto il cannone e' quasi finito come costruzione ma ora ho il terribile sospetto (quindi certezza) che non sia posizionato ad alzo zero come avrei voluto, lo scopriro' solo quando mettero' le ruote... 


ciao
 

 Lamb :

1/1/2020 10:25
 Bene, ho finito anche questo kit artiglieresco che mi servira' per la mia collezione.

Niente di che, giusto attenzione agli allineamenti e alla perpendicolarita' fra canna, scudi, basamento e bracci che, si sa, la Bronco fa pezzettini con piccoli punti di unione, fedeli e in scala ma un po' difficili da posizionare.
Qualche foto, con la luce che c'e', qualcosa appare lucido ma non lo e', ciao...















 gizpo :

1/1/2020 10:34
 Molto bene Lamberto, hai finito un altro dei tuoi lavori...Buon 2020...

 stefanoc :

1/1/2020 16:50
 Bel lavoro ;-) ...hai incominciato l'Anno Nuovo alla Grande :-D ...Auguri e Buona Continuazione!

 ABC :

1/1/2020 17:34
 Ben fatto Lamberto; aspetto il prossimo soggetto.

Alessandro :-) :-) :-)

 Lamb :

2/1/2020 08:48
 Grazie a tutti voi e a presto

ho inserito la realizzazione nell' ultimo capitolo di battaglie nel deserto, ciao


© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=140562&forum=7