Forum : Luci ed Ombre

Soggetto : ESPERIMENTI DI COLORAZIONE DRY BRUSH

 AGOCAP :

29/3/2010 23:51
 CIAO A TUTTI

mi chiamo Agostino e voglio aprire una discussione riguardo ad una tecnica che stò sperimentando riguardo alla colorazione dei figurini, in particolare la scala 1.35

avendo provato, con scarsissimi risultati, la classica tecnica di colorazione con colori acrilici, partendo dalla base primer bianco e andando poi a colorare il figurino, ad ombreggiare e schiarire le varie parti in rilievo, mi sono chiesto cosa poteva succedere a colorare con un processo diciamo a ritroso....

così ho cominciato a sperimentere: ho steso una mano di fondo nero opaco, successivamente ho preparato i miei colori ( personalmente uso acrilici vallejo ) e con la tecnica del pennello asciutto o DRY BRUSH, ho cominciato a stendere i colori di base, in tonalità leggermente scura, andando poi a stendere le mani successive leggermente schiarite di volta in volta, con un tono rosa carne.

il risultato già a primo impatto mi ha soddisfatto, tanto che lo stò provando anche per colorare i vari accessori che equipaggiano i modelli dei vari mezzi militari come i carri armati.....

la tecnica è ancora in fase di sperimentazione, questi sono i risultati raggiunti fino ad ora...









Alcuni particolari come gli stivali vanno sistemati, ma tutto sommato non mi sembra che sia poi così male come inizio????

 Topo :

29/3/2010 23:58
 Se ci sono immagini nel post non le vedo, e se ci sono link, non li trovo...
Ho dato una occhiata alla tua galleria, quali sono i figurini di cui parli?

 Hoot :

30/3/2010 00:02
 Devo avvertirti!
Ho subito pesanti minacce e mi hanno promesso un sacco di mazzate se faccio un altro figurino col drybrush....
:-D :-D :-D

Ps nemmeno io vedo la foto...

PPs....purtroppo vedo quella di Topo però....:-D :-D :-D

 AGOCAP :

30/3/2010 00:11
 topo lo trovo alquanto bizzarro.....

Hoot non farti una brutta idea sul mio conto....a me piace sperimentare

le foto dovrebbero essere visibili ora

 touareg :

30/3/2010 10:07
 Ciao Agostino,
mi spiace ma non ci siamo.

Innanzi tutto devi preparare il pezzo, cioè le linee di fusione vanno eliminate perchè, qualunque sia il tipo di pittura che finirai per adottare, queste risalteranno sul pezzo finito.
Passando alla pittura direi che il dry brush non permette il passaggio graduale dalle ombre alle luci e, soprattutto in questo caso, con tutte quelle pieghe che permettono di dare profondità, è un vero peccato.

damm a trà, come si dice qui nel basso varesotto (o alto milanese, dipende da dove la si vede) tralascia il dry brush e, visto che con gli oli non ti sei ritrovato, passa alle velature successive, come per tutte le cose, nessuno nasce imparato (puoi nascere con il dono ma quella è un'altra storia) e le tecniche si affinano con l'esperienza.

come già detto in m.p. se hai domande non esitare a porle, nei miei tanti limiti, se posso aiutare non mi tiro indietro.

Ciao

 ca65 :

30/3/2010 10:52
 massimo ha ragione ,prima di sperimentare il modo di colorare, pulire bene il pezzo,
una bella mano di fondo ,poi il colore della divisa magari un po'piu' scuro.
 questi i primi passi, ma sempre molto importanti .
 poi passiamo alla seconda fase , ombre e luci .
   ciao 
  
  

 skorpio62 :

30/3/2010 11:28
 La tecnica è specificata nel volume della Osprey sulla colorazione dei figurini delle Waffen SS, il modellista (Calvin Tan) la applica con notevoli risultati ma è un pò più complessa di quanto hai riportato.
Stefano

 Hoot :

30/3/2010 11:59
 Quoto skorpio; io l'avevo vista utilizzata su un marine in vietnam (su model time se non sbaglio) ma c'erano anche dei passaggi per "fondere" tra loro i colori....

Ps ma perchè il D-Boy ha un elmetto IDF????????'
:-D :-D :-D

 Fabio :

30/3/2010 13:08
 @Nico: tu le mazzate te le meriti comunque

@Agocap: non posso consigliarti nulla in quanto già a dipingere carri sono una mezza frana, figuriamoci poi i pupazzi. Però forse un consiglio posso dartelo: se graviti dalle parti di Brescia in AMB ci sono dei figurinisti validissimi e sicuramente se li andassi a trovare un giovedì sera saranno più che felici di darti una mano!
Nella sezione Club e associazioni di M+ c'è una scheda con le info...
Ciao
Fabio

 vittorio :

30/3/2010 13:20
 Caro Agocap, come ha scritto Fabio, se vuoi venire a fare un giro in AMB, assolutamente in libertà e senza impegno, ti aspettiamo!!!!
Ci troviamo tutti i GIOVEDI' sera dalle 21,15 alle 23,00
presso le sale dell'VIII Circoscrizione a Brescia S.Eufemia Via Indipendenza 27/A (vicino al Museo della Mille Miglia)
salutoni
Vittorio
ps sul sito c'è la cartina interattiva.

 Hummel :

30/3/2010 13:33
 Io uso il drybrush piu' per pigrizia che per altro..
 
 

Se vai sulla mia galleria trovi altri esempi.

Ovviamente se vai a competere alle mostre scordati questa tecnica..

:-D

 skorpio62 :

30/3/2010 14:40
 Agostino hai un MP.
Stefano

 Fredx :

30/3/2010 16:04
 Secondo me siamo lontani anni luce da un risultato accettabile. Oltre a non aver eliminato le bave di fusione, la colorazione è veramente irreale, sembra un figurino di pietra. Mai il drybrush per i figurini....ma mai proprio. Poi se noti hai le ombre dove dovresti invece aver ei punti di massima luce, luce bianca su particolari in verde e marrone...no proprio no. Svernicialo, togli le bave di fusione, e dipingilo con agari sol due sfumature, ma senza usare il drybrush, che sui figurini proprio è out.
io dipingo ad acrilici, al link qui sotto vedi un lavoro fatto ad acrilico, tieni conto che è in 35,q uindi in foto è circa 20 volte più grande
http://2.bp.blogspot.com/_1euRuYbf1-c/S6dqYQMDp_I/AAAAAAAAACw/ucIg-nVGmos/s1600-h/DSCN3899.JPG


 carrob :

30/3/2010 16:38
 Scusate la domanda da ignorante in materia di figurini (e non solo), visto che vorrei fare alcuni figurini per qualche diorama, ma perchè non si può fare il drybrush sui figurini? E cosa bisogna fare per far risaltare le zone di luce?
Grazie per le risposte. :-)

 skorpio62 :

30/3/2010 16:45
 Roberto hai un MP anche tu.
Stefano

 carrob :

30/3/2010 16:52
 Grazie infinite Stefano. :-)

 Fredx :

30/3/2010 17:44
  il dry brush deposita particelle di pigmento su ogni rilievo che il pennello incontra...o meglio deposita colore tranne che nei recessi. Il perchè non è da fare lo vedi da te, comparando quello che vedi dipinto a dry brush con altri dipinti ad olio oppure a smalto oppure con velature ad acrilico. Al di là del fatto che pure sui mezzi il dry brush da a mio parer un effetto pietra, oltre a non essere reale, mai isto spigoli di un verde diverso da quello del mezzo, anche perchè la luce proviene dall'alto, quindi le lumeggiature devono seguire questo principio.
Io per  figurini da diorama uso una base, dalle tre alle cinque luci (ottenute aggiungendo bianco o giallo o altri colori al fine di schiarire alla mescola base) e dalle due alle quattro ombre (aggiungendo colore scuro alla base) più una profilatura in marrone scurissimo o nero diluito, ovviamente tutti acrilici. In una giornata faccio un figurino dalla testa ai piedi.

Per avere una corretta illuminazione, dipingo sempre sotto una fonte di luce, posta esattamente sopra al soggetto (sia esso un mezzo, figurino, uno zaino ecc) e ripasso schiarendo le zone di massima luce, avendo l'accortezza di non coprire mai del tutto la lumeggiatura data in precedenza ma facendo si che sfumi gradualmente, idem per le ombre. Ci vuole un po' di esercizio, una discreta manualità e bisogna tenere presenti certi accorgimenti. poi nulla di meglio che osservare la realtà.


 touareg :

30/3/2010 18:30
 Federico ha centrato il problema.
Il dry brush è indicato solo per una serie limitata di lavori.
ho visto i pupazzetti dipinti da questo modelista che si m,enziona sopra e di cui, mi scuso, ma non ricordo il nome. Devo dire che sono anche accettabili (anche se non credo sia total D.B.) ma lontani parecchio dai pupi dipinti ad olio od acrilico, ma anche a smalto.
In effetti, il vero D.B. si basa sullo strofinio del pennello a cui è stato tolto non solo l'eccesso, ma praticamente tutto il colore, lasciandone solo tracce. Dovendolo strofinare il rischio è che si elimini il colore sotto e questa non è cosa buona per un soldatino.
Io come già detto in altri post, lo trovo insostituibile per le ambientazioni (pietre, terreni, tronchi, erba, travi ecc.) per le cotte di maglia in resina, che non posso trattare lucidandole e brunendole con smoke e lavaggi selettivi ad olio e per certi tipi di pelliccia come orso, lupo o bisonte (tra qualche giorno dovrei terminare un busto di un'indiano e la pelliccia di bisonte è stata trattata per le massime luci con D.B.)
Sono d'accordo che non vada usato per tutto e più; pensando di velocizzare il lavoro si rischia di rovinarlo e di fargli fare un tuffo nel diluente...il modellismo è passione e pazienza, tanta, santa, pazienza.
Purtroppo ho visto, a tante mostre, bellissimi mezzi e diorami inesorabilmente rovinati da figurini dipinti in modo che dir approssimativo, è poco.

Ciao

 Fredx :

30/3/2010 19:04
  massimo ti riferisci a Calvin Tan?
Da un tutorial ricordo usai tecniche miste, ma sempre con smalti se non sbaglio, che non asciugando rimangono poi sfumabili. Secondo me il top dei figurini militari a smalto sono Stefan Muller ed il buon Marin VanGjils, anche zio Verlinden lavorava bene, ma con tecniche un po' vetuste (luce frontale e mai zenitale, uniformità di toni che causava monotonia).
Io per esempio con smalti ed olii non mi trovo per nulla sui figurini...


 AGOCAP :

30/3/2010 19:19
 RINGRAZIO TUTTI X I PREZIOSI CONSIGLI

RIPETO.... E' DA POCO CHE SCAMBIO OPINIONI CON MODELLISTI ESPERTI COME VOI, SO CHE IL TALENTO NON SCENDE DAL CIELO E IO DI POLENTA NE HO DA MANGIARE!!!!!!!!

ALLORA DICO GRAZIE A HOOT E PER QUANTO RIGUARDA L'EQUIPAGGIAMENTO DEL FIGURINO HO ASSEMBLATO PEZZI CHE AVEVO A PORTATA DI MANO, VISTO CHE TRATTASI DI ESPERIMENTO, ANDATO IN FUMO, UN GRAZIE LO DEVO AGLI AMICI AMB, causa impegni non riesco ad andare a Brescia il giovedì ma partecipando agli open day devo dire che sono molto talentuosi, UN GRAZIE A TOUAREG ti cercherò sicuramente delle dritte, A TUTTI GLI ALTRI UN GRAZIE SPECIALE PERCHE' SO CHE POSSO CONTARE SU CONSIGLI ESPERTI MI FARO' SENTIRE.......

UN CALOROSO SALUTO E BUON MODELLISMO E TUTTI

PS: IL FIGURINO SARA' MANDATO AL MACERO QUANTO PRIMA

 Fredx :

30/3/2010 19:49
  ma no...oramai lo hai assemblato ed usalo per prove tecniche, Svernicialo con lo Chante Clair e ripari da zero, repetita juvant......ti facessi vedere certe croste che tengo nell'armadio, inizi a ridere oggi e smetti fra 200 anni!!!!

L'entusiasmo non ti manca di certo


 touareg :

30/3/2010 19:54
 Quote:
Fredx ha scritto:  massimo ti riferisci a Calvin Tan?
Da un tutorial ricordo usai tecniche miste, ma sempre con smalti se non sbaglio, che non asciugando rimangono poi sfumabili. Secondo me il top dei figurini militari a smalto sono Stefan Muller ed il buon Marin VanGjils, anche zio Verlinden lavorava bene, ma con tecniche un po' vetuste (luce frontale e mai zenitale, uniformità di toni che causava monotonia).
Io per esempio con smalti ed olii non mi trovo per nulla sui figurini...




Yesss! proprio a lui....non sapevo usasse smalti.
Del Buon van Gjils ho visto parecchi lavori dal vivo e mi hanno quasi sempre entusiasmato ma io per gli smalti mi riferivo al buon Bil Horan....
Comunque anche per me gli smalti sui figurini sono out.
Total acrilc e poi più...con qualche deviazione sugli oli (cavalli ed incarnati di grandi superfici (lo zulu, nella mia gallery, ne è un esempio).

Ciao

P.S.
Agostino, lo so che non era tua intenzione, ma togli il Caps Lock quando scrivi, nei forum equivale ad urlare. ;-)

 skorpio62 :

30/3/2010 19:54
 Sarà che sono io un cesso con i figurini ma secondo me vengono bene, i colori sono tutti acrilici Vallejo.


 skorpio62 :

30/3/2010 19:55
  

 skorpio62 :

30/3/2010 19:56
  

 Hoot :

30/3/2010 22:37
 Confermo skorpio: acrilici.
...anche se il drybrush con gli acrilici a me non è mai riuscito...
:-D :-D :-D

 Fredx :

30/3/2010 23:05
 e mi scusi Mr Skorpio, avesse postato lavoretti di uno qualsiasi.... Comunque la finitura non è a dry brush, in quanto utilizzando smalti , poi li puoi sfumare levando l'effetto pietra. comunque stiamo parlando di un manico del mestiere.... 

Tuareg il tuo Zulù è eccezionale, veramente super...alla nostra mostra non abbiamo avuto dubbi ad attribuirgli il premio come miglior figurino!!!!


 AGOCAP :

31/3/2010 00:38
 x  Fredx non lo svernicio adesso, mi sa che lo tengo ancora un pò magari vado a Zelig

x Touareg ho scritto in maiuscolo solo x evidenziare il mio caloroso ringraziamento

adesso riprovo a colorarne uno seguendo i vostri consigli, prima o poi qualcosa di buono riuscirò ad ottenere.....anche perchè di giocare alla playstation non se ne parla

RINGRAZIO TUTTI.....buon modellismo

 skorpio62 :

31/3/2010 01:22
 Federico l'ho già detto che usa il drybrush ma, di fatto, è un misto di tecniche e cmq non usa smalti ma solo acrilici (e chine). Più che altro l'uso che fa dei drybrush è interessante perchè riesce a farci le ombre e le luci, più problematico invece è il sistema di 'blending' che fa per attenuare l'effetto pietra.
Stefano

 vittorio :

31/3/2010 01:45
 Confermo, Calvin Tan usa solo acrilici.
usa una tecnica strana: fondo nero poi alternanze di drybrush con colore diluito e non puro e lavaggi a raccordare.
qui: http://zyclyon.blogspot.com/search/label/Painting%20FAQs trovate alcune spiegazioni (è il suo blog)
ricordo che su diversi model time di un po' di anni fa c'erano dei suoi articoli in cui spiegava la sua tecnica.
ciao
V.

 touareg :

31/3/2010 08:22
 
Quote:
Fredx ha scritto:
Tuareg il tuo Zulù è eccezionale, veramente super...alla nostra mostra non abbiamo avuto dubbi ad attribuirgli il premio come miglior figurino!!



       

Grazie!

 Fredx :

31/3/2010 15:18
  e Massimo, mi permetto di rimarcarlo......


Zulu 8

tanta roba!!!




 Hoot :

31/3/2010 15:32
 ...non per niente è il mio maestro...ed io il suo allievo prediletto!!
:-D :-D :-D

 ca65 :

31/3/2010 20:38
 il n°1 ......grande massimo
 COMPLIMENTONI

 

 touareg :

1/4/2010 08:52
 Quote:
Hoot ha scritto: ...non per niente è il mio maestro...ed io il suo allievo prediletto!!
:-D :-D :-D



anche se ultimamente sei un pò birichino.....pecchi di scarsità nel mostrare i risultati

Ciao

 touareg :

1/4/2010 08:53
 Quote:
ca65 ha scritto: il n°1 ......grande massimo
 COMPLIMENTONI

 


  Ora non esagerare...c'è, anche in questo forum, chi è più bravo!

Ciao

 AGOCAP :

1/4/2010 22:23
 CIAO RIECCOMI

ho sverniciato, sverniciato, sverniciato, fiumi di ammoniaca e...HO DETTO ADDIO AL DRY BRUSH

con umiltà e applicazione posto 2 foto del figurino che mi fa da cavia......

oggetto colorazione divisa con acrilici......in modo tradizionale!!!!!!!





spero di essere migliorato......attendo giudizi sull'effetto della divisa

Ago vi saluta e vi augura buon modellismo....

 ca65 :

2/4/2010 01:09
 eccomi ,non ci siamo ,hai troppa fretta di colorare .
prima di colorare il figurino deve essere pulito .il figurino che usi come cavia è  ,resina plastica ,metallo?
fai una cosa se ti va ,prendi un figurino prima di pitturarlo fagli una foto  e postalo
per me questo è il primo passo
   ciao
ps dai che  facciamo un pezzo piu belle di quello di massimo .......

 vittorio :

2/4/2010 10:36
 Prima osservazione, la scultura del figurino che usi per provare è orribile e questo rende difficilissimo pitturare. cerca di utilizzare un bel figurino, una buona scultura aiuta molto la pittura.
seconda
Ho come l'impressione che tu non diluisca il colore e non provveda a scaricare il pennello prima di passarlo sul figurino?
terza
devi insistere sulle luci e sulle ombre.
non desistere.
V.

 Hoot :

2/4/2010 11:05
 Ciao Ago, anche io sto provando a cambiare tecnica e passare agli acrilici e anche io sto cominciando a parlare in aramaico antico.

Innanzitutto quoto vittorio; ho notato che meglio è fatto il figurino più facile è dipingerlo.
Su quei figurini, che ho anche io, è praticamente impossibile individuare luci e ombre.

La seconda cosa che volevo dirti è che mi sembra tu sia come me....:-D :-D :-D(spero di non offenderti...:-D :-D :-D)
Mi hanno spiegato che le luci e le ombre si danno con passaggi successivi di colore diluito schiarito/scurito su una superficie sempre minore.
Ma io mi scoccio!!!!!!!!
:-D :-D :-D

Coraggio, resistiamo....magari in due ce la facciamo...

:-D


Ps non ci credo....sto dando consigli su come dipingere un figurino....:-o :-o :-o :-o
:-D :-D :-D :-D

 touareg :

2/4/2010 12:59
 ha ragione da vendere Vittorio.

Se hai veramente intenzione di continuare con i figurini, Investi qualche euro in un pupazzetto in resina o metallo con una scultura di buona qualità.
Il primo passo, come ti hanno detto è la pulizia del pezzo della linee di fusione e da eventuali imperfezioni....cosa che mi sembra tu abbia fatto.
poi ddopo averlo lavato e primerizzato dovresti studiarlo bene per capire come cadono le luci.
Per far questo prendi il pupo e mettilo sotto una lampada o meglio ancora, se hai dato il primer nero, puoi prendere una bomboletta di primer più chiaro (grigio o bianco) e dare, perpendicolarmente al soldatino, un velo di quest'ultimo...vedrai che magicamente ti appariranno le zone in luce.....mi raccomando un velo. 
A questo punto passi alla colorazione.....per la quale serve pazienza, pazienza ed ancora pazienza.
E devi colorare settore per settore (incarnato, divisa, giberne ed accessori) passando al successivo solo ed esclusivamente quando hai finito il precedente.
Cerca di curare i dettagli e la pulizia nella pittura; usa colori diluiti e non come escono dalla boccetta o poco diluiti, scarica il pennello su un foglio di carta cucina e su una staccio che non lasci peli e togli l'ultimo eccesso di colore dal pennello su un foglio di carta della stampante...ricordati che il pennello deve scorrere senza lasciare righe o grumi.
Infine parti da un colore scuro e schiariscilo via via con il colore giusto, ad esempio, il marrone ed il verde li schiarisci bene con dei gialli ma non con il bianco che li rende smorti e le luci devono esser diverse a coprire una zona sempre più piccina e non una o due.

spero di essere stato, per ora abbastanza chiaro.

Ciao

 AGOCAP :

3/4/2010 14:42
 Buona Pasqua a tutti

Il figurino, in plastica è stato recuperato, sverniciato, ho tolto le bave di fusione, ho dato una mano di nero (xche col primer non riesco a trovarmi) e ho cominciato a colorare seguendo i vostri preziosi consigli......

il 15 Maggio vado all'open day a Brescia così ne capisco di più.....

ho sverniciato altri figurini e continuerò ad esercitarmi in linea di massima, anche x prendere confidenza con i pennelli, non vale la pena di pasticciare con dei buoni figurini.....

poi sicuramente mi farò consigliare dagli amici AMB sull'acquisto di un paio di buoni figurini da colorare.....
come si dice un passo alla volta.....la pazienza x il modellismo non mi manca...

non fatevi scrupoli a criticare xche se non capisco dove stanno gli sbagli non posso correggere

PS: quando comincerò a lavorare su di un nuovo BUON FIGURINO è possibile aprire un wip per avere consigli passo passo?????

RINGRAZIO TUTTI anche x la pazienza

ciao e buon modellismo

 ca65 :

3/4/2010 15:02
 ciao ,chiedi pure ,se posso essere utile.
a brescia ci sono ottimi figurinisti ti chiariranno tutto per ora buona pasqua 

 AGOCAP :

5/4/2010 01:33
 CIAO a tutti.....
io vado avanti a esercitarmi.....ho aggiunto un pò di luci e ombre....non è un capolavoro ma a parte le ombre un pò troppo marcate non mi sembra male.....
in attesa dell'open day a Brescia continuo a esercitarmi





attendo giudizi.......

Buon modellismo a tutti.....

 alessino :

5/4/2010 02:05
 Mi raccomando, porta l'attrezzatura all'Open Day, così potrai anche provare. Lo spirito della giornata è proprio quello, di condividere le proprie esperienze, anche nella pratica!!!

 Fredx :

5/4/2010 13:58
 come già detto, se già la tecnica e l'esperienza sono il tuo limite, di sicuro un figurino orrendo come questo non ti aiuta certo. Se usi un Royal, Verlinden, MV o quelli di Italian Kits avrai minori difficoltà. I tuoi passaggi di colore sono troppo netti e soprattutto fuori luogo. Guarda le pieghe dei pantaloni, hai scurito dove non dovresti e con del nero. I figurini sono la pecca di molti modellisti, vai alle mostre e spesso vedi dei mezzi non male affiancati a degli obrobri inguardabili. La tecnica della lampada è ottima, così come quella della spruzzata perpendicolare....
Io insisto, usa un verde per la base e poi aggiungi gradualmente giallo (per schiarire) ed acqua, realizzando passate successive. Altra ottima tecnica è quello di usare per ogni passata un pennello diverso. Io do la prima luce con un serie 7 triplo zero, la seconda luce con un serie 7 miniature, la terza con un 5-0 e l'ultima con un dieci zero. Giocoforza la superficie che dipingi si restringe per forza.
 

 AGOCAP :

6/4/2010 23:59
 Grazie Fredx per i consigli e la sincerità.....
come già detto a maggio vado a brescia all AMB e poi mi regalo un paio di buoni figurini.....
nel frattempo mi esercito con quello che ho a disposizione

ho iniziato un altro come prova.....a me sembra un poco migliorato

per praticità ho usato le tonalità come da fiaschetta perchè mi permette di schiarire o scurire partendo da una tonalità base ben definita.....


.



Mamma mia so difficili ste figurini.......
Ma che soddisfazione il giorno che me ne riuscirà uno decente.......

Ciao a tutti e buon modellismo

PS: pazientate sono una testa dura......comunque vado avanti...

 soldier75 :

7/4/2010 00:12
 fai bene a insistere,io adoro i figurini ma non ho mai avutola pazienza di cimentarmi nell'applicazione delle varie tecniche,quei pochi che ho fatto me ne guardo bene dal postarli qui... :-(

 touareg :

7/4/2010 08:59
 

Ciao Agostino,
Questo sembra un poco meglio del precedente, quanto meno non ci sono quegli stacchi netti tra luci ed ombre...che comunque non sono sufficienti anche per uno come me che non ama particolarmente i contrasti eccessivi. inoltre non mi piace la tonalità delle luci, probabilmente non hai usato un colore approrpiato per schiarire quel tipo di verde.
Per capire l'effetto che hanno luci ed ombre su un'esere umano, la cosa migliore è guardarsi e guardarsi attorno...guardati i vestiti e già vedrai la differenza di colore tra le massime ombre, quasi nere, e le massime luci ed osserva anche gli altri, soprattutto all'aperto ed in pieno sole, che poi è la situazione in cui si dovrebbero trovare i nostri pupazzetti se prendessero "vita".
L'occhio tende ad armonizzare i contrasti ed i chiaro scuri per darci un'aspetto d'insieme piacevole....vedrai che osservando ti accorgerai della differenza.
Comunque, per il momento e per tornare al nostro pupazzetto, visto che ti stai esercitando, va anche bene usare il colore com'è nella boccetta, senza tagliarlo con altri.
In seguito ti consiglio di sperimentare le varie mescole, questo ti servirà anche per capire come interagiscono i colori, ad esempio, il bianco lo scurisci bene, ottenendo delle tonalità calde, con un carne scura o dell'ocra o marroni simili, mentre con gli altri marroni ottieni un colore "slavato".
Un'altro suggerimento è di non schiarire con bianco o scurire con nero ad esempio, marrone e verde li puoi schiarire con del giallo, con delle ocre ed in alcuni casi, ma non tutti, con del carne.
Per scurire io parto aggiungendo alla base il colore più scuro che ho utilizzato per la mescola iniziale e solo se necessario, cioè se non ho, ad esempio, un marrone ancora più scuro, alla fine un poco di nero ma facendo attenzione a non far ingrigire la mescola.
Comunque per capirlo bene dovresti cercare in rete qualcosa che spieghi la teoria dei colori, passo fondamentale per capire come interagiscono tra loro i vari colori.

Ciao

 AGOCAP :

7/4/2010 21:59
 ringrazio tutti x i numerosi consigli.....

io continuo a prenderne nota e ad esercitarmi.......

x soldier75: a me piace sperimentare e posto i lavori esclusivamente x avere un giudizio esperto da chi i figurini li sa pittare come si deve.....per sapere dove sbaglio devo postare anche ciò che non viene troppo bene o fa addirittura schifo......il mio scopo è quello di raccogliere consigli preziosi che possono servire a me ma anche a chi magari volendosi cimentare, come me, con i figurini non sa proprio come cominciare.

devo dire che, x gentile concessione e pazienza degli amici modellisti, stò raccogliendo numerose informazioni....

in quanto ad osservare sono 2 settimane che mi perdo ad osservare i vestiti delle persone x capirne il gioco di luci e ombre.......mah come dicevo a Hoot sarò fobico?????

magari seguirò il suo consiglio e farò mettere qualcuno in posa col fucile.....

e gia che ci sono scatto pure qualche foto......a gli infermieri del 118 mentre mi mettono la camicia di forza...



buon modellismo a tutti

 AGOCAP :

11/4/2010 23:49
  proseguo con l'apprenistato





Ciao a tutti e.........Buon Modellismo 

 touareg :

12/4/2010 09:59
 Ciao Agostino,
siamo ancora abastanza lontani ma qualche miglioramento mi pare di vederlo.
Partiamo dal fatto che le foto, come le mie del resto, non sono il massimo, anzi, quella sparata di flash non rende giustizia al lavoro che hai fatto rendendo tutto troppo lucido.
Detto questo, il passaggio luci/ombre deve essere più graduale. Lo noti bene nella 2a foto sulla gamba sin dove non c'è la sparata del flash....ombra/luce...mancano i toni di mezzo....
Profilature: alcune sono più pulite, anche se troppop marcate e forse un pò grosse. Però devi farle tutte, non un pò si ed un pò no come per la giberna sulla spalla dx, la chiusura della casacca sul torace ed i polsi, dove si uniscono alla manica della mimetica, per citare i primi che mi son saltati agli occhi.
Usa il colore più diluito e vedrai che, pur profilando, non sarà così marcato ed appariscente.
Sul colore che hai usato per le mani....scusami ma non mi esprimo.

Ciao

 Topo :

12/4/2010 10:19
 Vado parzialmente OT, non esprimendomi sul figurino perchè non sono così competente:
Vorrei sottolineare l'atteggiamento positivo di Agocap di fronte alle giuste critiche costruttive e consigli ricevuti; accettare critiche e suggerimenti è una cosa normale e giusta se si vuole imparare qualcosa, ma purtroppo non sempre e non tutti hanno questo giusto approccio.

@AGOCAP:
Complimenti per i miglioramenti e buon proseguimento!

 alessino :

12/4/2010 10:50
 Quote:

Topo ha scritto:

Vorrei sottolineare l'atteggiamento positivo di Agocap di fronte alle giuste critiche costruttive e consigli ricevuti;


Sottoscrivo al 100%!

 MoroCutter :

13/4/2010 01:01
 
Quote:
alessino ha scritto: Topo ha scritto: Vorrei sottolineare l'atteggiamento positivo di Agocap di fronte alle giuste critiche costruttive e consigli ricevuti; Sottoscrivo al 100%!


Per quel che può valere, mi associo.

Buon modellismo

 AGOCAP :

13/4/2010 21:06
 voglio ringraziare tutti x l'infinita pazienza

come torno a ripetere e da tantissimi anni che faccio e sfaccio un pò di tutto....non ho avuto molti contatti con modellisti D.O.C. fino ad ora.....ho sempre proseguito sperimentando, ma la tecnica si impara dai maestri e anche se sono ben lontano da risultati accettabili, il tempo e la pazienza non mi mancano...

poi la playstation MAI......

ps: le mani sono out, per le luci continuo a lavorarci ( mannaggia se è dura ), i profili li avevo notati e ci stò già lavorando.....

scusatemi se continuo a postare lavori che sembrano a metà ma il mio occhio non è certo come il vostro...
necessito spesso di consigli e pure di critiche......

Ciao a tutti e buon modellismo

 AGOCAP :

15/4/2010 23:01
   con questo mi fermo e lo porto a Brescia all'open day







.....chissà che risate.....

mi spiace ma non so più come proseguire....mi sono perso nei colori....sono arrivato al classico punto morto....mi sa che devo vedere e provare dal vivo come si fa.....

un grazie a tutti per la pazienza dimostrata....appena mi riesce qualcosa di accettabile lo rimetto a vostro saggio giudizio....

Buon Modellismo




 touareg :

16/4/2010 08:49
 Bene, è arrivato il momento di vedere dal vivo come lavorano gli altri....è la cosa migliore....5 minuti di pratica, in tutti i campi, non solo il modellismo, valgono più di 2 ore di teoria.

Paradossalmente il viso è venuto meglio del resto (di solito funziona al contrario).
L'occhio sinistro è ben definito, il dx non si vede bene, e la barba è abbastanza buona, anche se un pò troppo chiara.
Mi pare abbastanza buona anche la tonalità e come hai messo le luci.
Ti sei scordato di definire le labbra con un colore un pà più scuro ma nal complesso mi sembra tu stia prendendo la strada giusta.
Vedrai che l'open day ti servirà e nessuno riderà, anche perchè, dal tuo stato ci siamo passati tutti siano carri, aerei o pupazzetti.

Ciao....e non mollare 

 AGOCAP :

17/4/2010 09:33
 ciao Massimo e grazie x gli innumerevoli consigli

continuerò ad allenarmi coi pennelli in attesa di vedere dal vivo le tecniche da adottare

Buon Modellismo

 alessino :

17/4/2010 12:40
 Quote:

AGOCAP ha scritto:

continuerò ad allenarmi coi pennelli in attesa di vedere dal vivo le tecniche da adottare



Vieni vieni, vedrai che all'open day si dipinge un sacco!!!

Anch'io devo portare il mio primo figurino in 1/35, così approfittiamo assieme! ;-)

 AGOCAP :

22/4/2010 00:30
 io non mollo continuo a pittare..... non che i risultati siano entusiasmanti ma, in attesa del 15 Maggio prendo confidenza con i pennelli....






il figurino è rimaneggiato so che sarebbe meglio un figurino decente in resina ma per allenarmi vale la pena usare ciò che ho a disposizione...in attesa di saperne di più

PS: però è gia meglio del primo che ho postato......

Ciao a tutti e buon modellismo!!!!!!!!!

 touareg :

22/4/2010 08:54
 Ciao Agostino,
Devi lavorare sulla gradualità dei contrasti tra luci ed ombre. Più passaggi con colori diluiti su zone sempre più piccine.
Così hai uno stacco netto tra la parte in luce e quella in ombra.
Cerca di essere più preciso quando colori una cinghia od una cintura in rilievo; in questo quelle cinte (elastici?) sulle gambe sono da rivedere e comunque devi schiarirli,,,così sono troppo uniformi.
Altro appunto! Il nero dei guanti. Hai usato solo il nero oppure l'hai "tagliato"?...se l'hai tagliato, dalle foto non si vede.
Altro capitolo le foto...anche se io non sono il massimo...però il flash diretto ha l'effetto di rendere i colori opachi quello che non sono, cioè troppo lucidi.
 Lo so che magari non ne hai la possibilità durante la settimana, ma prova a fare le foto senza flash, con luce naturale, ma non in pieno sole, magari davanti ad una finestra con una tenda bianca che schermi la luce, metendo dalla parte opposta alla fotocamera un cartoncino bianco che illumini, per luce riflessa, la parte in ombra del pupo.
Fai diverse foto settando il bianco per diverse temperature di colore per vedere qual'è la migliore (se invece il settaggio è automatico meglio ancora).
Non è il massimo della vita ma almeno le foto dovrebbero uscire più decenti.

Ciao

 alessino :

22/4/2010 12:34
 Ciao,

Se ti va di dargli un occhiata qua avevo scritto un po' di considerazioni personali sulla fotografia dei modelli.

Spero ti possano essere utili! :-)

 AGOCAP :

11/7/2010 19:56
 
:-D :-D :-D

© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=113662&forum=6