Forum : W.I.P. Diorami

Soggetto : Bastogne In - bastogne Out 19 dec 1944

 IronWork :

23/2/2012 12:23
 Buongiorno a tutti.
Dopo il weathering dei mezzi, che trovate QUI

proseguo qui il wip  con la realizzazione del diorama




 IronWork :

23/2/2012 12:35
 prima una prova empirica del layout
 
preferisco sempre creare una ambientazione che sia della minima dimensione.
In pratica tanto quanto è "necessario e sufficiente"   per contenere gli attori, mezzi e figure, e raccontare la storia voluta.








 IronWork :

23/2/2012 12:46
 ... e molto in breve  la storia :

1944, dicembre
offensiva delle Ardenne

Bastogne sta per essere completamente accerchiata dalle truppe tedesche. I paracadutisti della 101ma divisione paracadutisti vengono inviati come rinforzo. Dopo un movimento notturno, parte in autocarro, parte a piedi, giungono la mattina del 19 nell'abitato di Bastogne.
Nello stesso momento, lo stretto corridoio ancora aperto viene sfruttato dalle ultime ambulanze per lasciare la città con i feriti.

Ecco il perchè del titolo "Bastogne in - Bastogne out", e del layout scelto.
Soldati che entrano, ambulanze che escono

Si trovano molte foto della dodge, e molte di queste ambientate proprio in zona ardenne, da qui mi è arrivata l'idea del diorama. 



 IronWork :

23/2/2012 13:38
 
Pensavo, per far prima, di utilizzare una di quelle bellissime casette in plastica di una nota marca. Quando ho visto le misure, ho ridotto in proporzione le immagini e le ho stampate. Risultato :  mi sembravano troppo grandi, e fuori scala.

Allora , per realizzare una tipica casa della zona di bastogne, che fosse "solo mia" mi sono affidato alle molte immagini reperibili in rete.

Il materiale utilizzato, è frutto di tanti esperimenti e ricerche, e finalmente ho trovato qualcosa che facesse al caso.
E' un materiale da prototipazione che si lavora benissimo, anche solo con uno stuzzicadenti ! Si taglia col cutter come fosse burro, è leggerissimo ma, se lo spennellate di vinavil, diventa una specie di "antiurto".
E si incolla anche con il bostik.
Inutile dire che il così detto "STRUTTURA"  l'ho inserito a catalogo.... Tutte le caratteristiche   QUI




Allora ho fatto il mio bravo disegnino della facciata, l'ho sovrapposto ad un foglio di STRUTTURA
da 1 cm di spessore, e ho ripassato leggermente a biro le parti principali, che restano incise



... e ho tagliato lungo il segno inciso per finestre e porte



il resto delle pietre, irregolari,  è fatto semplicemente a biro a mano libera



FATTO !
ci avrò messo un'ora in tutto....












 pretorius :

23/2/2012 19:23
  Moooolto interessante ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) :-D :-D :-D :-D :-D

 pittarofranz :

24/2/2012 15:28
 Eddaje............ se continui così mi rovini!!!
Bellissimo lavoro....

 carrob :

24/2/2012 15:35
  Quote:
pittarofranz ha scritto: Eddaje............ se continui così mi rovini!!!


Anche a me. :-( :-x

:-D :-D



 GiorgioBis :

24/2/2012 18:11
 Ottimo tutorial.
Materiale acquistato....qualche tempo fa.
A giorni mi dovrei cimentare con alcuni muri......
ciao
gio

 IronWork :

1/3/2012 08:02
 grazie a tutti... :-)

i vari elementi  messi assieme. La strada leggermente bombata è un foglio di Struttura da 5 mm, carteggiato appoggiando sul tavolo della carta abrasiva e sfregandoci sopra il materiale







Qualcuno mi ha fatto notare... la cisterna non era per il carburante, ma per acqua destinata ai servizi di infermeria



 Simone1311 :

2/3/2012 09:15
  Ed io ti faccio notare, oltre che per lo stupendo risultato fin qui ottenuto,  che la cisterna va bene così.. ;-)

Non si può escludere a priori che cisterne di questo tipo non venissero usate per altri scopi, tenendo conto del casino che ci poteva essere a Bastogne in quel frangente storico...
Anzi, è verosimile che una cisterna carica di benzina, evacuata da un deposito incalzato dai tedeschi, sia stata trainata da qualsiasi veicolo disponibile, anche una ambulanza.. ho diverse foto di mezzi abbandonati durante una ritirata... e c'è attaccato di tutto, dalle cucine ai telemetri antiaerei, addirittura rimorchi civili carichi di ogni tipo di attrezzatura militare...

Il diorama è bello, i tuoi prodotti sono eccellenti, i tuoi wip molto interessanti...  

Ciao Simone :-)


 carrob :

2/3/2012 09:40
 Ah si? La cisterna era per l'acqua? Allora i modelli sono fatti malissimo, il diorama fa pena e il nuovo materiale è brutto e cattivo e non serve a niente. :-P :-P :-P :-P :-P :-D :-D :-D


 IronWork :

7/3/2012 15:00
 Colgo l'occasione per ringraziare chi è passato a verona allo stand, anche solo per un saluto.  :-D

Grazie anche dei vostri commenti, in particolare a Simone che ha aggiunto qualche aneddoto storico sempre ben gradito.

Dalle foto che ritraggono  la 101ma che entra a piedi in Bastogne, sembra che alcune strade, per quanto coperte da un sottile fango,  fossero in solido cemento.
Per riprodurlo ho utilizzato Terreno Pronto - CEMENTO PIETRA. basta spatolarlo sulla superficie fatta in STRUTTURA, così com'è




poi ripasso con la riga di metallo per togliere lo strato in eccesso, che rimetto nel barattolo.
La superficie rimane ruvida in scala, e già colorata.








 IronWork :

7/3/2012 15:02
 ps: Roberto, la prossima volta che ti vedo ti faccio uno shampoo con Dusty Road...
:-P :-P :-P :-P :-P

 IronWork :

7/3/2012 15:16
 Prima di pittare l'edificio, gli ho dato una bella passata di acqua e vinavil, che va lasciata asciugare ben bene. In questo modeo "Struttura" diventa una specie di materiale antiurto, e non assorbe troppa pittura.

Poi una mano di fondo di un bel color salmone andato a male. Questa l'ho imparata da una enciclopedia di modellismo di 20anni fa, e funziona sempre bene come fondo per muri e strade.




Per dipingere poi, un mix di colori ad olio. per fortuna ci sono ancora molte case in pietra di quello stile, e per regolarsi con le tinte si trovano parecchie foto in internet.







Una lumeggiatura a fresco sui bordi superiori delle pietre più grosse, accentua l'effetto di rotondità









 carrob :

7/3/2012 17:29
  Quote:
IronWork ha scritto: ps: Roberto, la prossima volta che ti vedo ti faccio uno shampoo con Dusty Road...
:-P :-P :-P :-P :-P


Speriamo che non mi fa i capelli biondi. 
:-D :-D :-D :-D

 IronWork :

13/3/2012 11:39
 @ Carrob
...con dei bei boccoli alla Shirley Temple...

il terreno è realizzato con qualche spatolata leggera di Terreno Pronto - ROUGH EARTH, testurizzato a fresco con un pennellaccio






 IronWork :

13/3/2012 11:46
 dove mi servivano delle impronte "di manovra", ho lasciato quel mm di prodotto in più.
Poi rullato con una ruota bagnata di acqua per evitare che si attaccasse








 IronWork :

14/3/2012 10:39
 Per dare un'idea di "strada carraia" di fianco alla casa, e per inserire meglio i muretti, ho aggiunto un piccolo rialzo centrale, ancora con Terreno Pronto, che ho raccordato all'insieme con pennello bagnato. Poi asciutto prende lo stesso colore.








 IronWork :

14/3/2012 10:48
 A questo punto la ciofeca inizia a prendere forma. Ho incollato qua e la un mix di ciuffi di posidonia e di filassa da idraulico, per rappresentare erbacce invernali bruciate dal freddo.

Sul terrapieno a sinistra ho messo dei paletti delimitatori, che si vedono spesso in foto della zona, (banali pezzi di stuzzicadenti...).
Mentre in basso a destra ho infilato du profili a H evergreen, che reggeranno un cartello stradale.








 IronWork :

14/3/2012 10:52
 dimenticavo qualche pietruzza, incastrata nel terreno Pronto ancora fresco




 IronWork :

15/3/2012 10:59
 ...una spuntatina alle erbacce, tenendo la forbice in verticale per ottenere lunghezze irregolari




 IronWork :

15/3/2012 11:04
 bagnatina di acquaragia, e lavaggio con un marrone molto scuro, per dare profondità al terreno ed accentuare l'effetto "inverno umido".














 carrob :

15/3/2012 11:43
 Bello, bello mooooolto bello.
Intanto che aspetto la fine del wip mi vado a fare uno shampoo.  :-D

 freccia976 :

15/3/2012 13:27
 Complimenti davvero favoloso, ma non ho capito una cosa, per far i lavaggi del terreno imamginato tu abbia usato colori ad olio , ma non hai diluito il colore nell'acquaragia? prima hai bagnato il terreno con il solvente e poi hai usato il colore così com'è???

 IronWork :

19/3/2012 10:38
 
Quote:
freccia976 ha scritto: Complimenti davvero favoloso, ma non ho capito una cosa, per far i lavaggi del terreno imamginato tu abbia usato colori ad olio , ma non hai diluito il colore nell'acquaragia? prima hai bagnato il terreno con il solvente e poi hai usato il colore così com'è???



Ciao, ho usato un humbrol già un po diluito, per farlo scorrere meglio. Poi quando asciuga resta un pelo più opaco di quello che si vede in foto

 IronWork :

19/3/2012 10:44
 ... nel frattempo mi hanno fatto notare che gli emblemi tattici sul mezzo sono inadatti a quel teatro operativo, li cambierò.

mentre il lavaggio asciuga, ho inserito qualche pianticella qua e la, con la teloxis aristata. e delle foglioline secche che aiutano a dare varietà e colore














 Otto_Carius :

19/3/2012 16:22
 Grande lavoro "Maestro Beppe"...ma che te li faccio a fare i complimenti!!!

E' un po' ambigua la storia delle foglioline secche "che aiutano a dare varietà e colore....." :-D :-D :-D :-D :-D

Salutoni!!
Giampiero

 IronWork :

26/3/2012 18:31
 @Giampiero

...stanco di farne il solito uso, le ho sacrificate alla ragion di stato... :-o

E' finalmente giunto il momento di mettere mano al tetto. Si dice che quando si arriva qui la casa è a buon punto.
Premetto che non sono un architetto, e spero di non aver fatto cavolate troppo palesi nella struttura, fatta con listelli di faggio x navi.








 IronWork :

26/3/2012 18:36
 Per le tegole ho fatto un esperimento...

Stendendo e tirando uno strato ben sottile di Terreno Pronto - CEMENTO E PIETRA, su una basetta ricoperta dal domopack da cucina.










 IronWork :

26/3/2012 18:43
 grazie alla pellicola che rimane incollata sotto, ottengo un foglio di roba ruvida e flessibile, da cui tagliare semplicemente i quadratini delle tegole.
L'aspetto è già quello dell'ardesia. Basta sbertucciare un po i bordi inferiori per ottenere tegole realistiche.






Un leggero drybrush con grigio chiarissimo, dopo averle incollate, e problema tegole risolto









 syerra :

26/3/2012 20:11
  WoW che bello... ciao Beppe volevo chiederti i "terreni pronti" in barattoli sono sempre tuoi prodotti?! scusa l'ignoranza ma sai io non sono dioramista, al limite qualche basetta per ambientare i miei volatili.. :-D

 IronWork :

29/3/2012 14:22
 
Ciao Gianni, si, tutta robaccia mia....
Link ai prodotti x diorami

Fatto il grosso, è ora di dedicarsi ai dettagli, porte e finestre.
Li ho realizzati semplicemenet incidendo e tagliando un foglio di forex da 2mm, in dotazione al "pack STRUTTURA" utilizzato x costruire la casa.

Il colore di base l'ho preso da alcune foto attuali, a colori, di case tipiche della zona.
Ho poi applicato random dei filtri, per alterare e sbiadire il colore del legno ,olto esposto a condizioni climatiche gravose
Da sinistra a destra (i prodotti non erano ancora etichettati quando ho fatto il diorama...) :
DECOLORAZIONE 3, FILTRO ACIDO, DECOLORAZIONE 1 E DECOLORAZIONE 2






 IronWork :

29/3/2012 14:30
 A livello di principio, nulla cambia tra un carro ed un portone... Usurare, sottolineare le forme, quindi...

Una spennellata di INVECCHIAMENTO GENERALE, abbondante, negli interstizi, e poi si tira verticalmente con un pennellaccio dalle setole divaricate. Per fare le venature del legno, e sottolineare le forme, tutto qua...







e come per gli altri filtri, dopo 5 minuti è asciutto


 IronWork :

2/4/2012 15:45
 Nella porta ho infilato un foglio di lucido per stampanti, tagliato col cutter per simulare i vetri rotti





 IronWork :

2/4/2012 15:50
 E' ora di mettere mano ai protagonisti della storia, l'autista dell'ambulanza e i due parà della 101ma.
 
L'autista viene da scatola miniart, modificato nelle spalle,braccia e nel piede sinistro per adattarsi al veicolo. Come se stesse salendo.






 IronWork :

2/4/2012 15:56
 Per i due parà, basta piegare leggermente le gambe e adattare il cappotto quanto basta per sbilanciarli leggermente in avanti, come se stessero camminando a passo accelerato.

Vengono da una vecchia scatola dragon, non più in catalogo credo. Ma questi mi sono stati gentilmente regalati da un amico del Club, erano insieme ad uno sherman.

Nelle foto in mio possesso, alcuni parà sono in marcia verso Bastogne col cappotto indossato, altri con le nuove giacche impermeabili corte. Quindi ho lasciato i figurini col cappotto.






 IronWork :

2/4/2012 16:01
 Tutti sono stati dipinti ad acrilico come base, e poi sfumati ad olio.
Un poco di grigio chiaro come luci finali dei cappotti, aiuta a dare una sensazione di freddo e di pathos.






 pittarofranz :

3/4/2012 13:10
 Beppe. se sono parà dovrebbero avere l'elmetto da parà e anche la carabina non è quella da parà, che aveva il calciolo in acciaio pieghevole e non in legno! Così sembrano normali fanti USA (fatti peraltro molto bene!) ;-)

 xiani :

3/4/2012 13:32
 Pittaro non rompere..hehehehehe ......questi erano parà con il fucile con il calcio di legno...l'avevano trovatoli appoggiato alla casa..... :-x :-x :-x


:-D :-D :-D :-D :-D

Giuseppenon ci fare caso...continua e fai presto che appena ho scoperto tutto faccio un ordinuccio.... :-)

 pittarofranz :

3/4/2012 13:44
 Fiani che c'entra la mia nota col fatto che i pupi sono belli lo stesso? non è che perchè Beppe è Beppe allora bisogna lasciarlo nell'errore....
Mi pare che tu sei molto più azzeccoso di me, guardando i tuoi post in giro...
:-P :-P :-P :-P

 xiani :

3/4/2012 14:24
 :-D
di fatto stò scherzando......
scusate per la digressione... :-D :-D

 ayrton :

11/4/2012 11:26
 caspita che bei figurini complimenti...mi insegni a farli così ?????

paolo

 IronWork :

11/4/2012 11:30
 Ciao Pittaro,
da quello che vedo su due libri :

BATTLE OF THE BULGE-DANNY S.PARKER-GREENHILL BOOKS

THE WW2 G.I. IN COLOR PHOTOGRAPHS-WINDROW & HAWKINS-CROWOOD

elmetto : sul secondo libro citato dice che il M1c da parà è in pratica l'M1 (fanteria) con diverse cinghie e protezioni in cuoio.
Dal 42 cambia il "liner", che è il sottoelmo, invisibile, con nuovi "chinstraps", che sono le cinghiature.
Altro non so.

x la carabina M1a1 con calcio ripiegabile, dice : "folding-stock carabine was not nearly as widely issued to airborne troops as popularly supposed."
In pratica, non così largamente distribuita come si pensa.  In altre foto foto vedo o il thompson, o il garand.
In quelle dei parà che entrano a bastogne, da quel che si capisce, un po di tutto.

Però ammetto di non essere superesperto, mi sono fidato della documentazione.

 IronWork :

11/4/2012 11:47
 beh, cosa manca ??

neve si, neve no...
c'è un bel capitolo sulle condizioni meteo nel libro di parker, in pratica il 17 18 di dicembre la neve si era quadi tutta sciolta. Nelle foto vedo un fango sottile sulla strada, sempre da quello che si capisce da foto in bn. Così ho deciso di metterne solo un po qua e la.

Ho utilizzato True Earth - NEVE FARINOSA, incollata con vernice trasparente per accentuarne l'aspetto semisciolto




 IronWork :

11/4/2012 11:52
 Finalmente si piazzano tutti i soggetti,
manca solo il cartello stradale, che dia la connotazione definitiva, e che aiuta a raccontare la storia dei parà che entrano in città, mentre le ambulanze ne escono

L'ho preso da alcune immagini pubblicate su uno Steel Masters di qualche annno fa, in pratica una pagina con cartelli dell'epoca "ritagliabili", che ho scannerizzato, stampato e incollato su forex... e un po invecchiato con i "soliti" filtri




 IronWork :

11/4/2012 12:17
 
FINITO !











 IronWork :

11/4/2012 12:30
 


























 pittarofranz :

11/4/2012 16:29
 Davvero una chicca...complimenti....

 Lav :

11/4/2012 20:28
 Veramente molto bello ..
molto ben curato ogni dettaglio
Oserei dire solo un paio di cose: un pò più di sporcizia in giro e maggiore variazione cromatica delle pietre degli edifici
Ma ripeto se ne vedessero in giro delle realizzazioni come questa...
Paolo LAV
;-) ;-) ;-)

 Silvano :

11/4/2012 21:34
 Molto bello. Anche io ho qualche dubbio sulla variazione cromatica delle pietre, e io stesso sono molto indeciso su come realizzare la mia casa francese, ma nell'insieme è veramente un gran bel lavoro

 IronWork :

12/4/2012 14:07
 
qualche immagine di tipiche case in pietra della zona, alcune restaurate ma il materiale è lo stesso

Mi sono ispirato a queste x la colorazione, poi bisognerebbe vederle d'inverno e bombardate... 
Il giallino/marrone/grigio è dominante







immagini inserite a solo scopo discussione

 GiorgioBis :

12/4/2012 14:08
 Piace anche a me.

terrò d'esempio i GI per il mio lavoretto

giorgio

 Lav :

12/4/2012 14:48
 Ora è tutto più chiaro...
effettivamente quello che si scosta dalla realtà, non è tanto il colore delle pietre, quanto la malta del muro tra le stesse.
Comunque hai fatto un ottimo lavoro ed un tutorial esemplare.
Grazie
Paolo LAV
;-) ;-) ;-)

 alessino :

12/4/2012 14:54
 Bellissimo e una caterva di spunti fantastici...

 Silvano :

12/4/2012 15:36
 Ah Però! Non le immaginavo così senza intonaco e con le pietre a vista.
Bene, adesso so come farle. Grazie
Bella soprattutto l'ultima, quella diroccata.

(se cerchi su google case normandia o bastogne, trovi solo roba in affitto...:-P :-P :-P :-P :-P)

 IronWork :

12/4/2012 15:36
 
Quote:
Ora è tutto più chiaro...
effettivamente quello che si scosta dalla realtà, non è tanto il colore delle pietre, quanto la malta del muro tra le stesse.
Comunque hai fatto un ottimo lavoro ed un tutorial esemplare.
Grazie
Paolo LAV
.


bella gioia...
voglio vedere dopo un annetto, se la maltina rimane bella bianca come la foto della casa "real estate" che ho postato...

:-P :-P :-P

 IronWork :

12/4/2012 15:40
 Grazie a tutti,  :-D :-D :-D
mi fa piacere che la cosa sia servita da spunto a qualcuno.

per il resto, sapete dove rivolgervi....:-P


Beppe 

 GiorgioBis :

12/4/2012 16:53
  Bene,
anora due cosette da chiederti:

Sarai a Bellaria :-?...ne approfitterei per comperare un po di "Struttura"
Quale numero di Steel Art per i cartelli.....sai non ho voglia di sfogliarli tutti ;-) 

Ciao
giorgio

 IronWork :

12/4/2012 18:07
 Ciao Giorgio,

Bellaria no, in quei giorni sono a Saumur.
No steel art, steel masters, francese. E chi si ricorda il numero...


 GiorgioBis :

12/4/2012 18:59
  Quote:
IronWork ha scritto: Ciao Giorgio,
Bellaria no, in quei giorni sono a Saumur.
No steel art, steel masters, francese. E chi si ricorda il numero...


BEATO TE........mi sarebbe piaciuto esserci. sarà per il prossimo anno (SPERO)

grazie

gio

 ayrton :

10/7/2012 11:20
 Ciao  a tutti,

se a qualch'uno può interessare nella mia galleria ho messo alcune foto scattate nelle Ardenne durante un mio recente viaggio di lavoro in Belgio.

Saluti e complimenti per il diorama.

se ti può interessare ho il numero di steel master in francese del mese di maggio che ho sbaglaito ad acuistare all'aereoporto.

Ciaooo Paolo

 andrew :

14/7/2012 02:44
  Ciao Maggiore ho visto il tuo bel lavoro solo oggi e lo trovo interessante è ben ambientato e la casa denota molto bene la struttura tipica delle case della zona di Bastogne Il diorama è ambientato bene per il periodo autunnale ed i due figurini avvolti nei cappotti ben si adattano all'ambiente.
Adesso vorrei qualche chiarimento.
1) l'ambulanza era un mezzo di servizio sanitario con due portelloni per il carico del feriti,la sua  funzione è quella di caricare celermente ma quella da te rappresentta ha un rimochio con cisterna che non permette la funzione sopraddetta.
2) il furgone porta vistose insegne della Croce Rossa e quindi è sottoposto alla Convezione di Ginevra che proibisce di utilizzare i veicoli per il trasporto o il traino di qualsiasi altra cosa se non i feriti o i malati.
naturalmente penso che , se vuoi potrai darmi una tua motivazione di ciò che ho eccepito.
Nel frattempo ti saluto ciordialmente

Ciaociao
Andrew

 generaledalla :

20/9/2012 11:59
 Complimenti per il lavoro!

Una domanda; se non è un problema, potresti indicarmi meglio come fai a fissare la neve

Perche io prima la stendo (neve) e poi la fisso con il vinavil disciolto in acqua ma non rente l'idea.

Ciao  e grazie in anticipo

 grimdall :

20/9/2012 22:37
 Diorama spettacolare, ma un piccolissimo appunto te lo devo fare (posso vero?) I due soldati americani
non sono perfetti come para'.... in primo luogo l'elmetto, che è quello normale da fanteria, mentre i para' avevano quello speciale da lancio, e poi la M1 Carbine è anche lei il modello da fanteria.... i para', almeno per quello che ne so io avevano solo la versione col calciolo ripiegabile in metallo. Oddio data la situazione delle Ardenne potrebbe anche darsi che ci siano stati degli scambi, ma semmai immagino in tempi successivi della battaglia. I para' arrivarono a Bastogne direttamente dalle retrovie dove si erano riorganizzati dopo vari mesi di combattimenti, quindi probabilmente gli equipaggiamenti erano totalmente a posto.... comunque resta il fatto di una realizzazione ottima... complimenti ancora....

 pittarofranz :

24/9/2012 10:37
 X Generaledalla:
Ci sono diversi metodi e prodotti per fissare la neve.
Io di solito faccio un impasto con vinavile e stendo il grosso e poi ci spolvero, prima che asciughi la colla, quella che dev'essere neve fresca...
;-)

 Hoot :

24/9/2012 10:40
 Quote:
grimdall ha scritto: .... i para', almeno per quello che ne so io avevano solo la versione col calciolo ripiegabile in metallo.


...al contario io sapevo che erano pochissimi quelli che l'avevano...
Ricordo le recensioni quando uscirono i parà Dragon, con uno che aveva proprio quell'arma

 IronWork :

25/9/2012 13:48
  @ Andrew :
ho trovato una vecchia foto con la cisterna al traino. e poi sai di quanta acqua c'è bisogno in infermeria, anche solo per sciaquare i tavoli operatori.
In ogni caso l'acqua non possiamo definirla materiale bellico contrario alla convenzione

 IronWork :

25/9/2012 13:52
  @ Generaledalla

se devo fare la neve uniforme e pulita, la incollo con vinavile e una goccia di vernice bianca o grigio chiarissimo per contrastare l'ingiallimento

se è solo qualche chiazza di neve uso vernice acrilica trasparente lucida, o addirittura True earth-Crystal Lock

 IronWork :

25/9/2012 13:54
  @ Grimdall 

l'argomento elmetto e armamento dei parà USA lo trovi a pagina 5 di questo topic, con ampia documentazione al riguardo

 generaledalla :

26/9/2012 09:30
 Grazie mille per le info

ciao

© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=124407&forum=58