Forum : W.I.P. Veicoli militari

Soggetto : Wolves in sheep's clothing Crusader III *FINITO*

 Lamb :

1/3/2021 19:11
 La superiorita’ schiacciante conseguita dagli Inglesi prima dell’ ultima battaglia di El Alamein in uomini, mezzi e rifornimenti, superiorita' assoluta sul piano dell’Intelligence grazie ad Ultra, non era garanzia per conseguire l’elemento sorpresa, importante in fase offensiva.
La linea nemica, protetta da campi minati e postazioni controcarro, non era aggirabile e l’attacco sarebbe stato frontale, preannunciato da una pesantissima preparazione di artiglieria.
Furono pertanto messe in campo con l’operazione Bertram una serie di misure di inganno (disguise, deception) volte a far credere che l’attacco sarebbe iniziato molto piu’ tardi e a Sud.
Queste misure riguardavano il traffico radio, la lenta costruzione di un falso acquedotto, la disposizione di una falsa armata corazzata camuffando autocarri in tank (pecore in pelli di lupo) e il camuffamento dei tank tramite coperture che li facevano assomigliare ad autocarri (lupi in pelli di pecora). Il generale Montgomery giunse a dire di essere soddisfatto di aver perso qualche altura a Sud cosi’ che il nemico potesse vedere i falsi preparativi.
Questi strattagemmi ebbero successo, il comando dell’Asse non si aspettava l’offensiva nei giorni in cui avvenne e fu inizialmente indeciso se e dove fosse l’attacco principale, tanto da non far subito aprire il fuoco di controbatteria, anche perche’ l’attacco secondario a Sud contro la Folgore fu altrettanto imponente.
La sorpresa fu pero’ marginale, perche’ l’attacco a Nord contro la Trento e la 164’ guadagno’ ampi salienti ma non lo sfondamento e, ormai perso l’effetto sorpresa, fu arginato con manovre per linee interne, evolvendo cosi’ il combattimento in una battaglia di attrito, anche se dall’esito scontato dato il divario di forze.

Sheeps in wolve's clothing    Camionette camuffate da carri Crusader



Wolves in sheep's clothing  Carri Crusader camuffati da autocarri


Il soggetto che voglio rappresentare sara’ un CRUSADER III, a piu’ avanti per la presentazione del kit

 GP1964FG :

1/3/2021 19:43
 Un AGNELLO che modella un LUPO non s'era mai sentito!!
😂😂😂
Il Crusader è Italeri?

Buon lavoro, Lamb
Gianfranco

 ABC :

1/3/2021 20:55
 Bel soggetto, seguo volentieri.

Alessandro :-) :-) :-)

 jEnrique61 :

1/3/2021 22:38
  Bravo Lamberto bel soggetto, mi piace.👍 Lo seguo volentieri

Saluti


 

 Lamb :

2/3/2021 09:26
 Bene, mi fa molto piacere avere un riscontro e Gianfranco, le pensi tutte ...

Comunque di Crusader Italeri ne ho gia' fatti due (tipi I e II), entrambi ottimi kit, ma per variare faccio il recente BORDER.
Aprendo la scatola non noto chissa' che rispetto allo stravecchio Italeri, qualche fotoincisione inutile, forse un po' piu' 'crisp' ( come si legge nelle recensioni), ancora nessun interno, due versioni del freno di bocca in plastica ma solo una in metallo e poi...
'Horribile visu', tanti pezzettini,ini,ini  per i cingoli maglia a maglia, fortunatamente c'e' un tratto di cingolo lungo (quello a contatto del terreno) col suggerimento delle istruzioni che se si trova troppo complicati quelli maglia a maglia lo si puo' usare ( altrettanto fortunatamente, dico io, la parte sopra e' coperta dai parasabbia). 
Magari quando comincio scopro altro ma per il momento direi che l'Italeri resta dopo decenni sempre molto valido per qualita'/prezzo.

 Ace :

2/3/2021 18:57
 Anche perché a un prezzo di poco sotto ai 50eurini uno si aspetterebbe di più!!!!
Andrea

 jEnrique61 :

3/3/2021 00:06
  Ciao Lamberto, ti allego una foto di una mia rivista 'Armes Militaria Magazine' che può fare al caso tuo. Saluti



 

 GP1964FG :

3/3/2021 14:54
 Interessantissima questa "conversione" per il Crusader!!
E grazie a jEnrique per aver condiviso una foto secondo me utilissima per realizzare la modifica.


Ciao
Gianfranco

 Lamb :

4/3/2021 09:27
 Ace, io l'ho pagato molto meno ma concordo che ancora l'Italeri e' vincente nel rapporto qualita'/prezzo.
Enriquez, grazie della bella foto, ho un profilo da cui e' stata presa la foto



Intanto ho iniziato col sotto che e' semplicissimo, le sospensioni sono annegate in un sandwich di lamiere, poi basta infilare le grandi ruote Christie sui perni, nulla di piu' facile rispetto ad altri carri pero'...



...le maglie di cingolo sono tante e di piu' sono i chiodini per fissarle



Alla Border pero' hanno pensato che se uno e' miope non e' il caso che si cimenti con questi pezzettini per cui hanno scritto le istruzioni in caratteri decrescenti (come dall'oculista) se non riuscite a leggere il carattere piu' piccolo, quello rosso,  lasciate perdere ch'e' meglio e vi assicuro che non ci si riesce


 euro :

4/3/2021 09:45
 spettacolare!!
Avevo letto dei camiffamenti ma non li avevo mai visti, incredibile come le camionette sembrino crusader!!
... e anche i carri camuffati da camion non sono da meno

 Antonio 13 :

4/3/2021 12:21
 Bel progetto e visti i pezzettini ini ini dei cingoli  anche io userei quelli in vinile...tanto ci sono in grembiuli.

 jEnrique61 :

4/3/2021 20:03
  Sono pienamente d'accordo con Antonio 13, ho fatto 2 Crusader dell'italaerei all'epoca della Storia dei Mezzi Corazzati e ti devo dire useri ancor quelli ivinile non sono male e visto che ci sono i parasabbia non si vedono... Caio Lanberto e Antonio





 

 Lamb :

5/3/2021 10:40
 Eh gia'... solo che i cingoli in vinile non ci sono, c'e' solo un tratto di cingoli retto in stirene per la parte a contatto del terreno e poi vai coi pezzettini...
a piu' in la' ragazzoni (nel senso di ragazzi cresciutelli)!

 delibar :

5/3/2021 11:56
 Come anche a suo tempo discertato e descritto, anche con Fabio, in questi casi, ricorro alla duplicazione dei pezzi attraverso stampa con resina poliuretanica adottando il sistema a monovalva (per avere meno sfridi di resina stessa e per una replicazione anche più aderente all'originale).
I vari eventuali spezzoni di cingolo vengono poi assemblati molto facilmente con cianoacrilica adattando al meglio la messa in posizione attraverso il fon con la sua aria calda.
Una ultima messa in pratica l'ho usata con il nuovo modello della ICM, il FCM 36, dove accanto ai cingoli suddivisi in 4 spezzoni di vinile i raccordi sarebbero dovuti avvenire ad incastro usando una lamina infuocata per saldarli. Cosa del tutto improponibile e fattibile. Attraverso l'escamotage di cui sopra penso di essere riuscito ad ottenere un buon risultato a fronte, anche in questo caso, di una copertura quasi totale della cingolatura dovuta alla presenza di "gonne".

 delibar :

5/3/2021 12:06
 Facendo seguito a quanto detto poco sopra, faccio presente che il tutto si può ritrovare in una discussione avvenuta il 10.06.2018. anche allora io tema era sempre quello relativo alla possibilità di replica dei cingoli con resina PU

 Lamb :

10/3/2021 10:21
 Grazie Delibar per i suggerimenti ma per me la possibilita' di repliche in resina e' terra incognita e non mi ci avventuro
Comunque, scartato l'incubo di infilare i chiodini di fermo negli spezzoni di cingolo e usata invece la tappo verde con l'aiuto delle forme fornite, i pezzettini sono andati assieme, ora si passa al sopra...

 Lamb :

12/3/2021 16:48
 Io invece sono pigro e mi limito ad appiccicare senza tante pretese e questo kit si presta...
non che sia precisissimo dappertutto, finora l'imprecisione piu' evidente sta nei supporti interni al pezzo che, se montati da istruzioni, avrebbero tenuto il mantello interno troppo scostato in dentro, li ho omessi

 

Ora vorrei provare a dipingere utilizzando i Blue Tac che mi sembra di avere visto al Brico pero' non ne sono sicuro e poi andare al Brico di questi tempi 

 euro :

12/3/2021 20:14
 bello, 'sto carretto mi è sempre stato simpatico e mi sembra proprio che ti stia venendo bene

 Lamb :

14/3/2021 14:41
 In zona rossa al Brico per il BlueTac non ci vado per cui provo sui grembiuli:  dato il fondo nero (charcoal), per ottenere l'effetto sfumato uso rotolini di DAS e ci spruzzo sopra due bombolette contemporaneamente (deset yellow e bianco ossa), impolvero e mi pare possa andare, vedremo poi nel corpo.
Ho fatto un po' di casino con le PE, portantenna e faro di ricerca, ma siamo carrarmatari e non aeroplanari per cui qualche elmetto o zainetto qua' e la' e si copriranno le magagne 


A proposito di esemplari museali su cui non fare affidamento, questo e' privo dell'efetto sfumato ed inoltre... secondo la Border dovrei usare il freno di bocca tronco-conico per l'opzione con le grembiulature lunghe, altrimenti quello cilindrico.
Credo lo abbiano preso a riferimento senza minimamente considerare le foto originali dell'epoca.


 Lamb :

17/3/2021 15:46
 Visto il risultato sui grembiuli, sono passato al corpo... stessa tecnica nero sporco a smalto, salsicciotti di DAS e spruzzata di light stone made by me 



Carino ma vedremo di imbruttirlo, nella realta' la polvere arrivava pure a far sparire la mimetica...


 Lamb :

18/3/2021 15:00
 Avanzamento di giornata con grembiuli, elmetti per coprire magagna e occhiello volato via nella stratosfera, inizio di decal e pin wash... 
ora devo decidermi per le decal (9'Lanceri o Sherwood Foresters)... i forestali mi mancano, credo optero' per questi, pero' appiccicare il contrasseno di squadrone sul fianco torretta con quei maledetti bulloni, verra' uno schifio



 euro :

18/3/2021 17:28
 sempre meglio

 GP1964FG :

18/3/2021 17:46
 Bello questo Crusader, la mimetica mi sembra molto ben riuscita. Con la polvere poi si ridurrà il contrasto e sarà ancora più realistica.
Per le decals in effetti è un bel problema, i rivetti sono grandi e sporgenti....secondo me, oltre ad usare i liquidi per stendere le decals, puoi arrotondare e appiattire i rivetti nel punto dove poggia la decal, in modo da favorirne l'adesione.

Complimenti, come sempre, per il tuo lavoro.
Gianfranco Pesola

 Lamb :

18/3/2021 18:03
 Grazie raga'...
e Giancarlo, buona idea, e' un unico bullone e forse lo tolgo del tutto e lo rimetto, semmai ho un altro elmetto

 lowland :

18/3/2021 19:44
 Bellino, molto bellino.

Per le decal sopra i bulloni solitamente io uso un sistema piuttosto spinto........
Posiziono la decal con i liquidi ammorbidenti, la lascio riposare un po' e poi quando è ferma nella sua posizione con un bisturi ben affilato faccio qualche taglietto leggero intorno al bullone e ripasso gli ammorbidenti.
Solitamente va tutto a posto senza grossi poblemi.
Adesso voglio vedere il resto, mi raccomando.

Ciao Elia

 Lamb :

20/3/2021 10:17
 Col carro ci siamo, i contrassegni sono della 10' divisione corazzata (volpe rossa), lo immagino degli Sherwood Foresters (pero' Robin Hodd in calzamaglia verde non c'e )

Una foto di raffronto con le due versioni precedenti



un minimo di contestualizzazione:

ElAlamein operazione Lightfoot notte del 23/24 ottobre 1942
Per la 10’ Div.Corazzata l’obiettivo e’ situato tre chilometri ad ovest della linea Oxalic che deve essere conquistata dalla fanteria Neozelandese, cosi’ da posizionarsi sul retro della linea avversaria, oltre i campi minati, per poi scontrarsi in terreno aperto con le divisioni panzer.
Nella notte pero’ i genieri non riescono a mantenere il ritmo di cento metri ogni tre minuti nel bonificare i campi minati col risultato che all’alba i carri si trovano ancora di fronte la fanteria nemica con gravi conseguenze.
Ne e’ esempio cosa capita agli Sherwood Foresters… I loro carri iniziano il movimento a notte fonda, aspettano pazientemente che i genieri liberino da mine dodici passaggi, ciascuno per due carri. Quando il genio da’ via libera comincia gia’ ad albeggiare, i Crusader dello squadrone A avanzano nei corridoi poi si raggruppano, e’ allora che un brutale fuoco anticarro li investe.
Gli Italiani hanno piazzato i cannoni scavando nella roccia in modo che solo la bocca da fuoco emerga e solo un colpo diretto possa neutralizzarli, alcuni pezzi si svelano a soli 50 metri.
In pochi istanti cinque dei nuovi Crusader sono distrutti e lo squadrone B, venuto avanti con i suoi Grant, perde altri cinque carri in pochi minuti. La fanteria e’ rimasta ferma indietro e non resta che arretrare ma ancora con perdite per le mine e gli anticarro.
Dopo un quarto d’ora gli Sherwood abbandonano il campo lasciando sul posto le carcasse di 16 carri, un terzo del reggimento.

Accucciato nella mia stretta e scomoda trincea, vedo un carro colpito fra le ruote. La torretta comincia a girare, lo vedo vibrare poi una possente esplosione. Vedo con orrore le fiamme che divampano come da una fiamma ossidrica, tutto cio’ che penso e’ : ‘Signore, aiuta quei poveretti la dentro’ e sono ben contento di stare accucciato nella mia stretta e confortevole trincea.










E ora parasole poi ci si rilassa e ci si abbronza un po'...

 GP1964FG :

20/3/2021 11:58
 Molto bello, mi piace moltissimo.
Come hai risolto con quelle decals? 😉

Ciao
Gianfranco

 Lamb :

20/3/2021 12:23
 Grazie Gianfranco
Ho raschiato via il bullone poi L ho riappiccicato sopra la decal con ciano, stecchino a riprendere la vernice. Lo stecchino con un po’ di colore rosso L ho usato pure per il muso di volpe che era bianco, molto più controllabile di un triplo zero, puntinatura

 GP1964FG :

20/3/2021 17:13
 Ottima tecnica, da annotarsi. Ci avevo pensato anch'io, ma temevo di dire una fesseria, perchè riattaccare con colla un pezzettino di plastica su una decal mi sembrava troppo pericoloso per la decal!

Ciao
Gianfranco :-)

 Antonio 13 :

20/3/2021 17:53
 Eccolo lì ...bello bello! Io ne avevo fatto uno millenni fa ma non lo farò mai vedere :-D

 Lamb :

30/3/2021 10:20
 Ci siamo, ho aggiunto le ralle, un cavo e un po' di caricamento...







Poi mi sono arrabattato con il camuffamento che tanto precisino non era per cui mi accontento, sembra che fosse progettato per lasciarlo cadere ai lati tirando una cordicella ma non funzionasse poi cosi' bene decidendo a modo suo quando e se aprirsi.

Un saluto ed un ringraziamento a quanti hanno seguito.  














 euro :

30/3/2021 11:19
 E' bellissimo ed olre tutto è un pezzo di storia, complimenti!!

 GP1964FG :

30/3/2021 13:37
 Mi piace moltissimo come hai realizzato il carro e interessantissimo lo spunto storico, per un modello che si fa notare.
E poi, a Pasqua, ci voleva....un "uovo" con la sorpresa dentro. ;-)

Hai fatto un'altro piccolo capolavoro.
Gianfranco

 Antonio 13 :

30/3/2021 14:10
 Bello bello, unito alla foto storica si capisce tutto...ma forse forse se lo avessi fatto come in foto, con metà parte abbattuta poteva essere un'altra ottima soluzione.

 Lamb :

30/3/2021 19:55
 Non esagerate, comunque grazie, almeno le idee mi vengono bene pero' anche voi non scherzate con l'idea dell'uovo di Pasqua scartato,  ci avessi pensato

 sandro :

31/3/2021 15:35
 Ciao Lamberto, bel Crusader e bel camuffamento, complimenti davvero.

Io sono un appassionato di pigmenti, percui (ed è solo un parere personale, voglio sottolineare) lo avrei impolverato di più, non so perchè ma i mezzi nel deserto li vedo "gessosi".

Ciao!
Sandro

 Lamb :

31/3/2021 19:41
 Grazie Sandro, il fatto e' che facendo solo deserto perevitare la monotonia non mi dispiace quando un mezzo mi viene diverso e questo Crusader e' senz'altro diverso dagli altri due 

 ABC :

1/4/2021 21:55
 Ciao Lamberto

Bella idea ben realizzata: bravo!

Alessandro :-) :-) :-)

 jEnrique61 :

1/4/2021 23:42
  Ciao Lamberto, bellissimo modellino, ma dove hai trovato L'intelaiatura per il camuffamento... é veramente figa. Mi piace molto e la voglio anch'io 😀😀😀 Saluti
 

 Lamb :

2/4/2021 08:42
 Grazie Ale, Enriquez...
in realta' il telaio l'ho fatto con pezzetti di recupero da banca pezzi, telai di Bedford, Chevrolet, anche pezzi dell'antenna del CWT LRDG etc... e' piuttosto approssimativo ma sempre meglio che se fossi andato in autocostruzione con filo di ferro da saldare.

ciao

 bar-ma :

2/4/2021 09:04
 Ottimo risultato, e direi anche molto interessante.
Mi sto appassionando sempre di più alle tue realizzazioni.
Complimenti.

Maurizio

 Lamb :

2/4/2021 10:19
 Grazie Maurizio, molto gratificante e stimolante

© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=142655&forum=57