Forum : W.I.P. Luci e ombre

Soggetto : Prowler dei Wolfen (28mm eq. 54mm)

 alessino :

9/1/2011 23:35
 Ciao a tutti,

Sottopongo al vostro severo giudizio e ai vostri giusti consigli il lavoro di questi giorni.

Si tratta di un personaggio di un wargame chiamato Confrontation e il personaggio in questione è il Prowler, della razza dei Wolfen.

Le miniature sono 28mm, nel senso che gli umani sono dei 28, questo essendo grosso quasi il doppio è circa un 54mm.

Al momento lo sto facendo tutto ad aerografo, per fare i volumi, poi riprenderò i dettagli a pennello.

Il viso è azzurro perchè non l'avevo ancora mascherato, ma a fine lavoro sarà grigio, come lo saranno anche le gambe.

E' la seconda volta che lo rifaccio, nel senso che ha già subito una scolorazione per scarsa soddisfazione, non è detto che non ne subisca un'altra... :-D

La prima volta avevo usato il diluente Andrea per aerografo, che aveva lasciato una bella finitura opaca, ora ho usato il Mr Hobby "Mr Thinner Retarder", che diminuisce di molto i problemi di intasamento dell'aerografo, ma purtroppo lascia una finitura decisamente più lucida, penso a causa del ritardante che contiente.


Ora le foto...

Primer Vallejo grigio, dopo aver sgrossato e pagliettato la miniatura:





Tunica e maniche della camicia:





 vittorio :

9/1/2011 23:52
 L'inizio è promettente, non si comprende bene se le ombre siano tutte pittoriche (alcune lo sono sicuramente) o naturali.
hai intenzione di fare un tartan o qualcosa di simile?
noto una certa granulosità della fusione, io per il prossimo figurino in metallo vorrei provare il Mr surfacer 1000. che ne pensi?
hai solo usato l'aeropenna o anche il pennello?
ciao
V.

 alessino :

10/1/2011 00:10
 La granulosità che noti, penso sia tutto merito del primer, perchè il modello era tirato a specchio prima della mano di fondo.

Forse ho anche una foto della lucidata iniziale.

Per ora è solo aeropenna, tranne le bozze delle righe sulle maniche, che sono a pennello.

Per le ombre: se non riesci a capire se sono pittoriche o naturali, allora vuol dire che sono fatte bene... :-P

 vittorio :

10/1/2011 00:15
 o che non le hai fatte.... :-P :-P

 alessino :

10/1/2011 00:17
 Quote:

vittorio ha scritto:

o che non le hai fatte.... :-P :-P


Non lo saprai mai! :-D

 DucadiYork :

10/1/2011 19:28
 Stà venendo bene, l'unica cosa che posso dirti per esperienza, è che se vuoi avere più controllo sul colore devi spruzzare molto diluito e con una bassissima pressione, altrimenti i vortici d'aria ti inzozzano anche tutto il resto.
Per quel che riguarda lo spruzzare colori vinilici....... un dramma  ( se ho azzeccato che lo siano), il vinilico lo uso come primer (bianco) solo perchè risulta molto liscio e senza grumolosità.
I colori vinilici hanno tonalità più belle dei classici Tamiya o Gunze, ma con questi ultimi fai quello che vuoi (e l'aerografo non si intaserà mai).

Seguo con interesse l'evolversi, così faccio esperienza sulla tua pelle, :-D :-D   

Devo ancora provare anche io un pò di serie di colori, fatti apposta per aerografo, poi eventualmente ti aggiorno. ;-)

 Ariete :

10/1/2011 19:42
 Si, ma il "primer" vinilico che usi, che marca e che codice ha?
Come e quanto lo diluisci..A che pressione lo spruzzi?

Su, su Fausto..Svela un pò dei tuoi segreti.. :-P

Ciao bello! ;-)

 alessino :

10/1/2011 19:48
 Ciao Duca,

Si, sono vinilici, i nuovi Andrea. Li diluisco con il diluente Andrea per aerografo e aggiungo un goccino di medium apposito per tenerli fluidi. Non intasano _tantissimo_ ma senza dubbio, come dicevi tu, più dei Tamiya/Gunze.

Il primer è il nuovo Vallejo Poliuretanico, molto bello, c'è bianco, nero o grigio neutro, si usa da barattolo essendo già prediluito.

Al momento sto usando una diluizione 30/70 circa (colore/diluente) e tra 0,6/0,8 di pressione.

 DucadiYork :

10/1/2011 21:26
 Per Daniele: Al tempo, usavo il bianco Vallejo diluito con acqua e spruzzato in continuazione (effetto bagnato) fin che non si impomava l'aerografo ( ogni primer era una pulizia completa).
Per Alessino: Li ho comperati anche io e li proverò prossimamente, il primer lo comprerò per provarlo.

Io arrivo anche a 10/90 in modo che la sfumatura sia ancora più delicata o che ci sia un effetto trasparenza ( aborro il preschading o come si chiama, falsa il colore che sovrapponi ).

Se si fà la spruzzatura da sotto (ombre) tutto salva, ma quando si và sul panneggio verticale allora uso diluizioni ancora più pesanti con bassissime pressioni, per riuscire ad avvicinarmi sempre più, facendo linee sottili e per non avere il famoso effetto, vortice che ti deposita i pigmenti dappertutto (ad esempio se spruzzi dentro un elmettino vuoto vedrai che le pareti si sporcano di pigmento) .
Bisogna trovare inclinazioni che lascino sempre una via di fuga al flusso d'aria. :-)

 alessino :

11/1/2011 08:19
 Piccolo aggiornamento: riguardando il pezzo ieri sera mi sono trovato molto soddisfatto, ma proprio per questa soddisfazione ho deciso di riprovare da capo per risolvere un paio di problemi riscontrati.

In particolare:

- ho iniziato a colorare senza scomporre bene le fasi di mascheratura, quindi mi trovavo con aree ora scomode da mascherare.

- partendo da una base grigia e sfruttando poco la luminosità di partenza della base il pezzo stava assumendo un aspetto globale piuttosto "scuro".

Quindi ora è a bagno nell'alcool isopropilico pronto per il prossimo tentativo.

Per il Duca:

Grazie mille per i consigli!

Questa volta partirò anch'io da una base bianco ottico, sicuramente i colori guadagneranno in brillantezza.

Sto sperimentando ferocemente le varie possibilità e incroci di diluizioni e pressioni. Per ora mi sono accorto di una serie di problemi con gli Andrea e cioè:

- aumentando la diluizione oltre il 70% tendono a perdere il loro bell'effetto opaco una volta asciutti
- i colori chiari (in primis il bianco) che sarebbero utili molto diluiti, oltre un certo livello perdono di coesione e rilasciano una miriade di palline in sospensione

Ci vuole senza dubbio un mare di pratica e un buon aerografo, però sono quel tipo di "prove scientifiche" che mi divertono un sacco!

 Gabriele 3b :

11/1/2011 10:43
 Adoro i wolfen e mi piacerebbe trovarne qualcuno da pittare!!! buon inizio, ti seguo con interesse!!
c
ciaooo

 alessino :

11/1/2011 11:03
 Quote:

Gabriele 3b ha scritto:

Adoro i wolfen e mi piacerebbe trovarne qualcuno da pittare!!! buon inizio, ti seguo con interesse!!
c
ciaooo


Sai che purtroppo sono fuori produzione da tempo?

Questo è il regalo di un amico, ex giocatore, che non l'aveva ancora assemblato...

Tempo fa in un negozio di Brescia avevano uno scatolone di pezzi vari in saldo, ma sono andati a ruba.

 DucadiYork :

11/1/2011 19:24
 Ti posto questa foto per darti un idea di cosa intendo per delicato e sopratutto il risultato che si ottiene con una base bianca (questa e pelle scamosciata).
Il colore diluito serve anche per ricoprire le luci (quì è stata usata un unica tonalità di colore su luci e ombre) basta insistere sulle ombre e leggerissimi sulle luci, il tutto va visto a secondo del tessuto o dell' oggetto che si stà facendo, per questo sono importanti le foto o la realtà, si leggono i colori e i loro toni.
Ogni tipo di tessuto o altro, hanno diverse tipologie di riflesso e grana, quindi un rosso di una giacca avrà ombre diverse dal rosso di una bandiera ed una grana diversa, mentre se noti tanti usano lo stesso tipo di prodotto (tutto acrilico ,tutto olio) per fare tutto il pezzo.

Car 1 90mm

Se vuoi fare dei metalli a mio parere, bellissimi, ti mostro questo elmo che ha più di 12 anni e non è mai stato ritoccato. Si lucida a specchio la superfice ( carta finissima, paglietta 0000, stuzzicadente di lato ), si fà un lavaggio ad olio con un colore terra di siena, per l'oro e un azzurro nero per il metallo, si toglie e si sfuma con un "cottonfiok", ed infine per l'oro "pasta oro da tipografia" stesa a pennello secco.

Car 2

immagazzina quello che ti serve ;-)

 alessino :

11/1/2011 21:29
 Grazie mille Duca, sempre grandissima fonte d'ispirazione!

Il pantalone è davvero impressionante.

Ho appena finito di dare la nuova base bianca al lupo e ho usato il bianco Vallejo diluito con il diluente Andrea.

Ho provato i tuoi livelli di diluizione e pressione e ho visto che il tutto reagiva molto bene ed era controllabilissimo... il che mi mette di buon umore per la prossima sessione di colorazione :-D

Per le luci, volevo chiederti, ma se ti accorgi di aver esagerato con il colore cosa fai?

 DucadiYork :

12/1/2011 19:19
 Quote:
alessino ha scritto:  Per le luci, volevo chiederti, ma se ti accorgi di aver esagerato con il colore cosa fai?


Eh... bella domanda (50 songs). :-D
Semplicemente lo rifaccio o in futuro proverò anche il contrario spruzzare le luci dall'alto ( però bisogna azzeccare bene la compatibilità del colore luce, con quello ombra ). Comunque tendo sempre a dividere un figurino in tanti pezzi anche per questo, in più hai la possibilità di lavorare meglio sul singolo pezzo.

 MoroCutter :

12/1/2011 21:42
 Alessino,
ho seguito con interesse lo scambio di informazioni sui primer e voglio vedere come andranno a finire gli esperimenti.

Attendo nuovi sviluppi e/o tentativi, tanto l'alcool non intacca il metallo...:-P

Prova a dare l'aerografo in mano a Fabio :-D
magari riesce meglio. :-P :-P :-P

Buon modellismo
Ale

 alessino :

12/1/2011 22:55
 Questa volta ho iniziato dalla pelle, così dovrebbe essere più semplice mascherare il figurino man mano che procedo.

Ho aumentato le diluizioni e usato solo il thinner Andrea (senza ritardante) per vedere se riuscivo a controllare l'effetto lucido delle scorse volte.

In effetti, anche diluendo a 1:9, una volta asciutto il colore rimane bello opaco.

Ho dovuto abbassare la pressione sotto i 0.2 per eitare che le turbolenze sparassero le goccioline di colore ovunque (te pensa, proprio come diceva il Duca :-D )

Vi allego alcune foto, fatte _tassativamente_ con luce laterale, per non falsare le ombre dipinte (altrimenti poi Vittorio insinua il dubbio...)







 DucadiYork :

13/1/2011 20:20
 

vedo che sei stato delicato e sfumato con i contrasti (vai bene), tieni a mente che questa è comunque pelle e ha una superfice semilucida, il che da riflessi morbidi nelle superfici estese, ma stacchi violenti nelle micropieghe. Per i tessuti, sopratutto pannosi, userei colori gessosi, o spruzzati con il colore che fa le goccioline (bassa pressione, apri molto il colore) , in modo che si noti al massimo la differenza con la pelle.

;-)

 alessino :

18/1/2011 23:18
 Intanto grazie ancora Duca per i suggerimenti.
Sono in piena sperimentazione, diciamo che sto scoprendo il mio modo di dipingere (una specie di seconda adolescenza in pratica... :-D )

Qualche piccolo avanzamento, la basetta e le basi degli abiti con le prime luci/ombre:









Proseguo nel lavoro...

 Gabriele 3b :

19/1/2011 10:45
 Molto carino l'inizio, mi piace la varietà cromatica che hai scelto per il lupazzo...ora mi aspetto un bel lavoro a pennello sui volumi e le texture per dare vita a questo soggetto!

bravissimo ale!
;-)

 alessino :

26/1/2011 00:33
 Uscito (spero) da 'sta botta di influenza, ho portato avanti un po' il lupo...

Penso che più di così, per questa volta, ad aerografo non riesco ad andare, ma sono comunque abbastanza soddisfatto del risultato.

Ora inizio la parte a pennello...







 Ariete :

26/1/2011 07:33
 Bellissimo Ale!
Per le mascherature del volto e delle mani hai usato il Patafix?
Non ha fatto danni al colore sottostante?

 alessino :

26/1/2011 07:54
 Ciao Daniele, grazie per l'apprezzamento! :-)

Si, per mascherare ho utilizzato il Patafix bianco, che tra l'altro è rimasto applicato diversi giorni causa intercorsi malanni.

Togliendolo non ho trovato brutte sorprese, soprattutto in termini di "lucidatura" del colore, che era la paura maggiore.

Diciamo che il problema correlato è stato che su questo figurino non avevo dato una mano di primer Vallejo, ma direttamente la base bianca e la tenuta del colore è molto delicata. Non ci sono stati problemi con il patafix, ma in alcuni punti, toccando con lo stuzzicandenti, è venuto via e dovrò ritoccare...

 Ariete :

26/1/2011 09:26
 Grazie mille Ale! ;-)

 alessino :

6/3/2011 22:05
 Dalle ultime foto ho scolorato e ripreso il figurino un'altra volta, visto che il risultato non mi piaceva e stavo sperimentando l'uso dell'aerografo...

Questa foto è di una prova sulla basetta, mancano ancora parecchi particolari, però stavolta sono abbastanza soddisfatto del risultato
:-)



Nella gallery ci sono delle altre inquadrature: gallery

Ora vorrei finire i dettagli e poi passare ad un modello nuovo...

 AleBandit :

7/3/2011 10:35
 Direi che a forza di provare è uscito veramente bene ;-)

 alessino :

7/3/2011 18:11
 Faccio ancora in tempo a disintegrarlo pitturando gli ultimi dettagli... :-D

 DucadiYork :

7/3/2011 20:03
 Sembra sia venuto bene, anche se la foto e fatta un pò da lontano.
Se ti fai prendere dall' aerografo, ti accorgerai di quante infinite possibilità ti si aprono nel dipingere. Ti consiglio, le pubblicazioni di aerografia che vanno da Vargas ad arrivare a Sorayama, offrono tantissimi spunti. ;-)

 alessino :

10/3/2011 00:03
 Ciao Duca, grazie, gentile e presente come sempre.

Ho ripreso qualche dettaglio ad olio e ho fissato la miniatura sulla basetta.

La considero conclusa, anche se ho visto che ci sarebbe ancora qualcosa da fare, ma voglio chiudere l'esperimento e passare ad altro.

Mi piacerebbe avere qualche valutazione...









Grazie!

 vittorio :

10/3/2011 06:24
 Mi pare ben riuscita, non mi convince per nulla lo scarso contrasto tra il colore delle maniche e la pelle delle zampe: sembrano realizzate con lo stesso materiale (pelle di wolfen??)
ciao
V.

 alessino :

10/3/2011 07:56
 Eh si, hai ragione. Le sottomaniche e i vari laccioli in pelle sono quelle cose che mi piacerebbe riprendere e sistemare...

 DucadiYork :

10/3/2011 17:59
 

Ha colto bene Vittorio, la pelle risulta sempre più sfumata, mentre il panno dovrebbe avere un contrasto più accentuato, quindi i riflessi sul panno dovrebbero risultare diversi da quelli della pelle.
Io di solito arrivato al punto dove sei arrivato tu, faccio un lavaggio o forse è meglio dire una velatura a olio, con un colore che mi renda uniforme la tinta che precedentemente ho aerografato con le luci ombre.
Esempio, se prendi un bianco e lo sfumi fino al nero ad aerografo, poi fai una velatura di colore rosso su tutto, avrai la sensazione di un rosso che va dal chiaro allo scuro e a secondo della diluizione della velatura, otterrai un certo tipo di effetto.
Per differenziare la pelle dal panno tendo a spruzzare il più grezzo possibile sul panno  ( sia il primer che il colore) e lisciare con carta finissima ( sul primer bianco ) dove andrò a fare la pelle. Al momento della velatura il colore si fermerà nelle cavità della verniciatura grezza, creando una sorta di chiaroscuro, che mette ancora più in risalto il Grezzo.

Purtroppo non ho niente da farti vedere. :-)

 alessino :

10/3/2011 18:05
 Quote:

DucadiYork ha scritto:

Purtroppo non ho niente da farti vedere. :-)


Sei stato chiarissimo.

Anzi, me ne avevi già parlato ed in effetti alcuni particolari (la tagliola sulla schiena e la borraccia) li ho fatti in questo modo... :-)

La prossima volta provo su aree più importanti.

Ma per l'effetto lucido dell'olio, come fai?

 DucadiYork :

11/3/2011 20:16
 L'olio resta lucido se lo si stende così com'è o poco diluito. Se stendi il colore su cartoncino, lasci che quest'ultimo assorba l'olio (vedrai l'alone attorno al pigmento) per circa 24 ore, poi prelevi il pigmento e lo diluisci con l'aquaragia o qualsiasi diluente sintetico ( ogni solvente da un suo risultato di semilucidità a secondo di quanto è "grasso" ) con il white spirit W&N hai un ottima opacità quando il tutto è asciutto.

22

La diluizione dipende sempre da ciò che vuoi ottenere. Con una diluizione tipo foto sopra (forse un pelo in più carica di colore) con terra di siena bruciata, ho fatto una sovrapposizione di colori (poi tirato a cottonfioc) che ha dato questo risultato.

Immagine 141

Preombreggiato ad aerografo ( primi tentativi che ho fatto, con primi tentativi di fotografia 1995)

Immagine 144

Alla fine resta semilucido, nel giro di due settimane opacizza di più, ma resta semilucido più che altro perchè il passaggio con cottonfioc liscia e quindi lucida la vernice.

Nella giacca della Ragassa, ho fatto solo una velatura diluitissima di rosso scuro su tutto, tanto che il colore che ho usato si vede solo nelle righe della manica e nelle cuciture curve sulla schiena (colore più evidente perche si è raccolto tipo lavaggio).
Se fai il tutto con il White Spirit, con queste forti diluizioni, il colore resta opacissimo, con il vantaggio del bellissimo pigmento degli oli.

La Ragassa Lato B (90mm)

 alessino :

12/3/2011 00:31
 :-) assorbito tutto, sul prossimo figurino provo al 100%!

grazie!

 alessino :

15/3/2011 22:40
 Sto riprendendo ad olio le maniche e i vari dettagli, cercando di non esagerare e coprire il lavoro già fatto.

E' dura decidere di smettere una volta iniziato :-D





 DucadiYork :

16/3/2011 20:14
 Per me va tutto bene, ma il pannetto azzurro e viola non emergono, sono troppo poco contrastati i toni.

Non ci sono le righe scure di stacco tra un colore e l'altro (fessure e cuciture). Pesta un pò di più con l'olio. :-)

 alessino :

23/8/2011 09:20
 Posto le foto del lavoro "finito". Ovviamente, come tutti i lavori, ogni volta che lo riguardo vorrei rimetterci mano :-D

Ma per stavolta, basta così, avanti col prossimo!



Quà c'è il link a tutte le foto del wip: galleria

Quà invece la versione della foto finale ad alta risoluzione: hi-res

 vittorio :

23/8/2011 10:16
 Mi pare che il risultato sia ottimo!
La sfumatura è molto controllata e gradevole!
Complimenti.

© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=117828&forum=52