Forum : W.I.P. Luci e ombre

Soggetto : Datemi una mano....

 pgdm :

4/8/2010 21:36
 Finora avevo fatto qualche soldatino napoleonico (mi piacciono questi personaggi delle "Guerre dei sarti" con le loro divise multicolori...) ma mi ero ben guardato dal farli vedere in giro.
Poi però, siccome senza confronto non si migliora, ho deciso di espormi al pubblico ludibrio ...



Diversamente dalle altre volte invece degli olii ho usato i Vallejo (in attesa che la pgdm corporescion mi fornisca dei colori adeguati... :-D ), limitando gli olii alle bandoliere e, se e quando li farò, agli stivali.
Per il mio standard è bello, poi se guardo i lavori di molti di voi mi rendo conto che "bello" non è un concetto così elastico.
Insomma: ditemi qualcosa... (se il consiglio è di lasciar perdere... magari ditemelo con un gior di parole... :-D :-D)

 Ariete :

4/8/2010 21:58
 Mah..
A me piace molto..
Può essere che qualcuno ti dirà di contrastare di più con luci ed ombre..Specie il rosso..
Però a me piace così!

:-)

 lananda :

4/8/2010 22:17
 
Quote:
Insomma: ditemi qualcosa... (se il consiglio è di lasciar perdere... magari ditemelo con un gior di parole... :-D :-D)



...ma le mani in che scala sono???:-?

 Kruaxi :

4/8/2010 22:17
  Bah, non fare tanto il timido, avvocato. Se ho la faccia di bronzo di esporre i miei lavori, visto che tu hai già una consolidata fama di gran modellista, che problema avrai a mostrare un punto debole ma migliorabile ?
Ci pensa Tuareg a darti tutte le dritte possibili.


Salute e Latinum per tutti !

 skorpio62 :

4/8/2010 23:48
 Sembra sia buono nonostante la foto non renda!
Stefano
P.S. arrivata....denghiù  ;-)

 touareg :

5/8/2010 09:53
 Senza giri di pariole....perchè lasciar perdere?

Direi che con il verde sei andato meglio che con il rosso...li si notano di più i volumi mentre il rosso è ancora troppo piatto...come massime luci potresti anche esserci....sono le ombre che mancano...Troppo chiara la base di partenza, olttretutto il rosso è un colore del Kaiser. Devi anche tenere presente s vuoi fare un soldato vestito e stirato di fresco oppure un milite, non dico in campagna, ma anche solo con una divisa di qualche mese.
In quel caso il rosso può essere anche chiarito, per le massime luci, con un pelino di bianco (fai attenzione a non esagerare) così da dare la sensazione di usurato.
Per l'incarnato mi pare una buona tonalità am anche li c'è da lavorare di luci ed ombre.

Ciao

P.S. Sono d'acordo sul libro di Cartacci...bellissimo libro ma per ci è già addentro nella pittura ad olio.

 Ruggero :

5/8/2010 11:03
 Esimio avvocato i miei omaggi e complimenti per il pupetto, direi che sta venendo piuttosto bene nonostante la foto ( ma questo è un problema comune), perchè nasconderlo non te la cavi affatto male.
Personalmente contrasterei ancora un po' ma come già ripetuto va a gusti, mastro Touareg (ciao Max, ora pure Beppe "minchia" Sculli ci fregate) la pensa diversamente; premettendo che vado solo a olio per schiarire il rosso e non farlo tendere a un poco militaresco rosa shokking uso oltre al bianco anche un po' di giallo di napoli, penso che a parte la tecnica diversa valga anche per gli acrilici.
ciao e ancora complimenti
ruggero  :-D :-D :-D

P.S.
posta le foto anche degli altri pupi, sono convinto che non sfigurano (e comunque che te frega nessuno nasce imparato)

 angelo :

5/8/2010 11:35
 Anche a me piace! ma perchè l'hai decapitato? era un nobile?
:-D

 pgdm :

5/8/2010 12:38
 :-D :-D :-D

No, per un motivo molto più semplice: la faccia la devo rifare (non so quante volte ancora) :-).
Però mi aspettavo più pernacchie....

Massimo, la divisa in origine era azzurra, però poi con le ombre che buttano sul nero mi veniva un'accoppiata di colori che obiettivamente fa un po' vomitare... :-D :-D :-D

 touareg :

5/8/2010 14:18
 Quote:
pgdm ha scritto: :-D :-D :-D

Massimo, la divisa in origine era azzurra, però poi con le ombre che buttano sul nero mi veniva un'accoppiata di colori che obiettivamente fa un po' vomitare... :-D :-D :-D



:-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D

Arrabbiato per Burdisso?????

E' per questo che ti considero un amico...:-P :-P :-P :-P

senti mò, però Azzurro + nero danno un bel blu + o - scuro.....freddo (e cinico se vogliamo)....rosso + giallo danno un'arancione + o - carico .... caldo (e passionale, sempre se vogliamo).
Però....rosso + nero danno un bel Tra sù de cioch (lascio immaginare la translation) che come lo giriamo  non è piacevole, infine, bianco + nero un grigio...triste, comunque la si voglia girare :-P :-P :-P :-P :-P

tutto il resto è relativo.....

ciao mon amì

P.S. mi auguro che qualche permaloso questa volta sappia stare allo scherzo! ;-)

 Clausewitz :

5/8/2010 19:15
 A me piace parecchio, e bisogna dare atto che ti sei avventurato su un colore, il rosso, davvero bastardo...

 

 pgdm :

5/8/2010 19:28
 Tra su de cioch con tutta la buona volontà mi sfugge... è arabo?  :-)
No che non sono arrabbiato per Burdisso. Io sarei per far crescere i varii Greco, Andreolli, Rosi, Okaka, ma facendoli giocare, non mandandoli sempre a farsi le ossa da un'altra parte.
A me sai che cosa piacerebbe? Okaka - Balotelli con Cassano e Menez dietro.
Poi si possono prendere pure quattro gol, basta farne cinque. :-) :-)

Marco: io mi sono buttato sul rosso pensando fosse un colore facile... :-(

 DucadiYork :

5/8/2010 19:36
 Secondo me lo spunto ce l'hai nella foto che hai fatto. La luce della foto viene dall'alto e così adesso vedi bene i chiaroscuri che puoi applicare su quel figurino dal vero. A te sarà venuta per caso, ma vedo che tanti chiedono consigli di colorazione facendo  vedere il pezzo fotografato con una lampada da 300 watt dall'alto e poi chiedono se la colorazione va bene, ehh!!..... Mascherine!!

La tecnica dallo scuro al chiaro ormai la devi fare a pennello quindi chiedila a quello con lo straccio in testa, anche se non ne capisce molto di Napoleonico,

:-D :-D :-D :-D :-D :-D

 AGOCAP :

5/8/2010 19:38
 è un buon figurino... l'unico consiglio x migliorarsi è di farsi aiutare di persona da un buon pittatore...specialmente x il viso

ciao

 pgdm :

5/8/2010 21:26
 in effetti è una luce (normale lampadina spot 50 W) dall'alto, angolata 45° rispetto al soggetto, come è mia abitudine fare quando ho una luce sola a disposizione.
Con la luce frontale si appiattisce troppo rispetto al vero, mentre con la luce perpendicolare si contrasta troppo. Ma queste sono nozioni fotografiche che conoscono tutti.

:-)

 touareg :

6/8/2010 14:05
 Quote:
DucadiYork ha scritto:
La tecnica dallo scuro al chiaro ormai la devi fare a pennello quindi chiedila a quello con lo straccio in testa, anche se non ne capisce molto di Napoleonico,


:-D :-D :-D :-D :-D :-D


Non è vero che di napoleonico capisco poco....è che non ne capisco proprio un c***o!!!!!
:-P :-D :-P :-D :-P

 touareg :

6/8/2010 14:41
 Quote:
pgdm ha scritto: Tra su de cioch con tutta la buona volontà mi sfugge... è arabo?  :-)

Può essere, può essere...anche se loro per editto coranico non potrebbero...tra su (tirare su) de cioch (da ubriaco)...hai presente la storta di rosso? ecco quel colore lì :-P

Quote:
No che non sono arrabbiato per Burdisso. Io sarei per far crescere i varii Greco, Andreolli, Rosi, Okaka, ma facendoli giocare, non mandandoli sempre a farsi le ossa da un'altra parte.
A me sai che cosa piacerebbe? Okaka - Balotelli con Cassano e Menez dietro.
Poi si possono prendere pure quattro gol, basta farne cinque. :-) :-)

Su questo, nonostante la fede neroazzurra, mi trovi completamente d'accordo!

Quote:
Marco: io mi sono buttato sul rosso pensando fosse un colore facile... :-(

Non so per gli altri, ma, fermo restando che i colori non sono mai facili da trattare, per me i tre fondamentali restano i più ostici.

Prova così (acrilici):
base  Rosso scuro più un poco di marrone o viola e una punta di nero.
Schiarisci progressivamente con rosso fino al colore puro;
metti per le ultime luci del giallo opaco ed alla fine del bianco (tagliato anche con giallo di napoli chiaro APA, come anche suggeritoti da Ruggero)  
Ombre: Base + viola o nero.

Oppure (olio):
base  acrilica come sopra:
mescola di magenta quinacridone + carminio di garanza;
prime luci magenta (fornetto a 7°à per un'oretta e mezza);
poi magenta + rosso cadmio scuro (ancora fornetto);
poi rosso cadmio scuro (di nuovo fornetto);
poi rosso + giallo di cadmio scuro (fornetto ...du palle)
infine giallo brillante scuro (che in verità a me sembra palliduccio).
ombre
Carminio di garanza (ultima infornata.






ciao

 DucadiYork :

6/8/2010 22:12
 Quote:
pgdm ha scritto: in effetti è una luce (normale lampadina spot 50 W) dall'alto, angolata 45° rispetto al soggetto, come è mia abitudine fare quando ho una luce sola a disposizione.
Con la luce frontale si appiattisce troppo rispetto al vero, mentre con la luce perpendicolare si contrasta troppo. Ma queste sono nozioni fotografiche che conoscono tutti.

:-)



Qui ti voglio. Guarda nella mia foto dov'è l'ombra

Colonnello Carabinieri 1810

Ti sembra un figurino con le luci appiattite, poi è anche un 90mm ( vero che un pò appiattisce, ma solo un pochetto)

Ti faccio questa provocazione perchè questa storia di trovare "scuse" sulle critiche al prorio lavoro è molto comune (me compreso) e non stò dicendo in senso generale, ma stò parlando delle critiche sul contrasto.
Non so come spiegarlo, ma si fà veramente fatica a contrastare i colori più di una nostra soglia o visione personale. Non si riesce a far ammettere al modellista di avere contrastato poco.
Non sai quante volte mi son sentito dire ( all'affermazione c'è poco contrasto ) ma io l'ho fatto, l'ho fatto ma è sparito, ci ho messo anche il nero nell'ombra vedi che c'è.

Ma non c'è, questa secondo me è una differenza tra noi e Cartacci, lui osa e noi no.
Mi dicevi che hai letto il libro di Cartacci, ricordi quando fa vedere come dipingere un viso a olio, mi ha inorridito vedere quelle rigacce sul viso, ma a figurino finito.....
Una cosa di cui di solito non si tiene conto è proprio la visione finale d'insieme del pezzo, siamo troppo abituati a fermarci a guardare il particolare che stiamo facendo e perdiamo il senso dell'insieme.

Fai fare un figurino a un carrista o a un aeroplanaro, non ci saltano fuori, se non cambiano la visione del lavoro da fare, il loro occhio non è abituato a vedere questo enorme contrasto e quindi non lo fanno.

Lo sò può sembrare una follia, ma da carristaeroplanaro faccio ancora fatica oggi dopo tanti figurini a togliermi la tara.

Forse ò scritto un mucchio di cazzate ma se ci trovi un senso fammi sapere, dopotutto se fossi normale non tornirei gli spilli per fare i pendagli in 54.


:-)

 pgdm :

7/8/2010 22:21
  Caro Duca (non so il tuo nome vero) vorrei preliminamente chiarire un paio di cose.
Sia nei tuoi confronti che nei confronti dell' Uomoconlostracciointesta provo gratitudine perchè state a perdere tempo a spiegarmi (ci) "come si fa" (invece di fare i gelosi dei vostri "segreti" come molti nell'ambiente).
Sarei solo sciocco a cercare di "difendere" i miei lavoretti con trucchi e finzioni luminose che avrebbero come  vittima solo me stesso, nel senso che il risultato che otterrei sarebbe quello di non imparare.
Quindi andate pure giù pesante: non credo riuscirò mai ad essere bravo come voi, non è il mio obiettivo, ma se posso migliorare un po' non potrei che essere soddisfatto.
Il discorso sul contrasto è molto interessante però, per cultura fotografica, per me il termine "contrasto" significa poca sfumatura di colore tra un estremo e l'altro, ossia pochi grigi tra un bianco e un nero. Massimo contrasto il passaggio su pellicola lith, ossia solo bianco e nero.
In realtà mi pare di aver capito, leggendo il lungo elenco di rossi suggerito da Massimo, che quello che voi chiamate "molto contrasto" sia esattamente il contrario di quello che intendo io, ossia una gamma tonale di grigi molto ampia tra il bianco e il nero (per restare nell'esempio), ossia un pittura "morbida", fotograficamente parlando (a proposito: il carabiniere è magnifico, ma una foto con due ombre meriterebbe l'ergastolo :-D :-D).
Adesso sono in vacanza a casa mia in Abruzzo: mi sono portato appresso gli aggeggi (pennelli, colori ecc.) e sto meditando su questo tema: dove cacchio li ficco tutti quei rossi su un figurino da 54 mm?
Con sincera simpatia
Paolo

P.s. alla mostra di S. Vincent dove nel manifesto c'era il tuo figurino osai chiedere ad un noto figurinista con i baffi, previo saluto e scuse per il fastidio, come si potesse ottenere un certo effetto pittorico: il gentiluomo, preda di altri pensieri, mi guardò siccome escremento canino e non mi rispose neppure. Come se avessi chiesto personalmente a Dio di spiegarmi il mistero della Trinità. Capisci quanto apprezzo la tua pazienza e cortesia.
Nel frattempo, per farti capire quanto tengo ai vostri consigli, ho comprato un accessorio per me fondamentale che si chiama sverniciatore per metalli :-D :-D :-D

 DucadiYork :

8/8/2010 15:03
 Per grande contrasto io intendo un passaggio dal nero al bianco molto marcato pochi grigi (un figurino piu è piccolo più si contrasta in 1/72 fai quasi una riga nera e l'altra bianca, mentre in un 90mm parti da un grigio quasi bianco e a secondo della piega sfumi ad un quasi nero) cioè in un 90 vedi il cambio di tonalità di colore nel 72 no.

Altra differenza che a ragione non ti è chiara e che con l' areografo avendo un bianco di base puoi giocare con 2 3 tonalità, perchè è la velatura in sè che ti permette di dosare il colore, quindi coprire più o meno il bianco in velatura vuol dire che dove passi 1 volta avrai una tonalità 5 volte un altra.

Con il pennello le tonalità te le devi fare tutte. dal nero al bianco ti devi fare 6 o 7 grigi diversi, è per questo che Cartacci si fa il piatto con quella lunga coda di colore, man mano che progredisce intinge sempre più vicino alla testa del serpente. Sembra una sciocchezza ma tanti non fanno il serpentone ma aggiungono colore man mano che progrediscono e con l'acrilico perdi tempo e se ti sbagli e devi correggere col piffero che riazzecchi la tonalità.

Quote:
pgdm ha scritto: P.s. alla mostra di S. Vincent dove nel manifesto c'era il tuo figurino osai chiedere ad un noto figurinista con i baffi, previo saluto e scuse per il fastidio, come si potesse ottenere un certo effetto pittorico: il gentiluomo, preda di altri pensieri, mi guardò siccome escremento canino e non mi rispose neppure. Come se avessi chiesto personalmente a Dio di spiegarmi il mistero della Trinità. Capisci quanto apprezzo la tua pazienza e cortesia.
Nel frattempo, per farti capire quanto tengo ai vostri consigli, ho comprato un accessorio per me fondamentale che si chiama sverniciatore per metalli :-D :-D :-D



Il mio Lanciere Polacco era in gigantografia (sul cartellone 4x3 metri davanti al museo dell'automobile con me sotto che dicevo a tutti è mio è mio) alla mostra del CMT a Torino, forse ti confondi o non sapevo che anche a San Vincent.... 
Se quello con i baffi è anche alto e mi hai mandato un messaggio subliminale ho già capito, purtoppo ho sempre ricevuto più o meno lo stesso trattamento, poi quando ti avvicini cambiano un pò, quando li oltrepassi tornano a ....... :-) a parte Borin sulla scultura o Speranza sulla pittura Nessuno mi ha mai svelato niente, devo dire che forse è anche colpa mia, mi sono ritirato dalla scena quasi subito e non ho avuto modo di conoscere meglio altri che forse..... Va be!!!
La cosa che mi ha fatto più male è stato il vedere che con il mio superdettaglio gli rompevo i c******i, cosa che non mi aspettavo, se cerchi di cambiare la moda dove girano soldi.....

I figurini li vernici con la nitro che ti serve lo sverniciatore :-D :-D

Per Tuareg, ho scoperto ( da un amico che cominciava a vincere a S.Vincent quindi la tecnica l'ha imparata e si è confrontato con i Guru) ( forse lo sai già ma te lo dico lo stesso) che il pennello che usano quasi tutti i grandi per la velatura acrilica è lo W.& N. Mi diceva che gli altri pennelli non hanno la stessa proprietà e le setole trattengono il colore in maniera diversa. Te la vendo....    mi deve ancora far vedere dal vivo come fà a sfumare così bene.

Immagine 035  Immagine 042  Immagine 022  Immagine 023
Paolo ti ho fatto una roba veloce per visualizzare meglio i passaggi, l'ultima foto è quella con l'olio già lavorato con il batuffolo di cotone è lucida perchè deve asciugare e la foto è quella che è.

e beccati questo in cui si nota come mai mi hanno chiesto di poter fare l'ingrandimento per il logo della Mostra, qui dentro c'è tutta l'esperienza di  un carristaeroplanaro ci sono le decal le mascherature ed è fatto quasi tutto a aerografo, solo che da idiota per portarlo alle mostre l'ho pitturato velocemente senza lasciare asciugare bene l'olio e col tempo il colore"s'è svampato segnor"

Immagine 028  Immagine 031  Immagine 014  Immagine 019


 Ariete :

9/8/2010 20:39
 Sticapperi! :-o
E' un piacere leggervi!

Duca..
Hai suggerimenti o procedimenti particolari per dipingere un cavallo baio?
Oli? Acrilici? Pennello? Aerografo? Quali colori?

Grazie! ;-)

 pgdm :

9/8/2010 22:34
 Oggi mi è arrivato il libro di Rousselot con le tavole delle uniformi. Devo dire che è incredibile la varietà di modelli.
Capisco chi ha definito quel periodo come "le guerre dei sarti" :-)
Sull'onda dell'entusiasmo e approfittando berlusconianamente della mia posizione dominante ho anche sequestrato a mia figlia uno strumento a pile concepito da qualche mente malata per attorcigliare i capelli. Funziona perfettamente anche con i fili di rame.
Adesso devo capire quali cavi hanno i fili di rame di spessore più sottile. Mi dicono i cavi USB o quelli di rete.
Ho anche rimuginato sul problema delle gradazioni di colore difficili da riazzeccare. Potrei fare come faccio per gli aerei o i carri, per i quali mi preparo le boccette di colore già degradato (più o meno) e una volta stabilita la formula me li preparo ogni volta uguali.
Sono o non sono il titolare della pgdm corporescion? :-D :-D

 pittarofranz :

10/8/2010 15:59
 Capperi ragazzi...qui si fa sul serio...se Duca riesce a corrompere il rosso Pigg, la prova provata che Noblesse oblige! :-D :-D :-D

 skorpio62 :

10/8/2010 16:22
 "....approfittando berlusconianamente della mia posizione dominante ho anche sequestrato...."
....lo stiamo perdendo.... :-D :-P :-P :-P
Il Lanciere è da svenimento!!!  :-o :-o :-o
Non è che si potrebbe avere una guida un po più approfondita sulla tecnica?
Stefano
P.S. @ piggì Duca di nome fa Fausto....basta andare al profilo  :-D

 Luciano Maffeis :

10/8/2010 17:34
 Beh Paolo non è male per uno che, se ho capito bene, non è principalmente un figurinista.
Anch'io ho cominciato da poco ad affiancare ai miei mezzi uno o più figurini (io li definisco figuracce), uso i diversi tipi di colori Vallejo e mi trovo decisamente bene.
Per migliorare credo sia meglio seguire i consigli che i figurinisti incalliti non mancheranno di dare e dei quale cercherò di fare buon uso anch'io.
Ciao,
Luciano

 DucadiYork :

10/8/2010 21:02
 Per Ariete:
Questo Cavallo l'ho fatto 13 anni fa ed è un Ussaro della Post Militaire in 90mm, ed è la prima prova di ombre ad aerografo che facevo. Le foto purtroppo sono Diapositive convertite dalla mia macchinetta infernale che le scurisce troppo.
Sono partito con un colore molto chiaro e giallastro perché è il riflesso che appare sotto il cavallo Baio, l'ho ombreggiato da sotto con un colore giallomarrone e le parti scure (muso e gambale) se non ricordo male un marrone scuro (non nero come sembra in foto)

8-10-2010_003

Qui si vede il cavallo dopo il trattamento ad olio (completamente imbrattato di terra di siena bruciata misto terra d'ombra bruciata) tirato con il famoso batuffolo di cotone. Anche se la foto fa… si nota la trasparenza del giallo che quando voluto traspare sotto la mistura ad olio (non è altro che un lavaggio pesante).

8-10-2010_004

Per Paolo: se vuoi trovare dei fili di tutte le misure ti consiglio di cercare nelle bobine dei relè o avvolgimenti di trasformatori, motori eletr., se hai televisori, lavatrici, o apparecchiature elettriche che non usi "rompi il guscio" et voilà. Questi sono fili attorciliati con il trapanino e riattorciliati a treccia, ma quello che stai facendo tu (che non ho ancora capito cos'è) vedrai che avrà un intreccio più complesso sullo shakò o il .... di pelo d'orso. La rimuginata per il colore ci stà.

Il Lanciere 1 

Per skorpio62: Come dicevo in altri post, stò per iniziare un Capitano dei Cacciatori della Guardia a cavallo in 75mm e penso farò un W.I.P. con tutti i passaggi fotografici, l'unico neo i tempi perché lo farò alla vecchia maniera.

Il Lanciere 2    Il Lanciere 3 Clicca per ingrandire

 Ariete :

10/8/2010 21:34
 Grazie Fausto! :-o
Dire che il tuo cavallo è spettacolare..E' dire poco..
Credo che ti romperò le scatole più avanti..Anche se quel risultato non lo raggiungerò mai (e non dirmi che ti fa incavolare questa frase perchè lo so già! :-P )..

Grazie 1000! ;-)

 pgdm :

10/8/2010 23:44
 Per la serie "le domande idiote": cosa si intende precisamente per "batuffolo di cotone?
Un cotton fioc? Un pezzetto di ovatta? Ma, eventualmente fossero, non spelano?
Grazie.



 Ariete :

10/8/2010 23:53
 Aggiungo anche: ma non si possono stendere con il classico pennello..?
Io gli olii li ho sempre stesi così..

Evidentemente sono proprio ignorante in materia!! :-P

Approfitto del post di Paolo, e mi scuso per il continuo OT, ma un cavallo grigio (si dice così per il tipo di mantello) come lo dipingeresti?



Aerografo?
Pre-shading per le chiazze scure che si intravedono?

Grazie! :-)

 DucadiYork :

11/8/2010 19:30
 Il lavaggio e l'amalgamazione del colore di cui parlavo vale anche per i ritocchi luci ombre.

22  44  66  88  Clicca per ingrandire
Colore diluito,                   imbratti,                             tiri quando è asciutto,    risultato.
 
Con i cottonfiok o straccetto asciutti, tiro il colore ad olio ( non assendo compatibile con l'acrilico ti dà la possibilità di essere ripreso anche altre volte ).
Se il risultato non mi piace ancora ribagno pochissimo il cottonfiok nel solvente e ritiro via ancora più olio poi con un altro cottonfiok asciutto risfumo.
Nel figurino le parti sono talmente piccole che il cotone lo avvolgo su una punta del 1,5mm o uno stuzzicadenti, dipende dove devo lavorare.



 Fabio :

12/8/2010 08:26
 Credo che questo sia uno dei migliori esempi di come un thread dall'inizio mediocre, assai triste e poco promettente possa però trasformarsi, nella sua evoluzione, in una interessantissima discussione (con la sola eccezione degli interventi di chi l'ha originata)!!!

@piggì:
1) continuo a concordare con l'editore di una delle più diffuse riviste inglesi di modellismo riguardo le tue  capacità pittoriche
2) se a quanto sopra si aggiunge anche la tua conclamata inettitudine di fotografo l'effetto che riesci a ottenere è devastante! Ti invito pertanto formalmente a far fare le foto dei tuoi lavori alla gentile consorte, alla figliola. Al limite se colte da voltastomaco rivolgiti a chiunque trovi per strada: anche se armato di una vecchia Kodak Instamatic o di una qualsiasi fotocamera usa e getta in cartone i risultati sarebbero almeno guardabili

@DucaDiYork: grazie per le preziosissime dritte   :-D :-D :-D!!! 

Ciao
Fabio

 pittarofranz :

12/8/2010 17:50
 Quote:

DucadiYork ha scritto:

Il lavaggio e l'amalgamazione del colore di cui parlavo vale anche per i ritocchi luci ombre.

22  44  66  88  Clicca per ingrandire
Colore diluito,                   imbratti,                             tiri quando è asciutto,    risultato.
 
Con i cottonfiok o straccetto asciutti, tiro il colore ad olio ( non assendo compatibile con l'acrilico ti dà la possibilità di essere ripreso anche altre volte ).
Se il risultato non mi piace ancora ribagno pochissimo il cottonfiok nel solvente e ritiro via ancora più olio poi con un altro cottonfiok asciutto risfumo.
Nel figurino le parti sono talmente piccole che il cotone lo avvolgo su una punta del 1,5mm o uno stuzzicadenti, dipende dove devo lavorare.





Scusi Duca...
ma se aspetti che l'olio asciuga, dopo si riesce lo stesso a toglierlo usando lo straccetto???? :-? :-? :-?

 DucadiYork :

12/8/2010 21:07
 

Per lavorare bene con l'olio, bisogna prima metterne un poco su un cartoncino (foto1 qui non è ancora stato assorbito infatti si vede il lucido dell'olio) o qualcosa, che dopo circa una giornata, abbia assorbito l'olio in eccesso e sia rimasto quasi solo il pigmento (sembra asciutto) .

Il pigmento (foto1) lo diluisci con un solvente tipo humbrol o acquaragia (io uso quella che non puzza) poi lo stendi come in (foto2) tenendo conto che modificherai la tonalità del colore di base, quindi devi sempre pensare prima il risultato che vuoi ottenere con questa miscela. (foto3) Quando dalla miscela che hai dato evapora il solvente, vedrai che se tiri il cottonfiok sulla superfice, togli e sfumi e il pigmento dell' colore ad olio come vuoi. Ripeto se non sei soddisfatto della sfumata, se ti sembra ancora troppo coprente, puoi bagnare appena un cottonfiok nel solvente e ritogliere ancora più pigmento dell'olio e risfumare quando si riasciuga con un cottonfiok asciutto.

Fai delle prove, vedrai che si capisce meglio.
 
Se si impara sta roba, si comincia a capire come mischiare i colori per velatura e come si possono ottenere quegli effetti con colori diversi sovrapposti (vedi Cavallo baio).

 skorpio62 :

12/8/2010 21:39
 Il cavallo l'hai fatto TUTTO ad aerografo? Senza usare del pennello?
Stefano

 DucadiYork :

13/8/2010 18:05
 Si, anche l'occhio è fatto con una mascheratura rotonda, l'unica cosa a pennello è la lumeggiatura della criniera.

 DucadiYork :

15/8/2010 22:11
 Quote:
Ariete ha scritto: Aggiungo anche: ma non si possono stendere con il classico pennello..?
Io gli olii li ho sempre stesi così..

Evidentemente sono proprio ignorante in materia!! :-P

Approfitto del post di Paolo, e mi scuso per il continuo OT, ma un cavallo grigio (si dice così per il tipo di mantello) come lo dipingeresti?



Aerografo?
Pre-shading per le chiazze scure che si intravedono?

Grazie! :-)


Ma infatti l'olio si stende a pennello e poi quando è asciutto si sfuma e tutto il resto acrilico.

Il cavallo chiazzato lo devo ancora studiare, molto probabile che faccia questo colore sul Ufficiale dei cacciatori che stò facendo, quindi forse lo farò vedere sul W.I.P.

 pittarofranz :

16/8/2010 10:53
 Ma dai l'acrilico sopra l'olio???? Ho visto che il tuo metodo seguito anche da Poppe...visto su Steel Art di questo mese

 Ariete :

16/8/2010 11:47
 Grazie Fausto..Allora per il grigio attendo! ;-)

 DucadiYork :

16/8/2010 18:03
 Mi stò incasinando nelle risposte.
No l'olio non ho mai detto che và sopra l'acrilico. Tutto il lavoro ad aerografo, lo faccio in acrilico, poi l'olio steso a pennello e si sfuma.

 vittorio :

16/8/2010 23:35
 Duca, la tua tecnica assolutamente particolare :-o :-o
interessantissima.
Paolo, insisti!!!! il problema continuare ad osare, se guardi un viso di un figurino sembra un clown ma il contrasto, innaturale, che rende il tutto piacevole.
ciao
V

 DucadiYork :

17/8/2010 19:07
 Quote:
vittorio ha scritto: Duca, la tua tecnica è assolutamente particolare :-o :-o interessantissima. 


è anticaglia confronto a ciò che vedo in giro adesso, la cosa positiva è che integrata con le nuove tecniche odierne secondo me spacca ( l'ho già detto, io sono come i cinesini fammi vedere che si può fare e .....).
Proverò a fare un W.I.P fotografico, appena ho comprato la macchina fotografica nuova e le lenti bifocali, per far vedere bene i vari passaggi e nel frattempo così sperimento anch'io la tecnica mista (ragazzi non ci vedo più una mazza).

Una cosa che mi carica come una molla è la "Tecnica del sale" voi non potete immaginare quando l'ho vista, l'effetto che mi ha fatto (mi si è aperto un mondo). So Diego e mi Spieco, l'usura, le macchie, la svericiatura, in pratica tutto ciò che è irregolare, ci ho lavorato anni e non ci sono mai saltato fuori, poi arriva questo con un pò di lacca e del sale....      ma vafanc.........           un GRANDISSIMO. :-D

2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=115315&forum=52