Forum : Aerei ed elicotteri

Soggetto : BF 109 regia 1/32 strumenti

 zio54 :

5/5/2020 15:53
 Buongiorno, mi hanno regalato la scatola della revell del bf109 g6 in 1/32. Volevo provare a realizzare la versione in dotazione alla Regia Areonautica e mi ricordo di aver visto da qualche parte le decal della Tauromodel , che però in rete non riesco a trovare. Qualcuno ha notizie in merito ? Grazie, Mauro









 

 ABC :

5/5/2020 21:26
 Ciao Mauro

I fogli a cui ti riferisci sono i numeri 32508 e 32510; li trovi su ebay a 7,00 € più spese di spedizione.

Alessandro :-) :-) :-)

 zio54 :

8/5/2020 12:13
 buongiorno,
non riesco a trovare profili chiari della mimetica dei 109 a cui si riferiscono le decal che Alessandro mi ha indicato.
Dove posso trovarli ?
Grazie,
Mauro

 ABC :

8/5/2020 16:28
 La mimetica del Bf 109 variava in base alla versione (G-6 o G-14 vista la scatola di partenza), se mi dici quale esemplare specifico vuoi fare ti aiuto volentieri.

Alessandro :-) :-) :-)

 zio54 :

8/5/2020 18:00
 la G-6 , grazie

 ABC :

8/5/2020 20:34
 Il Bf 109 G6 veniva prodotto in tre fabbriche diverse (MTT, WNF ed ERLA) ognuna delle quali aveva uno schema suo specifico, anche se tutte in RLM 74/75/76; se mi dici lo specifico aereo che vuoi fare, intendo di quale reparto (ad esempio il 150° Gruppo Caccia "Gigi tre osei" esemplare 365-10), cerchiamo di risalire alla fabbrica.

Alessandro :-) :-) :-)

 zio54 :

11/5/2020 17:20
 alessandro ...mi metti in difficoltà :-D
ricordo un numero di model wings con uno special sul bf109 , dove trattavano di un 109 della regia basato a Sciacca.
produzione "erla" e quindi aveva una mimetica sulle ali a dente di sega che non mi entusiasmava molto.
altri aerei di quel reparto avevano una mimetica più " normale" ?

 GP1964FG :

11/5/2020 19:11
 Se posso, ti suggerisco un bell'articolo sui G-6 italiani, a cui forse puoi ispirati per scegliere

http://www.modellismosalento.it/it/modelli/aerei/616-messerschmitt-bf-109-g-6-nelle-aviazioni-italiane-da-kit-italeri-1-48-cat-no-2719.html

Ciao
Gianfranco

 ABC :

11/5/2020 22:07
 Sì Mauro

Altri aerei del 150° avevano mimetica WNF (quella ritenuta più classica).

Alessandro :-) :-) :-)

 zio54 :

12/5/2020 10:13
  buongiorno a tutti e grazie delle risposte.
l'unica immagine che ho trovato di un G6 della RA ( l'ANR non mi interessa) è questa , ma è solo una vista laterale  



 

 ABC :

12/5/2020 10:52
 Ciao Mauro

L' aereo di cui hai postato il profilo è l' esemplare W.nr. 19477 (W.nr. = Werknummer/numero di lavorazione) costruito dalla WNF (Wiener Neustädter Flugzeugwerke).

Lo stesso esemplare lo ho costruito io poco tempo fa in scala 1/72, se vuoi dargli un' occhiata lo trovi nella sezione wip Regia Aeronautica.

Alessandro :-) :-) :-)

IMMAGINI TRATTE DALLA RETE E POSTATE A SOLO SCOPO DI DISCUSSONE MODELLISTICA

FONTE: www.pinterest.com



 zio54 :

12/5/2020 11:08
 grazie :-)
quindi posso usare le decal della tauromodel che mi ha indicato

 ABC :

12/5/2020 11:11
 Ottimo

Aspetto il tuo modello sul forum allora :-)

Alessandro :-) :-) :-)

 zio54 :

19/5/2020 10:56
 buongiorno ragazzi, il cruscotto del revell è molto basico e con gli strumenti fatti con decal. non volendo acquistare set di dettaglio , come mi consigliate di fare ? avevo pensato di colorare il cruscotto e poi usando un punch&die fattomi da un amico , di fustellare le decal e posizionarle sugli strumenti  









 



 

 

 gizpo :

19/5/2020 12:27
 Il foglio decal é unico o sono varie decals ?

Perché se unico forse con un paio di mani di ammorbidente dovresti riuscire a farlo aderire alla perfezione, evitando di fustellare ecc ecc.....

 zio54 :

19/5/2020 16:25
 il foglio è unico per tutte le decal del modello.

 GP1964FG :

19/5/2020 18:31
 Penso che Luca intendesse dire che le decals fornite riproducono l'intero cruscotto con un'unica decal e non i singoli strumenti separati.
Secondo me, ottieni un risultato migliore (e più sicuro per la decal) assottigliando il cruscotto posteriormente, forandolo in corrispondenza dei vari strumenti, quindi sagomando un pezzo di plasticard come il cruscotto e posizionando la decal su di esso, e infine incollando con vernice trasparente il pezzo originale forato.
È la tecnica del sandwich che si usa per esempio con i cruscotti in fotoincisione.

Ciao
Gianfranco

 zio54 :

20/5/2020 09:22
 grazie ! mi sembra proprio una buona idea e a portata delle mie capacità.
Mi ero proprio dimenticato di questo metodo :-)

 GP1964FG :

20/5/2020 14:20
 Di nulla 😉

 zio54 :

20/5/2020 16:15
 ho provato come mi ha suggerito Gianfranco ma mi sa che sto facendo un disastro.
Prontomodel vende il set di fotoincisioni Eduard per il G6 ma dedicato al kit Trumpeter.
Non volendo andare a comprare in giro per il mondo pensavo di prendere quello.
Che dite ...corro il rischio ?

 GP1964FG :

21/5/2020 19:18
 Credo di no, sono due stampi diversi, e rischi che sia troppo corto e quindi di non poterlo montare.
Eduard fa un set dedicato al kit Revell, il 33128. È esaurito sul loro sito, ma si trova ancora in giro, ad esempio su ebay. È precolorato, quindi ti semplifichi molto il lavoro.

Comunque il metodo suggerito non è difficile, basta usare un foglio di carta abrasiva fissato ad una superficie piana e strofinare il pezzo piano piano, asportando quanto serve. Tieni conto che gli strumenti sono incassati dietro le cornici, ma nessuno riuscirà a valutare se le cornici sono troppo sottili o no, quindi non devi assottigliare il pezzo più di tanto, basta un mezzo mm.
Prima di questo ricava la sagoma del pannello seguendo il contorno con una matita sottile, appoggiando il cruscotto su un pezzo di plasticard sottile (deve fare solo da sostegno alla decal). Puoi anche forare le varie cornici prima di assottigliare il cruscotto...

Buon lavoro
Gianfranco

© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=141311&forum=5