Forum : Aerei ed elicotteri

Soggetto : Donne, Vino e Canzoni....

 Paolomaglio :

18/4/2020 06:05
 

Ghiotta novità in arrivo da Eduard a maggio: rebox B-26 Hasegawa in 72, con maschere per trasparenti, mitragliatrici in resina, qualche fotoincisione e un foglo decals spettacolare sarà un modello da non perdere!!! Il costo dovrebbe essere pari o inferiore ad un Hasegawa importato coi canali ufficiali.
Già all'orizzonte vedo un paio di B-25 Mitchell con naso vetrato e non subire lo stesso trattamento da Eduard...
Ci sono aziende che chiudono e altre che producono quello che i modellisti amano! ;-)

 stefanoc :

18/4/2020 08:34
 cavolo :-o che spettacolo...se facessi aerei ne farei almeno uno per ogni versione di colorazione :-P

 lananda :

18/4/2020 13:05
 Appena ho aperto la pagina mi è preso un colpo.... Pensavo fosse in 1/48....scampato pericolo!
Curioso l'ultimo profilo che rappresenta Hard to Get senza la nose art. Mica lo faranno così?
Ciao

 Heromike93 :

23/4/2020 11:31
  Fantastico!

Metto già i soldi da parte 
 

 Paolomaglio :

8/7/2020 05:32
 Per il mio recente compleanno ho suggerito a mia moglie di regalarmi questa scatola, qualcosa di assolutamente insolito per me, pensate che non ne montavo uno dal 1983, un MAtchbox in quel caso!
Credo di essermi accaparrato una delle ultime scatole disponibili, il kit è già esaurito presso Eduard, io l'ho preso da un negozio virtuale campano a 47 euro spedito!
Alle ottime plastiche Hasegawa l Eduard ha aggiunto due fogli di fotincisioni: uno da vernicare, l'altro già decorato, un set di ruote in resina un foglio decals da urlo e, sopratutto le necessarie maschere per i trasparenti. Devo dire infatti che ho smesso tanti anni fà di costruire bombardieri in 72 proprio per la difficoltà di mascherare i trasparenti, in particolare le torrette per le mitragliatrici! Con questa scatola dovrebbe essere tutto risolto, o quasi.... In effetti hanno dimenticato 2 maschere (interna ed esterna) per una finestrella che si trova sulla paratia posta alle spalle del mitragliere di coda, poco male, si tagliano in 30 secondi ;-)



il cockpit sarebbe già molto bello da scatola (c'è addirittura una porta a soffietto che lo separa dalla stiva bombe) ma Eduard ci fornisce anche i braccioli per il posto del secondo pilota, sono microscopici e un po' difficili da maneggiare ma senz'altro realistici.



non so se possa servire ma Eduard suggerisce di aprire le due porte ovaii che chiudono il vano bobe per rimpiazzarle con quelle fornite in fotoincisone che, ovviamente lascerò aperte, dubito comunque che si possa vedere qualcosa a meno di andarci dentro con un endoscopio!



le parti interne sono moltissime e per ottenere un buon incollaggio suggerisco di montarne il più possibile prima di dare una mano di interior green, l'incollaggio ne sarà facilitato.
A presto, spero, con nuovi sviluppi.

PS: le decorazioni sono tutte belle ma ancora devo decidere quale preferisco! :-D

 lananda :

8/7/2020 06:41
 Ciao Paolo,
vacci piano con l'interior green: gli interni erano nella maggior parte dei casi lasciati in metallo naturale.
Sul Flak Bait ancora conservato allo stato originale ci sono ancora tracce della pellicola protettiva blu/trasparente che ricopriva le lastre di metallo.
Quando ho fatto il mio ho dipinto in verde solo poche parti, paviemento e sedile li ho fatti neri e le imbottiture fono assorbenti in verde scuro.
se stasera riesco recupero la fonte delle informazoni.
ciao

 maurozn :

8/7/2020 06:54
 Fiuuuuuu, mi associo a Ferdinando....per fortuna non è una scatola in 48 ! Ho fatto voto di non comprare altri kit :-D

 combatmedic11 :

8/7/2020 09:33
 Seguo...

 gizpo :

8/7/2020 10:43
 Seguo con curiosità e mi associo a chi prima di me ha detto che è un peccato che non sia in 48...

 matte :

8/7/2020 16:01
 Ecco un altro "follower" :-D

 lananda :

8/7/2020 18:06
 trovato: è sempre il solito Ipms Stockholm

link

ciao

 lillino :

8/7/2020 21:02
 Ci sono anch'io a seguire questo lavoro    molto interessante.

 G55 :

8/7/2020 22:13
 Paolo, che strano vederti metter le mani su un bombardiere americano della 2° guerra...
Per questo non posso perdermi questo tuo lavoro !!

 Paolomaglio :

9/7/2020 04:44
 Mamma mia che folla! Ma siete tutti qui? :-D

Un particolare ringraziamento a Ianada per avermi avvisato del problema interni che evidentemente la Eduard ha completamente ignorato!
Diciamo che è un vero peccato perchè l'esemplare di Marauder restaurato allao Smithsonian è una vera figata e con tutte le foto a 360 gradi che hanno pubblicato ci sarebbe stato da divertirsi:

smithsonian :-D

L'IPMS Stockholm riprende degli articoli dell'inarrivabile Dana Bell, in pratica sappiamo per certo che i pavimenti erano neri, come sul Mustang, una superficie gommosa nera a protezione del legno del pavimento.
Poi tanto nero e naturl metal, in alcuni casi alluminio laquer, mentre il colore in cabina non è nè interior green nè Bronze Green ma forse Medium Green o Dull Dark Green:

"I got curatorial permission to look into "Flak Bait" today - the question of cockpit colors was too interesting not to try for a definitive answer, at least for one surviving airframe. Unfortunately, it's not that easy.

"The National Air and Space Museum has the forward fuselage on display the rest of the aircraft is in storage until it will be assembled at the Dulles Center in about five years. What is now downtown is mostly an unpainted interior with fabric sound-proofing padding. The padding is very faded, with no proof of the original color. Most of it is now brown or magenta an indication that it may have once been Olive Drab. But the metal snaps that hold the padding in place were painted green - perhaps Dull Dark Green, perhaps Medium Green, but definitely NOT Bronze Green, OD, or Interior Green.

"In the cockpit, everything above the lower canopy edge is flat black paint, as are the floor, the armor plating, and the seats. The control columns and instrument panels are Instrument Black (which is a semi-gloss finish, not a "crinkle" finish as sometimes published). Seat cushions are yellow. Cockpit sides are the fabric mentioned above. The bulkhead aft of the seats is unpainted aluminum, without padding. The bulkhead forward of the co-pilot's seat actually is metallic blue - probably blue tinted Lionoil which hadn't been removed in production. (I wish I could prove that this was where the Japanese learned to make Aotake!)

"In the radio room, the forward bulkhead is unpainted/unpadded, but the fuselage is the same faded padding all around. The desk tops are varnished wood, and the flooring is black.

"The bombardier's position is well-padded, with black flooring.

"The nose wheel well is lacquered aluminum, with a few fixtures in Zinc Chromate (yellow).

"I guess everyone can still choose their own cockpit color, but my opinion is that Dull Dark Green is the most likely color for the cockpit padding. I hope this helps!"
Dana Bell

Questa cosa mi scoccia non poco perchè l'interior green è più facile da invecchiare e poi spicca molto di più dentro ad un aereo in natural metal....
Ad ogni modo, ora che sò, farò come deve essere fatto! 8-)

 lananda :

9/7/2020 06:26
 ah ecco...mi pareva di avere letto qualcosa di più dettagliato. dove lo hai scovato il testo che io non lo trovo più tra le mie scartoffie?
ciao

 Paolomaglio :

9/7/2020 07:11
 Ciao La Nanda (scritto bene stavolta?) :-D sono testi pubblicati su Hyperscale del 2005.

Sul soggetto da riprodurre: mi sarei buttato anche io su Hard to Get, poi ho visto la tua galleria e dopo ancor ail tuo WIP, a quel punto ho deciso di soprassedere, non posso sfidarti con un kit in scala ridotta, sei troppo bravo!
;-)

Penso quindi che andrò sulla Valkiria, uno dei pochi documentati fra i soggetti forniti da Eduard, degli altri si trovano solo le nose art e bisogna fidarsi dei profili di Eduard per il resto, troppo rischioso!

Questo è un velivolo che partecipò al D-DAY, in seguito fu trasferito in Francia ma poi precipitò subito dopo un decollo per noie tecniche uccidendo tutto l'equipaggio. RIP









qui la foto di quei sei magnifici ragazzi


da notare anche il doppio compasso sul carrello anteriore, mai visto prima

 Paolomaglio :

9/7/2020 07:23
 

 lananda :

9/7/2020 21:49
 Stavolta hai scritto bene e grazie per l'apprezzamento.Quando ho scelto di fare Hard to Get avevo visto solo un profilo, poi strada facendo sono saltate fuori una buona dose di foto e ad ogni foto un nuovo tassello, tipo e striscie d'invasione quasi scomparse...quindi ormai che ero in ballo, ho ballato fino alla fine!
Ottima scelta con la valchiria...provo a vedere se ti trovo qualche altra foto in biblioteca.
Quanto al doppio compasso, non è così inconsueto: pure il mio lo ha ed era fornito di serie nel kit Monogram.
ci aggiorniamo

 Paolomaglio :

10/7/2020 05:12
 Grazie ancora La Nanda, sarebbe utilissimo avere qualche foto della coda o delle superfici superiori....
Sul doppio compasso mi sono spiegato male, è raro trovare un aereo che ne abbia due, poi chiaramente rimangono su tutte le varianti, certo che quel carrello anteriore doveva ssostenere un bel peso!

Dunque ieri mattina presto ho approfittato di un poco di aria frizzantina, come piace a e per incollare le gondole, prima di farlo mi sono ricordato del problema contrappeso che mi ha sempre fregato da bambino! :-D

Nei velivoli col naso vetrato è impossibile mettere piombo nel muso, l'unico spazio che rimane è una striscia 3 mm x 10 mm ai lati del pozzerro del carrello ma è difficilisismo sagomare il piombo in quel modo, qui poi ce ne va tanto anche per compensare il peso della resina, quindi ho inserito due belle palle di piombo nelle gondole, a ridosso delle paratie motori, poi le ho bloccate con il Patafix perchè odio i modelli che suonano! :-P

 Paolomaglio :

10/7/2020 05:26
 

di seguito ho cominciato a coorare gl interni, purtroppo avevo già dato l'interior green proprio mentre La Nanda sciveva di non usarlo! 8-) Ad gni modo cercherò di trasformarlo in Dark Dul Grenne con lavaggi di nero Panel Liner e Verde in pigmento Lifecolor...
Poi ho dipinto di alluminio i vani carello, la stiva bombe, e la fusoliera posteriore fino alla postazione del mitragliere di coda, esclusa.
Guardando le foto ho notato che era un alluminio piuttosto opaco e speto, quasi indistinguibile dal Neutral Gray del ventre, per questo motivo ho scelto il colore ACLAD II Semi-Matt Aluinium e sono soddisfatto del risultato ottenuto.



adesso devo dettagliare la cabina e la fusoliera centrale con le fotoincisioni, poi potrò aggiungere le mitragliatrici e finire di colorar ei dettagli con Humbrol e Vallejo.....

Per fortuna Hasegawa ha stampato tutti i vetrini in modo che possano esser emontati dall'esterno, sta a vedere che che laschere non servivano?!?!? :-o

 lananda :

10/7/2020 06:28
 Ciao Paolo,
purtroppo non ho trovato nulla nei miei libri.
Prova a dare un occhiata QUI, magari trovi qualcosa di utile.
Riguardo al carrello anteriore ho letto che all'inizio è stato fonte di noie quando non veniva installata la torretta superiore il cui peso bilanciava il carico che doveva sostenere la gamba. fattore che accopiato alla scarsa perizia dei primi equipaggi e all'alta velocità di atterraggio rischiava di fare collassare la gamba...tanto per aggiungere un ulteriore problema a quelli (veri e in massima parte presunti) che gli venivano addossati.
ciao

 Paolomaglio :

10/7/2020 07:35
 Per ora ho trovato le foto di Collins, uno die mitragliare che mostrano anche altre zone del velivolo, la Valkiria precipitò il 28 gennaio 1945 quindi oltre 7 mesi dopo il D-DAY, probabile che le bande di invasione fossero usurate, quanto è difficile dirlo anche perchè in quei sette mesi è rimasto in teatro operativo invecchiando ogni giorno di più....





 combatmedic11 :

10/7/2020 12:25
 La colorazione e l'invecchiamento saranno una bella sfida viste le foto!

 Mirco :

10/7/2020 16:36
 Bel soggetto!
Alla faccia dell'usura, nell'ultima foto si vede che nella parte superiore della fusoliera le strisce nere si intravedono ancora ma quelle bianche non ci sono proprio più...
Ciao
Mirco

 Paolomaglio :

11/7/2020 05:10
 Sì, le strisce bianche sopra la fusoliera e le ali credo siano state sverniciate di proposito, è un effetto troppo ben fatto per essere frutto solo di intemperie, credo che, una volta che si furono trasferiti sul continente, in Francia, avere paramenti bianchi visibili dall'alto li avrebbe resi bersagli troppo facili quando erano parcheggiati, sui caccia si cancellarono tutte le strisce superiori, su questo avranno voluto risparmiare tempo togliendo solo il bianco, chissà? :-?

 Paolomaglio :

11/7/2020 05:21
 

ho incollato fotoincisioni per pannelo strumenti e consolle centrale, oggi, se la vista mi assiste dovrei aggiungere un ventina di levette su quella consolle....



sporcato interni con colature di olio e aggiunto altre fotoincioni che, purtroppo sono in Iteriro Green, vedrò di scurirle con il verde trasparente di Lifecolor, non posso usare su queste il Panel Liner perchè stacca la ciano!
L'effetto di verdi diversi è comunque gradevole.





il vano dietro la cabina resterà cieco ma ho aggiunto due sedile, se non altro aggiungeranno un poco di peso...





ai sedili mancava lo schienale imbottito che ho riprodotto con il Patafix ispirandomi alle foto del kit di La Nanda.
Si potrebbe andare avanti all'infinito a dettaglaire questi interni ma penso che stamattina aggiungerò solo mitragliatrici e cartucce per poi chiudere la fusoliera altrimenti rischio di stancarmi del soggetto prima di finirlo!
:-D
Buon weekend a tutti!

 maurozn :

11/7/2020 08:12
 Paolo stai facendo un lavoro sontuoso , mi piace molto . Anche se sono aerei diversi , sto prendendo appunti per gli interni del mio futuro B25 . Mi lascia perplesso solo la tinta delle 2 bombole verdi . Buon proseguo

 matte :

11/7/2020 08:46
 Ottimo inizio, bravo ;-)

 Paolomaglio :

12/7/2020 05:42
 Grazie a tutti, la bombola grossa sul pavimento credo fosse il contenitore per il battellino di salvataggio, poteva essere gialla o verde, e istruzioni me la danno verde, l'ho fatta ancora più brillante, comunque non si vedrà per nulla dietro al sedile :-(



l'altra in realtà era nera ma l'ho dipinta di giallo, altrimenti non si sarebbe vista nemmeno quella, ecchecazzo! :-D

 Paolomaglio :

12/7/2020 05:51
 

ho aggiunto i nastri delle cartucce alle due 12.7 mm ventrali, poi ho ripassato tutti i bordi della fusoliera con un cotton-fioc imbevuto di alcool per rimuovere ogni rimasuglio di vernice e preparami a chiudere il guscio.



i nastri di cartucce vanno a finire sul soffitto dove sono presenti due grossi contenitori per stivarle.



A proposito di mitragliatrici, avevo comprato questo set CMK che comprende tutte le armi, sia esterne che interne, tuttavia i pezzi Hasegawa sono sufficentemente dettagliati, se qualcuno avesse un modello più scarso (Airfix, Matchbox, etc..) sappiate che le vendo a 12 € spedite.

 Paolomaglio :

12/7/2020 05:55
 

Eduard fornisce lo sfogo d'aria sotto alle gondole in fotoincisioni, effettivamente così sottile è molto più realistica però a tagliare i pezzi in plastica ci vuole un'oretta, non so se valga la pena, diciamo che avendo i pezzi ne ho fatto buon uso, a sinistra la presa d'aria in metallo, a destra quella ancora in plastica.
Da notare anche gli scarichi del motore aperti e assottigliati a sinistra e chiusi a destra. :-D

 Paolomaglio :

13/7/2020 05:36
 

i piani di coda sono forniti in plastica trasparente per via di quelle due piccole finestre, queste vanno mascherate sia dentro che fuori e, prima di incollare il pezzo alla fusoliera, occorre verniciare l'interno in verde e rimuovere le maschere perchè la zona non sarà più raggiungibile. Ho provato a mascherare le 8 luci presenti sugli stabilizzatori con il Maskol ma scivola via dalla plastica trasparente, le rivernicerò con il cromo dopo la mimetica.



per i montanti interni ho scelto il verde anche se forse potevano essere neri pure quelli, dubito che si vedranno ma già che c'ero li ho dipinti, applicare le maschere porta via molto tempo ma sono indispensabili



tettuccio cabina combacia quasi alla prefezione ma un poco di Surfacer no farà male....



attenzione a scegliere il tettuccio conforme alla versione, sono simili ma non uguali per numero di montanti



le finestre sul retro e sotto la fusoliera sono tantissime e credo sia proprio questo il bello del B-26

 G55 :

13/7/2020 09:42
 Bellissimo, Paolo !
E' stato difficile montare gli attacchi dell'ala all'interno delle semifusoliere ?
Non l'ho mai fatto.....ci sono dei riscontri ?

 Paolomaglio :

13/7/2020 14:03
 Quote:
E' stato difficile montare gli attacchi dell'ala all'interno delle semifusoliere ?.


Assolutamente no, fanno parte della stiva bombe, se guardi le foto precedenti si notano bene, calzano come un guanto nessunissimo problema di montaggio, con le ali devo ancora provare....

 lananda :

13/7/2020 20:32
 Bene, mi pare che stavolta stia filando tutto liscio e senza intoppi.
ciao

 Paolomaglio :

18/7/2020 05:35
 

e ali sono andate su senza troppi problemi, un filo di Surfacer 500 ha celato la giunzione, le gondole invece mi hanno dato diversi grattacapi nel punto di giunzione superiore, sia su davanti che nel poppino posteriore



tutto sommato sono soddisfatto, se non fossero combaciate con le ali sarebbe stato molto peggio, le zone interessate da stuccatura sono facili da raggiungere e lavorare.



le due finestre dietro la stiva bombe sono le uniche che mi hanno fatto impazzire, gli scassi sono un pelo più piccoli del dovuto e ci sono volute molte prove a secco per non grattare troppo e creare un gap



ho rimosso le canne delle mitragliatrici fisse in caccia, il loro attacco alle 4 gondole era poco realistico, le rimpiazzerò con quelle in resina di CMK, poi ho ataccato a secco le gondole alla fusoliera per prepararmi alla colorazione, in questo modo se mi servisse staccarle per incollare per bene le canne potrò sempre farlo ;-)

 Paolomaglio :

18/7/2020 05:41
 

poi ho voluto dare i colori di base approffittando di un clima perfetto, fresco e ventilato. Sotto ho dato il neutral Gray Tamiya appena schiarito, sopra sono partito dal Khaki Drab, sempre Tamiya che ho dato puro sulle parti telate e stemperato con fondi di altri vedi sulle parti metalliche



lo stacco si nota poco e dovrò accentuare un poco la sbiaditura sulla tela con altri passaggi



oerò in pena luce un poco si nota, considerate poi che dovrò realizzare le macchie in Deep Green sul bordo di entrata e uscita delle ali e piani di coda.... 8-)
Buon weekend a tutti

 Paolomaglio :

19/7/2020 05:27
 

ieri mi sono divertito tanto spruzzando a go go! Dapprima h realizzato la parte bianca delle strisce di iinvasione, al bianco puro MRP ho aggiunto due gocce di grigio per stemperarlo e invecchiarlo un poco



poi ho ritagliato le fotocopie delle istruzioni fotocopiate in scala, lavoro un po' lungo ma, siccome il Deep Green contrasta poco con l'Olive Drab circostante, è bene avere bordi ben netti, ancor più in questa scala piccola. ;-)



nella coda c'è proprio da divertirsi!

 Paolomaglio :

19/7/2020 05:31
 

chiaramente questo è il mio stile e non è detto che sia giusto, se a qualcuno non piace e vuole suggerire qualcosa sono ben disposto ad ascoltare suggerimenti e critiche....



passo successivo è stato dipingere le bande nere, ho usato il primer MRP perchè ne basta un velo ed è subito coprente



ogni lavoro va ripetuto sulle superfici inferiori.

 Paolomaglio :

19/7/2020 05:33
 Per finire, verso sera, ho cancellato le strisce di invasione bianche dal dorso cercando di lasciare quais inalterate quelle nere



adesso c'è da invecchiarlo e incollare i 300 micro pezzi che ancor amancano all'appello! 8-)

 GP1964FG :

19/7/2020 06:17
 Spettacolare, come al solito!
Non penso che qualcuno possa suggerire qualcosa...io no di sicuro! Anzi, volevo chiedere: ritagliate le maschere dalle fotocopie delle istruzioni, come le fissi ben aderenti al modello, per evitare che la vernice spruzzata si infili sotto? le bagni? Metti del Patafix lungo i bordi?

Ciao
Gianfranco Pesola

 Paolomaglio :

19/7/2020 06:25
 Ciao Gianfranco, ottima domanda, oramia per me è procedura standard e dho dimenticato di scriverlo, per quest emaschere frastaglaite il Patafix non funziona e la sfumatura in 72 sarebbe eccessiva, quindi ho inventato questo sitema: incollo le maschere con la colla stick per carta!
Funziona benissimo, poi quando stacchi la maschera se rimangono residui li elimini con uno stacetto bagnato di acqua, ci vuole un secondo, da non provare con vernici viniliche, specie senza un buon primer sotto, ma con Gunze e Tamiya non ci sono problemi. ;-)

 Oberst_Streib :

19/7/2020 07:37
 
Quote:
Paolomaglio ha scritto:


... gran bel lavoro Pierpaolo! mi piace moltissimo!

E ottima l'idea di fissare le mascherine con la colla stick, la copierò!

 Paolomaglio :

20/7/2020 06:02
 Grazie amici!
Ieri qualche brutta sorpresa: il carrello principale dle B-26 è montato alla rovescia, nel senso che ha una inclinazione strana con una curva in avanti che sposta il peso indietro, insomma tutto il piombo che avevo messo nelle gondole non è bastato! Per fortuna avevo aperto le porte di accesso della stiva bobe, da quella anteriore sono riuscito a riempire di piombo anche il vano navigatore che resta cieco e allora si è seduto a dovere



lucidato il modello e applicato le decals col solito sistema da cardiopalma: 5 secondi e non le muovi più! Si incollano manco avessero la ciano sotto! Troppo difficile, due le ho rotte, per fortuna nella scatola ci sono soggetti simili con numeri di matricola e codici rimpiazzbili... 8-)



altri 40-50 pezzi e forse lo finisco.... :-P

 lananda :

20/7/2020 06:28
 Ciao Paolo.
guarda che hai messo i motori con i due magneti al contrario: devono andare sopra.... Spero sia rimediabile.
a parte questo mi pare venga molto bene!
Ciao

 Paolomaglio :

20/7/2020 06:56
 grazie! Provo subito a rimediare....

 Paolomaglio :

21/7/2020 04:56
 

sono riuscito a sistemare i motori poi ho ocminciato a riprodurre alcune delle 20 luci del bombardiere, evidentemente in caso di rientro notturno era molto importante mantenere la formazione e riconoscere i velivoli...



le due luci di atterraggio sul bordo d'attacco delle ali sarebbe stato meglio incollarle prima, ma Eduard non ha fornito maschere per queste, ora mi tocca rivernicare la loro cornice perchè non ho azzeccato il colore

 matte :

21/7/2020 17:25
 Bello, decisamente bello....... ;-)

 Paolomaglio :

27/7/2020 05:02
 

Grazie Paolo, oramia, sudando sette camice, l'ho quais finito, devo solo verniciare un paio di antennine fotoincise messe all'ultimo momento ma credo che aspetterò aria più fresca, a 28 gradi con ventilatore acceso è impossibile fare ritocchi a pennello!





nel complesso si tratta di un modello molto bello, facile da montare, forse troppo ricco di dettagli in quessta edizione Eduard ma che vale il prezzo pagato



aggiungo che il modello finito entra comodamente nella scatola Eudard è può essere conservato per sempre lontano da polvere e luce solare lì dentro, un plus per me che non ho più spazio espositivo, tutti i produttori dovrebbero darci scatole in cui possa entrare il modello finito!



 Antonio 13 :

27/7/2020 07:21
 Bello bello bello, mi sono gustato questa mattina per intero tutto il wip e come dico sempre anche tra i wip di voi aeroplanari si trovano tante idee e suggerimenti che possono trovare impiego tra i raschiafango come me.....ad esempio quella di posizionare alcune maschere con colla stick per carta...davvero bella idea.
Mi piace proprio questo modello, Complimenti!!


PS: a sottolineare la mia ignoranza quasi totale sui velivoli volevo porre una domanda che mi torna spesso in testa: come fà il mitragliere dorsale durante l'uso delle armi a non distruggere il timone di coda anche solo per sbaglio? C'è un sistema che ne blocca il fuoco? o il mitragliere  doveva fare attenzione?

 Paolomaglio :

27/7/2020 07:27
 Quote:
come fà il mitragliere dorsale durante l'uso delle armi a non distruggere il timone di coda anche solo per sbaglio? C'è un sistema che ne blocca il fuoco? o il mitragliere doveva fare attenzione?


credo dipendesse da tipo di aereo: su B-29 le cui torrette erano telecomandate da qualche metro di distanza c'era un sistema che bloccava lo sparo quando le canne puntavano la deriva, su aerei più semplici temo che fosse affidato tutto all'occhio del mitragliere, la toretta comunque rotava molto lentamente con una catena da bicicletta quindi penso ci fosse il tempo di valutare il tiro, non era tipo Star Wars insomma! :-)

 maurozn :

27/7/2020 11:19
 Questi sono i soggetti che preferisco e il kit pare proprio un gioiello. Peccato per la nuova tipologia di decal che Eduard ha adottato, a me personalmente scoraggia parecchio avere così poco tempo per posizionarle correttamente.
Venendo al modello è spettacolare, ma cosa te lo dico a fare ?

 lananda :

27/7/2020 11:31
 Bravo Paolo! Io smorzerei solo un po il verde delle chiazze che, specie in coda, mi pare troppo vivace.
ciao

 matte :

27/7/2020 11:35
 Domanda da ignorante, come mai ogni elica ha una pala senza le scritte alla radice?

 Paolomaglio :

27/7/2020 13:56
 Quote:

Rispondi
Domanda da ignorante, come mai ogni elica ha una pala senza le scritte alla radice?


questa non la so Paolo! :-( Bisognrerebbe chiedere ad Eduard perchè ne ha messe sei....

 Mirco :

27/7/2020 15:59
 In realtà dovrebbero essere 8 (se è la decal n. 73) 6 sotto le stelle
e le altre due sopra...
Complimenti per il modello mi piace come è venuto!
Ciao
Mirco

 matte :

27/7/2020 16:54
 Quote:

Paolomaglio ha scritto:


Rispondi
Domanda da ignorante, come mai ogni elica ha una pala senza le scritte alla radice?

questa non la so Paolo! :-( Bisognrerebbe chiedere ad Eduard perchè ne ha messe sei....

Ah, ecco....... Grazie ;-)

 G55 :

27/7/2020 16:58
 Davvero bello, Paolo. Non sono un grandissimo fan degli aerei americani ma qualunque kit tu faccia lo fai rendere sempre al meglio...



 

 Pierpaolo :

27/7/2020 17:06
 Gran bel modello, complimenti! (però trova quelle 2 decal :-D)

 lillino :

27/7/2020 17:08
 Veramente bello sia il modello che il WIP.

 Paolomaglio :

28/7/2020 04:51
 Grazie a tuti amici, in effetti a lavorare con le tende chiuse poi si corrono questi rischi, i due stencils che non ho esso sulle eliche stavano sopra alle stelle sbiadite che avevo riposto troppo presto nella busta per non rovinarle con l'acqua.
A questo punto provvedo con la correzione e ne approfitto per stemperare il verde e colorare le antennine...



a risentirci fra un paio di giorni.... ;-)

© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=141212&forum=5