Forum : Aerei ed elicotteri

Soggetto : piste

 atomoblu :

6/11/2019 13:23
 buongioeno modellisti, scusate la domanda, ma durante la seconda guerra in italia che tipi di piste esistevano?
NN c erano i classici piastrelloni odierni giusto?
si trattava di terra battuta forse?

 sherman1969 :

6/11/2019 13:31
 Per quello che si vede dalle foto nei aeroporti principali,la pista era in cemento. Ho un libro che parla di dell'aeroporto di Pomigliano d'Arco provincia di Napoli. Il quale è stato costruito prima della seconda guerra , e dalle foto si vede che la pista era in cemento.Mentre gli aeroporti di secondari sicuramente in terra battuta.

 uavpredator :

6/11/2019 18:22
  Durante il periodo pre bellico  e per tutta la guerra gli aeroporti Italiani (a parte quelli  di case costruttrici  e pochi altri casi) avevano piste in erba-
Il cemento o l'asfalto era utilizzato solo per i piazzali di manutenzione gli hamgar e le aree di rifornimento.
Questo era lo standard del periodo ed in un aeroporto rimasto come allora  a Castiglion del Lago  tutto ciò ancora è ben evidente..
I terreni poi venivano scelti con leggere pendenze sia a favorire il deflusso delle acque meteore sia a favorire il decollo o l'atterraggio come oggi anche le piste.
Anche l'aeroporto dell'Urbe a Roma scalo "internazionale" aveva pista in erba e in parte ancora esite.
Mauro 

 uavpredator :

6/11/2019 20:36
 Il tipo di erba utilizzato era un mix tra Agrostide Stolonifera e la festuca ovina e festuca rubra contenente almeno il 25% di graminacee Tale mix era in dotazione ai reparti per la semina periodica nei settori più usurati .
Venivano utilizzati proprio greggi di ovini per la rasatura dei manti erbosi insomma prima utilizzo della economia circolare di cui si parla tanto oggi.
Mauro

 matte :

6/11/2019 23:08
 Non lo avrei mai detto, credevo che i principali avessero già piste in cemento.....

 Ettore :

7/11/2019 05:07
 Palermo Boccadifalco era in terra e purtroppo con parecchie buche, quando nel luglio 1946 arrivarono gli americani, livellarono la pista e glli Spits a stelle e strisce decollarono bene......

Sciacca anch'egli in terra ocra chiaro con un sottile strato di terra che veniva fuori e dove crescevano macchie rade e bruciate dal sole di erba e con parecchie pietre biacastre, non di dimensioni tali da non permettere il rullaggio.......ma tutto questo non in tutto la superfice del campo.

Ettore

 atomoblu :

7/11/2019 08:38
 quindi ad esempio se inserisco il mio stuka o il mio savoia marchetti79 in manutenzione devo metterli sul cemento, mentre se li metto in attesa dell equipaggio li posiziono sulla terra?

 uavpredator :

7/11/2019 10:30
 La manutenzione poteva essere fatta anche sui campi volo in quanto non c'erano hangar o piazzali sufficienti a coprire le esigenze tipiche di un ambito bellico.
Lo standard delle piste in erba era in uso anche in altri Paesi Europei anche se nel nord Europa a causa le condizioni climatiche si preferì optare per piste in conglomerato cementizio meglio gestibili con ghiaccio o neve.
In una memoria di un meccanico motorista della Regia si racconta come si preferiva rimanere davanti all'aeromobile in accensione (cosa estremamente pericolosa ) piuttosto che spostarsi ai lati o dietro come prescritto per non farsi riempire la bocca gli occhi e il naso di polvere, sassolini ma sopratutto le cacchette delle pecore presenti in gran numero sul sedime di cui posto una foto a scopo modellistico......
succedeva anche questo ma va subito detto che nel sud l'erba già in tarda primavera scompariva
Mauro

 atomoblu :

7/11/2019 11:36
 gra<ie, allora terra ed erba

 Silvano :

7/11/2019 12:50
 
Quote:
uavpredator ha scritto: Il tipo di erba utilizzato era un mix tra Agrostide Stolonifera e la festuca ovina e festuca rubra contenente almeno il 25% di graminacee Tale mix era in dotazione ai reparti per la semina periodica nei settori più usurati . Venivano utilizzati proprio greggi di ovini per la rasatura dei manti erbosi insomma prima utilizzo della economia circolare di cui si parla tanto oggi. Mauro


Non mi è chiaro perchè preferire l'erba alla terra battuta...

 uavpredator :

7/11/2019 13:03
 La terra per quanto battuta in caso di pioggia e con il passaggio di mezzi creava fango i prati no o molto meno.
Mauro

 Silvano :

7/11/2019 23:20
 
Quote:
uavpredator ha scritto: La terra per quanto battuta in caso di pioggia e con il passaggio di mezzi creava fango i prati no o molto meno. Mauro


Ah ok, grazie!

© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=140391&forum=5