Forum : Aerei ed elicotteri

Soggetto : Mi sembra di sognare! Annunciato nuovo stampo F-104!!

 Paolomaglio :

21/9/2019 06:55
 

ieri sera sulla pagina Facebook di AMK è comparsa questa box art! Sembra un 104 e c'è scritto 1/48!!!



fra le versioni l'insolito RF-104G LOROP usato in una manciata di esemplari dolo da Taiwan



il lungo naso conteneva due fotocamere laterali per riprendere la costa cinese senza sorvolarla drettamente.

Ora, dopo il Tomcat i rumors che giravano indicavano che il prossimo soggetto di AMK sarebbe stato il FIAT G-91, invece pare che andranno in diretta concorrenza con Kinetic lanciando un nuovo stampo di F-104 in 48.
Inutile dire che siamo tutti delusi per la mancata novità sul soggetto, uno stampo di G-91 allo stato dell'arte ci voleva proprio....
Sul perchè poi AMK continui questa politica dello specchio con Kinetic non riesco proprio a capacitarmi, già in passato era successo con Kfir e Super Etendard...
SPeriamo facciano bene e non ci mettano altri 5 anni come hanno fatto col Tomcat!
:-D

 pixi :

21/9/2019 08:24
  ti prego noooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo basta

 Paolomaglio :

21/9/2019 08:44
 ahha :-P Pixi! Sì, ti aspettavo !! :-D :-D :-D

 pixi :

21/9/2019 08:49
  sono all'opposizione troppi104 palestrati e nullafacenti fermiamo gli sbarchi 

 Pierantonio :

21/9/2019 09:06
 La scritta in friulano carnico sotto la foto sostanzialmente dice che, nella miglior tradizione AMK, il modello sarà pronto per i 100 anni dal primo volo dello Starfighter e che Paolomaglio viva pure in pace tanto decals italiane non ce ne saranno mai.

 pixi :

21/9/2019 10:22
  evvai almeno non vedremo una supposta grigia C.A.F.104

 Elgabro :

21/9/2019 15:26
 Friulano carnico? :-D :-D :-D :-D

 Elgabro :

21/9/2019 15:32
 Non fatevi grosse aspettative che se la gestazione é come quella del Tomcat lo vedremo tra 10 anni.
Il gioco delle copie (vedi anche l'AMX Hobbyboss) fa parte di una strategia commerciale di alcune aziende asiatiche per evitare che un concorrente abbia il monopolio su un certo soggetto. Non importa che il proprio prodotto sia davvero concorrenziale, basta rompere le scatole alla concorrenza...

 matte :

21/9/2019 18:36
 A me tanto la 48 non interessa.......  

 Custer :

22/9/2019 07:37
  Quote:
Pierantonio ha scritto: La scritta in friulano carnico sotto la foto sostanzialmente dice che, nella miglior tradizione AMK, il modello sarà pronto per i 100 anni dal primo volo dello Starfighter e che Paolomaglio viva pure in pace tanto decals italiane non ce ne saranno mai.


Ciao Pierantonio 

La Tauro model keci sta a fare ????????? 
Cmq Io aspetto la versione A/C , spero la realizzino 

Ernesto

 Bongy57 :

22/9/2019 15:07
 ....caro Paolo....sentiranno pulsare la Tua enorme voglia e sete di 104 che ne stanno sfornando a bizzeffe.......cmqe al solito butti sempre dentro qualche chicca....ignoravo l'esistenza di una variante RF col cono radar modoficata in quella maniera....(ignoravo perchè non ho "studaito abbastanza"....).....

 matteo44 :

24/9/2019 08:49
 Ad essere onesto, la politica AMK non è che mi piaccia molto però capisco il probabile discorso nel fare concorrenza. Se continuasse a fare altri tipi di velivoli (vedi Kfir, L29... ) prenderebbe comunque una bella fetta di mercato... tanto si sa come siamo fatti noi modellisti... nonostante le 4-5 scatole dello stesso aereo che abbiamo a casa... il kit "novità" lo compriamo lo stesso... va be, pazienza dai... adesso aspetteremo con impazienza di vedere le stampate... e poi prepareremo la carta di credito   


Spero solo che prima o poi ci sia qualcuno che ci permetta di fare anche un 104 nostrano da scatola!!

 Pierantonio :

28/9/2019 08:22
 Sulla loro pagina FB hanno annunciato la produzione del modello ma hanno anche indicato un periodo fino a due anni prima di metterlo in commercio. Quindi hai voglia prima di sapere come sarà!
Intanto parlano già di prevendite, evidentemente per finanziare il progetto, cosa che aveva indispettito non pochi di quelli che avevano aderito al tempo del Tomcat.
Ciao

 Tomcat71 :

28/9/2019 10:00
 Ho letto l'annuncio ufficiale: NON ci sara' prevendita (probabilmente per il ritardo accumulato dal Tomcat e conseguenti proteste!), ci saranno due fusoliere stampate in un unico pezzo (!) e ci sara' anche una versione con tutte le strutture interne (!!!).
Ma devono ancora cominciare la progettazione...

Saluti,
Paolo Fanin

 Pierantonio :

28/9/2019 13:33
 Sulla prevendita ho preso fischi per fiaschi :-( :-(

 Tomcat71 :

15/11/2019 17:18
 Nel frattempo, pare che anche la Ammo di Mig Jimenez stia per commercializzare un F-104G in 1/48, che, stando a quanto riportato sul sito, dovrebbe essere uno stampo nuovo:

https://www.migjimenez.com/en/preorder/2259-f-104-g-starfighter-8432074085041.html

Saluti,
Paolo Fanin

 Paolomaglio :

16/11/2019 07:08
 Ciao Paolo, il 104 della MIG non è un nuovo stampo ma il Kinetic reinscatolato con 7 nuove colorazioni.
Spero troveranno il modo di aggiungerci il pilone centrale perchè tutte le colorazioni previste sono da CB e non possono farne a meno!
Inoltre per i canadesi (che sono 2) bisogna rimuovere il sensore IR alla base del parabrezza (stesso discorso vale anche per Hasegawa) e, per quello in verde, e antenne ECM hanno una forma un poco approssimativa.
Molto interessante la presenza di un raro esemplare italiano della 3^Aerobrigata, 18°Gruppo, questo reparto fu posto in posizione quadro nel settembre del 1977, quindi è abbastanza difficile trovare foto perchè operò con il G solo 3 anni. Due foto sono presenti nel mio libro e dimostrano che fecero in tempo ad utilizzare il pod Orpheus che manca nella scatola Kinetic, temo ne vedremo molti costruiti con il catamarano ventrale e due Sidewinder :-( Resta da vedere se la casa italiana con il monopolio AM consentirà l'uscitta di un prodotto comunitario con insegne AM....

 Tomcat71 :

16/11/2019 09:19
 Si', hai ragione, ho visto le foto delle stampate e sono Kinetic, anche se nell'annuncio scrivono "new tooling"... A questo punto, mi pare difficile che aggiungano dei pezzi, si dovra' attingere alla scatola DACO.

Saluti,
Paolo Fanin

 Paolomaglio :

21/11/2019 07:51
 Confermato per gennaio 2020 l'F-104J in 48 di EDUARD, stampi Hasegawa, resine, fotoincisioni, maschere in kabuki e sopratutto, un sontuoso foglio decals della migliore qualità. A Natale toccherà risparmiare per gennaio .....

 Tomcat71 :

21/11/2019 08:17
 Quote:

Paolomaglio wrote:

Confermato per gennaio 2020 l'F-104J in 48 di EDUARD, stampi Hasegawa, resine, fotoincisioni, maschere in kabuki e sopratutto, un sontuoso foglio decals della migliore qualità. A Natale toccherà risparmiare per gennaio .....


Concorrenza serrata! :-D
Si sa il prezzo?

Saluti,
Paolo Fanin

 Paolomaglio :

21/11/2019 08:51
 Il prezzo dell'Eduard è segnato come 60 in Giappone, forse in Europa si porta a casa con 45-50... ne sapremo di più tra un paio di settimane.

 stephaneT :

22/11/2019 11:12
  Ciao Paolo, posso chiederti come mai siete in molti così attaccati al F 104? 
Per quel poco che ne so era ed è considerato uno dei peggiori aereomolbili mai concepito! 
Addirittura aveva il sopranome della "Bara volante". 
La mia è ovviamente una domanda non per fare polemica 

 Paolomaglio :

22/11/2019 11:32
 Bella domanda Stephane, in effetti non fu certo il massimo in fatto di prestazioni, spiccava solo in velocità e arrampicata, in questo non lo batteva nessuno, poi tutto il resto era mediocre.
Personalmente, non mi è mai piaciuto nemmeno dal punto di vista estetico, lo avevo sempre sotto gli occhi perchè vivevo tutte le estati in base a Rimini ma non lo degnavo molto, preferivo, F-86K, G-91 e qualsiasi velivolo ospite.
Poi, dopo molti moltissimi anni, quando è andato in pensione, mi è venuta la nostalgia, come un fratello, un compagno di vita che non c'era più, solo allora ho cominciato a studiarlo.
Era il sogno di ogni pilota italiano, è restato in servizio 40 anni, è diventato un mito, non importa se non era il massimo, ha segnato un'epoca, nel bene e nel male. E poi era veloce, difficilissimo da pilotare, non perdonava errori.
Nel replicarlo in scala dal prototipo del 1958 all'ultimo volo del 2004 si può ripercorrere la Storia e pensare come era a quei tempi, cosa facevo io, che macchina aveva papà e così via.

 bar-ma :

22/11/2019 12:12
 Quote:
stephaneT ha scritto:  Ciao Paolo, posso chiederti come mai siete in molti così attaccati al F 104? 
Per quel poco che ne so era ed è considerato uno dei peggiori aereomolbili mai concepito! 
Addirittura aveva il sopranome della "Bara volante". 
La mia è ovviamente una domanda non per fare polemica 


Se posso inserirmi, ti dico la mia...
Siamo alla fine degli anni 80, mi avvicinavo ai 18 anni e stavo valutando seriamente di provare ad entrare in accademia per diventare pilota militare.
Mio zio lavorava ad Istrana sugli MB326 e quindi ogni tanto mi facevo qualche giro in base.
Una volta, per farmi saggiare l'ambiente, mi hanno portato in visita dove c'erano i due F-104 ready in five.
Erano gli anni in cui c'era il mito degli F-14, F-15, F-16 che monopolizzavano i sogni dei ragazzi come me.
Però, parlare con i piloti, montare sugli aerei armati e pronti a decollare in 5 minuti, vivere un po' il clima di quei posti, mi ha fatto entrare l'F-104 dentro come non avrei mai pensato.

Si, vero che in USA (e non solo) c'erano macchine di tutt'altra caratura, ma qui, quello c'era e comunque, quella visita e quell'incontro così ravvicinato, me lo ha fatto entrare nel cuore.
In quel giorno, in quel momento, stavo guardando quella che avrebbe potuto diventare "la mia ferrari"!

Si, è così che la vedevo quell'ammasso di ferraglia ormai obsoleta! Come una ferrari!

P.S.
Quel giorno ho anche un altro ricordo, anche se secondario:
Mentre eravamo davanti allo shelter con gli aerei pronti, sono atterrati due F-16 e hanno sbagliato strada, passando proprio davanti a noi per andare alla zona di parcheggio.
Uno dei piloti ha preso una bicicletta tutta sgangherata che era nello shelter e si è messo davanti agli F-16 indicando ai piloti di seguirlo.
Gli mancava, però, il cartello sulla schiena con scritto "follow me"!
Se qualcuno volesse riprodurre la scenta io posso testimoniare che è veramente accaduta!

Per concludere l'aneddoto, visto che ho fatto 30 facciamo 31:
I piloti sono poi venuti nell'edificio dove eravamo noi per il debriefing, stavano andando dritti dritti seguendo l'ufficiale che li aveva presi in consegna con arte molto marziale, finchè uno dei piloti che erano con me non ha detto una parola che ha congelato il tempo: "birra?"
I due piloti si sono fermati, hanno guardato l'ufficiale con una faccia da cane bastonato, gli si leggeva in fronte a caratteri cubitali: "possiamo?"
Ricorderò sempre quella faccia supplichevole (due piloti di F16 te li immagini come super macho, non come bambini di fronte ai lecca lecca a supplicare i genitori) e la bevuta che ne è seguita (io birra niente, ero troppo giovane)

 Andrea66 :

22/11/2019 15:56
 Abitando in un paese in provincia di Treviso, sono cresciuto con nelle orecchie il suono (non rumore!) degli F-104 del 51° Stormo e dei G-91 del 2° Stormo. L'orecchio era ben allenato ad individuare il suono dei due aviogetti, tanto che se sentivi qualcosa di diverso speravi subito in qualche unità ospite (magari americana ad Aviano). Il 104 con l'inconfondibile sibilo del J-79 lo ricordo con affetto e nostalgia. Davvero bei tempi!!

 stephaneT :

22/11/2019 16:10
  Fantastico!! Grazie per avere condiviso le vostre meravigliose esperienze. Mi è molto chiaro il vostro affezzionamento al F104. 

Da parte mia ho avuto un esperienza simile alla tua "Bar-Ma. Ma con l'F4 alla base militare "Nato" di Pforzheim in Germania. Per farla corta quando avevo 19 anni lavoravo in un ristorantino francese vicino alla base dove molti ufficiali venivano a mangiare. Avevo appena finito un Boing 747 se ricordo in molto molto rustico ma era pulito. le plastiche erano bianche quindi l'avevo lasciato così senza verniciarlo. Un ufficiale americano che veniva spesso cercava di acquistarlo ogni volta con esito sempre negativo. Poi una sera non so perchè prima che andasse via ho deciso di regalarglielo e lui rimase molto sorpreso. Qualche giorno dopo con la complicità dei titolari del ristorante è venuto a prendermi e per ringraziarmi ho passato assieme a lui tutta la mattina nella base militare. Penso lui fosse uno importante !  Ero tra F4, F16, e c'era anche qualche F104 e Tornado della Luftwafe. Pranzo alla base con ufficiali e giro della pista su F4 biposto in moto ma senza spiccare il volo. 
Sento ancora il suono di quel mostro. 

La mia osservazione deriva dal fatto che essendo cresciuto in Germania e in Francia dove l'F104 è sempre stato visto male perchè è costato la vita a circa 119 tra piloti e co-piloti in tempo di pace per "Plane crash" o guasti che li hanno provocati. Su 916 F104 ne sono caduti 292 durante gli anni di servizio. Un triste record ancora imbattuto. 

Quindi capite perchè la mia domanda. 


 Paolomaglio :

22/11/2019 16:23
 Tutte belle storie e l'affetto non si discute.
Sul record imbattuto ho molto da ridire invece.
In Germania sono caduti F-104 danese, olandesi, belgi e sopratutto canadesi, oltre a quelli di Marine e Luftwaffe, ovviamente, perchè l'addestramento si faceva sulla Germania Overst che doveva essere il terreno della terza guerra mondiale.
Molti dei 104 tedeschi, specie i biposto, avevano piloti in addestramento provenienti da tutta la NATO, gli F-104F della Luftwaffe infatti funsero da addestratori per tutte e nazioni e caddero quasi tutti.
Sul piano statistico la Luftwaffe perse in percentuale più F-84F che Starfighter (stessso discorso in Italia), però solo i secondi erano macchiati dallo scandolo Lockheed quindi la stampa ci andò giù pesante.
292 su 916 non sono tanti se proiettati sui milioni di ore di volo generati e spalmati per 35 anni, non per l'efficienza di e la sicurezza dei mezzi di quell'epoca.
Se pensi alle perdite di F-16 belgi nei primi 10 ti spaventi davvero!
Certo anche a Rimini il 104 rese orfani molti bambini, i miei compagni di gioco al Villaggio Azzurro, probabilmente anche per questo non mi piceva, ma lo scoprii solo molti anni dopo.

 stephaneT :

22/11/2019 16:36
  Assolutamente vero!  non sono andato per nazioni.. dal 60 all'87 tutti i paesi Nato erano coinvolti. Il bello del condividere è anche questo . Io cresciuto tra Francia, Germania, Italia e Canada passando da Spagna e Malesya e altro.... percepiamo sensazioni diverse in base alle nostre esperienze personali. 

Cmq non sapevo dell' F16 Belgi 

E' logico che da buon transalpino prediligo i Mirage,  Rafale e compania bella all'F104 costruito dalla Fiat.. ok ok !! qui la bachettata me la merito..

 Paolomaglio :

22/11/2019 17:44
 Esteticamente anche io prediligo il Mirage III a 104.... :-D purtroppo modellisticamente devo ancora vedere il kit definitivo!

 Fabrizio1966 :

22/11/2019 20:02
  ...comunque, stà storia della "bara volante" ha francamente triturato gli zebedei.  Che non avesse un safety record impeccabile, ci stà,  ma era migliore di quello della serie 80 e, ricordiamocelo, tutta la serie 100 non brillava in proposito...  invito ad andarsi a vedere, per esempio, l'attrition rate di macchine come  il supermarine Scimitar, che pure gode di ben altra reputazione. E anche l'F16 all'inizio, come ha scritto Paolo non scherzava. Il termine bara volate poi non fu mai impiegato dai piloti. Il più "spinto" nickname  in questi termini fu, probabilmente,  "lawn dart" , dardo da prato, affibbiatogli dai piloti delal RCAF durante il primo periodo di servizio in canada, nick, peraltro, che di è beccato pure l'F16....

 stephaneT :

23/11/2019 10:37
  Eh va beh!! Se non si riesce ad avere uno scambio di opinioni senza scatenare una polemica,! visto che i modellisti sono tutti precisini ti diro i due nick name addottati dai piloti, co-piloti,personale di terra, e perfino dall' esercito e forse anche dai lavapiatti della mensa della Nato francesi e tedeschi..  Cercueil volant » et « faiseur de veuves erano i due più comuni. 

Mentre Lawn dart e electric jets per gli F16 (source Combat Aircraft Magazine) su F 16 flight report poi scrivono ancora un sacco di bla bla bla bla... tra cui l'alta percentuale di errori umani dovuto alle nuove tecnologie paragonate al F104, F5 ecc............

Però caro Fabrizio1966 "nun t'arrabià!! si chiacchiera  Non è colpa nostra se chi lo aveva progettato pensava soltando ad andare più veloce dei Mig sovietici. 

 piccio :

23/11/2019 12:47
 Purtroppo il problema in Europa delle perdite di velivoli nasceva dal "cattivo uso" degli stessi.
Mi spiego.
Lo Spillone nasce progettualmente come intercettore puro per l'USAF, doveva partire dal punto x e nel minor tempo possibile arrivare nel punto y dove abbattere il "bandito".
In Europa, per problemi di fondi (soldini), non potendocisi permettere velivoli dedicati a singoli compiti, lo si usò per vari impieghi, principalmente anche caccia-bombardiere.
Naturalmente la sua aerodinamica (pensate solo alle ali, per dimensioni e forma !) non rendeva facile il pilotaggio in quelle attività che non fossero l'intercettazione pura del tipo "arrivo, acquisisco sparo, e poi me vado". Quindi altrochè dog-fight o close air support.........

 bar-ma :

23/11/2019 13:00
 E pensare che oggi si considera un fallimento l'F-35 perchè è "pieno di problemi", quando in fatto di incidenti siamo a 1 (probabile disorientamento del pilota) mortale, un motore in fiamme o quasi, a terra e poco altro.

In confronto agli standard del passato siamo alla perfezione assoluta ;-) però l'opinione della massa è della catastrofe più nera!

Come cambiano i tempi...

 Paolomaglio :

19/12/2019 07:53
 

ecco la scatola di Eduard per F-104J, un kit da non perdere per tutti gli appassionati!
i foglio decals e gli stencils di Eduard sono infatti impagabili e con gli avanzi si completano molti kit, la scatola conterrà anche un prezioso libro con illustrazioni e foto delle colorazioni speciali Senkyo di questo velivolo oltre alle solite resine per sedile e fotoincsioni per il cockpit! 8-)

© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=140241&forum=5