Forum : W.I.P. Aerei ed elicotteri

Soggetto : SM 95 - ALITALIA Aggiornamento

 Patrizio :

22/2/2022 21:08
 Rieccoci, dopo aver chiuso il 2021 e aperto il 2022 con due mezzi terrestri, cosa a me non proprio congeniale, e' tempo di mettere mano ad un progetto gia' rimandato a cui tengo particolarmente. 
Lavoro nel campo dell'aviazione civile da tanto e nel cuore c'e' sempre stato un posto speciale per la nostra Compagnia di Bandiera che ora, per discutibili scelte politiche, non esiste piu.
decisione che purtroppo ha cancellato volutamente piu' di 70 anni di storia. 
Ho deciso quindi di omaggiare e ricordare l'Alitalia degli albori con questo "ostico" kit che mi procurai qualche anno fa.
L'aereo che faro' e' il Savoia Marchetti SM 95  I-DALM, quadrimotore che con cui il 6 Agosto del 1947 la neonata Alitalia inaugurava la prima rotta internazionale sulla tratta Roma-Oslo.

Al momento ho trovato le foto esterene e una foto della cabina passeggeri, ma purtroppo non sembrano esserci nella rete disegni tecnici o foto del cockpit, se qualcuno avesse del materiale e lo volesse condividere per aiutarmi in questa avventura ve ne sarei grato!


(foto inserita a scopo di discussione modellistica)   

Sotto la supervisione e la guida non solo spirituale del nostro Comandante ho iniziato a mettere mano a questo kit in vacuform staccando le prime parti della fusoliera e iniziando a lavorare sui finestrini della carlinga modificando la posizione di alcuni











Vediamo che cosa ne esce...
A presto

Patrizio

 Franz11 :

22/2/2022 21:43
 Modello tostissimo! Vacuuform Broplan dal costo superiore a uno Zokei Mura...
Ma soggetto affascinante.

Ho una sola foto della parte anteriore sul libro "I Trasporti in Italia dall guerra all'era del getto" di Paolo Gianvanni. Provo a farti una scansione nei prossimi giorni.
L'I-DALM "Marco Polo" nasce come quarto esemplare e come 240-1 della 240esima Squadriglia 98esimo Gruppo Trasporti, MM61635 è l'aereo che porta Re Umberto in Portogallo. Il 6 luglio 1947 alle 8 parte da Ciampino per Oslo con scalo a Francoforte. Il rientro è completato senza scalo in 8 ore. Nel 1948 é restituito all'AM.

Buon Lavoro

Carlo

 pixi :

23/2/2022 07:35
  super kit da non perdere , i vacu sono per gente tosta , ti seguo

 ABC :

23/2/2022 12:43
 Vacuform!

La sola parola mi terrorizza: per me semplice attaccapezzi, questi modelli sono impensabili.

Seguo con religioso rispetto....

Alessandro :-) :-) :-)

 matte :

23/2/2022 13:03
 Seguo più che volentieri ;-)

 adlertag :

23/2/2022 13:53
 Affascinante e veramente "challanging" (perdona l' inglesismo)
Seguo con estremo interesse
Riccardo

 stephaneT :

23/2/2022 17:14
 Non avevo mai visto un kit così. Posso solo immaginare il livello di difficoltà. Ti seguo anch'io con molto interesse. Buon modellismo

 Oberst_Streib :

23/2/2022 19:33
 Mai fare cose semplici eh Patri' ?


E con questo la tessera del club "Famolo-Strano" è garantita.
Avresti diritto anche alla tessera "Facciamoci-del-male"...

Allora, foto della cabina di pilotaggio ancora nulla, ma ho trovato parecchie foto esterne del velivolo.
Se interessano ti faccio scansioni e te le mando.
Ne ho trovate una decina.
Facce sape'...

(Nota: mi sbaglio o la mezza semifusoliera anteriore non fa scopa con la mezza semifusoliera posteriore? o è solo un'impressione che ci sia un bello scalino?)

 Patrizio :

23/2/2022 21:16
 Sono felice che questa impresa susciti dell'interesse, un kit sicuramente difficile ma ci devo provare! 
Come dice Righettone una buona dosa d'incoscenza non guasta !

@ Franz11 grazie per il tuo interesse e per aver individuato una foto di sicuro aiuto, spero almeno di distribuire correttamente i volumi interni, il kit non prevede alcuna postazione per motorista e marconista alle spalle dei piloti e subito dopo i due sedili inserisce una paratia di divisione con la cabina che andra' sicuramente arretrata.

@ Alessandro Oberst_Streib allora mi considero parte dei due club paralleli a M+ ! 
per quanto riguarda le due parti di fusoliera no, a livello dimensionale combaciano piuttosto bene, unica cosa che sembrano appartenere a due aerei diversi, considera che la parte frontale e' incisa al ngativo mentre quella posteriore ha le linee in positivo, non un grosso problema tanto va spianato e reinciso tutto da zero, dopo aver unito le due parti.

Le foto dell'esterno che erano in rete le ho collezionate, se hai trovato foto pubblicate su libri e riviste sono piu' che ben accette, sicuramente ci sara' materiale in piu' su cui lavorare. Grazieeee  

Non avendo dei disegni quotati non ho potuto fare riscontri con le parti del kit ma almeno la lunghezza totale in scala e' precisa al millimetro, questo mi fa sperare che anche il resto sia riprodotto abbastanza fedelmente. 

vi aggiorno
Patrizio
   

 Franz11 :

23/2/2022 21:55
 Ho trovato altre foto sui due volumi "Piu' cento" dedicati alla SIAI incluse cabina passeggeri e posto di pilotaggio. Ma se vuoi delle delle copie devi aspettare la settimana prossima. Altrimenti vedi se qualcuno più vicino li ha.

Ciao

Carlo

 Patrizio :

23/2/2022 23:13
 Carlo GRAZIEEEE !!! 
credimi non c'e' nessuna fretta, quando puoi, non ho alcuna premura, c'e talmente tanto da fare prima di dedicarmi agli interni che il lavoro non manca!
Grazie ancora 
Patrizio
 
Quote:
Franz11 ha scritto: Ho trovato altre foto sui due volumi "Piu' cento" dedicati alla SIAI incluse cabina passeggeri e posto di pilotaggio. Ma se vuoi delle delle copie devi aspettare la settimana prossima. Altrimenti vedi se qualcuno più vicino li ha. Ciao Carlo

 Righettone :

24/2/2022 15:15
 
E' un progetto che tenevi nel cassetto da tempo, sarà un'esperienza nuova per te e sò con certezza che con la tua manualità supererai brillantemente, sai che te lo dice uno che con i facuform ci ha litigato più volte, perciò seguirò con estremo interesse gli sviluppi che non mancherò di constatare anche dal vivo.
Non ne avrai bisogno, ma hai il mio apporto semmai ne avessi bisogno.

Ci vediamo presto   Ciao    Enrico

 Icepol :

24/2/2022 17:21
 Ciao Patrizio, complimenti per la scelta! Cioè mi spiego, il modello in se deve essere davvero complicato da costruire (io non ne ho mai assemblati in vacuuform) per cui tanto di cappello, ma l'aereo è bellissimo e la livrea fantastica!
Sicuramente con le tue capacità ne tirerai fuori un piccolo gioiello!

Ovviamente ti seguo....

 G55 :

24/2/2022 21:59
 Ciao Patrizio,
dovrei essere riuscito ad inviarti una mail , fammi sapere se è arrivata....

 Patrizio :

25/2/2022 23:40
 Grazie Amici sono contento che questo lavoro susciti interesse, spero di esserne all'altezza. 
Al comandante: non ho neanche ancora quasi iniziato che gia' ti ho tenuto al telefono ore! chissa' alla fine quante telefonate sarai costretto a sopportare !!! 
A Paolo: grazie sono felice che approvi ! speriamo di tirar fuori qualche cosa di decente... 

   
Quote:
G55 ha scritto: Ciao Patrizio,
dovrei essere riuscito ad inviarti una mail , fammi sapere se è arrivata....

Caro Pietro grazie 1000 ricevuta e decisamente illuminante, tanto che i primi dubbi iniziano ad affiorare...

A tal proposito vi sottopongo un dilemma e spero che con il vostro aiuto possiamo capire come venirne a capo.



Ecco il problema, sulla foto sono tracciati i livelli delle cabine, e' certo ci fosse un gradino tra il cockpit e la cabina passeggeri, ma, evidenziato nel cerchio blu ecco il problema, il livello della cabina passeggeri si trova 7 mm piu' in alto del livello del portello la cui posizione e' confermata dalle foto esterne. 
e' presumibile pensare che ci fossero dei gradini per arrivare alla cabina passeggeri?  
che ne pensate? 

per il resto torna tutto, sedili distribuiti 3 per fila su 8 file totali sedile singolo a sinistra e doppio a destra divisi da un corridoio, altezza massima cabina passeggeri 180 cm....

Attendo le vostre preziose osservazioni ...

Grazieeee
Patrizio        

 Franz11 :

1/3/2022 22:49
 Patrizio, hai un mp.

Ciao

 frank1959 :

2/3/2022 10:36
 Se possono esserti utili





 frank1959 :

2/3/2022 10:42
 

 jEnrique61 :

2/3/2022 22:21
  Ciao Patrizio, Come carro armataro, ma modellista ti ammiro per il modello che hai scelto, VACUFORM, un tipo dì modello per gente tosta. Anni fa  A parola mi spaventava, adesso, devo dirti mi affascina e non disdegnerei fare qualche mezzo in vacuform. Bravo ti seguirò con molto piacere per imparare le tecniche che adotti. Saluti e buon vero modellismo. Enrique







 


 

 AndRoby :

5/3/2022 18:33
 Ciao Patrizio,
una scelta tosta e bella sotto tutti gli aspetti, mi accomodo anche io tra gli spettatori. Qualche vacuform l'ho affontato ma non così grandi.
Per la tua domanda credo sia molto probabile ci sia stata una fila di gradini per passare dal portello alla cabina passeggeri. Più che altro perché non vedo altra possibilità, viste le linee che hai tracciato e che di sicuro corrispondono alla realtà.
Purtroppo a livello di foto non ti posso aiutare.
Ciao!
Roby

 Zailan :

6/3/2022 21:28
 Su "Passeggeri, in carlinga!" di Elettrio Corda, ho trovato questo schema, piuttosto approssimativo, dell'Sm95 che può rispondere ai tuoi dubbi sul dislivello tra portello e vano passeggeri. Come puoi vedere, si vedono degli scalini. Ti includo anche una foto degli interni. Buon Lavoro.




 Patrizio :

8/3/2022 14:06
 Buongiorno a tutti vi ringrazio per i vostri interventi e per l'aiuto che mi avete dato.
Grazie al materiale che Franz11, Frank1959 e Zailan mi hanno fornito mi sono fatto un'idea di come procedere.
inizialmente ho rinforzato la struttura estrememente leggera, prevedendo un sostanzioso contrasto per dare supporto all'attaccatura delle ali che avvera' in seguito.
La casa costruttice suggeriva l'inserimento di un travetto in plasticard passante ma ho preferito riempire completamente la parte interessata della fusoliera per poter poi mettere dei perni lunghi in metallo.
Stessa cosa si e' resa necessaria per il cono di coda perche' ho la necessita' di inserire un supporto rigido in fase di assemblaggio che tenga verticale il timone purtroppo storto nella stampa. 



ho inserito dei longheroni modellati su cui appoggia il piano di calpestio della cabina pax e del cockpit e che tengono in forma la sagoma della fusoliera



La struttura e' ulteriormente rinforzata dalle paratie interne su cui sono state ritagliate le poste di accesso...





Questo il particolare del cono di coda riempito, fortunatamente ho molti ritagli di forex avanzi dei palazzi del diorama gundam...
 






Adesso ho preparato il master dei sedili passeggeri e poi passo a stampare in resina le 28 sedute per allestire la cabina oltre che dedicarmi alla ricerca di pezzi da reciclare per il cockpit. 


Ancora grazie a tutti voi per l'interesse dimostrato e per il grande aiuto che mi state fornendo con il materiale e i vostri consigli

A presto
Patrizio

 enrico63 :

8/3/2022 15:16
 Ciao Patrizio, però dalle foto postate da zailan il piano di calpestio a me sembra abbia un andamento diverso da com lo hai impostato. Mi pare che il piano del portello di ingresso abbia un solo gradino e probabilmente un'altro è nel vano di accesso alla cabina passeggeri. Dal lato cabina pilotaggio invece mi sembra divedere 3/4 gradini già tra le prime file di sedili e che la prima di queste sia al piano della cabina pilotaggio. Che ne dici?

 Michele Raus :

8/3/2022 15:52
 Interessantissima e da non perdere questa sfida Man Vs Vacuform :-D.
Ma mi sembra che la battaglia contro il vacuform sia il problema minore, rispetto alla comprensione degli interni.
Se si guarda il livello degli schienali, mi sembra che le prime 4 file siano tutte allo steso livello, anche se sul pavimento sembra di notare diversi scalini, e lo stesso vale per le file dalla 5 alla 8. Lo stesso si capisce anche dal disegno dello spaccato. Da notare però che si tratta di due configurazioni di sedili diverse, perché la foto è del 1943.
Comunque sia, sarà bellissimo.

Domanda tecnica: stai utilizzando solo colla ciano?

 Zailan :

8/3/2022 18:06
 Giusto per aggiungere confusione, che non fa che riconfermare il mio adagio che contano solo le foto e mai i disegni, ho trovato in internet questa foto di Umberto II che s'imbarca sull'aereo per l'esilio. Ora si vede chiaramente un sedile, che dalla trama del tessuto è identico a quello dei sedili della foto postata precedentemente (stesso aereo?), quindi non c'è nessuna paratia tra cabina passeggeri e portello. Ho guardato anche il video della partenza, ma era una versione tagliata, bisognerebbe trovare quella integrale (ricordo che il re strinse le mani fino all'ultimo!).





 Patrizio :

8/3/2022 19:56
 Sono veramente felice dell'interesse che questo thread ha suscitato, d'altronde la documentazione e' carente ma con il vostro aiuto nell'interpretazione di quanto gentilmente mi e' stato fornito forse riusciro' a tirar fuori qualche cosa di somigliante alla configurazione reale.
Comunque l'SM95 che porto' in esilio Umberto II e' del 1943, mentre l'Alitalia inizio' ad utilizzarli nel 1947 (anno della fondazione) fino al 1951.
sotto vi posto una foto della configurazione interna di un SM95 di Alitalia, certo e' il gradino all'ingresso del cockpit, poi, se si prende come riferimento l'altezza dei sedili, questi appaiono tutti sullo stesso livello. 
La configurazione inoltre cambia, si passa da una cabina a 18 posti ad una di 28. Tranne che per la fila 1, quella a ridosso della paratia divisoria del cockpit, spariscono i sedili posti uno di fronte all'altro modello salottino e i passeggeri, quando seduti, sono tutti rivolti verso prua.    
Se mettete a confronto le due foto quella della cabina passeggeri del 1943 e quella che trovate sotto, c'e' un'ulteriore differenza sul celetto della cabina che nel primo caso (foto del 43) e' su due livelli mentre e' continuo sulla foto piu' recente la cui didascalia recita (vista d'insieme della cabina passeggeri di un SM95C dell'alitalia che permette di apprzzare l'allestimento passeggeri decisamente confortevole.Notare, a finaco dell'accesso alla cabina ploti, i due orologi con differenti fusi orari).

guardando la foto inizialmente pensavo alla presenza di gradini, ma deduco che il gioco luce/ombre del corridoio sia provocato dalla luce che filtra dai finestrini altrimenti i poggiatesta dei sedili sarebbero a scalare. 


@ Michele Ciano ovviamente, colla 21 a fiumi!

fatemi sapere se le mie deduzioni sono condivisibili

grazie 
Pat


       

 Franz11 :

8/3/2022 21:27
 Ripeto quanto detto all'inizio del filo dei post

Quote:

L'I-DALM "Marco Polo" nasce come quarto esemplare e come 240-1 della 240esima Squadriglia 98esimo Gruppo Trasporti, MM61635 è l'aereo che porta Re Umberto in Portogallo. Il 6 luglio 1947 alle 8 parte da Ciampino per Oslo con scalo a Francoforte. Il rientro è completato senza scalo in 8 ore. Nel 1948 è restituito all'AM.

La foto riportata sopra è quindi del 13 giugno del 1946, ancora in carico all'AM, tre anni dopo quella del 43 e un anno prima del volo verso Oslo. E' quindi molto probabile che gli interni siano stati cambiati con il passaggio in Alitalia (notare anche il secondo indicatore tondo sulla paratia del cockpit assente nella versione 43). Non avendo altre foto certe, mi sembra che gli interni che hai fatto siano plausibili.
Dal punto di vista costruttivo, invece, l'idea di un longherone passante mi sembra più robusta che solo quella dei perni.

Ciao

Carlo

 enrico63 :

8/3/2022 21:59
 Secondo me sono gradini e i sedili delle prime file sono più in alto rispetto alle file indietro


 Michele Raus :

8/3/2022 22:02
 Anche io ho avuto l'impressione che quelli che sembrano gradini siano invece un gioco di ombre sul corridoio, ma se devo essere sincero, a me sembra che i poggiatesta dei sedili in primo piano arrivino a metà finestrino, mentre quelli dei sedili vicino alla cabina di pilotaggio arrivino oltre il finestrino. Ma magari è solo una mia impressione.

 Righettone :

9/3/2022 13:46
 
Mi limito a segnalare questo link, forse già di conoscenza, che ritengo interessante per approfondire l'argomento alla voce sulla flotta storica ALITALIA  www.azfleet.info/aerei/siai-marchetti-sm95/i-dalm

Enrico

 Patrizio :

29/3/2022 21:20
 Buonasera Amici, grazie Enrico e MIchele per aver aperto possibilita' alternative sull'allestimento interno  che sono state prese in seria considerazione e oggetto di elucubrazioni mentali di ampia portata, alla luce delle quali, ho deciso di inserire un gradino in cabina passeggeri subito dopo la fila 5. La foto dove Enrico ha tracciato le linee rosse mettendo in evidenza le differenti quote degli schienali dei sedili mi ha convinto che e' piu' che plausibile la presenza di un gradino che tra le altrte cose e' riportato anche nell'approssimativo disegno dello spaccato che Zailan ha gentilmente aggiunto a questa discussione. 
Restiamo comunque nel campo del "quanto meno plausibile" senza pero' alcuna certezza.
mettendo mano alla struttura ho anche approfittato per modificare le scale di accesso dal portello al piano di calpestio.
Tutto questo mentre venivano clonati i 28 sedili necessari per l'allestimento.





il passo successivo e' stato l'allestimento degli spazi cockpit, il kit propone delle orrende stampatine di piccole parti talmente scadenti  da essere del tutto inutilizzabili, quindi si autocostruisce....
postazione radio, sedile del marconista , sedili piloti consolle centrale e supporto per il pannello strumenti pronti, adesso devo costruire le due cloche....
per l'allestimento utilizzero' qualche fotoincisione di recupero avanzi di altri lavori, non sara' un gran che alla fine ma ci accontentiamo vista anche la scala...
Grazie ancora per il vostro prezioso aiuto 
A presto
Pat
   
 

 enrico63 :

29/3/2022 22:09
 Noi lo si fa perchè ti si vuole bene Pat!
Bel lavoro.

 pixi :

31/3/2022 14:22
  be qui la classe non è acqua, lavoro magnifico 

 dj :

31/3/2022 16:44
 Stavolta te la rischi ! ... ma visti i trascorsi so che te la caverai egregiamente
Giuseppe

 Oberst_Streib :

31/3/2022 18:46
 Ragaz, dico la mia eh?

Ma non è che, banalmente, nella cabina passeggeri ci sono quei gradini e quei sedili a quote più alte solo perchè l'ala passa attraverso la fusoliera e quindi il pavimento è su più livelli perchè segue guarda caso il profilo dell'ala stessa ...?

Perchè se non vado errato l'ala dell'alquanto misterioso SM.95 è una classica ala monoblocco in legno stile "Marchetti", quindi con longheroni (3 in questo caso) e rivestimenti che vanno da una estremità all'altra.
E la fusoliera ci sta "seduta sopra".

Guardate la foto sotto che dovrebbe mostrare l'ala (smontata) di un S.M.95:



E qui si vede bene quanto l'ala sia spessa e salga in corrispondenza proprio di quei finestrini:



E comunque il lavoro di Patrizio, come sempre, è spettacolare...

 Pierantonio :

31/3/2022 22:08
 Trovo quest'ultima spiegazione assai interessante. Si potrebbe anche ipotizzare dalle foto precedenti che i gradini iniziassero in corrispondenza del bordo d'uscita alare ma che i primi sedili stessero "dentro l'ala" prima di arrivare ai longheroni ovvero al piano inferiore come i precedenti e con parte dei gradini a lato. Poi i sedili si piazzavano "sopra" l'ala.

 Patrizio :

1/4/2022 21:40
 Non posso che concordare con Alessandro, il suo ragionamento non fa una piega ed inoltre guardando il modello, tutto torna anche perche' negli spazi a prua e a poppa delle ali, sotto il livello della cabina passeggeri erano ticavate le stive di carico. 
Vi ringrazio per l'interesse dimostrato e dell'aiuto che mi state fornendo, il lavoro e' ancora lungo e pieno di insidie... 
per ora vi posto la foto dell'arrangiamento del cockpit
nella foto della cabina si intravede attaverso la porta del cockpit il seggiolino del radiotelegrafista a destra quindi ho posizionato di conseguenza la postazione radio, fatto la consolle centrale e messi insieme i sedili dei piloti utilizzando rod di plasticard e scarti di altri modelli. 
adesso provvedo ad allestire la strumentazione, manette ed il resto...
Ovviamente tutte le paratie e sezioni trasversali sono state fatte da zero in forex da 1mm.





mi dedico a finire gli interni poi devo reincidere tutte le linee di pannellatura della fusoliera prima di chiudere....


Pat

 pixi :

1/4/2022 22:00
  bellissimo lavoro 

 Patrizio :

19/4/2022 21:01
 Grazie Marco ci provo... con mille dubbi ma ci provo

Ho terminato l'allestimento degli interni, il cockpit e' stato costruito da zero, ho utilizzato fotoincisioni di recupero per le leve e le cinture di sicurezza dei tre sedili, il pannello strumenti l;ho recuperato dentro una scatola sepolto da altri pezzi in letargo, e' di qualche quadrimotore 1/72 e ci azzecca abbastanza bene oltre a somigliare molto a quello di questo velivolo.
i pannelli radio sono stati dettagliati con decals di recupero.
fortunatamente i miei calcoli approssimativi sulla collocazione dei 28 sedili passeggeri erano giusti e la distribuzione risulta coerente come anche gli spazi tra le file.
sono stati poi aggiunti i poggiatesta ricavati da una striscia di decal bianca.

La scala a me non congeniale mi pone dei limiti oltre i quali non mi posso avventurare....

 




a questo punto devo verniciare le paratie interne e inserire i portelli di accesso al cockpit e alla stiva posteriore che per ovvie ragioni lascero' aperti poi mi dedichero' alla pannellatura delle fusoliere prima di chiuderle..

A presto
Pa 

 alby :

20/4/2022 20:10
 Alla faccia......che lavorone !!!
Personalmente la cosa che mi fa tremare le gambe , e le mani, è la futura verniciatura .
Sopra tutto perche' dovrai avere una finitura delle superfici perfetta , stucco e carta vetrata a gogo :-D
Alla via cosi' :-)

 Luciano Maffeis :

20/4/2022 20:33
 Grande, grandissimo lavoro: complimenti e buon proseguimento.
Ciao,
Luciano

 Oberst_Streib :

20/4/2022 21:45
 
Quote:
Patrizio ha scritto:  



Eeeeeehhhhh e che spettacolo... e tutto autocostruito!
Per fortuna che non ti è congeniale la 1/72., altrimenti chissà che veniva fuori.

 pixi :

23/4/2022 08:01
  Ciao Pat , gran lavoro molto belli gli interni , senti ho notato che non hai ancora fatto rinforzi per le ali , pensi di uasre altri sistemi , io su un Broplan ho usato un profilato a doppia T della evergreen , e funziona bene altrimenti il solito tondino ????ciao Marco 

 DavideV :

23/4/2022 09:32
 Questi sono i lavori che mi fanno venire l'acquolina! Si può avere una foto ravvicinata della cabina di pilotaggio??

 Patrizio :

24/4/2022 22:47
 Grazie a voi tutti per i vostri messaggi d'incoraggiamento, mi fa piacere che state seguendo i lenti progressi, e' un proggetto che mi appassiona ma il tempo da dedicare ai nostri lavori e' sempre troppo poco.

Quote:
pixi ha scritto:  Ciao Pat , gran lavoro molto belli gli interni , senti ho notato che non hai ancora fatto rinforzi per le ali , pensi di uasre altri sistemi , io su un Broplan ho usato un profilato a doppia T della evergreen , e funziona bene altrimenti il solito tondino ????ciao Marco 


per le ali ho gia' inserito all'interno della fusoliera in corrispondenza delle ali e nascosto sotto il piano della cabina un rinforzo che prende tutta la larghezza della carlinga, praticamente e' pieno da paratia a pararia. Su quello mi attacco con un tondino di metallo che faro' correre lungo l'interno dell'ala... almeno questo e' il programma ma non e' detto che cambi qualche cosa in corso d'opera 

@ Davide.... 



@Alby ... Albe' avoja ancora prima di mette mano alla finitura! comunque vado per gradi quando ci arrivo affronto il problema, poi non ti credo che ti tremano le gambe e le mani, hai verniciato aerei che noi umani.....  


Adesso sto iniziando a lavorare sui finestrini da sistemare prima della chiusura della fusoliera
A presto
Pa

 DavideV :

26/4/2022 08:06
 Grazie dello "zoom"... gran bel vedere, e complimenti anche per la pulizia generale del lavoro!

 DREAM :

8/5/2022 18:28
 Ciao Patrizio, il Comandante mi ha magnificato questo tuo lavoro di cui non sapevo, sono venuto a cercarlo  e .....sono rimasto a bocca aperta.
Verrà fuori un mega lavoro e super modello. Mitico !! ora lo seguirò fino alla fine
Complimenti.  Mario.

 AndRoby :

8/5/2022 23:44
 Applausi Patrizio,
sta venendo fuori un piccolo/grande capolavoro.
Bravo!
Roby

 Paolo11 :

10/5/2022 14:03
 Ciao Patrizio , sta venendo benissimo ! come al solito del resto !!!!

© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=143804&forum=49