Forum : Treni & C.

Soggetto : Treno armato a Siracusa (foto)

 Lorenzo :

18/2/2007 11:13
 




da: http://cgi.ebay.com/Syracuse-Sicily-Captured-ITALY-Armor-Train-2-Photo-LOT_W0QQitemZ330087138110QQihZ014QQcategoryZ585QQssPageNameZWDVWQQrdZ1QQcmdZViewItem

 Marcello G. Novello :

18/2/2007 13:34
 Bellissime! Ottima segnalazione Lorenzo.

Mio nonno paterno era macchinista su uno di questi treni che operavano sulla costa jonica calabrese. Ho ancora la sua tessera di riconoscimento rilasciata dalla Regia Marina.

 pgdm :

18/2/2007 16:16
 Marcello, sai mica con quale macchina li muovevano?
Erano in doppia trazione?
Hai mica foto della macchina?

Ciao

 Lorenzo :

18/2/2007 20:05
 Potrebbe essere la stazione di Targia (v. Alfio Caruso, "Arrivano i nostri", pagg-225-226).

 Vito Zita :

18/2/2007 20:57
 Ma come hanno fatto ad infilare la canna del cannone (foto1) sotto il tetto del vagone??? :-o :-o

 Marcello G. Novello :

18/2/2007 21:22
 Credo che il cannone sia in quella posizione per l'accartocciamento dei vagoni che mi sembrano deragliati, forse a causa di un bombardamento. Il treno che operava sulla tratta ionica e il cui macchinista era talvolta mio nonno dipendeva da Marimobil 152/3 che credo indicasse Taranto.

Posso accertarmi sul tipo di locomotore che non credo fosse corazzato.

 pgdm :

18/2/2007 21:55
 No, il cannone in casamatta è a posto. I due sportelli del vagone piú scuri si aprivano per rotazione verso l'esterno e consentivano il brandeggio ad alzo zero.
Le macchine dovevano essere delle 740 (vapore) una per ogni estremitá .

 Lorenzo :

19/2/2007 09:57
 Altra foto di treno armato della Regia Marina (non è lo stesso treno delle foto sopra):



fonte: http://cgi.ebay.com/Armored-Train-Prepares-To-Depart-Italy-Captioned-Photo_W0QQitemZ330090286477QQihZ014QQcategoryZ585QQrdZ1QQcmdZViewItem

 giuseppe :

20/2/2007 13:09
 Le locomotive potevano essere di due tipi.

La GR. 735 FS di produzione americana fornita come aiuto, non solo all’Italia, durante la Grande Guerra.
Erano un lotto di 393 locomotive, per servizio misto, costruite tra il 1917 e il 1922 da società americane e canadesi (American Locomotive Company di Schenectady di New York e Locomotive Works di Montreal)
Potenza 1.080 hp a 45 km/h. Velocità massima 65 km/h


Locomotiva GR 735



Locomotiva GR. 740 FS

Locomotiva progettata espressamente per il servizio merci pesante e largamente utilizzata dalle ferrovie nazionali. Prodotta in 470 esemplari dal 1911 al 1923 da officine italiane e straniere: Ansaldo, Breda, Costruzioni Meccaniche di Saronno, Officine Meccaniche di Milano, Officine Meccaniche Italiane di Reggio Emilia, Officine Meccaniche e Navali di Napoli e 25 esemplari costruiti dal 1919 al 1923 dall’Henschel & Sohn di Kassel Germania in conto danni di guerra.
Potenza 980 hp a 45 km/h. Velocità massima 65 km/h.

Locomotiva GR 740 colpita durante un combattimento con siluranti autro-ungariche sulla costa adriatica durante la Grande Guerra.



Venivano agganciate due locomotive, una in testa e una in coda, per convoglio compresi i treni logistici

Le foto di Lorenzo:
I treni, sono due, in foto dovrebbero essere il TA IV 120/3/S* e il TA IV 76/1/T a Porto Empedocle. Dove dopo lo sbarco alleato furono abbandonati sabotati.
A Siracusa c’era il TA VI 102/1/T, che fu distrutto ancora prima dello sbarco, come tutte le artiglierie della piazzaforte   ma sorvoliamo!
Il treno armato piú vicino era il TA 120/4/S che fu distrutto dall’aviazione nei pressi di Catania.
A Licata viene abbandonato sabotato il TA IV 76/2/T * e a Mazzara del Vallo il TA IV 76/3/T *.
A Termini Imprese viene abbandonato sabotato il TA IV 152/1/T e a Carini il TA IV 152/2/T.
In Calabria, a Crotone il TA IV 152/3/T che all’armistizio rientra a Taranto. A Sidereo Marina stazionava il TA IV 120/1/S che all’armistizio impossibilitato ad raggiungere la sua base logistica di La Spezia viene dirottato a Taranto.

I rimanenti, TA IV 76/1/S, TA IV 120/2/S (questo è quello danneggiato e non distrutto dai francesi a Capo Mortola il 22 giugno 1940), TA IV 152/5/S e TA IV 152/4/T sono catturati dai tedeschi l’8 settembre in Liguria (uno era arrivato fino dalle parti di Cuneo a Borgo san Dalmazzo)


* TA = treno armato
IV/VI = numero dei cannoni
76/102/120/152 = calibro dei cannoni
1/2/3/ ec. = il numero del treno
S = base logistica di Spezia
T = base logistica di Taranto

* il TA IV 76/2/T e il TA IV 76/3/T furono creati togliendo dai 4 TA 152 di Taranto il carro tipo Poz armato con due cannoni contraerei da 76/40 e sostituito con un carro tipo P armato con due mitragliere Oerlikon da 20/70.

 Vito Zita :

20/2/2007 14:43
 Ciao Giuseppe, ottime le note sulle locomotive. C'è qualche problema con l'indirizzo delle foto...

Saluti

 Vito Zita :

20/2/2007 14:49
 Ok risolto il problema ;-)

Saluti

 giuseppe :

20/2/2007 16:45
 Grazie Vito!

Mio padre e mio nonno facevano i ferrovieri, cosi la passione per le rotaiei è una questione di famiglia.

ciao :-)

 Raffa :

20/2/2007 18:27
 Ciao Giuseppe, grazie per le foto e per la completezza delle informazioni. Raffaele. ;-) ;-)

 nuvolanera :

21/2/2007 20:50
 Ciao lorenzo

Sono rimasto colpito di questa bella foto che hai trovato del treno armato, come ti ho gia fatto sapere.

Ciao Giuseppe
hai dato delle informazioni storiche ben dettagliate. Mio padre che ha vissuto a Siderno Marina mi ha sempre parlato di questo treno armato che stazionavi qui, controllava la zona del basso Jonio. Siderno ha subito un bombardamento duranta il periodo 1943 ma il treno non fu colpito. Fino ad un paio di anni fa era ancora visibile lo scheletro di un mezzo da sbarco americano vicino alla riva del mare di Siderno.
Sempre mio padre mi raccontava che la chiamavano zattera ma probabilmente era un LCVP, la gente del luogo l'aveva depredata per utilizzare il ferro. ;-)

© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=16451&forum=39