Forum : In libreria

Soggetto : Aerei su Savona

 Stiva :

2/7/2010 00:32
 Vi segnalo questa nuova pubblicazione: 
Aerei su Savona, storie di piloti ed aerei caduti in provincia di Savona.
Maggiori informazioni su: 
www.marvia.it/Libri/Aerei%20su%20Savona.html

....il Chione colpisce ancora....
Non per fare pubblicita....visto che l'ho già fatta.....ma ho avuto la fortuna di leggere le bozze appena ultimate qualche tempo fa e nonostante non mi interessi di cose che volano, le quattro storie narrate sono altamente coinvolgenti e certi particolari, coincidenze e casualità lasciano interdetti, toccanti come sempre le testimonianze di chi certi momenti li ha vissuti.
Un plauso al Chione e agli altri due validi Co-autori!

 Riccardo La Barbera :

2/7/2010 21:18
 Complimenti .....è  un piacere sapere che Chione è sempre in "forma"

salutalo da parte mia


saluti

 Stiva :

3/7/2010 10:51
 Ciao Riccardo,
invierò saluti e apprezzamenti via telefono alla prima occasione, che di venire giù in riviera di questa stagione non se ne parla.....

 Ludovico :

9/8/2010 19:52
 Caro Stiva,
sai per caso se l'autore Chionetti è parente del s.ten. Paolo Chionetti un tempo pilota da caccia del 4° Stormo?

Ciao

Ludovico

 Stiva :

9/8/2010 20:41
 Ciao,
Ho sentito il Chione, ma a lui non risulta, anche se non ha una chiara genealogia della sua famiglia.,
E' un cognome relativamente poco comune diffuso nell'area cuneese, Mondovì, Bastia, Dogliani.
Che cosa si sa di questo pilota di cui parli?

 Ludovico :

9/8/2010 22:14
 

Caro  Stiva,
nel 1940 era un sottotenente di complemento in forza al 4° Stormo che fu trasferito in A.O.I.nella 412a Sq. C.T.
Era nato il 6 Maggio 1913, apparentemente sopravvisse al conflitto, ma non so se fu preso prigioniero in A.O.I. o riuscì a rientrare in Italia prima della fine del conflitto.
Se avessi solo un luogo di nascita, di morte o una qualsiasi residenza,  troverei di sicuro la sua famiglia, ma per il momento brancolo nel buio.
Ho già provato con l'associazione 4° Stormo di Gorizia, L'AAA di Mondovì ( in effetti il cognome da quelle parti è comune) e l'anagrafe storica di Mondovì ma nonostante la grande disponibilità e cortesia non sono ancora approdato a nulla. Qualsiasi consiglio è benvenuto.

Ciao

Ludovico

 Ariete :

9/8/2010 22:27
 Ludovico, hai un MP.. ;-)

 mkobau :

10/8/2010 00:18
 ciao,
ho finito ieri sera di leggerlo,molto interessante.,e consigliabilissimo,c'e' qualche "errore"sulla identificazione di certi luoghi da dove venivano gli aerei,e cosette varie.
marco

 Stiva :

10/8/2010 10:26
 Ciao Mkobau,
se hai suggerimenti e correzioni da proporre potresti farlo qui credo possa interessare tutti, altrimenti puoi contattarmi via MP.

Penso che gli autori saranno felicissimi di avere ulteriori e più precise informazioni.....la ricerca è stata fatta al limite delle loro possibilità, essendo, soprattutto i primi due, assolutamente estranei al periodo storico in questione, omissioni ed imprecisioni erano prevedibilissime.
Nè Chionetti ne Rosa (autori delle parti su Beaufighter e Spitfire) frequentano alcun forum in rete, mentre Usai (autore delle parti su B-25 e B24), essendo appassionato di militaria, frequenta con il nick "Kanister": World War e Blitzkrieg militaria e Archeologi dell'aria, se li dovessi frequentare anche tu puoi riferire direttamente a lui.
Grazie

 mkobau :

10/8/2010 10:44
 ciao,
ti ringrazio,frequento archeologi dell'aria ogni tanto,ti mando un mp.
marco

 Stiva :

13/8/2010 14:42
 Scusate l'imperdonabile ritardo ma solo oggi sono riuscito a sentire uno degli autori che mi comunica che questa sera alle 21 il libro sarà presentato presso il Comune di Bormida.
Il 3 settembre sarà invece presentato al Comune di Quiliano.
Sono in corso accordi per i comuni di Altare, Sassello e Savona.


 Stiva :

30/8/2010 17:10
 La presentazione del testo in oggetto al comune di Quiliano (SV) sarà giovedì 2 settembre alle ore 18.

 orzowei68 :

1/9/2010 15:57
 Molto interessante...
   tra gli episodi viene citato:

12 agosto 1944: un B-24 esplode in volo su Savona

Mio padre, era stato testimone oculare di tale evento, anche sei nei suoi racconti veniva citata "una fortezza volante"...ma credo che essere stato testimone oculare di un evento del genere...a 20 anni...a digiuno da chissà quanto e con la paura nelle ossa possa ben far scambiare un B24 per un B17....

Davide

 ppozzo68 :

1/9/2010 17:28
 La prossima presentazione del volume è stata ripresa anche dai media locali:

QUESTO IL SITO

:-)

 Stiva :

1/9/2010 23:37
 Ciao Orzowei,
tuo padre non è che uno di una lunga schiera di testimoni.....Gianluigi Usai, che ha curato la parte dedicata all'esplosione del B-24, riporta che furuno decine i testimoni oculari del fatto, il che solleva il dubbio su cosa facessero i savonesi invece di andare nei rifugi....
Moltissimi videro il bombardiere esplodere in un lampo di luce nel cielo terso estivo e la formazione disperdersi "come uno stormo di uccelli fatto segno a fucilate"  le bombe vennero lanciate a casaccio nel tentativo di evadere dal settore, tanto che caddero in posti molto lontani ed i rapporti ufficiali confermano che solo una percentuale di circa 6% si avvicinò all'obbiettivo, tanto che la missione fu ripetuta due gorni dopo con esito analogo per l'impossibilità di individuare il bersaglio. Vi furono però molte vittime, tra cui quelle riparate in un rifugio approntato sulle colline alle spalle della città. Nonostante i fatti molti credono ancora che fu un terroristico attacco mirato...
Il fatto poi che gli aerei venissero vagamente identificati è normale, oltre a gonfiare le perdite inflitte al nemico, spesso si parla di tipi molto diversi di aerei, caccia per bombardieri o viceversa o trimotori che gli alleati non avevano, basti pensare all' arcinoto ed universalmente conosciuto mito di "Pipetto" ....tutto ciò che volava isolato per qualsivoglia motivo, veniva etichettato come tale.....



© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=114945&forum=34