Forum : Diorami

Soggetto : Chasseurs della guardia Reale Regno d Italia ;finito

 yago :

3/12/2017 13:55
 Ciao a tutti , non ce l ho fatta non resisto, nonostante i vari lavori aperti voglio iniziare anche questo dopo aver aperto qualche giorno fa una scatola di soldatini napoleonici che avevo dipinto tanto tempo fa per un War game " casalingo " che avevo messo su per passare qualche serata d inverno in compagnia con gli amici...
Scelto qualche soggetto nel mucchio adattato nell uniforme ( qualcuno verrà modificato nella postura)sverniciati e primerizzati



Iniziato stamattina e dipingere l ufficiale...



L idea è di fare una piccola ( ma piccola :-D )scenetta di linea
A :-D prossimo aggiornamento mano a ,mano che il lavoro su figurini e basetta andranno avanti...

Ciao
Gianfranco :-)

 yago :

4/12/2017 23:58
 ...e uno....



Ciao
Gianfranco :-)

 yago :

8/12/2017 11:37
 Ciao a tutti , sotto col secondo



Allo shako vanno aggiunti alcuni particolari; il cordone fatto con del capillare di rame



per le raquettes ho usato sempre del capillare schiacciato con un martello







per la plumet mi devo inventare ancora qualcosa.....

Ciao
Gianfranco :-)

 Andrea66 :

8/12/2017 15:10
 Ti seguo con interesse, vedo che nella scatola hai anche pezzi di artiglieria e cavalleria. Riprenderai in mano anche quelli?

 yago :

8/12/2017 19:27
 Ciao Andrea :-) ,in effetti nella scatola ci sono dragoni , corazzieri francesi , fanteria varia e artiglieria francese; cavalleria leggera , fanteria e highlander , artiglieria inglese...poi al di fuori della scatola ho ancora "vergini" granatieri, tiro di artiglieria e carro sussistenza francesi e gruppetto d ufficiali grande capo compreso ( Napo :-D )
...una marea di roba ,e siccome sono malato cronico dell" una ne fa e cento ne pensa"sto già decidendo se proseguire sul filone del regno d Italia o anche un bel tiro a quattro d artiglieria... :roll:

Ciao
Gianfranco :-)

 yago :

9/12/2017 20:00
 Ciao a tutti nel frattempo cominciato a piantare il grano...


per piantarlo procedo così:
stendo dello stucco murale ( di quello già pronto che si compra in ferramenta che ha un tempo di lavorazione abbastanza lungo)



poi sullo stucco stendo con un pennello del colorante per idropitture che asciugandosi insieme allo stucco si fisserà ( la stessa tecnica usata negli affreschi) sopra al colorante una spolverata di terra setacciata fine



da una marzocca preventivamente colorata per immersione nel solito colorante ( non tinta o vernice perchè asciugandosi seccherebbero le setole mentre con il colorante rimangono morbide) taglio dei piccoli ciuffi che infilo nello stucco aggiustandoli con le dita







una volta asciutto lo stucco rimangono ben azzeccate al loro posto :-D

Ciao
Gianfranco :-)

 maurozn :

9/12/2017 20:05
  Caspita che bravo e che pazienza! 

 yago :

9/12/2017 20:19
 Ciao Mauro :-) grazie!
In effetti tocca armarsi di pazienza perchè si possono fare solo piccole porzioni di terreno per volta e poi aspettare che asciughi lo stucco per bene se no con le dita si " sdraia " tutto quello fresco già messo :-(

Ciao
Gianfranco :-)

 Andrea66 :

9/12/2017 21:46
 Io invece ne penso mille e ne faccio.....mezza (se va bene, ma veramente bene).
Anche se il mio interesse è sul moderno ( post WWII), nella realtà raccatto tutto o quasi quello che viene fuori,  per cui sto accumulando scatole su scatole. Il napoleonico è comunque stato uno dei miei primi amori (anche perchè all'epoca quelli si trovavano con più facilità) per cui mi metto comodo, ti seguo e sicuramente alla fine avrò imparato qualcosa di nuovo.
Buon fine settimana.

 Mario Bentivoglio :

9/12/2017 23:02
 Bel lavoro Gianfranco...avanti così!!!
una domanda..quale colla hai usato per incollare il fialmento di rame allo Shako' in plastica del figurino?

Un saluto
ciao
mario
:-)

 matte :

10/12/2017 01:50
  Complimenti Gianfranco, bravissimo anche con scenette e soldatini oltre che con i treni :-)

 yago :

10/12/2017 10:46
 Ciao a tutti e grazie per i vostri interventi amici,
per Andrea:
ti capisco purtroppo il tempo è tiranno, non basta mai :-( ... il periodo napoleonico è quello che preferisco in assoluto, per le sua storia e le sue uniformi così ricche, nei reparti di cavalleria poi....da ex sottufficiale dei Granatieri di Sardegna ( ho avuto la fortuna di sfilare più volte con la divisa storica) e cavallaro nella vita civile( purtroppo appiedato da due anni dopo che l ultimo dei miei amici equini che hanno fatto parte della mia vita mi ha lasciato dopo 28 anni passati insieme tutti i giorni) come può non piacermi il periodo Napoleonico? :-)
Spero di non deludere le tue aspettative :-)
Per Mario:
in genere per i particolari così piccoli ( non solo su i figurini) uso il trasparente opaco, in questo caso ho depositato una microgoccia di smalto trasparente leggermente diluito nel punto dell attaccatura del cordone con lo shako poi posizionato il cordone e con l asciuga capelli asciugato lo smalto poi goccia di colla nell altro punto di contatto, asciugatura ed è a posto .
Volendo si può rinforzare il tutto con altre passate di smalto diluito, il vantaggio è che lo smalto non fa spessore come avviene inevitabilmente con la colla , penetra bene nelle fessure rimane trasparente e non c è il rischio della formazione di aloni come con la ciano...ovviamente va bene per piccoli particolari e statici, anche se la uso pure per alcune cose nel ferroviario :-)
Per Paolo:
mi piace spaziare un po in tutti i campi , basta che c è da muovere le manine , e come dico sempre più le cose sono vecchie più mi intrigano :-D

Ciao e grazie a tutti
Gianfranco :-)

 Andrea66 :

10/12/2017 11:55
 Che tipo di colori usi, smalto o acrilici?

 yago :

10/12/2017 13:42
 Ciao Andrea , tutti acrilici , ma non quelli specifici per modellismo, per i colori base ed i primari, colori già pronti per belle arti mentre per fare i colori particolari che mi servono per un dato lavoro parto da basi bianche o neutre di smalti acrilici per decorazioni d interni ( in quel campo vengono classificati smalti anche loro anche se ad acqua anzichè a solvente sintetico) e me li creo aggiungendo coloranti per idropitture o colori primari...non che abbia qualcosa contro i colori per modellismo, è solo che mi diverte farmeli da solo :-D

Ciao
Gianfranco

P.S.
belli quei figurini nella foto del tuo intervento!

 yago :

16/12/2017 19:23
 Ciao a tutti, la basetta è pronta





le zone di spighe calpestate saranno occupate dai figurini, e non c è campo di grano che si rispetti che non abbia dei papaveri...
per farli ho utilizzato i petali singoli presi dallosteso fiore usato per il diorama della zundapp nella RO.BER.TO incollati su singole setole











Ciao alla prossima
Gianfranco :-)

 matte :

17/12/2017 01:37
  L'idea dei papaveri e la loro attuazione è geniale e ben fatta :-) . Ho un unico dubbio, nono dovrebbero essere più "corti" delle spighe?

 yago :

17/12/2017 18:51
 Ciao Paolo, il tuo dubbio e appropriato; in genero sono più corte anche se spesso alcune raggiungono un altezza pari alle spighe in cerca di sole...comunque
nella basetta la prospettiva inganna , infatti sembrano più alte ma in realtà hanno la stessa altezza delle spighe e qualcuna anche meno :-)

Ciao
Gianfranco :-)

 matte :

18/12/2017 03:13
  Il risultato è ottimo, vai tranquillo :-)

 yago :

18/12/2017 23:22
 Grazie Paolo :-) ...allora procedo :hammer:

Ciao
Gianfranco :-)

 matte :

19/12/2017 00:35
 Si, procedi pure, quando io dò il via libera sei autorizzato a continuare...... :-D :-D :-P

 yago :

22/12/2017 21:58
 Ok Paolo , con il tuo beneplacito ho iniziato il terzo cacciatore e nel frattempo risolto il problema della costruzione del plumet:
usando un sottile stelo di infioreescenza secca , infilato in vinavil denso e poi tenuto un po di secondi a testa in giù per far colare il vinavil verso la punta e poi infilato ( o impanato per meglio dire :-D ) in della terra asciutta setacciata fine ottenuto questo



infiorescenza invece di un capillare metallico perchè le fibre naturali sono più compatibili con il vinavil che è in sostanza quello che da corpo alla plumet; terra fine perche ha lagrana della giusta misura per ottenere l aspetto " spugnoso della plumet
applicato allo shako facendo la nappina alla base della plumet con delle mini gocce di vinavil sovrapposte , prendendo due piccioni con una fava : si fa la nappina e si incolla la plumet



con calma procedo...
Ciao
Gianfranco :-)

 yago :

28/10/2018 11:58
 Ciao a tutti , era un po che volevo riprendere in mano questo lavoretto ma gli impegni "campagnoli" mi assorbivano tutto il tempo...
Ripartito con la modifica nella postura di tre soggetti per creare un ferito e due caduti





quando la colla sarà ben asciutta provvederò a raccordare le giunture " amputate" :-D

Ciao, ai prossimi sviluppi
Gianfranco :-)

 yago :

31/10/2018 13:45
 Ciao a tutti sono quasi alla fine del lavoro , manca solo da dettagliare gli shako... ieri sera guardandolo però rimaneva un angoletto vuoto, così tra mischia di soldatini nella scatola ho rimediato un tamburo..









a presto per la conclusione

Ciao
Gianfranco :-)

 enrico63 :

31/10/2018 15:47
 Che carini in mezzo all'erba alta!! Sono andato a controllare all'inizio del topic perchè non ne ero sicuro.....ma sono in 72!!!

 yago :

31/10/2018 19:11
 Ciao Enrico! :-)
Si in 72 .. devo cominciare a restringere.. lo spazio in casa sta per finire!!!!!!!!!! :-D :-D

Ciao
Gianfranco :-)

 yago :

1/11/2018 19:39
 Ciao a tutti , dopo la mattinata a fare le buffetterie degli shakò, finito:

























Non è un gran chè però mi sono divertito a imbrattare questi soldatini... in questo periodo ho voglia di usare il pennello per tartassare soldatini , tanto che ho già trovato due soggetti nella scatola da vittimizzare... ussari....

Ciao
Gianfranco :-)

 enrico63 :

1/11/2018 22:35
 Bello Gianfranco. Minuscolo ma bello. Mi da proprio l'idea della tragica dinamicità di una battaglia di quei tempi.  Bella la sesta foto, quella di spalle, molto suggestiva.Probabilmente i pupettari avrebbero da ridire sula qualità della pittura.....ma io che non saprei fare di meglio i quella scala, trovo l'insieme piacevole.
Ciao

 grimdall :

2/11/2018 02:11
 Beh niente male nell'insieme... belle le idee per i particolari... semmai credo di poterti fare un'appunto sul tamburo.... per quello che ne so io di Napoleonico (faccio un po' di wargame....) i Cacciatori, essendo truppe leggere, avevano le cornette e non i tamburini... però potrei anche sbagliarmi....

 yago :

2/11/2018 11:50
 Ciao Enrico e Giacomo! :-)
Grazie!
Enrico , ho cercato nonostante la scenetta minimale di dare più movimento possibile al tutto , per la pittura , beh c è poco da dire : una ciofeca! speriamo di migliorare piano piano con l esercizio :-D
Giacomo, per il tamburo potrei essere in errore anche io, come sempre , e non mi stancherò mai di ribadirlo, a meno di non essere stato testimone oculare con la storia non si può mai dire di essere sicuri; però voglio provare a giustificare la sua presenza:
Da vari trattati storici che ho consultato , tra il 1800 ed il 1801 venne formata l Armata Italiana formata da reparti di fanteria, fanteria leggera artiglieria a cavallo e ussari ( i due soggetti che vorrei fare prossimamente appartengono a questi) sotto il comando del generale Pino , nel contempo Bonaparte costituì anche la guardia Presidenziale , un corpo d elitè formato da due battaglioni uno di Granatieri ( anche loro tra i miei progetti) e uno di cacciatori .
Avendo bisogno di truppe sempre fresche nel 1802 venne messa in atto la coscrizione per le truppe in Italia , i soggetti del diorama appartengono proprio ai cacciatori coscritti e per la loro uniformologia ho fatto riferimento a questa tavola
IMMAGINE POSTATA AL SOLO SCOPO DI DISCUSSIONE MODELLISTICA



ora questa non è completa di tutte le varie specialità e non c è un tamburo però, come accade nel periodo Napoleonico ed in europa più in generale i vari corpi militari vengono sciolti , riformati , trasformati in continuazione , così nel marzo del 1805 con la creazione del Regno d Italia Bonaparte ordina al gen Cafarelli du Fulga di riformare un unico esercito e tralasciando gli altri corpi , ma concentrandosi sui cacciatori , quella che era la Guardia Presidenziale costituita nel 1801 viene rinominata Guardia Reale con gli stessi corpi di appartenenza precedenti;osservando quest altra tavola relativa alle uniformi della Guardia Reale troviamo un tamburo...
IMMAGINE POSTATA AL SOLO SCOPO DI DISCUSSIONE MODELLISTICA



ora è vero che questa è di fattura recente a differenza dell altra che è d epoca però con il beneficio del dubbio mi fa pensare che i tamburi facessero parte dei ranghi dei cacciatori....
Ripeto sono solo ragionamenti a cui sono arrivato per deduzione seguendo nozioni storiche la verità la sa solo chi stava tra quei fili d erba nell '800

Ciao
Gianfranco :-)

 grimdall :

2/11/2018 16:03
 Se histofig ha messo i tamburi allora siamo sicuri (quasi...) che ci fossero. Per quanto conosco io è uno dei siti più attendibili per l'uniformologia.... anche io mi baso quasi esclusivamente su di esso per i (pochi) napoleonici da wargame che faccio, quando i miei amici superesperti del periodo non sono troppo sicuri neppure loro (sai conosco diverse persone che fanno anche reenacment napoleonico....)


 yago :

2/11/2018 21:36
 Ciao Giacomo :-)
Mi associo al tuo (quasi) sicuri! :-)
Con la storia credo sia saggio fidarsi delle fonti che soggettivamente si ritengono attendibili , ragionarci sopra , farsi una propria idea mantenendo sempre il beneficio del dubbio...

Ciao e grazie
Gianfranco :-)

© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=137479&forum=3