Forum : Cavalleria Italiana 2021

Soggetto : Fiat 6616 - 6614 - Missione Libano 1982 - FINITO

 martelli62 :

25/12/2020 11:54
 Mi sono documentato ed ho scelto di realizzare il Fiat 6616 nella missione Libano - 1982 dove ne furono impiegati n.2 con il Reggimento Cavalleggeri di Lodi.
Il modello sarà realizzato con grafica 3D e poi stampato in resina in scala 1/35.

Posto una foto recuperata su internet



Sarei grato a chi può fornirmi della documentazione fotografica sul modello che è stato impiegato nella missione Libano.
Grazie


 GP1964FG :

25/12/2020 13:29
 Vai Marco.... un mezzo speciale in tutti i sensi. E renderai doppio onore a Fabio, che ha voluto e creato la sezione modellismo 3D, per stare sempre un passo avanti.
Se poi da questo tuo progetto dovesse nascere un kit disponibile per la stampa o per l'acquisto, mi prenoto fin da adesso.

Ciao
Gianfranco

 martelli62 :

25/12/2020 23:26
 Ti ringrazio Gianfranco, spero di riuscire a far uscire un bel modello, ho trovato in rete materiale adeguato che rappresenta una buona base per partire; spero solo di recuperare una documentazione  per poterlo ambientare nello specifico scenario libanese.
Io non vendo i miei modelli, quando avrò completato il modello definitivo , se ti piacerà, te ne posso stampare una copia (ma non lo dire a nessuno però).

 Michele Raus :

25/12/2020 23:39
 Bene, sono contento che tu abbia trovato il modello giusto per la campagna.
Benvenuto e ricordati di iscriverti ufficialmente QUI.

 maucrifra :

27/12/2020 02:33
 ho diverse foto in libano

 Pierantonio :

27/12/2020 11:36
 Le due FIAT 6116 avevano rispettivamente targa EI 668 PROVA e EI 669 PROVA, quella anteriore non aveva la parola PROVA; il tutto a caratteri "stencil". Oltre alla bandiera nazionale, era presente lo STANAG del reparto con numerale 3101 su campo a bande diagonali rosso/nera sovrastato dalla scudetto della divisione corazzata CENTAURO della quale il 15º Gruppo Squadroni "Cavallereggi di Lodi" costituiva il GED (Gruppo Esplorante Divisionale). La lettura dello STANAG era 3= III corpo d'Armata, 1= Div. Cor. CENTAURO, 0= reparto di supporto divisionale e quindi non assegnato alle brigate della divisione, 1= numero sequenziale di individuazione del reparto all'interno della Divisione (per i supporti) o della brigata.

Ciao

 martelli62 :

27/12/2020 19:43
 Ti ringrazio per le preziose infirmazioni.
Ho trovato un interessante articolo sul numero di luglio 2017 di Steel Art sulla missione in Libano con le immagini di un Fiat 6616 autocostruito in maniera mirabile e con un'ambientazione resa molto bene; spero di non sfigurare con il modello che realizzerò.
Inoltre ho trovato un modello simile su WT (realizzato presumo da Kolino e da Blue_Beta - un lavoro veramente notevole come gli altri da loro resi) che consente di studiarlo ed ispezionarlo a 360°.

 kicco64 :

27/12/2020 20:10
 io ho questa: EI 370 - EI 370 PROVA


 kicco64 :

27/12/2020 20:16
 
Quote:
Pierantonio ha scritto: Le due FIAT 6116 avevano rispettivamente targa EI 668 PROVA e EI 669 PROVA, quella anteriore non aveva la parola PROVA; il tutto a caratteri "stencil". Oltre alla bandiera nazionale, era presente lo STANAG del reparto con numerale 3101 su campo a bande diagonali rosso/nera sovrastato dalla scudetto della divisione corazzata CENTAURO della quale il 15º Gruppo Squadroni "Cavallereggi di Lodi" costituiva il GED (Gruppo Esplorante Divisionale). La lettura dello STANAG era 3= III corpo d'Armata, 1= Div. Cor. CENTAURO, 0= reparto di supporto divisionale e quindi non assegnato alle brigate della divisione, 1= numero sequenziale di individuazione del reparto all'interno della Divisione (per i supporti) o della brigata. Ciao



ciao Pierantonio,
non erano EI 368 e 369 ?


 Pierantonio :

28/12/2020 09:38
 Vero, ho sbagliato perché ho consultato la documentazione sbagliata
Le 6616 avevano targa 369 e 370 mentre le 6614 da 364 a 368
Mi sembra che le decals per queste macchine fossero contenute in quelle del CRS che Fabio voleva ristampare.
Ciao

 kicco64 :

28/12/2020 11:52
 
Quote:
Pierantonio ha scritto: Vero, ho sbagliato perché ho consultato la documentazione sbagliata Le 6616 avevano targa 369 e 370 mentre le 6614 da 364 a 368 Mi sembra che le decals per queste macchine fossero contenute in quelle del CRS che Fabio voleva ristampare. Ciao


concordo, anche x le 6614



 kicco64 :

28/12/2020 11:54
 
Quote:
martelli62 ha scritto: Mi sono documentato ed ho scelto di realizzare il Fiat 6616 nella missione Libano - 1982 dove ne furono impiegati n.2 con il Reggimento Cavalleggeri di Lodi.
Il modello sarà realizzato con grafica 3D e poi stampato in resina in scala 1/35.

Sarei grato a chi può fornirmi della documentazione fotografica sul modello che è stato impiegato nella missione Libano.
Grazie




ciao Marco,
se ti servono le decals avvisami, ho già i disegni per la EI-370




 martelli62 :

28/12/2020 20:57
 Ti ringrazio per le informazioni, ottime le decals.

 kicco64 :

29/12/2020 09:25
 
Quote:
martelli62 ha scritto: ...., ottime le decals.




le vuoi ?

 martelli62 :

29/12/2020 20:55
 
Quote:
kicco64 ha scritto:
le vuoi ?

Ti ringrazio, comunque se mi consenti di utilizzare quelle che hai postato, ho come stamparle.


Non potendo mostrare i pezzi dalla scatola di montaggio posto le immagini del'avanzamento del lavoro del progetto digitale.
Allego le immagini della torretta, non è ancora completa; purtroppo non ho trovato foto che la inquadra dall'alto, ma solo disegni.






 maucrifra :

29/12/2020 23:07
 visori sbagliati ce ne sono molto di piu e poi mi sembra troppo grande la torretta

 euro :

29/12/2020 23:57
 il mezzo non lo conosco e quindi non posso dirti nulla sull'esattezza del lavoro , ma è affascinante qyesta cosa della stampa 3D!!

 kicco64 :

30/12/2020 09:20
 
Quote:
martelli62 ha scritto:
kicco64 ha scritto:
le vuoi ?

Ti ringrazio, comunque se mi consenti di utilizzare quelle che hai postato, ho come stamparle.
....


usale pure


 martelli62 :

30/12/2020 09:39
 
Quote:
maucrifra ha scritto: visori sbagliati ce ne sono molto di piu e poi mi sembra troppo grande la torretta


Ti ringrazio della segnalazione, provvedo subito a correggere i visori.
Per la torretta credo che le misure siano esatte rispetto ai disegni di cui dispongo, forse la canna del cannone va un pò ridimensionata in larghezza.



Quote:
kicco64 ha scritto:
usale pure


Ti ringrazio

 martelli62 :

30/12/2020 20:09
 Ho provveduto a fare le correzioni surriportate e sono andato avanti, posto le immagini






 AAV7 :

30/12/2020 21:57
 Verificando la documentazione in mio possesso, mi sembra un ottimo inizio, per la canna non mi preoccuperei troppo, in 1/35 esiste in metallo della RB models, è la stessa del Marder e del Wiesel tedeschi

Fabrizio

 maucrifra :

31/12/2020 09:26
 Ottimo lavoro

 Andrea :

31/12/2020 10:28
 Te l'avranno già chiesto un milione di volte ma... che software usi per la modellazione 3D?

 martelli62 :

1/1/2021 18:48
 
Quote:
Andrea ha scritto: Te l'avranno già chiesto un milione di volte ma... che software usi per la modellazione 3D?

Uso programmi semplici come 3D Builder, 123D di autodesk, blender in parte e 3dmax in parte;  poi in rete ci sono tanti modelli gratuiti che possono essere utili per dettagli, anche se in questo caso utilizzare le mesh comporta poi correzioni complesse nella trasformazione in oggetti solidi.
Se potessi tornare indietro negli anni, ma doi molti lustri, ripartirei con programmi più professionali di modellazione solida, ma alla mia età non posso più farlo, purtoppo.


 martelli62 :

1/1/2021 19:01
 Posto l'immagine delle ruote; la ruota di trazione e la ruota di scorta posizionata sul retro del veicolo, posto delle foto di confronto inviatemi gentilmente da Pierantonio






 martelli62 :

5/1/2021 19:18
 Posto le priime immagini dello scafo nella sua geometria di base e poi con le ruote









 euro :

5/1/2021 19:31
 sempre più affascinante questa modellazione in 3d

 martelli62 :

9/1/2021 16:14
 Progettazione scafo finita, ecco le immagini





Eccolo completo









Ora mi dedicherò alla progettazione dei supporti e delle stampe.
Incrociamo le dita

 euro :

9/1/2021 16:25
 che spettacolo!!!

 Luciano Maffeis :

9/1/2021 18:22
 Bel lavoro, bravo.
Ciao,
Luciano

 maucrifra :

9/1/2021 18:52
 Stupendo, ottimo lavoro

 Michele Raus :

9/1/2021 23:39
 Bello, bello, bello!
Non vedo l'ora di vederlo stampato.

 martelli62 :

10/1/2021 13:33
 Grazie per i complimenti, posto qualche immagine di dettaglio ulteriore.








 GP1964FG :

10/1/2021 13:43
 Bellissima, non vedo l'ora di vederla realizzata.

Ciao
Gianfranco

 stephaneT :

10/1/2021 14:52
 Che figata !! :-)

 martelli62 :

18/1/2021 23:43
 Ecoci qua a progettare i supporti di stampa, posto le immagini












 Oberst_Streib :

19/1/2021 09:16
 Martelli sei un'artista... 

 Luciano Maffeis :

19/1/2021 11:11
 Stai andando alla grande, molto molto bravo.
Ciao,
Luciano

 euro :

19/1/2021 11:49
 sta nascendo!!!

 GP1964FG :

19/1/2021 12:21
 Io rimango sempre stupito dalla grande quantità di supporti che sembrano avvolgere ogni pezzo. Ma sono proprio necessari, e in tale numero? Penso alla lungaggini di doverli rimuovere uno ad uno, con attenzione data la fragilità della resina, e ai problemi che comportano per il dettaglio (ad esempio il battistrada delle ruote).
Comunque sta venendo fuori un modello bello ed insolito.

Ciao
Gianfranco

 fabrix67 :

19/1/2021 13:58
 
Quote:
GP1964FG ha scritto: Io rimango sempre stupito dalla grande quantità di supporti che sembrano avvolgere ogni pezzo. Ma sono proprio necessari, e in tale numero? Penso alla lungaggini di doverli rimuovere uno ad uno, con attenzione data la fragilità della resina, e ai problemi che comportano per il dettaglio (ad esempio il battistrada delle ruote). Comunque sta venendo fuori un modello bello ed insolito. Ciao Gianfranco


Gli stessi quesiti che mi pongo io, anche perchè in alcune zone pulire la stampa dai supporti è tutt'altro che semplice e indolore. Sono fortemente attratto da questo tecnologia, al punto di meditare l'acquisto di una stampante a resina un giorno sì e uno... pure... ma anche fortemente incerto proprio per via della complessità della pulizia di pezzi.
fabri

 martelli62 :

19/1/2021 19:01
 
Quote:
GP1964FG ha scritto:
Io rimango sempre stupito dalla grande quantità di supporti che sembrano avvolgere ogni pezzo. Ma sono proprio necessari, e in tale numero? Penso alla lungaggini di doverli rimuovere uno ad uno, con attenzione data la fragilità della resina, e ai problemi che comportano per il dettaglio (ad esempio il battistrada delle ruote).

Purtroppo il problema di posizionare i supporti rappresenta la vera sfida. Qualche esperienza l'ho fatta con la Mars, ma ora con la Saturn ho bisogno di provare di nuovo a focalizzare bene il problema perchè i tempi di stampa sono molto ridotti e, quindi, ho paura quindi che ci sia un diverso comportamento della resina in termini di fragilità ed elasticità nel distacco di ogni layer dal FEP all'atto della stampa.
Ho quindi preferito per queste prime stampe procedere con le impostazioni base del programma.
Posto le immagini della stampa della torretta e delle ruote in unica soluzione (tempo di stampa 4ore e 11 minuti).









Purtroppo devo dotarmi di una nuova attrezatura di bacinelle, imbuto, ecc. per far fronte al lavaggio dei pezzi dovuto ai maggiori volumi, oltre ad un approvigionamento ulteriore di alcool

 Michele Raus :

19/1/2021 23:44
 Comunque dalle foto mi sembra di vedere ottimi dettagli di stampa.

 martelli62 :

20/1/2021 12:49
 
Quote:
Michele Raus ha scritto: Comunque dalle foto mi sembra di vedere ottimi dettagli di stampa.


Si, i dettagli sono ottimi, posto le immagini della stampa dello scafo.
Purtroppo per queste stampe di maggiori dimensioni mi devo attrezzare per la fase di post-produzione; il lavaggio e il trattamento con UV devono essere adeguati.







 euro :

20/1/2021 14:16
 è impressionante vedere il modello realizzato dalla stampante!!
Compimenti!

 Andrea :

20/1/2021 14:22
 Sto cercando di farmi una cultura in tema di stampanti 3D e ti chiedo... a cosa serve l'UV? A fissare definitivamente la resina in tempi immediati?
Altra cosa: i pezzi prodotti vanno lavati con alcool isopropilico?

 martelli62 :

20/1/2021 16:08
 
Quote:
Andrea ha scritto: Sto cercando di farmi una cultura in tema di stampanti 3D e ti chiedo... a cosa serve l'UV? A fissare definitivamente la resina in tempi immediati?
Altra cosa: i pezzi prodotti vanno lavati con alcool isopropilico?

Ci sono due metodi di stampa 3d ad uso amatoriale FDM e SLA

FDM - FDM (Fused Deposition Modeling), Il filamento di resina avvolto in una bobina viene spinto e fuso dall’estrusore della stampante 3D, che lo deposita strato per strato sulla lastra.
Questo metodo ha una precisione generalmente di 0,2 millimetri.

SLA - SLA (stereolitografia) Utilizza la luce UV per trasformare una resina liquida in una plastica solida attraverso il processo di fotopolimerizzazione. Tra tutte le tecnologie di stampa 3D, la stereolitografia è quella che produce pezzi con la massima risoluzione e precisione, i dettagli più fini e un’eccellente finitura superficiale. (fino a 0,02 mm)

Il metodo di stampa 3D usato nel modellismo di piccola scala è quello della SLA.
Il modello dal software viene "affettato" in tanti piani paralleli alla base a distanza tra loro della risoluzione scelta (esempio 0,02 mm) e proiettato con raggi UV per alcuni secondi nella vasca con fondo trasparente nella quale è contenuta una resina liquida. La "fetta" proiettata diventa solida e si incolla ad un piatto poggiato sul fondo. Questo piatto, si innalza di 0,02 mm e il processo riprende finchè tutte le "fette" sono state stampate.

Successivamente completata la stampa occorrre rimuovere dal modello stampato tutta la resina liquida  rimasta aderente al pezzo e si ricorre ad un bagno nell'alcool isopropilico che riesce ad eliminare la parte liquida da quella solida. (Oggi con il COVID19 purtroppo l'alcool isopropilico è divenuto un bene prezioso e costoso - 10-15 €/lt - perchè si usa in tante applicazioni sanitarie, per cui si ricorre all'alcool denaturato - anch'esso oggi costoso 3-5 €/lt o a detersivi grassanti con trattamento ad ultrasuoni).
Infine occorre ripassare il modello ripulito dalla resina liquida sotto i raggi UV per consentire di renderlo solido definitivamente e stabilizzare la reazione chimica.


 Jar-Jar :

20/1/2021 16:10
 Io sono un totale neofita in stampa 3D, ho pasato mesi a documentarmi e sto per ordinare una FDM, mi serve per scopi non modellistici. Ho letto che ti servono nuove taniche, alcol e contenitori, ma le resine lavabili ad acqua non potrebbero eliminare i passaggi sulla pulizia con alcol? Dato che non costa nemmeno poco.

 

 Andrea :

20/1/2021 16:13
 Quindi il fornetto UV andrebbe comprato insieme alla stampante, non è una cosa opzionale?

 martelli62 :

20/1/2021 17:01
 
Quote:
Jar-Jar ha scritto: Io sono un totale neofita in stampa 3D, ho pasato mesi a documentarmi e sto per ordinare una FDM, mi serve per scopi non modellistici. Ho letto che ti servono nuove taniche, alcol e contenitori, ma le resine lavabili ad acqua non potrebbero eliminare i passaggi sulla pulizia con alcol? Dato che non costa nemmeno poco.
 


Ho utilizzato la resina "ad acqua" ma ho avuto brutte esperienze. Mi spiego è una resina poco stabile ed occorre bene "curarla" dopo a raggi UV. Non si può utilizzare per stampare oggetti cavi chiusi perchè anche a distanza di mesi può fuoriuscire la resina liquida che resta intrappolata all'interno.
Dopo alcune prove l'ho abbandonata.
Per maggiori informazioni basta andare sui social e si trovano tante notizie in merito.

Quote:
Andrea ha scritto: Quindi il fornetto UV andrebbe comprato insieme alla stampante, non è una cosa opzionale?


No perchè il processo di stampa non stabilizza la resina che va pulita dopo per rimuovere la resina liquida rimasta adesa al modello e dopo si stabilizza con alcuni minuti di esposizione ad i raggi UV.

 Pierantonio :

20/1/2021 19:10
 Per eliminare i residui biancastri (solitamente causati dall'uso di alcool denaturato) prova a lavare il pezzo in acqua dopo averlo passato nell'alcool e prima della cura. Eliminarli dopo è una seccatura non da poco. Ciao

 martelli62 :

20/1/2021 20:04
 
Quote:
Pierantonio ha scritto: Per eliminare i residui biancastri (solitamente causati dall'uso di alcool denaturato) prova a lavare il pezzo in acqua dopo averlo passato nell'alcool e prima della cura. Eliminarli dopo è una seccatura non da poco. Ciao

Ciao, hai ragione sono delle macchie veramente seccanti e difficili da rimuovere, ho provato il lavaggio in acqua, ma non ho avuto risultati soddisfacenti.
Purtroppo con le stampe di maggiori dimensioni ottenute  con il Saturn occorre riorganizzarsi completamente.
Sto pensando a provare di fare lavaggi con altri prodotti e con gli ultrasuoni, se ottengo buoni risultati ti terrò informato.

 maucrifra :

21/1/2021 07:05
 Scusami ma quelle righe che si vedono quelle di posso togliere

 martelli62 :

21/1/2021 10:59
 
Quote:
maucrifra ha scritto: Scusami ma quelle righe che si vedono quelle di posso togliere

Ciao Mauro, purtroppo sulla stampa dello scafo si sono presentati alcuni problemi dovuti in parte al fatto che la temperatura dell'ambiente era bassa, essendo stata effettuata di notte, che ho proceduto al lavaggio molte ore dopo il termine della stampa e quindi si sono formate tracce di resina liquida che non ho potuto eliminare con il semplice lavaggio, che, infine, vi era qualche errore nel posizionamento dei supporti che ha comportato la ristampa di alcuni dettagli.
Per fortuna nulla di irreparabile.
In un prossimo post metterò le immagini dei vari interventi; infondo è il primo prototipo e la prima stampa con il Saturn, ove dovessi ristamparlo so come correggerli; nella stampa 3D siamo degli artigiani e l'esperienza pretica ci consente di andare avanti e ci stimola a migliorare.
Penso che gli altri "stampatori" condividano questo mio pensiero.

 Andrea :

21/1/2021 11:10
 Bella la definizione di artigiani, mi sembra molto azzeccata!

 martelli62 :

21/1/2021 18:12
 Esaminiamo gli interventi effettuati a valle della prima stampa

RUOTE

Purtroppo la stampa delle ruote va effettuata inclinandole di almeno 20 gradi e cercando con i supporti di interessare al minimo il battistrada; questo ha comportato che le ho dovute ristampare, posto le immagini

Nei cerchi si nota come il battistrada è rimasto danneggiato per la stampa verticale


Pertanto si reimpostato la stampa




Ecco la stampa





 euro :

21/1/2021 20:21
 decisamente meglio la seconda stampa delle ruote!
E' vero che ci saranno altri passaggi di pitturazione ma io le avrei fatte di colore diverso, le ruote, magari in tamiya nato black (XF-69) oppure german grey per cominciare...

 martelli62 :

21/1/2021 20:40
 
Quote:
euro ha scritto: decisamente meglio la seconda stampa delle ruote!
E' vero che ci saranno altri passaggi di pitturazione ma io le avrei fatte di colore diverso, le ruote, magari in tamiya nato black (XF-69) oppure german grey per cominciare...

Devo dire che avevo pensato di usare il nato black, poi ho scelto il matt black; purtroppo dipingere i mezzi è il mio tallone d'Achille, ho molto da imparare ancora.

 euro :

21/1/2021 20:51
 non me ne parlare , anche per la fase della pitturazione è un "tormento"...
Se lo chante claire non è aggressivo sulla resina e soprattutto se ti va, puoi usarlo per sverniciare

 martelli62 :

21/1/2021 21:40
 
Quote:
euro ha scritto: non me ne parlare , anche per la fase della pitturazione è un "tormento"...
Se lo chante claire non è aggressivo sulla resina e soprattutto se ti va, puoi usarlo per sverniciare


Interessante, ma va usato puro o diluito, e se si in che percentuale.
Grazie

 enrico63 :

21/1/2021 21:50
 In teoria lo chante claire non dovrebbe dare problemi però fai una prova mettendo a bagno un supporto che suppongo abbia subito tutti i passaggi di stabilizzazione che fai ai pezzi in post produzione. Poi dicci il risultato così se servisse sappiamo come comportarci anche noi destinatari dei tanto agoniati "pezzi stampati con la maggicatreddì"

 martelli62 :

21/1/2021 22:12
 Chissà se usare lo sgrassatore al posto dell'alcool dopo la stampa può dare risultati migliori.
Va provato eventualmente coadiuvato dagli ultrasuoni.

 euro :

21/1/2021 22:27
 lo chante claire lo uso puro per sverniciare gli acrilici  su plastica, viene via tutto e basta una lavata con acqua per togliere tutto ma, come consigliato da Enrico, fai una prova su un pezzo di resina, non si sa mai

 martelli62 :

22/1/2021 14:00
 Riprendiamo l'esame delle stampe

TORRETTA - SCAFO

Molto spesso, per ottenere subito un risultato completo, si ha la tendenza di raggruppare in un'unica stampa un pezzo con molti particolari piccoli sporgenti; questa scelta comporta la presenza di supporti a sostegno dei dettagli che poi risulta complesso rimuovere.

Mostro come sulla torretta e sullo scafo alcuni dettagli sono rimasti danneggiati dalla presenza dei supporti.







In altri casi si sono avuti problemi per lo spessore dei dettagli



Ho dovuto, pertanto, rimuovere i dettagli danneggiati e provvedere a ristampare i dettagli per la loro sostituzione



Ed ecco il risultato finale






 
Poi mi sono reso conto che la canna del cannone era fuori scala e ... alla prossima puntata

 euro :

22/1/2021 16:04
 passo dopo passo stai aggiustando la mira , sta venendo bene...
ed ho notato le ruote sverniciate, per ciò lo chante claire ha fatto il suo dovere

 stephaneT :

22/1/2021 17:14
 WOW!! gran bel lavoro fin qui. Invidio la vostra capacità di usare queste tecnologie. :-D ;-) :-P

 martelli62 :

23/1/2021 13:13
 Ultima puntata del montaggio(a meno delle ruote), ristampa del cannone Rheinmetall MK 20 e pitturazione di base con l'applicazione delle decal











Ora occorre ambientarlo nel suo teatro operativo. Questa per me è la sfida maggiore, penso che per lo step finale passeranno svariate settimane di studio e di prove.

 soldier75 :

24/1/2021 19:14
 bellissimo modello, oltretutto una vera rarità, peccato che nessuna ditta lo faccia in quella scala

 maucrifra :

24/1/2021 20:19
 https://www.facebook.com/stampanti3Dmodena/

 martelli62 :

24/1/2021 21:13
 
Quote:
maucrifra ha scritto: https://www.facebook.com/stampanti3Dmodena/


Non voglio vantarmi, ma a vedere le immagini, non c'è paragone con il mio; è piuttosto approssimativo.



Rispetto al mio



Invece volevo chiedere se potevo integrare la campagna con un Fiat 6614




 euro :

24/1/2021 21:31
 eh vabbè ma faccelo vedere con le ruote , bello però!!
Pensare che lo hai stampato tu..., però sulla colorazione dobbiamo lavorarci un pò sopra

 martelli62 :

25/1/2021 12:25
 
Quote:
euro ha scritto: eh vabbè ma faccelo vedere con le ruote , bello però!!
Pensare che lo hai stampato tu..., però sulla colorazione dobbiamo lavorarci un pò sopra

Ti ringrazio dei complimenti, purtroppo le ruote al momento non le posso incollare perchè poi diventa complessa la colorazione del modello (che già lo è per me in ogni caso).
Per il Fiat 6614 se vale il silenzio assenzo allora vado avanti.

 Michele Raus :

25/1/2021 13:21
 
Quote:
martelli62 ha scritto:
... Per il Fiat 6614 se vale il silenzio assenzo allora vado avanti.


Ciao, cosa intendi dire quando chiedi se puoi "integrare la campagna con il 6614" ?

 martelli62 :

25/1/2021 14:10
 
Quote:
Michele Raus ha scritto:
Ciao, cosa intendi dire quando chiedi se puoi "integrare la campagna con il 6614" ?


Affiancare i due mezzi 6616 e 6614 che furono utilizzati per la prima volta dal Reggimento Cavalleggeri di Lodi nella Missione Libano. Infatti avevano la targa - Prova.
Posto un'immagine gentilmente inviatami da Pierantonio.



 Michele Raus :

25/1/2021 14:15
 Ma certamente, mi sembra un'ottima idea per un diorama.
Cambio il titolo del tuo lavoro nella tabella.
Buon divertimento

 martelli62 :

26/1/2021 21:52
 Bene, a presto novità

 martelli62 :

27/1/2021 18:02
 Ecco le novità, ho lanciato le stampe e posto le prime immagini.dei pezzi sommariamente puliti dai supporti ed assemblati senza incollaggio; giusto per dare un'idea del mezzo nel suo complesso... con le ruote (è bravo chi intende..)







Purtroppo dovrò ristampare le griglie laterali e qualche piccolo dettaglio.

Sarei grato se  qualcuno può inviarmi qualche foto del mezzo nella missione Libano, perchè ne ho trovate poche; essenzialmente per individuare la posizione delle decal.
Grazie

 euro :

27/1/2021 18:06
 sei una vera "fabbrica" adesso!!
Hai fatto bene a mettere le ruote

 martelli62 :

27/1/2021 18:25
 
Quote:
euro ha scritto: sei una vera "fabbrica" adesso!!



Si la "Martelli's Factory" appunto.
Con la nuova stampante Saturn in circa 7 ore ho stampato tutto, mentre con la Mars per stampare il Dardo, a parità di dimensioni circa, ci impiegai un tempo 10 volte maggiore.
Tutto questo deriva sia per le dimensioni dell'area di stampa tre volte maggiore della Mars, sia per la velocità di stampa della Saturn 2,5 volte elevata.

 kicco64 :

27/1/2021 18:33
 foto pubblicate a scopo modellistico








 kicco64 :

27/1/2021 18:35
 le targhe andavano da EI 364 a EI 368

 martelli62 :

27/1/2021 19:35
 Ti ringrazio sei stato gentilissimo

 maucrifra :

28/1/2021 20:47
 Correzione , la Fiat 6614 e la versione per esercito ma la torretta e sbagliata come ho affermato prima ma manca anche il porta ruota dove in alcune ho visto anche gli attrezzi le antenne sono di un periodo successivo

 martelli62 :

28/1/2021 21:10
 
Quote:
maucrifra ha scritto: La prima sembra quella della polizia ma comunque la torretta e sbagliata

Ciao Mauro, non eccepisco sulla torretta se tu hai dei dettagli dimensionali più precisi dei miei; nel qual caso ti sarei grato se puoi passarmeli in modo che io possa appartare le dovute correzioni.
Grazie

 martelli62 :

29/1/2021 22:51
 Effettivamente vi erano alcuni errori della torretta, non avevo tenuto conto del visore installato ed altri dettagli.
Posto il progetto che spero a breve di stampare, ma se ci sono ulteriori suggerimenti sono qui ad accoglierli.





 maucrifra :

31/1/2021 17:11
 sbagliata anche questa

 martelli62 :

31/1/2021 22:05
 
Quote:
maucrifra ha scritto: Correzione , la Fiat 6614 e la versione per esercito ma la torretta e sbagliata come ho affermato prima ma manca anche il porta ruota dove in alcune ho visto anche gli attrezzi le antenne sono di un periodo successivo

Allora precisamo, l'antenna è coerente vedi le foto di Kikko che sono della Missione Libano, il porta ruota di scorta non portava attrezzi, sempre nella stessa missione l'ho riscontrato da foto che ritraggono il mezzo  dall'alto.

Infine ho corretto di nuovo la torretta ecco le foto con confronto







Che posso dire .... "Mauro ti piace il presepe?" .... richiamando la frase di un mio conterraneo.

 maucrifra :

1/2/2021 00:12
 Le foto della torretta te le mandate , le antenne se la guarda bene non è uguale negli anni 80 cerano quelle con la spirale in bacalite marrone rossastra guarda bene lo so perché io le andavo a collegare quando erano militare sui mezzi quelle fatte da te sono periodo successivo usate in ex Jugoslavia

 martelli62 :

1/2/2021 00:23
 Ti ringrazio delle foto, non avevo visto la mia mail, ci porterò le ulteriori modifiche.

 maucrifra :

1/2/2021 00:29
 Inoltre le blindature delle torrette parlo di quella posteriore ne esistevano due tipi uno basso e una alta e sempre riguardo alla torretta il candeliere della calibro 50 non era come lo avevi fatto tu tipo quello M113 è molto più complicato come il sotto della torretta, per quanto riguarda la ruota di scorta vi era un apposito pezzo oltre alle cinghie che la tenevano ferma
Si e può darsi che gli attrezzi non ci fossero ma i porta attrezzi quello si

 martelli62 :

1/2/2021 17:10
 
Quote:
maucrifra ha scritto: Inoltre le blindature delle torrette parlo di quella posteriore ne esistevano due tipi uno basso e una alta e sempre riguardo alla torretta il candeliere della calibro 50 non era come lo avevi fatto tu tipo quello M113 è molto più complicato come il sotto della torretta, per quanto riguarda la ruota di scorta vi era un apposito pezzo oltre alle cinghie che la tenevano ferma Si e può darsi che gli attrezzi non ci fossero ma i porta attrezzi quello si


Nella Missione in Libano la blindatura delle torrette posteriore era quella bassa.
Ho preso visione delle foto, sono molto dettagliate e sto rifacendo la torretta, cercherò di ricostruirla per quanto possibile.
Ho visto varie immagini di kit in resina del 6614, ma la torretta è resa in maniera molto scarna di dettagli.
Per quanto riguarda la ruota di scorta, dalle foto che ho visto, il fermo era simile a quello del Fiat 6616 con l'utilizzo delle cinghie, il portattrezzi sporgeva e l'ho trovato su mezzi successivi.

 martelli62 :

2/2/2021 19:21
 Eccoci con l'ultima fatica, ho rivisitato il progetto della torretta sulla base della documentazione di foto gentilmente fornitemi da Mauro.
Obittivamente la torretta ha un disegno particolarmente complesso che ho potuto verificare con la grafica 3D ponendo i portelli in diverse posizioni - aperto - chiuso.
Da queste operazioni si riescono a ricostruire le dimensioni di tutti i singoli pezzi come in un puzzle.
Ovviamente ho dovuto su alcuni dettagli fare delle semplificazioni che attesa la scala non dovrebbero essere significative nel suo complesso.

Posto le immagini












 martelli62 :

22/2/2021 15:14
 Posto le immagini finali dei modelli

6614











6616











Insieme nel ricordo della Missione Libano 1982


 Barbarigo :

24/2/2021 09:09
 Che belli!

Paolino

 Michele Raus :

24/2/2021 10:59
 Questi mezzi sono un ottimo modo per ricordare Fabio, perché mi raccontava che quando prestò servizio da tenente in Libano avevano una 6616 e quattro 6614.
Complimenti per aver concluso la tua campagna "Cavalleria Italiana"

 Antonio 13 :

24/2/2021 13:54
 Belli, avrei evidenziato un tantino i recessi ,,,ma giusto un pò.  Gusto personale s'intende,

 euro :

24/2/2021 15:40
 I modelli sono un pò "piatti" e "monotoni" ma fare un modello completamente bianco è un'impresa ardua a dir poco , io non ci riuiscirei...
A me piacciono molto ed anche a Fabio sicuramente!!
Complimenti

 martelli62 :

24/2/2021 16:27
 Vi ringrazio tutti per i complimenti, e ringrazio anche tutti quelli che mi hanno aiutato con foto e consigli a realizzare questi modelli. Purtroppo nella colorazione dei mezzi ho ancora tanto da imparare e non mi sarei mai azzardato a partecipare ad una campagna se non fosse stato per il fatto che questa è stata organizzata in ricordo di Fabio ed il fatto che apprendo ora che lui ha partecipato a questa Missione proprio con questi mezzi mi rende molto contento.

© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=142340&forum=213