Forum : Il deserto

Soggetto : Fiat "Libia"/Spa38 1/35 - WIP 11: SOSPENSIONI

 e_pieranto :

3/1/2014 17:03
 

Buonasera a tutti,
dopo anni (e anni) di inattività mi iscrivo a questa campagna che, dati i tempi così lunghi, chissà che mi permetta davvero di costruire di nuovo un modello ...!
Il soggetto mi ... assilla da tanto tempo: è una delle poche (un pugno) autoblinde del reparto omonimo della Brigata corazzata speciale (Babini) ottenute montando l'armatura delle vecchie (e aggiungerei gloriose) Fiat Tripoli o tipo Libia o Leggera sullo chassis dello SPA 38.
A seguire storia e dettagli.
Buon divertimento a tutti.

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/7/76/Fiat-terni_tripoli_aggiornata.jpg

http://it.wikipedia.org/wiki/Fiat-Terni_Tripoli

 Mario Bentivoglio :

3/1/2014 17:36
 Doppio benvenuto Eros allora!
per l'iscrizione  e soprattutto..per il fatto che ricomincerai a costruire qualcosa...per il nostro hobby...è importante.
Sono contento che la tematica di questa campagna...ti sia servita da stimolo per ricominciare..e con quale soggetto poi!!!!!! :-O
bellissimo !!!!!!
un grosso in bocca al lupo!
buon lavoro
ciaooo
mario

:-)

 alcione :

3/1/2014 18:32
 Saremo tutti gli appassionati a seguirti in questo lavoro,
ciao,
Francesco :-)

 cacciacarri :

3/1/2014 19:10
 Originalissimo modello da seguire con intresse :-)
buon lavoro!
saluti
Antonio

 Fabio :

3/1/2014 19:28
 Accidenti Eros che soggetto interessante, ti seguirò con grandissimo interesse.
Che bello, in questa campagna i soggetti italici abbondano  :-) :-) :-)!!!
Ciao
Fabio

 ilducaluca :

3/1/2014 19:51
 Uff manca anche qui il bottone per il voto  :-D

 e_pieranto :

3/1/2014 21:09
 ... troppo buoni, tutti.
Mi impegnerò per non deludere sia le vostre aspettative che ... le mie!

Grazie per l'incoraggiamento che tutti questi anni di inattività (modellistica) rendono indispensabile, anzi, vitale!.

 e_pieranto :

4/1/2014 16:21
 Allora, cominciamo: QUI il collegamento alla galleria.

Questi i profili da cui intendo partire, tratti (al solo scopo di discussione modellistica) dall'opera di Pignato.

terni_lat_s


terni_plan

Il muso del mezzo è un tronco di cono che interseca l'abitacolo, che è un cilindro sopra il quale c'è la torretta pure cilindrica; la coda è scatolare a superfici pressochè piane.

Cono e cilindro sono superfici sviluppabili che si possono, cioè, "spianare" su un piano, appunto.

La parte più complessa è la corretta realizzazione dell'intersezione fra cono e cilindro che, in questo caso, genera una curva non piana ma, per fortuna, anch'essa sviluppabile.

Prima di metter mano alla materia vorrei arrivare ad avere una rappresentazione ragionevolmente approssimata del mezzo per realizzarne un modello 3D (in autocad) e svilupparne le superfici.

Mi scuso per la pomposità della premessa ma mi sembrava importante dire come intendo procedere.

Alla prossima!

 alcione :

4/1/2014 16:30
 Bene, chi ben comincia ...... ;-)
ciao,
Francesco :-)

 e_pieranto :

5/1/2014 15:08
 Step 1: restituzione in autocad (a colori) dei due profili (in overlay b/n): ci sono alcune piccole incongruenze fra pianta e prospetto ma nulla di trascendentale; a sentimento l'intersezione fra muso e abitacolo sarà un po' diversa da come rappresentata da Pignato; la matrice geometrica del complesso è senz'altro convincente.
Alla prossima!
Libia_step1

 alcione :

5/1/2014 17:17
 Quella delle incongruenze fra pianta e prospetto e da sempre una mia croce   :-x  e delizia :-P
che devo risolvere con un approccio meno tecnico del tuo :-?
come dicevo prima ....chi ben comincia ......e i numeri ci sono tutti; sarà estramamente interessante
seguirti :-D
Regi saluti,
Francesco :-)

 svt67 :

5/1/2014 17:20
 ..ecco l'autocad è una cosa che io non riesco proprio a gestire.
Seguo con grande interesse anche la fase progettuale e ti prego di non tralasciare nulla.

 enrico63 :

5/1/2014 21:39
 Ciao Eros,
soggetto interessante ed essendo un'autocostruzione ancora di più ;-)
Ti seguirò molto volentieri ... abbonda pure nella descrizione delle fasi progettuali.

 frengo :

5/1/2014 21:47
 gran bel soggetto, quest'anno tante autocostruzioni! la cosa si fa interessante 8-)

 alby :

6/1/2014 12:24
 Ciao , complimenti per il soggetto , uno tra i miei preferiti di sempre .
Aspetto con ansia le prime foto dell'inizio dei lavori .
Magari gia' lo saprai , essendo la torretta , se nn ricordo male , su questi esemplari aperta , come ti regolerai con gli interni ?
Se hai del materiale al riguardo , sarei interessato !!!

 e_pieranto :

6/1/2014 16:17
 Approftto di questi scampoli di vacanze per giocare un po' ... da domani i WIP saranno assai più radi ...
Il modello 3d è pronto nelle sue linee generali; come ho già detto la parte più laboriosa è stata l'intersezione fra il muso conico e l'abitacolo cilindrico.
Sono andato avanti per punti: ho fatto passare una serie di piani verticali per il vertice del cono facendoli intersecare con con le generatrici - pure verticali - del cilindro trovando così qualche decina di punti., sufficienti per definire la curva con buona approssimazione.
Naturalmente non mi interessa (nè avrei tempo) scendere nel dettaglio della modellazione 3d; credo che quanto ho già fatto sarà sufficiente per i miei scopi.
Per chi frequenta autocad ogni tassello è una 3dface; le 3dfaces sono poi raggruppate in blocchi logici (torretta, sportello motore, abitacolo, ecc) per manipolarle meglio.
Per oggi basta, il prossimo passo sarà quello di sviluppare le superfici degli elementi così ottenuti per trasferirli su un piano che sarà plasticard o lamierino, o tutt'e due.

@ Alby: si, la torretta era aperta e mi sembra ragionevole ipotizzare che fosse assai simile a quella della coetanea Lancia 1Z; documentazione particolare non ne ho; sostanzialmente le foto del tomo di Pignato e qualche altra foto pescata in rete, ma solo degli esterni, soprattutto su segnalazione di Lorenzo Tonioli che sa di questo mio "pallino" da tempo ...


Terni_screenshot_1



Terni_screenshot_2

Terni_screenshot_3

 alcione :

7/1/2014 13:43
 :-( così non vale, vuoi mettere la buona e vecchia riga , squadretta e compasso ? :-P
Non ricordo bene se ho visto da qualche parte un modello con la ralla per la Safat da 12,7
o una foto...... :-? indagherò !
ciao,
Francesco :-)

 e_pieranto :

7/1/2014 13:50
 ... indaga, indaga ...
Per la squadretta e il resto sono abbastanza vecchio da averne consumate un paio di dozzine ... e senza i concetti il computer serve a poco. Però è preciso ...

 euro :

7/1/2014 15:45
 :-o :-o :-o :-o
questa è fantascienza per me!!!

 e_pieranto :

7/1/2014 19:55
 
Quote:
questa è fantascienza per me!!!.


Non dire così Vincenzo che sennò Mario mi sposta nella sezione sci-fi ...
:-)

 e_pieranto :

8/1/2014 21:20
 Anche stasera un passetto avanti lo facciamo: ho sviluppato sul piano tutte le superfici curve principali del mezzo e, già che c'ero ho aggiunto anche qualcuna di quelle piane sperando che questo disegno possa essere una buona base anche per gli amici che lavorano con la carta.

Terni_sviluppo

Per verificare che l'intersezione più problematica (muso/abitacolo) fosse corretta ho stampato su un foglio A4 in scala il disegno e ho tentato un assemblaggio grossolano ma efficace: l'intersezione è corretta, la geometria non tradisce ...

IMG_2904


IMG_2906

Commenti, suggerimenti, critiche e documentazione sempre graditi e necessari :-)

 alcione :

8/1/2014 21:30
 Vai, vai così che poi mi stampo il tutto e me la costruisco   ;-)
anche mio fratello ricorda di aver visto un modello della " Libia" e mi farà
qualche ricerca su le sue riviste; comunque ricordo che l'autore aveva posizionato
una ralla, interno torretta , su cui scorreva il supporto, di matrice areonautica, della Safat
che aveva la stessa provenienza regia.
A presto,
Francesco :-)

 alby :

8/1/2014 21:31
 Grande , grazie x il disegno che facilita di molto la costruzione .
A suo tempo me la sono ricostruita , la tripoli diciamo 1° tipo , con metodi tradizionali , ma cosi' quasi quasi un'altra con lo scafo sotto la torre piu' basso ed il muso "piatto "me la rifaccio volentieri ;-)

 e_pieranto :

8/1/2014 22:17
 @ Francesco: curiosa questa cosa che mi dici della ralla ... come faceva a ruotare la ralla senza che l'arma urtasse subito i lati dallo scasso frontale? ... o non ho capito quello che mi dici ...? magari potessi trovare un'immagine.



@ Alby: ho visto la tua blindo ma ti confesso di non essermi soffermato troppo perchè pensavo fosse la "piccola" GB (già "Principe Nero")

Sono contento che abbiate gradito il disegno, in fondo per tanto tempo ho solo preso informazioni da questo forum, quindi da tutti voi, perciò è giusto render qualcosa. :-)

A presto

 frengo :

8/1/2014 22:25
 Bella Bella!!!

sono contento di non essere l'unico "malato" che si mette a fare le cosa in 3D!!!
:-D :-D :-D

 e_pieranto :

28/1/2014 18:25
 Ciao a tutti!

mostro un piccolo passo avanti, giusto per non essere dimenticato ...

Gli sportelli anteriori della blindo che sembrano fessi fessi ma richiedono un bel po' di pazienza e di attenzione per fare le tre feritoie per il raffreddamento del radiatore.

1) taglio la sagoma dello sportello su pasticard da 2/10 e faccio sei fori, due per ogni feritoia.

IMG_2935

2) taglio il plasticard fra i due fori per realizzare la feritoia, poi ne rifinisco in punta di taglierino il lato corto per farlo squadrato.

IMG_2936

3) ripeto l'operazione per l'altro sportello; il macro mi permette di vedere una leggera differenza nella distanza fra le feritoie e il bordo nei due sportelli ma non è molto e penso di poterlo recuperare con le protezioni delle feritoie stesse.

IMG_2937

Per oggi è tutto ... a presto!

 alcione :

4/2/2014 16:54
 L'articolo del modello è su Steel Art n. 96 del Dic. 2011-
per gli interni il modellista ha realizzato due sedili affiancati -pilota e meccanico- ed un estintore sulla parete post. a dx.; sulla stessa parete ha messo un portello a due battenti per accedere al vano post.
Per il brandeggio della safat ha usato un tondo di rame perimetrale alla faccia interna della torretta, con due distanziatori laterali ed uno posteriore, così da brandeggiare la Safat per tutta il perimetro della torretta - :-?
Domanda : ma non ruotava la torretta :-?
Non dice altro in merito a fonti da cui attingere a info.
ciao,
Francesco :-)

 e_pieranto :

4/2/2014 19:30
 Ciao Francesco,
grazie per le info.
Certo che la torretta ruotava, almeno nella configurazione originale e fino a quando la blindatura non fu trasferita sul telaio dello spa 38.
La posizione della mitragliatrice è chiara nella foto delle due blindo abbandonate quindi se avesse dovuto ruotare su una guida, concentrica e interna alla torretta stessa, avrebbe potuto sparare solo ... agli aerei! A meno che ci fosse un meccanismo che portava la guida verso il bordo superiore della torretta ma mi pare poco verosimile ...
Non ho evidenze per quello che dico ma mi sembra assai più probabile, anche guardando la foto di cui sopra, che la Safat fosse montata su un supporto che gli consentiva l'alzo e, in più, un modesto brandeggio, quest'ultimo indipendente dalla rotazione della torretta.
Mi spiego meglio. Per battere una zona circoscritta non era necessario ruotare la torretta, per colpire bersagli molto distanti fra loro, sì.
Dalla foto si vede abbastanza bene, infatti, che la Safat non è in asse con
lo scasso della torretta, a conferma di quanto ipotizzavo sopra.
dett_safat
Tutto ciò, ovviamente, fino a prova contraria ... anzi spero che questa mia uscita modellistica possa portare qualche nuova informazione su questo mezzo tanto effimero quanto poco noto.
Purtroppo il tempo che riesco a dedicare al modellismo lo misuro col contagocce ma chissà, magari per ottobre qualcosa sarò riuscito a fare.
A presto!

p.s.: tu ce l'hai quel numero di Steel Art?

 alcione :

4/2/2014 19:37
 Purtroppo anche sui " sacri testi " non si parla della
istallazione della Safat a bordo della blindo.
Ho quel numero di S.Art e se mi dai la tua mail -
anche per mp - te lo mando ;-) ma comunque solo
per osservare cosa ha fatto l'autore del modello.
ciao,
Francesco :-)

 enrico63 :

5/2/2014 09:27
 Bel lavoro Eros!!
E grazie per il disegno...è sicuramente un 'ottimissima base per realizzare un paper model.

ciao
:-)

 Mario Bentivoglio :

5/2/2014 12:10
 Grande Eros!!!! sempre molto bello e interessante vedere le varie tecniche di prova e di autocostruzione dei singoli pezzi!!!
buona continuazione e buon lavoro!!!
:-)

 Alle :

5/2/2014 19:36
 Ti dico la verità... il soggetto non mi attira molto, ma i modi e le tecniche che utilizzi mi prendono parecchio. Continua così.
Pino.

 e_pieranto :

6/2/2014 22:27
 @ Francesco: grazie ancora!

@ enrico: se ne vorrai costruire una in carta ne sarò ben contento.

@ Mario & Alle: sempre grazie per incoraggiamenti ed apprezzamenti (ma anche per eventuali critiche, suggerimenti, osservazioni ...)

:-)

 devi :

8/2/2014 12:44
 Ciao a tutti!
di seguito un ingrandimento (inserito a scopo di discussione) del mezzo in secondo piano della coppia immortalata nella foto postata in precedenza...


... si vede chiaramente che la torretta girava :-P
Ora bisorebbe capire come, se azionata da un meccanismo come quello dei carri M 13 a manovella su cremagliera oppure... qualcos'altro...
:-?

complimenti per il lavoro di "spianamento" della carrozzeria!!! Se mi è permesso, lo metto nel mio archivio per un futuro lavoro di autocostruzione :-D
... questo "brutto anatroccolo" mi ha sempre affascinato..
Ciao
Mirko :-D

 alcione :

8/2/2014 18:01
 Quote:
devi ha scritto: ............... Ora bisorebbe capire come, se azionata da un meccanismo come quello dei carri M 13 a manovella su cremagliera oppure... qualcos'altro... :-? 


La Lancia 1 Z aveva corona a sfere per le torrette...........se può essere utile   :-?
Ciao,
Francesco :-)

 e_pieranto :

9/2/2014 09:25
 Quote:
Se mi è permesso, lo metto nel mio archivio per un futuro lavoro di autocostruzione


Certo, ti mando le coordinate bancarie per il bonifico ... :-D.

Sempre fino a prova contraria credo anch'io che la torretta avesse un anello di rotolamento a sfere del tutto simile a quello della Lancia e, in fondo, a quello della maggior parte dei mezzi "torrettati".

Mi fa molto piacere che seguiate questa (pur lentissima) costruzione perchè, nei passaggi successivi, sarà utilissimo un confronto su una quantità di dettagli.

A presto!

 e_pieranto :

15/2/2014 17:03
 Buonasera a tutti.
Sono passati quasi dieci anni dall'ultima volta che avevo modellato e i miei poveri occhi li sentono tutti.
Come qualcuno ha scritto: la vecchiaia incipit ... anzi, mi sa che è già incipita.

Veniamo alla blindo, stasera sono riuscito a realizzare le cuffie blindate per le fessure nello sportello frontale, facendo così:

1: ho tagliato una strisciolina di lamierino di alluminio e l'ho piegata tagliando poi a 45° i lati corti.
Terni_cuffia_1

2: ho tagliato in un altro pezzo di lamierino uno scasso rettangolare giusto giusto per accogliere la cuffia.
Terni_cuffia_2 copia

3: incollate le due parti con ciano ho tagliato l'eccesso per realizzare la flangia che fissava la cuffia allo sportello.
Terni_cuffia_3

4: ripetuto 3 volte la stessa operazione e realizzato il primo sportello al quale ho aggiunto anche le due cerniere con un paio di rivetti.
Terni_cuffia_4

Che ve ne sembra?

Ciao alla prossima!

 ilducaluca :

16/2/2014 05:39
 Direi che è davvero realistico!  :-o

 devi :

16/2/2014 11:56
 Quote:
Certo, ti mando le coordinate bancarie per il bonifico ... :-D.


... adesso ci penso.... 8-) ... sai com'è.. sùn zeneize :-P

nel frattempo ho studiato la tua proiezione e... mi sovviene un dubbio.
Gli esemplari adattati sul telaio dello SPA 38 sono stati allungati posteriormente, aggiungendo un cassone. Nei tuoi disegni sembrerebbe che il cassone vada inserito tra la torretta e la carrozzeria posteriore...
Ho ripescato anche una foto da un post precedente dove si vede bene la nuova configurazione(quadrato giallo) di tutto il posteriore (quadro rosso). :-D
.... almeno per quel che ci ho capito io... :-D :-D


Tornando invece alla questione torretta... tenendo buona la considerazione delle sfere per la rotazione, giravano a spinta (tipo ralle) o, essendo un pò più pesanti ci si aiutava con qualche manovella (tipo alzo dei cannoni)? :-?

... dimenticavo... ottimo lavoro sui portelli del radiatore!! continua così!!
Ciao
Mirko :-D

 euro :

16/2/2014 13:04
 Anche a me la "scatoletta" non piace un granchè, ma il lavoro che stai facendo è qualcosa di sbalorditivo :-o :-o , complimenti ;-)

 e_pieranto :

16/2/2014 15:30
 @ Mirko,
il tuo dubbio è più che fondato e infatti lo sviluppo che ho postato io è relativo alla configurazione originale del blindato, quello sul telaio del 15 ter.

Mi riservo di pubblicare un profilo aggiornato quando sarò arrivato a quel punto (con un piccolo incremento di prezzo, ovviamente ... del resto fra genovesi e marchigiani ci s'intende, no? :-D )
Seriamente ... il telaio dello SPA 38 era sensibilmente più lungo e quello che tu chiami "cassone" serviva appunto a compensare la maggior lunghezza.

Ti dirò di più, credo che "cassone" sia molto appropriato perchè mi sembra più probabile che si trattasse di una specie di vano esterno aperto superiormente; il suo uso dall'interno sarebbe stato molto scomodo, vista la posizione e l'altezza.

Non essendoci evidenze fotografiche, su questo punto chiedo anche un parere a voi tutti.

Sulla corona di sfere non credo ci siano dubbi, per il movimento della torretta sono più propenso a pensare che si muovesse a spinta anche se, purtroppo, non ne ho alcuna evidenza.

A presto e grazie per il commento.

@ Euro,
troppo buono ... ancora più gradito l'apprezzamento visto il lavoro che stai facendo sul tuo M13.
Per la scatoletta ... che vuoi ... più sono brutte e più mi piacciono (le scatolette, s'intende ... ;-) )

 devi :

17/2/2014 09:19
 arieccomi :-P
ho rovistato tra le mie scatole dormienti e.... ho trovato quella della Arsenale della Criel.
Un bel giocattolino che prima o poi finirò...
Allego una foto della torretta con una manovella posta sotto la mitragliatrice che potrebbe essere una ricostruzione valida del meccanismo di rotazione.
ho esplorato anche la galleria alla ricerca di foto degli interni della Lancia 1z ma purtroppo manca proprio il riscontro del particolare oggetto di indagine. :-(
Per il "cassone" propenderei anch'io per qualcosa di aggiunto/recuperato, molto probabilmente in legno, appoggiato al telaio sporgente dalla carrozzeria.
Non trovo o proprio non esistono foto dall'alto ma penso fosse aperto superiormente usato come cestone...


A presto!
Mirko :-D

 fabrix67 :

17/2/2014 09:28
 Tanto di cappello!
Impresa non da poco, quella che stai compiendo.
complimenti
fabrizio

 alcione :

17/2/2014 17:58
 Ho cercato , anche su di un volumetto di Pignato per la Lancia, una qualche evidenza o indicazione
per la rotazione della torretta, ma senza risultato ; visto che il patron della Criel era in buoni rapporti
con il Prof. darei credito alla manovella. 
ciao,
Francesco   :-)

 Mario Bentivoglio :

17/2/2014 22:53
 ...un altro 'Grande' di M+ .....forzaa Eros !!!!
splendida autocostruzione !!!!
:-o

 e_pieranto :

18/2/2014 08:12
 @ Mirko e Francesco

La Fiat Arsenale era di qualche anno anteriore alla Tripoli ma direi che la manovella come la vedo nel tuo modello è verosimile anche se mi chiedo come facesse il mitragliere a tenere l'arma con una mano, mirare, girare la manovella con l'altra mano e premere il bottone di sparo, il tutto più o meno contemporaneamente ... o forse le due modalità, a spinta e a manovella convivevano.
Tiro libero a spinta contro bersagli mobili e tiro vincolato con arma bloccata a mezzo fermo contro bersagli fissi ... chissà?
140218_Terni_dettagli
Non avevo considerato la possibilità che il cassone fosse di legno ... però l'uniformità della superficie che si vede nelle poche foto mi farebbe pensare più a una lamiera, analoga a quella usata per prolungare in basso gli sportelli anteriori.

Francesco, ma l'M11? stai facendo la versione su telaio Lancia 3 RO ? :-D



@ Fabrix e Mario

Grazie per gli apprezzamenti sempre graditi come lo sono i commenti, le critiche e ogni altro contributo.

 e_pieranto :

18/2/2014 15:11
 Quote:

Postato da devi il 16/2/2014 12:56:41


nel frattempo ho studiato la tua proiezione e... mi sovviene un dubbio.
Gli esemplari adattati sul telaio dello SPA 38 sono stati allungati posteriormente, aggiungendo un cassone. Nei tuoi disegni sembrerebbe che il cassone vada inserito tra la torretta e la carrozzeria posteriore...
.


Hai ragione, Mirko.
Non so dove ho preso quel rettangolo inserito fra l'abitacolo e la coda; grazie per l'osservazione.

Lo sviluppo corretto della carrozzeria nella configurazione originale è questo:

140218_sviluppo corretto

A presto!

 devi :

18/2/2014 20:46
 ora ci siamo! :-D
ottimo lavoro!
... nel frattempo butto altra carne sul fuoco... 8-)
ho fatto un piccolo/veloce bricolage/confronto delle foto dei cassoni


azzardo un'ipotesi... i due mezzi (le due foto non sono della stessa macchina)non sono allestiti allo stesso modo.
A SX il cassone sembra più rifinito, quasi un lavoro di carrozzeria, molto probabilmente in lamiera come le aggiunte ai portelli del radiatore come dici tu.
Questo magari aveva anche un portello superiore..
A DX il cassone è più squadrato, la giuntura con la carozzeria originale è più evidente, poteva essere in legno oppure in ferro... valide tutte e e due le ipotesi.
questo lo vedrei " a cielo aperto" invece...
E' stato fatto comunque un laborioso lavoro di adattamento/restyling, vista anche la nuova colorazione mimetica.
Anche i parafanghi (probabile eredità del telaio dello SPA 38) sono presenti in diverso numero e posizione sulle due macchine...
--- la ricerca continua!!!! :-D
Ciao a tutti!!!!!
Mirko :-D

 e_pieranto :

19/2/2014 15:14
 Ciao Mirko,
certo, i mezzi furono realizzati artigianalmente, sembra nell'estate del '40 (Pignato), e con quello che passava il convento e, infatti non sono perfettamente uguali.
Tempo fa mi fu segnalata dall'amico L. Tonioli su e-bay questa foto che in secondo piano mostra un paio di carcasse del nostro mezzo.
Preciso che non so la provenienza nè l'eventuale attuale proprietà della foto ma ne pubblico la versione apparsa su e-bay al solo fine di discussione modellistica.
Sulla questione cassone aperto o chiuso non so decidermi, ci tornerò su al momento di realizzarlo.

41NA_su SPA38_rottame in secondo piano

Questo è un ingrandimento di una delle carcasse, sembrerebbe quella più "rifinita" col cassone arrotondato.
Purteoppo la scarsa definizione non permette di apprezzare i dettagli ma solo le linee generali e mi chiedo cosa sia quel "ferro curvo" sotto il cassone posteriore ... non mi pare che lo Spa 38 avesse un portaruota là sotto, o sbaglio?
140219_dett_foto_1

E questa è l'altra carcassa, ancora meno definita nella quale, forse, si intuisce che il cassone aveva una copertura. Il "forse" è assolutamente d'obbligo.
140219_dett_foto_2

Certo che in questi casi è dura la vita del modellista ...
:-)
I "parafanghi" non venivano dallo SPA 38 ma erano quattro coppie di scudetti da trincea, curvi quelli a protezione della parte anteriore e piani (si intuisce nel secondo ingrandimento) quelli a protezione della parte posteriore

Chi può contribuire alla ricerca è più che benvenuto!

A presto!

 alcione :

20/2/2014 16:08
 Gran bella foto Eros e oltre ai particolari del mezzo che stai proponendo è interessante
per la posizione  insolita del simbolo Compagnia/Plotone sulla prua dello sfortunato M 13.
Circa il tuo quesito sul portaruota anche qui siamo in bilico :-P ; da gli " Autoveicoli Tattici e Logi-
stici del R.E. " - Pignato/Cappellano - SMEUS - riporta per lo SPA 38 R due ruote di scorta 
subito dietro la cabina e sotto il telaio; ma si parla anche di un 36 R - una versione simile e
meno diffusa del 38 R, presto non più in produzione per la poca praticità in Colonia -e vi sono
diverse foto con le ruote di scorta nelle posizione di prima e anche una con la ruota di scorta
posteriore e con i ferri che potrebbero essere quelli che vedi nella foto della Blindo.
Ciao,
Francesco :-)

 e_pieranto :

21/2/2014 20:16
 

Ciao Francesco,
Lo SPA 36R mi sentirei di escluderlo visto che neanche il compianto Prof considerava questa possibilità e nel tomo sugli autoveicoli da combattimento, nella parte relativa alla Tripoli, cita esplicitamente lo SPA 38R con tanto di tabella.
Il bello di questo rientro modellistico è che più approfondisco più dubbi mi vengono ... :-?

Sempre e comunque grazie per il tuo contributo e a presto!

 alcione :

23/2/2014 17:55
 Quote:
e_pieranto ha scritto:

Ciao Francesco,
Lo SPA 36R mi sentirei di escluderlo visto che neanche il compianto Prof considerava questa possibilità e nel tomo sugli autoveicoli da combattimento, nella parte relativa alla Tripoli, cita esplicitamente lo SPA 38R con tanto di tabella.
Il bello di questo rientro modellistico è che più approfondisco più dubbi mi vengono ... :-?

Sempre e comunque grazie per il tuo contributo e a presto!



Ne convengo Eros, ma quella foto - inserita in contesto fotografico relativo al 38 R - mi fa pensare....
nelle viste di profilo del 36 R e del 38 R non vi sono ruote di scorta posteriori, ma in quella c'è....
peraltro l'unica di tutto il capitolo dedicato al 38 R....
Dubbi ne avrai sempre, l'importante è uscirne fuori  in un modo o nell'altro   :-P
ciao,
Francesco :-)

 e_pieranto :

19/7/2014 08:47
 Qualche passo avanti:

il telaio dello Spa 38 preso dal manuale:

https://www.modellismopiu.net/m+gallerie/main.php?g2_view=core.DownloadItem&g2_itemId=1052722

la scomposizione del telaio nelle sue parti costituenti, longheroni e traverse:



Il modello dei longheroni e delle traverse ancora disassemblati ma quasi completi



A seguire le foto delle traverse prese sullo spa 38 conservato alla Cecchignola.









 e_pieranto :

19/7/2014 09:01
 Il disegno che mancava nel post precedente ...

 Mario Bentivoglio :

21/7/2014 11:22
 Grande Eros...forzaaa...che non vedo l'ora di vedere terminato anche il tuo splendido soggetto!
Buon lavoro !!!!
ciaoo
mario

:-)

 e_pieranto :

22/7/2014 17:00
 Grazie per l'incoraggiamento, Mario.
Finirla in tempo non sarà facile visto il poc(hissim)o tempo che riesco a dedicarle ma già trafficare una volta ogni tanto con plastica colla e stucco mi gratifica.
A presto!

 euro :

22/7/2014 18:12
 Ti incoraggio anche io :-D , finiscila 'sta "carretta"!!! ;-)

 e_pieranto :

23/7/2014 16:10
 Grazie anche a te, Vincenzo :-)
Ora sole, mare e amaca ... se ne riparlerà fra un paio di settimane!

 alcione :

26/7/2014 11:40
 Come dite voi a Roma......dajie....scusate l'ortografia   :-P
ciao,
Francesco :-)

 e_pieranto :

9/8/2014 10:00
 Ciao a tutti!

Autotelaio dello SPA 38R: assemblati longheroni e traverse, il tutto si presenta ben simmetrico e senza svergolature o distorsioni.

Piazzati un centinaio di rivetti nella parte inferiore del telaio (poco, ma qualcosa si vedrà) e - per la parte superiore - sulla sola traversa anteriore visibile (forse) dal vano motore che sarà rigorosamente aperto ... :-).

A seguire realizzerò le sospensioni.

Commenti, apprezzamenti, critiche ... ci piace tutto!

I telaio visto da sotto:


ancora di sotto, di scorcio:


... infine da sopra, sempre di scorcio:

 alcione :

9/8/2014 16:37
 un lavoretto di ...fino...di pari passo se ti riesce di riprodurre le altre tavole del manuale così da
stamparle per il mio archivio personale :-D
buon lavoro e grazie,
Francesco   :-)

 e_pieranto :

11/8/2014 21:29
 Ciao Francesco,
il manuale che ho è quello delle riparazioni e non ci sono tavole generali ... qualche sezione del motore, del cambio, del differenziale e altre cose del genere.
Prima o poi ne farò una scansione e chiederò a Fabio di metterla nell'archivio del sito, ma non nell'immediato.

Ti serve qualcosa in particolare?

Il tuo M11 non lo vedo da un po' ... ormai sarà finito ...

A presto!

 enrico63 :

11/8/2014 23:34
 Ciao Eros,
ottimo lavoro con il telaio!!
Avanti così
;-)

 e_pieranto :

12/8/2014 11:15
 Grazie Enrico,
tutti gli apprezzamenti sono graditi, ancora di più quelli di chi fa un lavoro come il tuo ... chissà che tu non possa darmi qualche consiglio per il battistrada delle ruote della mia carretta ...?
Al momento non ho ancora pensato un modo soddisfacente di realizzarlo.
A presto!

 e_pieranto :

12/8/2014 14:08
 Il ponte posteriore con la calotta del differenziale e le piastre di appoggio/aggancio delle balestre.

 alcione :

12/8/2014 14:15
 Quote:
e_pieranto ha scritto: Ciao Francesco, il manuale che ho è quello delle riparazioni e non ci sono tavole generali ... qualche sezione del motore, del cambio, del differenziale e altre cose del genere. Prima o poi ne farò una scansione e chiederò a Fabio di metterla nell'archivio del sito, ma non nell'immediato. Ti serve qualcosa in particolare? Il tuo M11 non lo vedo da un po' ... ormai sarà finito ... A presto!


Niente in partcolare Eros, andrà bene quando sarà online;  il carro è terminato e sto lavorando sui cingoli
- quelli in vinile - per meglio adattarli al modello e comunque con molta calma, visto il gran caldo che
non mi consente di poter lavorare - al meglio -  nella mia postazione casalinga :-(
Però ho iniziato - anzi sono già a buon punto - un nuovo modello che la prossima settimana vi farò
vedere e poi mi direte se vi piace o meno.... ;-)
accaldati e afosi saluti,
Francesco :-)

 enrico63 :

13/8/2014 19:32
 
Quote:
e_pieranto ha scritto:  chissà che tu non possa darmi qualche consiglio per il battistrada delle ruote della mia carretta ...? Al momento non ho ancora pensato un modo soddisfacente di realizzarlo. A presto!


Come sai io mi trovo bene con la carta, ma ho come l'impressione che il tuo battistrada sia moooolto fine!!
Hai una foto dove si vede bene??

 e_pieranto :

14/8/2014 09:37
 @ Enrico:
è la migliore che ho trovato ... il battistrada è scolpito ad esagoni piuttosto minuti con una fascia centrale.
Ti viene qualche idea? in generale credo che quello che si può fare con la carta si può fare anche con la plastica o il lamierino o altro ...

Ovviamente chiunque abbia un consiglio o un'idea e la voglia condividere è accolto con ... la guida rossa! :-)

 enrico63 :

15/8/2014 16:51
 Probabilmente, facendole con la carta, si potrbbe riuscire a tagliarle con il plotter da taglio....bisogna capire le misure della scolpitura del battistrada.
Con altro matreriale sinceramente non saprei come fare... a meno di fresarlo tutto per fare un master!!!
Ma anche in questo caso non è così semplice.

 Mario Bentivoglio :

20/8/2014 13:53
 Forzaaa Eros....daiii....spero di vederlo terminato il tuo splendido lavoro di autocostruzione!!!!!!!

non mollare!!!!!!!!!!!!
:-)
un caro saluto
mario
:-)

 e_pieranto :

22/8/2014 16:55
 ... come anticipato, ecco le balestre del ponte posteriore, pressoché complete.







Alla prossima!

 Barbarigo :

23/8/2014 07:11
 Strepitoso!

Paolino

 e_pieranto :

30/8/2014 17:00
 Allora ... prendiamo il toro per le corna.
Il battistrada delle ruote mi pare uno dei problemi più grossi di questo modello, tante vale che provi subito a risolverlo.

Mi sono costruito una dima per realizzare una quantità di minuscole losanghe ragionevolmente uguali; spuntando (a occhio) i vertici aguzzi delle losanghe ottengo degli esagoni allungati abbastanza simili - seppur non perfettamente uguali - alla scolpitura del battistrada.

Ne vedete tre in basso a sinistra.



Incollo gli esagonini sulla ruota che ho precedentemente costruito con anelli di totano ... anzi di plasticard e il risultato, seppur ancora grezzo mi soddisfa.



Farne otto così non è pensabile ma quando ne avrò terminato uno avrò, almeno, un master ... poi si vedrà.

Intanto che faccio un salto al centro d'igiene mentale qualcuno vuole commentare, criticare e, soprattutto suggerire?

 commissario :

30/8/2014 17:38
 Cosa può dire un povero "montatore" come me assolutamente meraviglioso!!!!!!!!!! Sei un drago

 enrico63 :

30/8/2014 20:45
 Ciao Eros,
ottimo lavoro col ponte posteriore!
Per quanto riguarda il battistrada...mi sembra un buon risultato quello che hai ottenuto. Certo realizzare i battistrada tacchetto per tacchetto è un gran rompimento ma da ottimi risultati.
Credo poi che riuscirai a clonarla tranquillamente la gommatura!
Ma quanto è lungo ogni rombino?

 e_pieranto :

30/8/2014 22:26
 @ Paolo e Gigi: grazie!

@ Enrico: in foto è ancora piuttosto grezza, sono andato un po' avanti lavorandola di carta abrasiva e lima e il risultato mi garba.
I tacchetti sono taaaanti ... oltre 120 e la loro dimensione è, poco meno di un millimetro per due e mezzo circa (la losanga) l'esagonino, quindi risulta di 0,7 per 1,5 circa ... per questo parlavo del centro di igiene mentale.
Per la clonazione vi chiederò lumi ... le mie ultime esperienze modellistiche risalgono a oltre dieci anni fa e credo che ora non sia più così complicato pasticciare con resina e silicone ... vedremo.

 Antonio 13 :

31/8/2014 08:03
 Igiene mentale? Ma che dici........Questa è intelligenza superiore che combinata ad enorme manualità modellistica da come risultato dei gioiellini. Bravo!

 Alle :

31/8/2014 10:06
 Ottimo risultato! Difficile fare di meglio.

 alcione :

31/8/2014 10:15
 hai tutta la mia comprensione Eros, ora ho completato 6 ruote - in 1/48 - con circa un centinaio
di pezzettini - il battistrada - per ruota :-x   con la stessa tecnica da te sperimentata :-D quindi so di
cosa parli e dello sforzo di volontà di portare a buon fine il cimento......  :-P
ciao,
Francesco :-)

 e_pieranto :

31/8/2014 12:37
 @ Antonio 13 e Alle: grazie, davvero troppo generosi.

@ Francesco: ma ... mi stai dicendo che ti sei fatto SEI RUOTE ex novo, senza farne delle copie ...?
Io devo farne otto (sei per il trabiccolo e due di scorta) e voglio trovare un modo per copiarle, il medico mi ha detto che farne altre così non mi farebbe bene (sarebbero un migliaio di tacchetti) ... :-D.

Fra le opzioni avevo considerato anche la tua mescola di plastica e ciano con stampo di plastilina: mi piace la rusticità del sistema e vorrei chiederti se hai mai clonato una ruota e - se sì - se ti va di dirmi come.

A presto per la gomma col battistrada completo!

 e_pieranto :

31/8/2014 17:16
 ... ed ecco il pupo che m'ha fatto tanto tribolare, però, devo dire mi pare venuto bene.
Sarà che sono il babbo ma mi pare proprio bellino ... :-D

Con calma penserò al modo per fargli sette fratellini ...

In fondo la dimensione più o meno reale del pupo!

A presto (spero)!







 alcione :

31/8/2014 19:08
 Quote:

e_pieranto ha scritto:


@ Francesco: ma ... mi stai dicendo che ti sei fatto SEI RUOTE ex novo, senza farne delle copie ...?
Io devo farne otto (sei per il trabiccolo e due di scorta) e voglio trovare un modo per copiarle, il medico mi ha detto che farne altre così non mi farebbe bene (sarebbero un migliaio di tacchetti) ... :-D.

Fra le opzioni avevo considerato anche la tua mescola di plastica e ciano con stampo di plastilina: mi piace la rusticità del sistema e vorrei chiederti se hai mai clonato una ruota e - se sì - se ti va di dirmi come.

A presto per la gomma col battistrada completo!


Ci mancherebbe Eros ma non ho clonato nessuna ruota delle sei......l'unico sistema pulito è quello
della resina e silicone per stampi....il mio con la
plastica ha i suoi limiti e la tua ruota è un piccolo
capolavoro, ma devi clonarla o armarti di SANTA
pazienza e farle una ad una...... :-P
Comunque ciò non toglie che puoi provare - a tempo perso - di preparare una striscia di 4/5 cm.
di lunghezza con il battistrada completo e farne un
calco con la plastilina per poi colare la plastica sciolta - quella dei piatti - con l'aggiunta di ciano in gel - hai un certo margine di tempo prima che si
raggrumi e devi gettarla.
ciao,
Francesco :-)

 Mario Bentivoglio :

31/8/2014 22:41
 Eros....lavoro spettacolare!!!!!!!!!
:-o

 euro :

1/9/2014 19:05
 da pauraaaa!!!!!! :-o :-o :-o

 e_pieranto :

10/9/2014 14:40
 Comincio a mettere insieme un po' di pezzi finora sparsi:

Il telaio, con attacchi per le sospensioni e i ganci anteriori e la ruota, per la quale ho costruito cerchione e mozzo per le due ruote anteriori.

Chi mi consiglia qualche silicone e resina?

A presto!







 e_pieranto :

13/9/2014 12:21
 Ohè, forumisti ...!

Nessuno che mi dia una dritta (anche due) su silicone e resina? :-D :-P

 enrico63 :

13/9/2014 12:51
 Ohè...il tuo lavoro è una favola!!!
Per quanto rigurda resina e silicone è tanto....tantissimo tempo che non ne faccio uso! Però ho sempre usato quelle della prochima.

ciao

 pittarofranz :

5/10/2014 12:42
 Un lavoro da paura...le ruote sono una favola!!! :-o :-o

 enrico63 :

5/10/2014 12:44
 Ho ripreso a clonare.... e ho ripreso gomma e resina della prochima. Mi ci trovo bene.
Ciao.

 e_pieranto :

5/10/2014 15:07
 Enrico 63 ha scritto:
Quote:
Ho ripreso a clonare.... e ho ripreso gomma e resina della prochima. Mi ci trovo bene.


Grazie Enrico,
a me hanno proposto questi prodotti, sono gli stessi?

SINTAFOAM e GLS 50

 Mario Bentivoglio :

5/10/2014 19:04
 Forzaaaaaaaaaa Eros..spero tanto anche tu riesca a portarlo a termine questo splendido lavoro di autocostruzione !
:-)
salutoni
mario

 e_pieranto :

5/10/2014 20:15
 Certo che lo finisco, Mario ... ma di sicuro non per la scadenza della campagna :-)

Un po' mi dispiace ma avevo messo in preventivo di finirlo dopo la scadenza: il tempo è poco e anche riprendere la tecnica di modellare dopo dieci anni di fermo non è sempre facile, ma mi sto divertendo e credo che lo scopo sia questo, no?

... e poi sono mica matto a mettermi a competere coi titani del modellismo che girano da queste parti ...!
:-D

 Mario Bentivoglio :

5/10/2014 20:35
 
Quote:
e_pieranto ha scritto: Certo che lo finisco, Mario ... ma di sicuro non per la scadenza della campagna :-) Un po' mi dispiace ma avevo messo in preventivo di finirlo dopo la scadenza: il tempo è poco e anche riprendere la tecnica di modellare dopo dieci anni di fermo non è sempre facile, ma mi sto divertendo e credo che lo scopo sia questo, no? ... e poi sono mica matto a mettermi a competere coi titani del modellismo che girano da queste parti ...! :-D


Grande Eros..hai detto bene...l'importante è divertirsi !!!!
ai prossimi avanzamenti allora e ...buon lavoro !
:-)
un salutone
ciaoooo
:-)
mario

 enrico63 :

5/10/2014 20:55
 
Quote:
e_pieranto ha scritto.....:  Grazie Enrico, a me hanno proposto questi prodotti, sono gli stessi? SINTAFOAM e GLS 50


Proprio quelli!!!
Ma davvero non finisci in tempo??:-( :-(

 alcione :

6/10/2014 09:24
 Sono senza parole Eros, un lavoro di ...fino.... ;-)
telaio e ruote assolutamente unici...
saluti,
Francesco :-)

 Undicesimo :

6/10/2014 09:33
 Mamma mia che lavoro stupendo ... ogni pezzo è una vera scultura .... fantastico .... meriterebbe una proroga dei termini !!

© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=131293&forum=160