Forum : Luftwaffe '45

Soggetto : Fw 190D 1/48: Tamiya o Eduard?

 baghy :

30/6/2014 12:24
 Ciao a tutti, come prossimo kit sto pensando di dedicarmi al FW 190D in scala 1/48 di cui possiedo una scatola Tamiya ma ho letto che l'Eduard recentemente uscito è migliore (ad esempio so che ha tutte le rivettature). Visto che in media faccio un modello ogni due anni e questa volta vorrei partire con una scatola a posto, cosa mi consigliate di fare? Vado di Tamiya oppure lo lascio nell'armadio e mi regalo l'Eduard?

C'è qualcuno di voi che conosce pregi e difetti delle due scatola e sa darmi un consiglio?

Grazie e ciao


Luca

 Skyraider :

30/6/2014 12:59
 C'è un articolo su skymodel di qualche tempo fa dove l'autore assembla in contemporanea i due modelli mettendo in luce pregi e difetti. Al momento non ho sotto mano la rivista, ma se ricordo bene l'eduard ha come pregio il fatto di poter lasciare le confanature aperte con un bellissimo motore in vista ma i problemi sorgono se si volessero chiudere queste confanature. Il tamiya ha come punto forte gli incastri perfetti, ne montai uno tempo fa e devo dire che ne conservo un ottimo ricordo. Non mi dilungo oltre visto che non sono ferrato in materia :-)

 Paolomaglio :

30/6/2014 14:24
 Tamiya cannò cofanatura motore superiore e vani carrello che sono quelli del modello a musso corto, esiste una facile conversione MDC, per il resto si monta da dio.
Eduard è molto più preciso ma il montaggio è complicato.

 F-104 ASA-M :

30/6/2014 15:35
 Il giapponese è più facile da costruire ma alcuni problemi dimensionali con ruote più piccole, vano carrello chiuso e imperfezioni del radiatore.

Il ceco è molto ben dettagliato, ma ha un montaggio (come quasi tutti gli Eduard del resto) che richiede molta precisione. Ad esempio l'ordinata che va davanti all'abitacolo deve essere inclinata leggermente altrimenti non fa chiudere bene la fusoliera e le ali, a loro volta, non vanno in sede.

 Target :

30/6/2014 21:42
 L' articolo a cui si riferisce Skyraider pardava di 190 naso corto. Comunque, ammesso che gli stampi siano grosso modo gli stessi, magariqualcuno che li ha può confermare, e dando per buone le ossrvazioni di chi mi ha preceduto,  la conclusione era: ottimi entrambi, se vuoi farlo sventrato usa l' Eduard, se vuoi farlo chiuso, usa il  Tamiya.

Ciao Roberto

 baghy :

1/7/2014 07:16
 Grazie a tutti per i preziosi consigli. Il Dora intendo farlo "chiuso" sia per non rovinarne la spendida linea che per riposarmi dalle fatiche del mio attuale lavoro (il Dornier in scala 1/72 ricostruito di sana pianta). Quindi provo a considerare il Tamiya magari acquistando i vari set per correggere i difetti.

Ciao

Luca

 ROBY69 :

1/7/2014 15:18
 Ciao Luca,

mi permetto di darti il mio parere sul Fw190D in 1/48, confermando quanto detto dagli altri forumisti, il Tamiya con qualche difetto che si assembla come il lego e l' Eduard...
...bellissimo ma con qualche difficoltà di assemblaggio. ma visto cosa stai facendo con il Do217 ti do questo consiglio spassionato...
costruisci l'Eduard. :-P

Scherzi a parte. secondo me la casa ceca si candida a diventare il riferimento, sia per volume di dettagli che per qualità della finitura superficiale. Spitfire e Me109 si assemblano molto bene, i modelli precedenti qualche problema lo danno, ma la resa finale secondo me vale l'impegno.

Buon modellismo
Roberto :-)

 Skyraider :

1/7/2014 19:45
 Quote:
L' articolo a cui si riferisce Skyraider pardava di 190 naso corto


Scusa per averti sviato, ho letto il post dal cell ed ho preso una svista :-)

© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=132588&forum=135