Forum : W.I.P. Armata Rossa

Soggetto : BMD 2 - Zvezda 1/35 - primer dato

 Antonio 13 :

2/9/2020 18:15
 Ragazzi ciao a tutti, come alcuni di voi sanno mi trovo all'estero per lavoro e finalmente mi sono arrivati i ...bagagli... dentro i quali ho trovato lo spazio per mettere un paio di kit e un pò di attrezzatura. Dunque mi accingo ad incominciare, così su due piedi, un kit a caso e senza, ad adesso, alcuna idea su versione, colore, area di operazioni ecc....è russo e mi basta  Non so quanto riuscirò a fare e se dovessi aver dimenticato qualcosa a casa sarò costretto ad aspettare il rientro; già è tanto che i kit non si siano sciolti nei container dunque mi accontento.

Vi presento il kit: uno Zvezda che avevo in armadio da un pò di tempo



le stampate non sono tante e la qualità non delle migliori





i cingoli sono minuscoli ed in 2 spezzoni per lato



le istruzioni prevedono un paio di versioni e molto probabilmente sarò, immagino inevitabilmente, costretto a fare una di queste due perchè è molto difficile che possa riuscire a farmi arrivare qualcosa da fuori.



ho anche una canna in alluminio ed è l'unica cosa aftermarket che ho; le decal sono ingiallite...ma visto il posto dove sono non avrò problema di metterle al sole

A breve una piccola descrizione e poi si parte.

 euro :

2/9/2020 19:41
 intanto buon lavoro e tieni sempre alto il nostro buon nome  .
Hai fatto bene a portarti l'hobby, io l'ho fatto solo una volta, quando stavo sull'Euro perchè a bordo è abbastanza complicato ma è stato bellissimo!!!
Ad un certo punto mi ritrovai circondato dal team di incursori che avevamo a bordo che, incuriositi, si erano fermati a guardare!!
Di mezzi russi non ne capisco nulla ma ti seguirò con interesse!!!

 Pierpaolo :

2/9/2020 19:49
 Bello, se non hai colori puoi sempre fare uno dei profili sulla destra in dark green, la plastica è già del colore giusto :-D

Buon lavoro..

 Antonio 13 :

6/9/2020 17:37
 Grazie ragazzi ma prima di arrivare alla colorazione mi sà che dovrò sudare....già qua fà caldo... in tutti i sensi...vabbe'.
Prima una veloce panoramica storica:

Il BMD-2 è un veicolo da combattimento di fanteria  aviotrasportato di origine sovietica introdotto nel 1985.  È una variante del BMD-1 con una nuova torretta e alcune modifiche apportate allo scafo. BMD sta per  Boyevaya Mashina Desanta che letteralmente si traduce in "Airborne Combat Vehicle").
È stato sviluppato in sostituzione del BMD-1 ma non è riuscito a sostituirlo completamente  a causa della caduta dell'economia sovietica negli anni '80.
Durante la guerra in Afghanistan le forze sovietiche operarono con i BMD-1 ma sebbene il suo armamento fosse stato progettato per una forte potenza di fuoco anticarro, poteva anche sparare varie tipologie di missili c/c,  non forniva sufficiente potenza di fuoco contro veicoli non corazzati nemici ed aveva anche un basso angolo del cannone principale. Cosi nel 1981 le unità iniziarono a ricevere nuovi BMP 2 che si dimostrarono molto più efficaci sia come armamento che come affidabilità. Per questo motivo l'alto comando delle forze aviotrasportate sovietiche decise di armare le proprie unità con veicoli simili.
La variante modernizzata del BMD-1 fu sviluppata nel 1983, nuovo cannone automatico da 30mm stabilizzato,  mitragliatrice coassiale PKT da 7,62 mm e lanciatore ATGM 9P135M-1 e dopo aver superato le prove entrò in produzione nel 1985, dunque un BMD-2 ha uno scafo di BMD-1 leggermente modernizzato e una nuova torretta.

L'equipaggio del BMD-2 è lo stesso di quello del BMD-1 , comandante, pilota, mitragliere, cannoniere e può trasportare quattro fanti.
 Il veicolo trasporta 300 colpi per il cannone principale e 2.940 per la mitragliatrice. Ha lo stesso motore e le stesse sospensioni del BMD-1 ma ha un raggio d'azione massimo su strada di 450 km; può essere trasportato da aerei Antonov ed elicotteri Mi-26 ed è completamente anfibio.

In veicolo era, ed è, aviolanciabile, un paracadute a razzo è stato sviluppato per garantire un atterraggio sicuro. Per utilizzare il paracadute, il BMD viene prima imballato su un pallet speciale prima del decollo. Questo sistema è entrato in servizio nel 1975 per il BMD-1 e successivamente è stato sempre utilizzato per il BMD-2. In verità a volte il sistema di paracadute/razzo non funzionava ed il veicolo si schiantava a terra causando il decesso dell’equipaggio che veniva lanciato a bordo…..e questo contribuiva al 10% di perdite in tempo di pace dell’Unione Sovietica.

Lo spessore della corazza in alluminio composito è di 7 mm sulla torretta, 15 mm sulla parte anteriore dello scafo e 10 mm sul resto dello scafo. L'armatura anteriore dello scafo ha due sezioni: superiore e inferiore. La sezione superiore è angolata a 78 ° mentre quella inferiore è angolata a 50 °. È resistente al fuoco di armi leggere e alle schegge.

Il design è stato realizzato per risparmiare il peso necessario e sacrifica il comfort dell'equipaggio, ha uno spazio interno estremamente angusto. Il BMD-2 è entrato in servizio con le forze aviotrasportate sovietiche nel 1985. Ha preso parte alla guerra sovietico-afghana. Successivamente furono usati dalle unità aviotrasportate russe della SFOR e nei più recenti eventi in Ucraina.
Altre versioni sono: 
    BMD-2K (K sta per komandirskaya - comando) - Variante dotata di antenne aggiuntive.
    BMD-2M - Modernizzazione BMD-2. Presenta una serie di miglioramenti tra cui il montaggio di lanciagranate fumogene sul lato della torretta, 2 lanciatori per ATGM 9M133 "Kornet" e un nuovo visore  diurno/notturno.

(da fonti varie sul web).

 Antonio 13 :

6/9/2020 17:44
 Passando alla parte modellistica per ora ho poco da dire se non che: la plastica è dura, alcuni pezzi sono uniti agli sprue in 3/4 punti e che mi sono scontrato con la poca larghezza delle ruote motrici rispetto ai cingoli ma me ne sono accorto dopo aver incollato le prime parti di una motrice. Ho fatto in tempo a separare le parti e ho creato dei distanziatori in plasticard che dovrebbero appunto allargare il rullo per poter mettere i denti tra i connettori. Inutile dire che i rulli sono molto piccoli.
Per oggi solo questo.


 ABC :

6/9/2020 18:02
 Ciao Antonio

Interessante soggetto: seguo con piacere il suo sviluppo.

Alessandro :-) :-) :-)

 gizpo :

8/9/2020 12:41
 Ciao Antonio, mi associo ai miei predecessori e seguiró il tuo lavoro in trasferta...

Se non é top secret, dove sei di bello?

 Antonio 13 :

8/9/2020 17:26
 Afghanistan

 Antonio 13 :

19/9/2020 18:22
 Sono andato un poco avanti nel montaggio di questo kit; un problema mi si è presentato quando mi sono accorto, dopo averla assemblata, che una ruota motrice risultava poi più stretta del cingolo (penoso in vinile) che deve poi adeguarsi, sono riuscito a separare le parti e fatto un distanziatore col plasticard





conoscendo i miei "polli" ho messo dei perni metallici alle motrici dato che il punto di innesto nello scafo era veramente poco e dopo il cingolo avrebbe contribuito sicuramente a "tirare" tutto creando sfaceli,

i rulli sono stati difficili da pulire




avevo già una canna in metallo che ha preso il posto dell'anonimo pezzo di plastica del kit...almeno questo l'ho cambiato, un poco di difficoltà per alloggiarlo ma alla fine sembra andata bene



lo spegnifiamma l'ho incolato dopo per evitare disallineamento sul piano azimutale







un paio di parti in cartoncino chiudono quelli che poi sono i due scarichi del motore ed un paio di pezzi in forex tengono a loro volta in asse il perno delle ruote motrici....così per sicurezza



uniti i due semiscafi




e montato lo spegnifiamma



sicuramente molto meglio del corrispondente da scatola









sul web ho trovato questa immagine che inserisco solo a scopo di discussione modellistica



...il "raschiafango" volante.....o "precipitante

 gizpo :

19/9/2020 19:46
 Continuo a seguire i tuoi progressi Antonio...sono sicuro che in ogni caso ti stai divertendo...

 enrico63 :

19/9/2020 19:57
 Paura lanciare un carro col paracadute...... e quelli sotto che son li ad aspettarlo?

 Cesko :

19/9/2020 21:29
 😬 ma sono matti ! Si buttano da un aereo con un carro. James Bond è un poveraccio al confronto. ;-)

 Antonio 13 :

1/10/2020 18:04
 
Quote:
Cesko ha scritto: 😬 ma sono matti ! Si buttano da un aereo con un carro. James Bond è un poveraccio al confronto. ;-)


questi si che erano coraggiosi



Quote:
enrico63 ha scritto: Paura lanciare un carro col paracadute...... e quelli sotto che son li ad aspettarlo?



dubito che sotto stessero a braccia aperte anche perchè la dottrina URSS prevedeva arrivare a terra...mettere in moto ed andare....l'equipaggio come detto era già dentro


In questi giorni un pezzo dopo l'altro ho terminato il montaggio del kit, ho avuto tanto da pulire i rulli e stare moooolto attento ai cingoli che in questi scatti vi mostro montati ma ho terrore di toglierli per la pittura.
I rulli stessi non avevano nelle due parti il foro in asse tra loro, dettagli generali del veicolo appena evidenti o assenti; 
ho aperto il vivo  di volata delle mitragliatrici di scafo ( staccatesi un paio di volte a testa), rifatto in parte il supporto d'antenna e l'antenna stessa e commesso i miei soliti errorini ma quaggiù mi accontento di essere riuscito a montarlo, era giusto per giocare con plastica e colla.
Sto valutando di agganciare qualcosa come legno, reti di mascheramento e teli ma non sono ancora sicuro.

Intanto a voi qualche scatto ovviamente fatto con cellulare e luci di "fortuna":

























Nei prossimi giorni combatterò col nemico base di questi lughi....LA POLVERE!!!
Non sò se riuscirò a dipingere in modo pulito, anche perchè non conosco ancora l'effetto delle alte temperature che i colori hanno subito in oltre due mesi dentro un container al sole, vedremo.

 euro :

1/10/2020 20:12
 le foto fatte col cellulare, luci di fortuna come anche il set "arrangiato" ma sono sempre meglio delle mie
Bel lavoro Antonio complimenti

 gizpo :

2/10/2020 07:19
 Mi sembra proprio che anche senza le comodità di casa tu stia riuscendo a fare un gran bel modello, tra l'altro il kit non aiuta per niente, bravo Antonio...

 enrico63 :

2/10/2020 17:32
 Quote:

dubito che sotto stessero a braccia aperte anche perchè la dottrina URSS prevedeva arrivare a terra...mettere in moto ed andare....l'equipaggio come detto era già dentro


Mi sa che preferirei essere sotto ad aspettarlo che dentro a precipitare (anche se dolcemente col paracadute)( che poi bisogna vedere quanto dolcemente)

Bello riuscire a modellare anche in trasferta!!

 Antonio 13 :

7/10/2020 17:38
 Ragazzi buonasera....bhe per voi buon pomeriggio....sono andato avanti un pochino con questo modello rettificando la torre; in pratica anche su suggerimento dell'amico Fabrizio (alias AAVP) mi sono accorto che la torre aveva dimensioni errate. L'avevo notato, a dire il vero, ma volevo fare il kit nudo e crudo da scatola ma....niente da fare la modifica era necesaria perchè troppo evidente.
In pratica l'altezza della stessa era di quasi 4 mm più alta ed in un modello tutto sommato piccolino si vedeva, e lo stesso dicasi per il diametro







avevo gia montato tutto e messo qualche cinghia ma ho deciso di attivare la sala operatoria, un poco di nastro carta...questo avevo




e dopo 50 buchi calibro 2 mm questo era il risultato






ho dovuto usare una taglierino per "unire" i buchi ma l'operazione è riuscita...anche senza staccare nulla dalla torre






il diametro ovviamente è diminuito ma di più non posso fare ed assolutamente non si nota, inoltre ho potuto utilizzare l'anello inferiore per meglio centrare il foro del cesto nello scafo....posso dunque dire dal montaggio a secco ( devo finire di pulire bene le parti ) che l'operazione è perfettamente riuscita.





al prossimo step.

 gizpo :

7/10/2020 21:08
 Lavoro riuscito molto bene, considerando quello che avevi a disposizione, bravo Antonio...

 GP1964FG :

8/10/2020 07:14
 Da oggi per gli amici sarai "il dottore" 😂.
Non capisco nulla di mezzi russi, ma mi sembra ad occhio molto ben fatto!
Zvezda poteva fare di più, almeno per i cingoli, però tu sei riuscito a tirar fuori un modello davvero bello.
Occhio a talebani...mi sa che se vedono quei cosi russi ancora si incazzano 😁.

Complimenti Antonio
Gianfranco Pesola

 ABC :

8/10/2020 18:01
 Ammappete che "mitragliata"!

Ottimo lavoro.

Alessandro :-) :-) :-)

 Antonio 13 :

11/10/2020 08:16
 
Quote:
gizpo ha scritto: Lavoro riuscito molto bene, considerando quello che avevi a disposizione, bravo Antonio...


Luca, grazie,  certo non potevo portarmi tutto ciò che avrei voluto, adesso vediamo come andrà con la pittura.


Quote:
GP1964FG ha scritto: Da oggi per gli amici sarai "il dottore" 😂. Non capisco nulla di mezzi russi, ma mi sembra ad occhio molto ben fatto! Zvezda poteva fare di più, almeno per i cingoli, però tu sei riuscito a tirar fuori un modello davvero bello. Occhio a talebani...mi sa che se vedono quei cosi russi ancora si incazzano 😁. Complimenti Antonio Gianfranco Pesola


Gianfranco, grazie, è un vecchio kit con le sue grosse pecche, l'ho portato giusto per provare a montar qualcosa.
Io il "dottore"?....sarebbe meglio che questo dottore si accorgesse delle operazioni da fare prima che sia troppo tardi: ricordi? anche col T28 Trojan ho fatto un zaaaac all'ultimo momento


Quote:
ABC ha scritto: Ammappete che "mitragliata"! Ottimo lavoro. Alessandro :-) :-) :-)


Alessandro,....in questo momento meglio questo tipo di mitragliate



Ed eccoci giunti al termine del montaggio; ho rifatto le due grigliette con un pezzo di filtro di un condizionatore rotto e dei listelli del tubetto di latte condensato delle razioni da combattimento, quelle stampate erano brutte, almeno così posso dare un pelo di profondità




una rete di mascheramento fatta con?.....vecchia garza del pacchetto di autosoccorso .....però non si attaccava neanche con la cianoacrilica dunque mi sono inventato, ma ci può stare, una serie di ganci




un telo fatto sempre con tubetto di latte condensato, l'ho messo in parte sulla griglia ma ho visto da alcune foto operative che in alcuni casi avevano perfino montato dei serbatoi ausiliari sopra di queste durante la guerra in Afghanistan












adesso è pronto per la pittura.....i prossimi scogli sono : la polvere che c'è qua e....le sirene ....purtroppo quelle di allarme  .

 willydav :

11/10/2020 20:39
 Antonio,
bel lavoro veramente. Essenziale e pulito.

Sono però curioso di sapere come le imballerai per portarlo a casa sano e salvo...:-D

 Antonio 13 :

13/10/2020 10:16
 Domenica mattino ho steso un grigio chiaro tamiya come primer e sembra tutto bene








Per rispondere ad Alberto,...avevo approntato una scatoletta dove metterò il modello ultimato e protetto, questa andrà dentro un contenitore rigido che a sua volta metterò nel container al rientro posizionandolo al centro ed in basso, così dovrei evitare sballottamenti e calore....spero.
Questa una prova di questa mattina.







per oggi è tutto.



© 2004-2018 www.modellismopiu.it
https://www.modellismopiu.it

URL di questa discussione
https://www.modellismopiu.it/modules/newbb_plus/viewtopic.php?topic_id=141713&forum=106