Home Page 1/72 e dintorni Aeronautica Diorami & C. Figurini & C. Navi & C. Veicoli civili Veicoli militari Mostre & C.  
Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!

Interface language
 
English Italiano

Translate page with Google
 

Menu principale
Home Page
Campagne
In essere
Concluse
Regolamento

Contenuti
Novità dal mercato
Visti per voi
Articoli
Guide
Tabelle colori
Da AFV Interiors
Schede tecniche
Storia
Utente del mese
Guide uso sito
Invia contenuto

Forum
I più recenti
I più letti
I più attivi
I più recenti (arg.)
I più letti (arg.)
I più attivi (arg.)

Le Gallerie di M+
Riferimento
Musei
Campagne
Album personali
Modelli sconosciuti
Mostre
Box art
Altro

Glossario
Invia definizione
Richiedi definizione

Download
Invia
Più scaricati
Istruzioni

Club e associazioni
Alfamodel
AMB brescia
Asso di Spade
CML Legnano
CMS Savona
CRS
Diavoli Verdi M+
Gr. Mod. Mincio
GML Milano
GPF Firenze
IPMS Italy
M+ R. Dominicana
M+ Trento

Mostre
Indice
Mostre in essere
Mostre passate

Info ed uso sito
Norme utilizzo sito
Domande frequenti
Mappa del sito
Contattaci
Trova utenti
Link al nostro sito

Link
Elenco
I più visitati
Segnala

Chi è online
Visitatori:100
Utenti registrati:0
M+ Club chat:1
Utenti on-line:100
 Utenti registrati:6281

Ultime visite:
maurozn da 6'
Nicola Del Bono da 14'
massoerratico da 15'
taruk da 27'
Riccardo La ... da 30'
Franz11 da 35'
bobrok da 39'
lagu da 48'
mkobau da 49'
Michele Raus da 56'
F-104 ASA-M da 58'
diego nello da 1h
daniele RN da 1h 9'
Luciano Maffeis da 1h 25'
phantomfan da 1h 32'
nicknamenonv... da 1h 39'
delibar da 2h 11'
Andrea da 2h 15'
Giox da 2h 37'
gizpo da 3h 6'

Le Gallerie di M+


Visita le Gallerie

Siti partner
http://gml.altervista.org

http://www.mediolanummc.eu/

http://www.modellismopiu.net/cavalleria

http://www.regioesercito.it


Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
  • Informazioni sulla privacy


  • Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli Utenti. Questi sono solo di tipo tecnico per permettere a chi è registrato di accedere ai contenuti a lui riservati; non vengono usati né a fini di profilazione né sono di terze parti.
    E' possibile conoscere i dettagli consultando la nostra politica sulla privacy cliccando qui.
    Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.
    Chi volesse verificare i quali cookie Modellismo Più abbia attivi sul vostro computer o device può farlo cliccando qui

  • Funzionalità di ricerca sul sito e nelle Gallerie

  • Cerca sul sito:
    Cerca nelle Gallerie:
    M+

    1/72 e dintorni Visti per voi : Sd.Kfz.9 FAMO 18t confronto fra mod.Revell e Trumpeter 1/72
    Inviato da jugene il 1/6/2005 09:18:13 (2366 letture)

    1/72 e dintorni Visti per voi
       Mettiamo a confronto due best-seller della produzione modellistica in 1/72 dell’ultimo anno:
    • il Famo della Revell
    • il nuovissimo Famo della Trumpeter


      
    Confezione Il confronto parte dalla confezione dove, per la Revell troviamo la classica scatola in cartone non troppo grande mentre, per la Trumpeter, la confezione appare più grossa e robusta, potendosi inoltre aprire a mò di scatola da scarpe risulta anche più pratico estrarne il contenuto che può esservi conservato mentre si procede con il montaggio del modello mentre la Revell ha adottato la soluzione dell'apertura laterale. Quanto alla box-art, su quella Revell appare una bella illustrazione del bravo Enzo Maio mentre sulla scatola Trumpeter, a mio gusto, il disegno non risulta altrettanto accattivante. Istruzioni Entrambi i Kit sono corredati di fogli istruzioni molto chiari ma preferisco il foglio della Trumpeter meno ingombrante anche se carente nei riferimenti ai codici dei colori (che dovrebbero essere gli Humbrol perciò facilmente decifrabili) ed anche se i riferimenti per la colorazione con i profili del mezzo sono piccoli e poco chiari al contrario di quelli Revell. Entrambi sono in bianco e nero ed in questo caso sono ancora pochi i produttori che ci accontentano. Stampate e dettaglio Aprendo la confezione della Revell troviamo 6 stampate in plastica di colore giallo chiaro fra le quali una dedicata ai cingoli quasi maglia per maglia ed una (per la quale Revell si scusa perché non doveva esserci), relativa alla pala di ancoraggio presente solo su alcuni mezzi a partire dal 1943. Le stampate sono praticamente assenti da bave ed imperfezioni e gli incastri combaciano con precisione tanto da render poco evidenti i punti di giunzione una volta incollati i pezzi; anche i segni degli estrattori sono facilmente eliminabili e comunque sempre in punti nascosti o poco visibili. Il numero di pezzi è notevole e sono scomposti in modo tale (cabina e cassone per esempio) da lasciare intuire future versioni (d’altronde la pala che non ci doveva essere perché mai l’avrebbero fatta ?). Il telaio appare diviso in due longheroni da completare con il sistema di sospensioni, ed è predisposto per accogliere il motore, la trasmissione e la presa di forza per il verricello del cavo di traino. Il kit Trumpeter dal canto suo non è da meno ma ad un più attento esame appare qualche piccola pecca. Le stampate sono in tutto 9 di cui ben 4 per i cingoli maglia per maglia, composta ognuna da due pezzi da assemblare su apposita guida. La plastica di un giallo simile a quella delle Revell ma, appena più scura, risulta meno rigida ma più delicata e deformabile. Le bave sono presenti su molti pezzi anche piccoli che vanno quindi puliti con pazienza e la qualità del dettaglio non è sempre paragonabile a quella Revell. Anche se i pezzi Trumpeter una volta montati fanno la loro buona figura, quanto a precisione, il kit della Revell non ha ancora rivali e ciò lo si vede, a mio parere, dalla finezza dei dettagli dei rulli del rotolamento e nella ruota di traino che mostra con nitidezza i tamponi in gomma che la ricoprono mentre questi sono più marcati e meno fini sul Trumpeter (tipo Short run). Le sponde del cassone sul modello Revell presentano una fine rivettatura che non è presente sul Trumpeter e così via per molti altri particolari. Qauntità dei pezzi A favore di Trumpeter va detto che vi è una tale messe di particolari che surclassa il Revell, il motore è completo di testate, tubi di scarico, pulegge e cinghie, filtro aria e ventola di raffreddamento, lo stesso dicasi per il sistema di traino e la trasmissione, i bracci delle sospensioni non sono solidali con il telaio come nel Revell, ma vanno incollati uno ad uno rendendo possibile montarli in diversa posizione così da adattare il sistema di rotolamento al terreno. Nel modello Revell sia il motore che il cambio e la meccanica sono presenti ma mancano di dettagli importanti che volendo richiedono un buon lavoro di autocostruzione (non troppo complicato) ma comunque non alla portata dei neofiti. Infine se si vuole rendere visibile il tutto bisogna asportare parte delle paratie laterali del cofano in entrambi i kit (per il Trumpeter ne vale la pena !). Dimensioni Premetto che di solito non prendo misure ed anche se la matematica non è una opinione non è semplice misurare differenze di pochi decimi di mm, né reperire le informazioni sulle esatte misure dei mezzi reali che a volte le diverse fonti riportano discordanti. Le misure del mezzo sono:
      Reali Scala 1/72
    Lunghezza:   8250 mm 114,6 mm
    Larghezza: 2600 mm 36,1 mm
    Altezza: 2850 mm 39,6 mm
    come primo riferimento ho utilizzato i disegni in scala di George Bradford riportati sul nr.34 di Mezzi CORAZZATI che ho subito scartato perchè sono in realtà in scala 1/74 -75 ( la lunghezza del mezzo è di 110 mm anzichè di 114,6), inoltre sembra errata la forma del cofano motore (troppo tozza se vista in pianta) e se visto di fronte la cabina risulta troppo stretta rispetto al cassone. Visto ciò mi sono armato di calibro e righello (invito sempre a verificare i disegni in scala). La Revell dichiara sulla scatola una lunghezza totale del mezzo di 114 mm (confermati dalle mie misurazioni che sono di 114,8 mm) e quindi in scala perfetta. La Trumpeter dichiara invece 119,5 mm (da me misurati 116,5mm), bisogna tenere conto che il kit prevede il paraurti anteriore (di cui il kit Revell è sprovvistol) che lo allunga di circa 3 mm; considerato ciò la scala sembra comunque essere più fra l’1/70 e l’1/71. Entrambi i kit in larghezza sono 36,2 mm (sulla conf. Trumpeter dichiara 38 mm) e perciò in perfetta scala 1/72. L’altezza non l’ho considerata in quanto mancavo di riferimenti ovvero, andava misurata dalla sommità del parabrezza (e quanto incide l’inclinazione ?), o si fa riferimento alla altezza fuori tutto e pertanto considerando anche il telaio del telone di cabina e cassone ? Non avendo risposta ho ritenuto opportuno soprassedere. Il parabrezza dei due mezzi risulta essere sensibilmente differente fra loro quanto a lunghezza, il Revell (che io ritengo più corretto) misura 31,7mm ed il Trumpeter quasi 33 mm. Un'altra differenza è riscontrabile nell’altezza delle sponde del cassone che è di 9 mm per il Revell e di 10 mm per il Trumpeter ed in questo caso trovo più corretto il Trumpeter per il quale le sponde sono anche più sottili di spessore. L’errore più grave l’ho trovato nella posizione delle ruote che nel Revell appare centrata perfettamente sotto il parafango mentre nel Trumpter risultano arretrate di oltre 1 mm rovinando decisamente la linea del mezzo dovendo provvedere a spostarle in avanti tagliandole e riposizionandole. Decal Tutti e due i kit comprendono un piccolo foglio decal abbastanza completo e bene in registro. Le decal Revell offorno la scelta per 2 diversi mezzi nel 41 e nel 43, sono belle ma il film appare a volte troppo evidente a modello finito e quindi va fatta attenzione alle tecniche di applicazione. Sul modello Trumpeter le possibilità sono per 3 mezzi diversi ambientati nel 42 (in Panzer Grau), e nel 43 e 44 in Russia (mimetica a tre toni), il film di queste appare lucido e non particolarmente spesso ma, non avendole ancora applicate, sospendo il giudizio finale. Conclusioni Ho già letto da più fonti elogi nei confronti del Kit Trumpeter che è certamente molto bello e ricco di dettagli (ruote in gomma, cingoli, motore,ecc.). Buona parte però di coloro che recensiscono nuovi kit, esprimono opinioni senza mettere mano a pinzette, lime e colla e spesso mi trovo a condividere solo in parte le loro conclusioni; se devo avere un cingolo maglia per maglia che si incolla alla guida di montaggio quando lo assemblo, perché anch’essa è in plastica, ed il tampone in gomma del cingolo che non si incastra perfettamente nelle maglia rimanendo il più delle volte leggermente sollevato dalla sua sede, o delle ruote in gomma che tendono ad uscire dal cerchione con troppa facilità non appena le si maneggia, allora trovo che tanto dello sforzo fatto dal produttore sia in parte reso vano dalla poca praticità delle soluzioni. Volendo esprimere un giudizio finale la mia preferenza è per il Kit Revell che rimane più facile da montare e più preciso nell’insieme. Ritengo comunque il kit Trumpeter da acquistare, non fosse altro per tutta la meccanica che con poco sforzo si può adattare perfettamente al Revell ottenendo così un risultato quasi perfetto. Sottolineo infine di avere espresso il mio parere sui kit da me recensiti e che pertanto è corretto pensare che altri la vedano diversamente, d’altronde il mondo è bello perché è vario. Un saluto a tutti Eugenio Bagni

     

    Link correlati

    · Contenuti relativi all'argomento 1/72 e dintorni Visti per voi
    · Contenuti sottoposti da jugene

    Contenuto più letto relativo all'argomento 1/72 e dintorni Visti per voi:
    · Visti per voi: Semovente da 105/25 M43 - Brach Model

    Ultimi contenuti sull'argomento 1/72 e dintorni Visti per voi:
    · Visti per voi: Semovente da 105/25 M43 - Brach Model

    Visualizza pagina stampabile  Segnala questo contenuto ad un amico



  • I sostenitori di Modellismo Più

  • I sostenitori di Modellismo Più sono quegli operatori del settore che, a titolo non oneroso per il sito, mettono a disposizione i kit che come premio vanno ai vincitori delle nostre Campagne, ci consentono di organizzare i nostri eventi o ci concedono uno stand dove i nostri Utenti possono ritrovarsi durante lo svolgimento di alcune manifestazioni a carattere modellistico.