Home Page 1/72 e dintorni Aeronautica Diorami & C. Figurini & C. Navi & C. Veicoli civili Veicoli militari Mostre & C.  
Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!

Interface language
 
English Italiano

Translate page with Google
 

Menu principale
Home Page
Campagne
In essere
Concluse
Regolamento

Contenuti
Novità dal mercato
Visti per voi
Articoli
Guide
Tabelle colori
Da AFV Interiors
Schede tecniche
Storia
Utente del mese
Guide uso sito
Invia contenuto

Forum
I più recenti
I più letti
I più attivi
I più recenti (arg.)
I più letti (arg.)
I più attivi (arg.)

Le Gallerie di M+
Riferimento
Musei
Campagne
Album personali
Modelli sconosciuti
Mostre
Box art
Altro

Glossario
Invia definizione
Richiedi definizione

Download
Invia
Più scaricati
Istruzioni

Club e associazioni
Alfamodel
AMB brescia
Asso di Spade
CML Legnano
CMS Savona
CRS
Diavoli Verdi M+
Gr. Mod. Mincio
GML Milano
GPF Firenze
IPMS Italy
M+ R. Dominicana
M+ Trento

Mostre
Indice
Mostre in essere
Mostre passate

Info ed uso sito
Norme utilizzo sito
Domande frequenti
Mappa del sito
Contattaci
Trova utenti
Link al nostro sito

Link
Elenco
I più visitati
Segnala

Chi è online
Visitatori:126
Utenti registrati:3
M+ Club chat:1
Utenti on-line:129
 Utenti registrati:6243

Utenti collegati:
poldino
ThunderboltII
Phoenixs
Ultime visite:
Paolomaglio da 6'
bobrok da 9'
rugby90 da 38'
GiorgioBis da 42'
Daniel62 da 58'
GP1964FG da 1h 1'
ABC da 1h 6'
capitantreni... da 1h 6'
Elgabro da 1h 37'
AndRoby da 1h 40'
Luciano Maffeis da 1h 44'
papadoc da 1h 58'
Vampire51 da 2h 14'
Michele Raus da 2h 21'
Blue_Beta da 2h 31'
gidesa da 2h 40'
raf da 2h 42'
antomod da 2h 53'
gizpo da 2h 55'
ModellismoBr... da 2h 59'

Le Gallerie di M+


Visita le Gallerie

Siti partner
http://gml.altervista.org

http://www.mediolanummc.eu/

http://www.modellismopiu.net/cavalleria

http://www.regioesercito.it


Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
  • Informazioni sulla privacy


  • Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli Utenti. Questi sono solo di tipo tecnico per permettere a chi è registrato di accedere ai contenuti a lui riservati; non vengono usati né a fini di profilazione né sono di terze parti.
    E' possibile conoscere i dettagli consultando la nostra politica sulla privacy cliccando qui.
    Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.
    Chi volesse verificare i quali cookie Modellismo Più abbia attivi sul vostro computer o device può farlo cliccando qui

  • Funzionalità di ricerca sul sito e nelle Gallerie

  • Cerca sul sito:
    Cerca nelle Gallerie:
    M+

    /  Indice forum
       /  W.I.P. Aerei ed elicotteri
    /  Liberator over the Hump
    Stampa topic 
    Visualizza:  Vai a ( 1 | 2 | 3 Pagina successiva )

    Oberst_Streib Liberator over the Hump

    Generalleutnant




    Registrato dal: 19/8/2008
    Interventi: 3144
    Da: Livorno


    Offline  

     Livello: 43
    6468 / 6468
    3411 / 3412
    152 / 195
    Questa idea mi frulla in testa da anni, da quando ho letto qualcosa sul fronte cinese della WW2 e in particolare dello scontro tra le aviazioni giapponese e statunitense in quel contesto.

    La decisione di contrastare l'invasione giapponese della Cina, in supporto alle truppe di Chiang-Kai-Shek, era stata presa dallo stato maggiore statunitense gia' all'inizio del 1942, quando era chiaro che lasciare indisturbato il Giappone su quel fronte avrebbe come conseguenza fornito a questo maggiore liberta' sul fronte del Pacifico.
    Tra l'altro, lo stesso Giappone Imperiale aveva ragionevolmente stabilito che le conquiste fatte in Cina, Indocina, Indonesia, Birmania andavano consolidate e che il 1943 avrebbe visto per lo piu' una azione difensiva nei confronti degli Alleati.

    Da parte alleata pero' subito ci si accorse che, con l'invasione giapponese dell'Indocina, fino alla Birmania appunto, e con il patto Russo-Giapponese di non-belligeranza, le vie d'accesso e di rifornimento alla Cina occidentale erano praticamente chiuse. 
    L'unico confine utilizzabile rimaneva quello tra India e Cina, cioe' le maestose catene montuose dell'Himalaya e del Karakorum.
    Non avendo a disposizione vie d'acqua e marittime, tutte precluse, ne' ferrovie e essendo il superamento di tali barriere per via stradale estremente difficoltoso, rimase solo la via aerea la strada percorribile per portare rifornimenti all'interno della Cina.

    L'idea di utilizzare un ponte aereo tra India e Cina fu osteggiata inizialmente dagli alti gradi, ma fortemente voluta dal Gen. Chennault, comandante del CATF. Nel gennaio 1943 con la conferenza di Casablanca l'ipotesi fu sostenuta da Chiang-Kai-Shek e dopo una visita sul fronte CBI (China-Burma-India), il Gen. Arnold decise di supportare Chennault e fornirgli una intera forza aerea inclusiva di una componente da bombardamento, creando cosi' la 14th Air Force.
    All'interno di questa fu appunto inserito uno specifico Bomb Group, il 308th BG, gia' esistente dal 1942, e che comprendeva gli squadron 373rd, 374th, 375th e 425th BS.

    Il 308th BG aveva completato la fase addestrativa alla fine del 1942 e fu spedito in Cina con un lungo volo di trasferimento che dagli Stati Uniti passava dal Brasile, attraversava l'Africa, poi l'India e infine arrivava in Cina. I 4 Squadron furono assegnati a 4 diversi campi di volo a Kunming e dintorni (nella Cina meridionale, non lontano dai confini con l'Indocina).
    Dato che il 308th BG doveva essere autosufficiente dal punto di vista dei rifornimenti, e che ogni litro di carburante, ogni bomba o pallottola, ogni pezzo di ricambio doveva essere approvvigionato autonomamente dall'India, un ponte aereo dalle basi dell'Assam fu organizzato utilizzando aerei da trasporto C-47 prima e poi C-46.

    Chennault si rese pero' rapidamente conto che il materiale arrivato nei primi mesi era inferiore di gran lunga alle necessita' e, a questo punto, fu deciso di utilizzare anche gli stessi B-24 Liberator e i loro equipaggi per effettuare il trasporto tra India e Cina.
    Inizio' quindi un ponte aereo effettuato dai bombardieri stessi, , i "Liberators over the Hump" appunto. E qui siamo al punto.

    L'aereo che vorrei riprodurre in 1/72 e' il B-24D-20-CO s/n 41-24166 "MISS CARRIAGE" (che giuoca sulle parole miss, carriage, miscarriage e che puo' significare Signorina Carretta, letteralmente, ma letto tutto insieme significa fallimento, insuccesso, aborto e in senso lato anche atterraggio senza carrello) uno degli aerei in carico al 308th Bomb Group della 14th Air Force. 

    Il B-24D 41-24166 faceva parte di un batch di Liberator che comprendeva anche Axis Nightmare, Ubangi Bag, Dippy Dave and His 8 Dippy Diddlers, Snowball From Hell, Hell's Angels, The Bad Penny, The Wolf e il famoso The GOON (presente nelle decals del kit Academy) e che fu tra i primi ad arrivare sul teatro operativo cinese per essere inquadrato nei Bomber Squadron  del 308th gruppo.
    Il B-24D MISS CARRIAGE in particolare fu inquadrato nel 373rd BS.





    (IMMAGINI COPERTE DA COPYRIGHT ED INSERITE A SOLO SCOPO DI DISCUSSIONE MODELLISTICA)

    Il velivolo in questione come vedete porta come nose art una tipica pin-up, scarsamente vestita a dir poco, con le chiappe su un materasso o cuscino e lo sguardo intrigante.

    Il soggetto e' caratteristico perche' presenta su entrambi i lati del muso una nose art simile, ma non uguale: la posizione della ragazza e' leggermente diversa. La mia ipotesi e' che la raffigurazione sul lato sinistro sia stata fatta prima, ad aereo appena consegnato al reparto e che sul lato destro si sia voluto copiare quanto fatto sul sinistro. In effetti da questa pagina del giornale del CBI si viene a sapere che il Corporal A.C. Mitchell dell'Air Depot di manutenzione di Agra, India, presto' la sua mano felice per decorare appunto tutti (presumibilmente) i B-24D arrivati nuovi dagli States e destinati appunto al 308th BG.



    Uno di questi era il MISS CARRIAGE e sicuramente il Cpl Mitchell dipinse la nose-art sul lato sinistro. Posso immaginare che invece la raffigurazione sul lato destro sia stata fatta successivamente, e probabilmente da altra mano, copiando piu' o meno quella originale.

    Di questo aereo non ho pero' molte notizie sull'operativita' ne' sulla sorte.

    Certamente, come tutti i suoi fratelli, fu tra quelli che completarono numerose Ferry Missions sopra "the Hump" trasportando appunto carburante, munizioni e ricambi dall'India a Yangkai, Cina, dove era stato basato il 373rd Bomber Squadron a cui era stato assegnato. Completate le Ferry Missions, inizio' l'attivita' di missioni di bombardamento sulla Cina in mano nipponica,  missioni che avevano come obiettivi prevalentemente porti, vie di comunicazione, ponti, aeroporti.
    Non sono riuscito a scoprire quale sia stato infine il suo fato: rientrato in patria? rottamato in Cina? abbattuto?

    Dell'aereo e' noto anche l'equipaggio originale, riportato nel manifest del volo di trasferimento, e in effetti corrispondente, almeno per quel che si vede, a quanto dipinto sul velivolo stesso (e leggibile nelle foto):
      Charles C. Parker, 2Lt, Pilot
    Wayen E. McMurray, 2Lt, Copilot
    Max L. Tepper, 2Lt, Bombardier
    Tracy W. Worley, 2Lt, Navigator
    Joseph (NMI) Hall, SSgt, Engineer
    Leroy C. Jordan, SSgt, Radio
    Samuel (NMI) Stoot, Sgt, Asst Engineer
    Charles V. Dumato, SSgt, Asst Radio
    Robert O. Wafle, Sgt, Gunner
    Richard P. Hjorth, 2Lt, Passenger



    Venendo al modello, a parte The GOON, il soggetto del kit Academy , mi risulta che l'unico altro B-24D del reparto di cui esistano in commercio decals sia Axis Nightmare, presente in un foglio Sky Models. Non mi risulta che MISS CARRIAGE sia stato riprodotto in decals in alcuna scala.
    Per cui sto cercando di disegnarmi le decals da solo, partendo dalle foto (3 in tutto, letteralmente) del velivolo.
    Ogni altra evidenza fotografica, se ne siete a conoscenza, sara' estremamente gradita.

    Il kit Academy e' piuttosto valido come forme generali e come dettaglio di superficie, ma e' molto povero come dettagli interni, limitati alle parti fondamentali dell'abitacolo e delle postazioni. Diciamo che in altri tempi sarebbe stato considerato lo stato dell'arte, ma i progressi fatti dai kit mainstream negli ultimi anni lo relegano nella zona dei kit poveri. In effetti, il piu' moderno Hasegawa e' molto piu' dettagliato (e molto piu' costoso), benche' anche lui non al livello di dettaglio degli ultimi kit Airfix o Revell.
    Il kit Academy e' stato comunque ripresentato piu' volte in molte livree e anche sotto marchi Italeri e Eduard.

    Qui il kit nella sua incarnazione originale.


     

    --

    Alessandro 
    ( Matricola M+ = 3315 )   

           


    » 14/3/2017 13:03 Profilo


    ABC Re: Liberator over the Hump

    Generalleutnant




    Registrato dal: 13/2/2008
    Interventi: 2790
    Da: SEREGNO (MB)


    Offline  

     Livello: 41
    5655 / 5655
    3044 / 3067
    161 / 177
    Ciao Alessandro

    Ottima presentazione storica, come ormai ci hai ben abituato. Il "soggettone" e' poi molto intrigante.

    Attendo l' inizio dei lavori.....

    Alessandro/ABC :-) :-) :-)

    --


    » 14/3/2017 14:12 Profilo


    matte Re: Liberator over the Hump

    Primo Dirigente




    Registrato dal: 14/9/2009
    Interventi: 3929
    Da: pisa


    Offline  

     Livello: 47
    8358 / 8358
    4212 / 4221
    101 / 234
    Vai di liberator, grande Ale, me lo gusterò proprio volentieri :-)

    --
    Ciao
    Paolo




    mai uonderful galleri
    » 14/3/2017 15:12 Profilo


    baghy Re: Liberator over the Hump

    Colonnello




    Registrato dal: 22/8/2007
    Interventi: 711
    Da: Torino


    Offline  

     Livello: 24
    1424 / 1424
    1170 / 1172
    13 / 68
     Bellissimo soggetto, i quadrimotori mi intrigano come i caccia notturni,
    Ho letteralmente divorato la trattazione storica che ho trovato appassionante.
    Ora non vedo l'ora di vederti all'opera. Tra l'altro vivo in Cina per cui mi sa chwe sviluppero' un cero legame con il tuo modello
    Ciao
    Luca  
    » 14/3/2017 16:08 Profilo


    MG42 Re: Liberator over the Hump

    Generale di squadra aerea




    Registrato dal: 12/10/2005
    Interventi: 9003
    Da: Caput Mundi


    Offline  

     Livello: 62
    19607 / 19607
    9547 / 9554
    364 / 436
    Ho lo stesso kit in lavorazione da anni, si monta benissimo,l'unica pecca che cìeì molto da arricchire la parte anteriore vetrata dove c'e' grade visibilita.


    ciao
    enrico


    --

       
    enricoMariaMG42

    Gallerie   MM 1289   

           

    Un amico è uno che sa tutto di te e nonostante questo gli piaci !!!

    » 14/3/2017 19:43 Profilo


    lillino Re: Liberator over the Hump

    Generale di divisione aerea




    Registrato dal: 30/12/2007
    Interventi: 3826
    Da: Cinisello B. MILANO


    Offline  

     Livello: 46
    7861 / 7861
    4075 / 4078
    222 / 224
    Molto bella la presentazione storica a gran soggetto da seguire  ;-)

    --
     
         Paolo LILLINOMARIA 8-)
    » 14/3/2017 22:17 Profilo


    Oberst_Streib Re: Liberator over the Hump

    Generalleutnant




    Registrato dal: 19/8/2008
    Interventi: 3144
    Da: Livorno


    Offline  

     Livello: 43
    6468 / 6468
    3411 / 3412
    152 / 195
     
    Be' mi fa piacere aver destato interesse Ragazzi.... ecco intanto la terza foto che ho trovato che ritragga il soggetto



    (IMMAGINI COPERTE DA COPYRIGHT ED INSERITE A SOLO SCOPO DI DISCUSSIONE MODELLISTICA)

    si vede ben poco, anche se il soggetto e' inequivocabile.  Importante il fatto che si veda l'insegna, che e' del tipo in uso fino al giugno 1943, senza "bar". Cosa piu' complicata e' che non si vede il seriale sulle derive: forse era piccolo e in alto?





    --

    Alessandro 
    ( Matricola M+ = 3315 )   

           


    » 15/3/2017 09:09 Profilo


    Oberst_Streib Re: Liberator over the Hump

    Generalleutnant




    Registrato dal: 19/8/2008
    Interventi: 3144
    Da: Livorno


    Offline  

     Livello: 43
    6468 / 6468
    3411 / 3412
    152 / 195
     
    Ed ecco i primi lavori sul modello



    Assemblate le semifusoliere, che hanno il muso come pezzo separato per consentire ad Academy di produrre anche le successive versioni con torretta frontale. L'allineamento non e' perfetto dato che mancano riscontri, ma ragionevole.
    Dato che l'aereo sara' rappresentato in volo durante le Ferry Missions, ho chiuso tutti i portelli, sia dei vani bombe che le postazioni laterali.

    Come gia' fatto notare anche da Emmeggi', il kit e' carino ma molto spoglio, specie nell'abitacolo e nel vano prodiero, che sono molto vetrati.
    Per cui, giu' di pennarellino e ho segnato le strutture principali, poi realizzate con profilato di plastica (ovviamente molto rozzo, niente a che vedere con la gioielleria di Schumi....)
    Poi ho cominciato ad aggiungere tavolini per navigatore e radioperatore e un po' di strutture nell'abitacolo.

    Ovviamente sono state assemblate anche le paratie interne e altre parti strutturali che saranno invisibili a modello finito ma che daranno solidita allo stesso.
    Sarebbe carino aggiungere serbatoi o carichi nel vano bombe (usato appunto come bagagliaio nelle missioni di trasporto, ma non ho immagini che li mostrino, per cui....




    Ora passiamo a modificare e assemblare le ali.
    Dato che il carrello dovra essere retratto, ci sono modifiche da fare al kit che prevede solo il carrello estratto.
    Inoltre i motori sono la parte piu' povera del kit stesso: magari trovo qualcosa per sostituirli.



    --

    Alessandro 
    ( Matricola M+ = 3315 )   

           


    » 15/3/2017 09:25 Profilo


    wazovski Re: Liberator over the Hump

    Colonnello




    Registrato dal: 26/4/2014
    Interventi: 629
    Da:


    Offline  

     Livello: 22
    0 / 1169
    705 / 705
    55 / 59
     Ma bello!! Il Liberator è IN ASSOLUTO il mio "pesante" preferito. Ottima scelta ;-)
    » 15/3/2017 13:23 Profilo


    Alle Re: Liberator over the Hump

    Generalleutnant




    Registrato dal: 3/3/2009
    Interventi: 2316
    Da: Genova


    Offline  

     Livello: 39
    0 / 4907
    2678 / 2678
    15 / 160
     Bello, bello! Hai visto mai che mi venga voglia di mettere mano al mio vecchio Revell?

    --
    Il mio album
     
    ...lascia i pezzi incustoditi... li mettiamo a posto noi...

    Campagna 2017 "Giappone 2017" - Ki 45 Toryu (Nick)

    C
    ampagna 2017 "Ricognitori, Esploratori & Scout 2017" - Fennek
    » 15/3/2017 23:06 Profilo

    Visualizza:  Vai a ( 1 | 2 | 3 Pagina successiva )

    Utenti online: 1 Utenti stanno visualizzando questa discussione
    Ci sono 2 utenti online. [ Amministratore ] [ Staff ]
    2 Utenti anonimi
    0 Utenti registrati:
    Stampa topic 
    Non puoi postare.
    Non puoi rispondere.
    Non puoi modificare.
    Non puoi cancellare.
    Non puoi proporre sondaggi.
    Non puoi votare nei sondaggi.
    Non puoi inserire file allegati.

  • I sostenitori di Modellismo Più

  • I sostenitori di Modellismo Più sono quegli operatori del settore che, a titolo non oneroso per il sito, mettono a disposizione i kit che come premio vanno ai vincitori delle nostre Campagne, ci consentono di organizzare i nostri eventi o ci concedono uno stand dove i nostri Utenti possono ritrovarsi durante lo svolgimento di alcune manifestazioni a carattere modellistico.